Editoriale

Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre il mld  a stagione.

Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre il mld a stagione.

Anche nella sessione invernale di gennaio 2022 - richiama il Sole24Ore - nel calcio mercato tengono banco prestiti e operazioni low coast. Per dirla semplice: nonostante i danni causati dalla pandemia, con stadi aperti solo in pochi paesi al 100%, e introiti abbassati a livelli d'emergenza, c'è chi di tutto questo se ne sbatte altamente, molti giocatori e altrettanti agenti, che invece di ragionar come conviene altro non sanno che chiedere aumenti. Alcuni incredibili a dirsi. Tanto son fuor di senno, quasi spie insospettabili d'un mondo che, nel suo complesso, anche se cerca di non farlo vedere, sembra perdere ogni giorno di più la bussola. Ma soffermiamoci ancora su quanto documenta il prestigioso quotidiano economico. Sempre in breve: ' Le somme assegnate agli intermediari - si legge - dalla deregulation del 2014, sono schizzate in alto, accompagnandosi a 'fenomeni' sempre più patologici, dalle plusvalenze 'fittizie', ai cosiddetti 'parametri zero', che zavorrano e indeboliscono l'intero sistema. Basti pensare che , tra 2016 e 2020, è finita nelle tasche di procuratori ed agenti che hanno intermediato cessioni o acquisti di atleti professionisti, la somma di 2,5 mld di dollari, pari all'8% del valore complessivo dei trasferimenti realizzati nel quinquennio ( circa 31 mld dollari). Ogni anno, al netto della pandemia, si può stimare un giro d'affari nazionali e internazionali di 1 mld di dollari. Il peso eccessivo è evidente se si pensa al fenomeno dei 'parametri zero' e dei giocatori ' d'alta fascia' che portano volontariamente a scadenza il contratto per firmare con altri club, ottenendo ingaggi elevati grazie al fatto che chi acquista non deve pagare il costi del cartellino. Quel furbacchione dell'Insigne, ad esempio, ha firmato con il misconosciuto Toronto un contratto per oltre 10mln di dollari, senza che il club che l'ha cresciuto becchi un centesimo. Dicasi un centesimo. Stesso discorso si può fare per i due furbacchioni del Messi e del Gigio, trasferiti al Psg degli spendaccioni da svincolati. A questo punto che altro fare se non lasciare perdere l'elenco dei ' sombreri' calcistici, citando a mo' di chiusa anche il solo caso Vlahovic in procinto di 'liberarsi' dalla 'tutela' dell'infastidito Commisso a 'parametro zero' e nonostante che manchino due anni alla scadenza del contratto. Bravo il club viola che ha proposto un decalogo per riformare il sistema delle procure. Bravo, certo, e finalmente, ma ci sarà qualcuno all'Uefa ( e dintorni) che troverà voglia e tempo per ascoltarlo e mettere nero su bianco sul tema? Nel 2021 si sono svincolati a 'parametro zero' 5 mila giocatori. Considerato che il livello medio dei trasferimenti a titolo oneroso dal 2016 al 2021 è stato di poco superiore ai 300 mila euro, se ne può dedurre che nel solo 2021 la prassi dei 'parametri zero' ha sottratto alla ( agonizzante ) industria del calcio ( più o meno ) un miliardo. Caspita! I soliti antichi direbbero: cui prodest?
3 ore ago 0 Continua...
 
Rimini. Urp 2021: oltre 15 mila telefonate, 6700 segnalazioni, tante WhatsApp e 1500 credenziali Spid.

Rimini. Urp 2021: oltre 15 mila telefonate, 6700 segnalazioni, tante WhatsApp e 1500 credenziali Spid.

Sono state in tutto 15.305 le telefonate ricevute nel 2021 e si sono concentrate soprattutto sugli obblighi per i cittadini legati all’andamento della pandemia, oltre alle consuete domande sulle modalità di erogazione dei servizi, i procedimenti, le scadenze e in generale il dettaglio sulle competenze e le funzioni dei singoli uffici, le autocertificazioni da compilare e ancora sulle diverse agevolazioni, i buoni economici da sfruttare e i servizi offerti per i cittadini. In particolare, per il secondo anno consecutivo l’attività degli informatori dell’Urp si è concentrata sullo Spid, il sistema pubblico di identità digitale eseguendo, nel corso del 2021, 1493 attività legate alle credenziali Spid, incluso il riconoscimento allo sportello. Tramite appuntamento, nella giornata del giovedì pomeriggio l'ufficio ha aiutato a registrare circa 140 persone al portale Lepida.it. Il servizio è ancora attivo il giovedì pomeriggio, previo appuntamento al telefono 0541/704704. Attraverso il servizio di facilitazione, il martedì mattina nella sede del Laboratorio aperto, sono state offerte circa 30 ore di assistenza all'uso dello Spid (come accedere con lo Spid ai vari portali della pubblica amministrazione in particolar modo al fascicolo sanitario, come scaricare e usare l'app di Lepida, come ricaricare i propri documenti scaduti o variare la password). Anche questo servizio è ancora attivo previo appuntamento al telefono 0541/704704. Sono stati due i laboratori di gruppo realizzati sempre per aiutare nell'autocompilazione della registrazione Spid.
RIMINI. L’attività dell’Ufficio relazioni con il Pubblico del comune di Rimini si conferma punto di riferimento per le richieste di informazioni e contatto col cittadino. Un’attività che il front-office di...
5 giorni ago 0 Continua...
  • Rimini. Tanto di molto. Prosa, opera, ‘Fellini e l’ombra’ al Cinemino, Tonino Guerra e il mito Francesca.

    Rimini. Tanto di molto. Prosa, opera, ‘Fellini e l’ombra’ al Cinemino, Tonino Guerra e il mito Francesca.

    Dal 14 gennaio si alza il sipario sul secondo atto della stagione di prosa del teatro Galli con ‘Orgoglio e pregiudizio’ di Jane Austen, per la prima volta rappresentato a teatro in Italia, con la compagnia guidata da Arturo Cirillo, per proseguire poi con Silvio Orlando che calca le scene con lo spettacolo 'La vita davanti a sé' di Romain Gary. Da sabato 15 gennaio parte anche la prevendita biglietti per la Stagione d’opera 2022 del teatro Galli che presenta Manon Lescaut (11 e 13 febbraio) e Don Giovanni (11 e 13 novembre). A corollario delle celebrazioni della nascita del regista riminese (20 gennaio) torna la rassegna Fellini Open con una serie di iniziative a partire dal 17 gennaio come il documentario di Catherine McGilvray, presente alla serata al cinema Fulgor, 'Fellini e l'ombra' e le proiezioni dei film di Fellini al Cinemino nel palazzo del Fulgor. E poi ancora visite guidate nei luoghi identitari di Rimini, dal Fellini Museum, al Part, al teatro Galli e alla scoperta di una Rimini medioevale tra cavalieri templari, santi ed eretici. Da non perdere la mostra “Nel mondo di Tonino Guerra” che sarà visitabile fino al 23 gennaio nelle sale dell’Ala di Isotta di Castel Sismondo, a cura di Luca Cesari, e che testimonia il terzo tempo della vita e dell’arte del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra che per tanti anni lavorò al fianco di Federico Fellini. E 'La commedia immaginata' al Museo della Città, che, attraverso venti preziose Divine Commedie illustrate stampate dal XV secolo ai giorni nostri, selezionate tra le più di mille edizioni antiche e moderne dell’opera dantesca, propone l’evoluzione del mito di Francesca da Rimini, in una narrazione attraverso le immagini.
    gen 11, 2022 0
  • Misano Adriatico. A metà gennaio una sezione Nido part time. Per dare una risposta alle nuove richieste.

    Misano Adriatico. A metà gennaio una sezione Nido part time. Per dare una risposta alle nuove richieste.

    Nell’ultimo Consiglio comunale dell’anno, nell’ambito dell’approvazione del Bilancio, presentato dalla Giunta di Misano un emendamento per l’istituzione di una sezione di asilo nido part-time, a cui ha fatto seguito una delibera, approvata all’unanimità. L’intervento si è reso necessario di fronte all’aumento delle domande degli ultimi due anni, dipendente in particolare dal contributo regionale che, nell’ambito del progetto ‘Al nido con la Regione’, consente un abbattimento delle rette fino all’80 per cento. La lista d’attesa, quest’anno, conta 22 bambini, di cui 16 nella fascia dei medi. L’amministrazione comunale di Misano Adriatico ha pertanto deciso di intervenire con l’istituzione di una sezione part-time (orario 8 – 13), che potrà accogliere 9 bambini della fascia intermedia, in ordine di graduatoria. La nuova sezione, allestita all’interno dell’asilo nido di Misano, sarà attiva da metà gennaio fino al 31 agosto.
    gen 03, 2022 0
  • Rimini. Ambiente e commercio. I ‘Viali delle Regine’ compresi  i viali Vespucci e Principe di Piemonte.

    Rimini. Ambiente e commercio. I ‘Viali delle Regine’ compresi i viali Vespucci e Principe di Piemonte.

    La riqualificazione dell'asse commerciale dei cosiddetti 'Viali delle Regine'- compresi viale Vespucci e viale Principe di Piemonte - è un’opere estesa sul tutto l’asse commerciale della zona mare sud che parte da Marina centro fino a Miramare, un’area strategica con valenza viabilistica, commerciale, integrata alla spiaggia e al sistema turistico ricettivo degli hotel. Questo patrimonio pubblico che necessita di riqualificazione, costituisce una forte opportunità di sviluppo e rinnovamento dell'offerta turistica con più moderni e adeguati livelli di qualità urbana, territoriale, socio-economica e ambientale, per dare risposte più adeguate al mutamento delle necessità dell'offerta commerciale, di servizi e anche alle esigenze dei turisti e residenti. La strategia di rigenerazione urbana, che è suddivisa 4 tratti -viale Vespucci, viale Regina Elena, viale Regina Margherita e viale Principe di Piemonte - viene organizzata in fasce orizzontali funzionali, ovvero quella del viale pedonale; la fascia a verde con sedute e sosta auto-moto, che ospitano a tratti l’inserimento di pocket spaces per verde o per dehors; la fascia per la carreggiata a doppio senso di marcia; e quella per il marciapiede lato mare. Il corposo intervento - che avrà un costo complessivo stimato in 10 milioni di euro e verrà candidato ai bandi relativi agli interventi di rigenerazione urbana - ha già visto nella prima fase (conclusa nel 2021) la realizzazione del primo tratto di via Regina Elena, compreso tra viale Tripoli e via Giusti e prevede, per l’annualità 2022, l’avvio della progettazione esecutiva. Gli interventi sono previsti senza variare gli stalli parcheggio auto, in analogia al primo intervento effettuato.
    dic 27, 2021 0
Cesena. Occupazione: 71 nuovi assunti negli ultimi sei mesi per il Comune  e l’Unione Valle Savio.

Cesena. Occupazione: 71 nuovi assunti negli ultimi sei mesi per il Comune e l’Unione Valle Savio.

'Negli ultimi mesi – ha spiegato il Sindaco – abbiamo alzato ulteriormente l’asticella degli obiettivi che ci siamo prefissati, penso a questo proposito alle opportunità fornite dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e al reperimento di nuove risorse, e sono certo che i neoassunti, con le loro competenze, potranno contribuire al raggiungimento dei risultati auspicati. Lavorare per l’Amministrazione pubblica significa innanzitutto operare a favore della collettività, impegnandosi quotidianamente per il bene della Città e di tutti i Cittadini'.Sono 46 le donne e 25 gli uomini assunti dal 1° luglio 2021 al 1° febbraio 2022, con una media anagrafica di 34 anni. Nello specifico, sono 51 i neodipendenti del comune di Cesena e 20 dell’Unione dei comuni Valle Savio. I settori interessati dalle nuove assunzioni sono: Servizi al Cittadino e Innovazione tecnologica, Biblioteca Malatestiana e Cultura, Servizi sociali (Unione), Polizia locale, Lavori pubblici, Pianificazione strategica, Tutela ambiente e del territorio, Personale e Organizzazione, Servizi educativi, istruzione e sport, Sviluppo economico, Sportello unico delle attività produttive (Suap) (Unione), Progetti europei, Servizi amministrativi, partecipazione e patrimonio, Entrate tributarie e Servizi economico-finanziari, Stazione unica appaltante (Unione).
CESENA. Nella mattinata di  martedì 11 gennaio il sindaco Enzo Lattuca ha dato il benvenuto, augurando loro un buon lavoro, ai 71 neoassunti dal comune di Cesena e dall’Unione dei...
5 giorni ago 0 Continua...
  • Cesenatico. ‘Christmas Carols’ per le famiglie indigenti della città. I ricavi donati alla parrocchia SM Goretti.

    Cesenatico. ‘Christmas Carols’ per le famiglie indigenti della città. I ricavi donati alla parrocchia SM Goretti.

    Grazie all’evento organizzato da 'Easy English Cesenatico' e dalle tante famiglie dell’associazione culturale 'Magica notte' sono stati raccolti ben 1707,50 euro. Risorse preziose che sono già state impiegate per fare la spesa, pagare bollette arretrate, affitti scaduti e per acquistare giacche e scarpe ad alcuni bambini della Città. L’evento, andato in scena lo scorso 23 dicembre, aveva come finalità proprio la raccolta fondi da devolvere, attraverso la parrocchia di Santa Maria Goretti, a venticinque famiglie in difficoltà di Cesenatico. Nel corso della serata i bambini, insieme alle famiglie, hanno intonato davanti ai locali ed alle case di Cesenatico i tradizionali 'Canti di Natale' trovando ovunque una calorosa accoglienza. Come sottolineano gli organizzatori, il successo dell’iniziativa è da condividere con alcune realtà della città che, con un encomiabile slancio di generosità, hanno contribuito in vari modi alla riuscita dell’evento.
    gen 03, 2022 0
  • Cesena. Inaugurata la primaria di Martorano. Gli studenti: ‘Contenti di essere tornati a casa nostra’.

    Cesena. Inaugurata la primaria di Martorano. Gli studenti: ‘Contenti di essere tornati a casa nostra’.

    Il sindaco Enzo Lattuca e l’assessore ai Lavori pubblici Christian Castorri, accompagnati dalla dirigente scolastica Caterina Corsaro e dalle insegnanti, sono stati accolti dagli studenti che hanno mostrato agli ospiti gli ambienti rinnovati: dalle aule alla mensa, per approdare alla palestra, alla biblioteca e ai laboratori di informatica. La struttura è stata interessata da interventi antisismici, di ammodernamento e di efficientamento energetico dell’ammontare complessivo di oltre un milione e duecentomila euro. Nello specifico, i lavori hanno riguardato il consolidamento delle murature e dei solai, l’installazione di un ascensore interno, la realizzazione di un’uscita di sicurezza con scala esterna, oltre al rifacimento dei servizi igienici. Migliorie apportate anche agli impianti termici ed elettrici e all’area verde esterna che presto sarà attrezzata con tavoli e sedie.Nel corso della mattinata, gli studenti hanno mostrato gli spazi rinnovati al Sindaco e all’Assessore raccontando loro tutte le attività didattiche svolte. Sport, arte, informatica. Per ciascuna disciplina gli studenti hanno a disposizione un’aula/laboratorio apposita e attrezzata che consente loro di approfondire la conoscenza delle diverse discipline.
    dic 22, 2021 0
  • Cesena. La ricostruzione e il potenziamento delle fogne bianche. Approvato dalla Giunta il progetto.

    Cesena. La ricostruzione e il potenziamento delle fogne bianche. Approvato dalla Giunta il progetto.

    Il progetto prevede la ricostruzione di tratti di fognatura con sostituzione e sistemazione dei pozzetti, inserimento delle camerette d’ispezione di diverse dimensioni e ricostruzione degli allacciamenti ammalorati. A questo primo intervento seguiranno lavori di ripavimentazione stradale con relativo rifacimento della segnaletica. Il progetto prevede l’esecuzione di una serie di opere nelle vie D’agosto, Gino Barbieri, Capannaguzzo, Umbertide, Perugia, Deruta, Montecchio, Montaletto, Viale Abruzzi, e nelle vie Viareggio e chiesa di Casale. L’intervento inoltre prevede la realizzazione e risagomatura di fossi stradali di piccole e medie dimensioni da eseguirsi lungo alcune strade comunali: via Assano, Emilia Levante, Vigne di Pievesestina, Pavirana, Faccini, Prima Cerisola, Pisignano/Mariana, Redichiaro, Fornasaccia, Paderno, Colombara, Melona, Capannaguzzo, Casalbono, Montebellino, Santa Lucia, Falconara, Donegallia, Calabria, Parataglio, Campolongo, Seconda Bulgarnò, chiesa di San Cristoforo, Maccanone, Andicino, Primavera, Saraceta, Natale Battistini e Romea.
    dic 17, 2021 0
Forlì. Edilizia popolare. Arrivati i contributi per la riqualificazione degli alloggi di via del Portonaccio.

Forlì. Edilizia popolare. Arrivati i contributi per la riqualificazione degli alloggi di via del Portonaccio.

'Siamo particolarmente soddisfatti di questo finanziamento – spiega l’ass.re al Welfare e alle Politiche abitative Rosaria Tassinari – si tratta di risorse importanti che premiano ancora una volta la nostra capacità progettuale e la rapidità nel presentare i lavori, ma che soprattutto ci danno la possibilità di proseguire nel percorso di profondo rinnovamento del patrimonio edilizio pubblico della città di Forlì, messo in campo da questa Giunta. Con questi fondi, verrà realizzata la riqualificazione integrale dal punto di vista energetico di uno degli edifici popolari socialmente più impattanti del nostro centro storico, costituito da 54 appartamenti e ampie autorimesse. L'intervento, una volta terminato, garantirà non solo un cospicuo e certificato risparmio economico per gli assegnatari degli alloggi, ma anche un’elevazione della qualità abitativa degli appartamenti, con benefici a livello ambientale, edilizio e residenziale. Si procederà nello specifico a una ristrutturazione esterna dell'intero immobile, con la realizzazione del cappotto termico, ma anche ad un'azione mirata di ammodernamento interno di 11 alloggi ancora vuoti'.
Forlì, 11 gennaio. Il comune di Forlì si è aggiudicato, nell’ambito del programma regionale denominato ‘Sicuro, Verde e Sociale. Riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica’, un finanziamento complessivo di 2.140.000,00 € per...
5 giorni ago 0 Continua...
  • Forlì. Avviso pubblico per la concessione gratuita della  ‘ Casa della legalità’ e dell’ ex circolo Marini.

    Forlì. Avviso pubblico per la concessione gratuita della ‘ Casa della legalità’ e dell’ ex circolo Marini.

    Di qualche giorno fa la pubblicazione dell'avviso del comune di Forlì, con scadenza 31 gennaio 2022, volto all'assegnazione in concenni, dei beni di proprietà comunale facenti parte del cosiddetto 'Complesso della Casa della legalità' di viale dell'Appennino n. 282 - che comprende l’immobile 'Casa della legalità', il terreno annesso e il futuro nuovo edificio 'Centro della legalità' - e di' 'Ex circolo Marini' di viale dell’Appennino n. 4. L’avviso è finalizzato a valorizzare questi immobili secondo un modello di gestione integrata e in base al principio di bene comune. Si tratta infatti di beni confiscati che l'Amministrazione Comunale, per indirizzo della assessore alla Legalità Maria Pia Baroni, intende restituire alla comunità forlivese per un loro utilizzo a fini sociali, in una logica di promozione della cultura della legalità e della sostenibilità ambientale. Il testo dell'avviso è scaricabile dal sito istituzionale del comune di Forlì alla sezione 'Bandi di gara e contratti'.
    gen 11, 2022 0
  • Forlì. Fino al 6 gennaio il mercatino  della Fiera di Natale. In centro, dove si respira il fascino dell’Evento.

    Forlì. Fino al 6 gennaio il mercatino della Fiera di Natale. In centro, dove si respira il fascino dell’Evento.

    Quest'anno nel centro storico di Forlì si respira la migliore atmosfera natalizia della Romagna! Dove il tradizionale Mercatino di Natale è al centro degli eventi e delle iniziative del progetto 'Forlì che brilla', con 13 suggestive casette di legno, in cui è possibile trovare ottime idee per i regali, gli addobbi per l'albero, per il presepe e per la casa. Ma non solo! Si possono acquistare le leccornie e le specialità delle feste di fine anno (caramelle, torrone, zucchero filato, frutta secca, ecc.) e gli accessori per il look invernale: cappelli, guanti, sciarpe, foulard, calzettoni, calde coperte e tanto altro. Fino al 6 gennaio, il mercatino sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 20, compresi i giorni di Natale, Santo Stefano, primo dell'anno ed Epifania. Venite a visitare il Mercatino di Natale e il centro storico di Forlì. E' un'occasione in più per completare i propri regali e acquisti di Natale, per passeggiare, fare shopping nei negozi e, perché no, per prendersi un attimo di relax pattinando sulla bellissima pista di ghiaccio posta nell'ellissi di piazza Saffi, vicino al Mercatino o, per i più piccini, visitare la casetta di Babbo Natale o fare un giro sulla giostra.
    dic 22, 2021 0
  • Meldola. ‘Castelnuovo dei presepi’. Ai piedi del vetusto castello un presepe meccanico suddiviso in quadri.

    Meldola. ‘Castelnuovo dei presepi’. Ai piedi del vetusto castello un presepe meccanico suddiviso in quadri.

    Castelnuovo, un tempo luogo di antiche e sanguinose battaglie è oggi un luogo di pace, di armonia, di serenità, di incredibile fascino e soprattutto di un suggestivo raccoglimento contemplativo in mezzo alla natura. Quello che desta la più grande meraviglia di questi tre quadri suggestivi, oltre la sua grandezza e l’essere itinerante, le cui scene sono suddivise in diversi luoghi e ambienti, è la naturalezza dei movimenti e degli effetti scenografici e luminosi, ma soprattutto la bellezza artistica delle suggestive figure che li compongono, da visi dolci e graziati capaci di fare sognare. Premendo un pulsante davanti a ciascun quadro, tutto si accende e si anima come un’antica favola raccontata o sognata. I bambini ne escono entusiasti, i genitori spesso rimangono come incantati. E spesso ritornano a Castelnuovo, al suo presepio, una, due, tre volte...quasi a non voler lasciare questa favola, quasi a non voler ritornare alla normalità frenetica di sempre. Le figure artistiche e animate che compongono il grande allestimento dei tre quadri, sono opera dello scultore Davide Santandrea noto in tutta Italia e nel Mondo per i suoi grandi allestimenti presepistici e pasquali (le grandi passioni animate di Gesù ispirate al film 'Gesù di Nazareth' di Franco Zeffirelli) Davide Santandrea è conosciuto soprattutto per essere stato l’allievo del famoso Carlo Rambaldi.
    dic 14, 2021 0
Ravenna. Installato il pannello esplicativo del murales di Kobra sul volto di Dante in via Pasolini

Ravenna. Installato il pannello esplicativo del murales di Kobra sul volto di Dante in via Pasolini

Il pannello esplicativo ha una funzione informativa del valore dell’opera, essendo come tutte le forme di Street Art e Arte urbana liberamente fruibili e inclusive, ma ha anche lo scopo di sensibilizzare turisti e cittadini sulla necessità di tutela e conservazione dell’opera stessa. L’opera di Eduardo Kobra, nato nel 1975 a Jardim Martinica, in un quartiere nel Sud di San Paolo, diventato ormai una delle firme internazionali più famose della Street Art, è stata realizzata, in soli tre giorni, sotto la supervisione della Soprintendenza archeologia, Belle arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Tra i temi affrontati dall’artista brasiliano oltre all’inquinamento, il riscaldamento globale, la deforestazione e la guerra, troviamo la fotografia d’autore dove opere come Ragazza afgana di Steve McCurry oppure V-J Day in Times Square di Alfred Eisenstaedt, vengono rielaborate o gli omaggi ai capolavori come il David di Michelangelo, L’urlo di Edvard Munch o Il pensatore di Auguste Rodin.
RAVENNA. Il murales dedicato a Dante è stato realizzato nel settembre del 2016 per la mostra idDante. Il volto di Dante per una traduzione contemporanea ideata da Bonobolabo, in compartecipazione...
6 giorni ago 0 Continua...
  • Lugo. Finanziati con 5 mln i progetti del Comune. Si tratta di  cinque interventi di rigenerazione urbana.

    Lugo. Finanziati con 5 mln i progetti del Comune. Si tratta di cinque interventi di rigenerazione urbana.

    I progetti presentati dal Comune per 5 milioni di euro sono stati totalmente finanziati e riguardano cinque interventi: la realizzazione del nuovo Auditorium nel comparto ex Enal via Emaldi/corso Garibaldi per 2.250.000 euro il recupero di Palazzo Rossi per 1.250.000 euro la realizzazione della ciclabile Villa San Martino – Lugo per 600 mila euro la ristrutturazione del ponte della Pungella per 600 mila euro il completamento del recupero del complesso del Carmine (ala corso Garibaldi) per 300 mila euro.
    gen 03, 2022 0
  • Faenza. Biennale internazionale di arte ceramica.Con l’Italia ospite speciale di questa prima edizione.

    Faenza. Biennale internazionale di arte ceramica.Con l’Italia ospite speciale di questa prima edizione.

    Dal 18 dicembre 2021 al 17 marzo 2022, apre al pubblico la prima Biennale internazionale di arte ceramica di Jingdezhen dal titolo The Spirit of Ceramics, realizzata su incarico del Ministero della Cultura cinese da Zhong Art International (Italia) insieme a museo Carlo Zauli (Italia), China International Exhibition Agency e Ceramic Art Avenue Art Museum. La Biennale è organizzata dal comune di Jingdezhen, dalla China Arts and Entertainment Group Ltd., dalla Jingdezhen Ceramic University e dal comune di Faenza. Si avvale del patrocinio del Bureau of International Exchanges and Cooperation, Ministry of Culture and Tourism of China, dell’ambasciata d'Italia a Pechino, dell’associazione italiana Città della ceramica (AiCC) e dell’European Route of Ceramics. Ospite speciale di questa prima edizione è l'Italia, a cui è stato dedicato un intero padiglione. La mostra vuole approfondire l’utilizzo della porcellana in Italia oggi, muovendosi su due nitidi piani di narrazione, che si intersecano nel progetto espositivo. Il primo unisce, cosa ancora piuttosto inedita, due ambiti artistici della ceramica: da un lato i ceramisti scultori o i ceramisti designer, che infondono nelle proprie opere grande sapienza tecnica o spiccata originalità; dall’altro gli artisti che la utilizzano saltuariamente, spesso in collaborazione con artigiani di grande livello, e che proiettano le opere in una dimensione concettuale.
    dic 22, 2021 0
  • Cervia Milano Marittima. Raccolta differenziata comoda, ecologica e innovativa grazie alle Eco Smarty.

    Cervia Milano Marittima. Raccolta differenziata comoda, ecologica e innovativa grazie alle Eco Smarty.

    Si tratta di postazioni costituite da sei contenitori per la raccolta di tutte le tipologie di rifiuti: indifferenziato, organico, carta, plastica e vetro. Entro il 13 dicembre saranno collocate altre tre postazioni, sempre da sei contenitori: dal 6 dicembre inizierà l’allestimento in piazzale Ascione, dal 9 dicembre nell’area verde di viale G. Di Vittorio limitrofa all’incrocio con via Maccanetto e il 13 dicembre nella XIX traversa di Milano Marittima. Le novità del sistema ‘Smarty’ ? Le Eco Smarty fanno parte del sistema di contenitori per i rifiuti innovativi e intelligenti pensato dal gruppo Hera per aumentare quantità e qualità della raccolta differenziata. Oltre a riconoscere l'utente tramite Carta smeraldo o smartphone, con sistema operativo Android e app 'il Rifiutologo' installata, gli Smarty registrano i conferimenti in modo sicuro perché la comunicazione dei dati raccolti sul campo avviene in modo protetto alla piattaforma proprietaria, operativa h 24 7 giorni su 7, incentivando una raccolta differenziata di qualità. Inoltre, sono ancora più igienici: senza maniglie o leve rendono possibile conferire i rifiuti senza contatto fisico con i contenitori.
    dic 07, 2021 0
Auls Romagna. Remotheart: un progetto di  telemedicina in epoca  Covid. Per i pazienti cardiologici.

Auls Romagna. Remotheart: un progetto di telemedicina in epoca Covid. Per i pazienti cardiologici.

Una straordinaria collaborazione a sostegno della Sanità romagnola da parte di 16 Rotary club della Romagna che, unendo le forze, hanno reso possibile la assegnazione del Global Grant promosso dalla Rotary International Foundation, per un’erogazione complessiva di circa 78.000 euro. Remotheart è un progetto basato sul controllo 'a distanza', ovvero remoto, dei dispositivi cardiaci impiantabili di ultima generazione, che consentono di comunicare con un trasmettitore al domicilio del paziente, al fine di inviare dati di natura tecnica, parametri di funzionamento del dispositivo impiantato e informazioni di carattere clinico, relative ai parametri vitali del paziente. Le trasmissioni da remoto possono essere programmate, col solo scopo di validare il corretto funzionamento dell’impianto, oppure possono essere originate dalla rilevazione di parametri fuori dalla norma. Il numero di impianti di pacemaker e defibrillatori è significativamente aumentato nell’ultima decade, a causa delle nuove indicazioni emerse dai risultati dei grandi studi clinici. Molti pazienti portatori di dispositivo impiantabile sono anche affetti da scompenso cardiaco, una patologia invalidante e sempre più diffusa, che richiede un sistema di assistenza dedicato. Nella maggioranza di questi il dispositivo è in grado di raccogliere ed inviare segnali utili a monitorare lo stato clinico del paziente. L'idea è, in altri termini, quella di trasferire quanto registrato dai dispositivi in dotazione al paziente, ai server dell’azienda sanitaria, per selezionare le informazioni utili alla gestione clinica del paziente, infine rendendo disponibili i dati allo specialista dello scompenso cardiaco, che potrà visualizzarli all’interno dei gestionali aziendali.
AUSL ROMAGNA. Nell’ambito di una cerimonia di consegna tenuta a  Pievesestina presso il Centro servizi dell’Ausl della Romagna, è avvenuta la consegna delle attrezzature informatiche (4 computer e 12 tablet) necessarie...
3 giorni ago 0 Continua...
  • Milano. Focus Emilia Romagna sul rating di circa 7.100 Pmi  con fatturato tra i 5 e i 50 mln di euro.

    Milano. Focus Emilia Romagna sul rating di circa 7.100 Pmi con fatturato tra i 5 e i 50 mln di euro.

    Qual è la fotografia del tessuto imprenditoriale emiliano romagnolo? Dall’Osservatorio di Studio Temporary Manager S.p.A., società specializzata nei servizi di temporary management, che ha elaborato i bilanci del 2020 depositati presso la Camera di commercio di oltre 7.100 imprese emiliano-romagnole[1] con fatturato tra i 5 e i 50 milioni di euro, ben il 38% presenta un rating a rischio. Un dato peggiore rispetto alla media nazionale e che pone la regione al 4° posto per valore percentuale critico insieme a Calabria e Liguria. Ma la fotografia reale delle imprese post pandemia si vedrà solo alla fine del definitivo sblocco dei licenziamenti e quando termineranno le moratorie garantite dallo Stato (31 dicembre 2021). Se ci si sposta poi a livello provinciale, tutti i territori continuano a mostrare segnali di sofferenza ma con valori variabili. In particolare, il rating con criticità maggiore si registra nelle province di Ferrara (46%), Ravenna (41%), Bologna (40%), seguite da Parma (38%), Rimini (37%), Piacenza (36%), Reggio Emilia (36%), Modena (36%), e Forlì-Cesena (34%).
    gen 12, 2022 0
  • Faenza. Arriva Migrer App, per connettere gli emiliano romagnoli nel Mondo alla  loro Regione d’origine.

    Faenza. Arriva Migrer App, per connettere gli emiliano romagnoli nel Mondo alla loro Regione d’origine.

    Migrer App, l’app degli emiliano romagnoli nel Mondo, è il frutto di un progetto presentato dal comune di Faenza. Migrer App finalizza una progettazione triennale, dando vita ad uno strumento digitale che parte da dati e idee raccolti dai precedenti progetti mettendo al centro i bisogni reali della comunità di emiliano romagnoli nel Mondo, i soli a poter raccontare quali sono le reali necessità di chi vive all’Estero ma mantiene uno sguardo attento verso la propria Regione. Lo sviluppo dell’App avrebbe dovuto includere una tappa intermedia di test in occasione di un meeting in una città estera che non si è potuta svolgere a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria. Così, l’appuntamento si è spostato online il 21 dicembre scorso, come per tanti altri progetti portati avanti in questi quasi due anni di Covid.Lo strumento digitale è una web application di facile e immediato utilizzo. Si presenta all’apparenza come una classica applicazione ma presenta innumerevoli vantaggi rispetto all’app nativa tra cui il fatto di non dovesse essere scaricata dagli store online e di non occupare spazio di archiviazione sul device. Inoltre i suoi aggiornamenti sono automatici e, una volta scaricata, apparirà della schermata home con un’icona come una comune app. La webapp è scaricabile al link www.migrerapp.it e verrà a breve integrata sul sito www.migrer.org. Una volta effettuato l’accesso, nella schermata principale verrà chiesto all’utente l’autorizzazione a installare la webapp sul proprio device. Successivamente sarà possibile navigare all'interno del menù nelle sezioni News (dalla Regione e dal Mondo), Eventi (dalla Regione e dal Mondo), Associazioni (spazio relativo ai contatti delle associazioni degli emiliano romagnoli nel Mondo, Servizi (contenente tutte le info burocratiche e i contatti che possono servire a chi vive all’estero), Lavoro (per restare aggiornati sulle opportunità in Regione) e un’area Quiz dedicata al gaming. Lo strumento andrà così ad offrire un supporto a portata di clic a Migrer.org, il museo virtuale dell'emigrazione emiliano romagnola nel Mondo: un progetto culturale e innovativo che si sviluppa interamente sul web offrendo al visitatore un'esperienza immersiva, interattiva e multimediale.
    dic 29, 2021 0
  • Riccione. A Oltremare accesa la ‘pallina natalizia’ più grande d’Italia. Parchi Costa aperti nelle Festività.

    Riccione. A Oltremare accesa la ‘pallina natalizia’ più grande d’Italia. Parchi Costa aperti nelle Festività.

    Sarà lei a illuminare le feste del Family Experience Park, che partiranno domenica 26 dicembre e andranno avanti fino al 6 gennaio. Per installarla ci sono voluti tre giorni, una squadra di esperti ‘funamboli’ delle luminarie, guidati dall’esperienza di Andrea Prada. Con un braccio meccanico di oltre 40 metri è stato posizionato oltre 1 km di luci per illuminare la grande sfera della piazza centrale del parco. Con tanto di gancio, la Pallina natalizia più grande d’Italia, è veramente da record, visibile anche dall’autostrada. Ogni giorno tra il pubblico sarà scelto un bimbo che avrà l’onore di accenderla insieme alla mascotte Ulisse. A Oltremare la festa dopo Natale è tutta da ricordare. L’attesa più grande è per Fulmine, la prima renna di Babbo Natale che sarà ospite al parco fino al 6 gennaio. Solo a Oltremare si può realmente incontrare Fulmine, scoprire chi sono tutte le renne volanti che trainano la slitta di Santa Claus e sorridere davanti a curiosità, leggende e segreti. Fulmine sarà anche ambasciatrice delle renne di tutto il mondo: grazie a lei si parlerà infatti dei progetti di conservazione europei per proteggere la renna delle foreste in Finlandia. Oltremare quest’anno sostiene il progetto di reintroduzione in natura di questa specie, grazie alla collaborazione instaurata con alcune realtà europee. Ma le sorprese non finiscono qui...
    dic 24, 2021 0
Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre il mld  a stagione.

Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre il mld a stagione.

Anche nella sessione invernale di gennaio 2022 - richiama il Sole24Ore - nel calcio mercato tengono banco prestiti e operazioni low coast. Per dirla semplice: nonostante i danni causati dalla pandemia, con stadi aperti solo in pochi paesi al 100%, e introiti abbassati a livelli d'emergenza, c'è chi di tutto questo se ne sbatte altamente, molti giocatori e altrettanti agenti, che invece di ragionar come conviene altro non sanno che chiedere aumenti. Alcuni incredibili a dirsi. Tanto son fuor di senno, quasi spie insospettabili d'un mondo che, nel suo complesso, anche se cerca di non farlo vedere, sembra perdere ogni giorno di più la bussola. Ma soffermiamoci ancora su quanto documenta il prestigioso quotidiano economico. Sempre in breve: ' Le somme assegnate agli intermediari - si legge - dalla deregulation del 2014, sono schizzate in alto, accompagnandosi a 'fenomeni' sempre più patologici, dalle plusvalenze 'fittizie', ai cosiddetti 'parametri zero', che zavorrano e indeboliscono l'intero sistema. Basti pensare che , tra 2016 e 2020, è finita nelle tasche di procuratori ed agenti che hanno intermediato cessioni o acquisti di atleti professionisti, la somma di 2,5 mld di dollari, pari all'8% del valore complessivo dei trasferimenti realizzati nel quinquennio ( circa 31 mld dollari). Ogni anno, al netto della pandemia, si può stimare un giro d'affari nazionali e internazionali di 1 mld di dollari. Il peso eccessivo è evidente se si pensa al fenomeno dei 'parametri zero' e dei giocatori ' d'alta fascia' che portano volontariamente a scadenza il contratto per firmare con altri club, ottenendo ingaggi elevati grazie al fatto che chi acquista non deve pagare il costi del cartellino. Quel furbacchione dell'Insigne, ad esempio, ha firmato con il misconosciuto Toronto un contratto per oltre 10mln di dollari, senza che il club che l'ha cresciuto becchi un centesimo. Dicasi un centesimo. Stesso discorso si può fare per i due furbacchioni del Messi e del Gigio, trasferiti al Psg degli spendaccioni da svincolati. A questo punto che altro fare se non lasciare perdere l'elenco dei ' sombreri' calcistici, citando a mo' di chiusa anche il solo caso Vlahovic in procinto di 'liberarsi' dalla 'tutela' dell'infastidito Commisso a 'parametro zero' e nonostante che manchino due anni alla scadenza del contratto. Bravo il club viola che ha proposto un decalogo per riformare il sistema delle procure. Bravo, certo, e finalmente, ma ci sarà qualcuno all'Uefa ( e dintorni) che troverà voglia e tempo per ascoltarlo e mettere nero su bianco sul tema? Nel 2021 si sono svincolati a 'parametro zero' 5 mila giocatori. Considerato che il livello medio dei trasferimenti a titolo oneroso dal 2016 al 2021 è stato di poco superiore ai 300 mila euro, se ne può dedurre che nel solo 2021 la prassi dei 'parametri zero' ha sottratto alla ( agonizzante ) industria del calcio ( più o meno ) un miliardo. Caspita! I soliti antichi direbbero: cui prodest?
CRONACA DAL DIVANO. ( dal 13 al 18 gennaio 2021). In breve: stanno diventando ‘strutturali’ i successi dello sport azzurro, che sembrano più segnali d’una novella rinascenza per un Paese...
3 ore ago 0 Continua...
  • Non solo sport. Parte il 2022: Olimpiadi della neve, Campionati e spareggi per il Natale sul Golfo.

    Non solo sport. Parte il 2022: Olimpiadi della neve, Campionati e spareggi per il Natale sul Golfo.

    E così ce l'abbiamo fatta ad abbandonare un 2021 che se per lo sport azzurro è stato esaltante, non inimitabile, di certo esaltante, per il resto, tutto o quasi, non ha donato grandi sicurezze. Fatica quel drago del Draghi , che pur assomigliando ad un Cavour più che a quella folla indefessa di mosche, tafani, zanzare, che gli ronza attorno giorno e notte, cercando di pungerlo il più dolorosamente possibile. E pensare che, pur con tutto il rispetto per gli insetti che qualcuno oggi mette perfino nel suo menù, con tutto quanto balla sull'Europa e sull'Italia, prima si riesce a dar corpo ad una grande Nazione e meglio ci si potrà difendere da pericoli che non sono più pericoli ma già dure realtà, oltre alla interminabile pandemia. Facciam finta che sia in esaurimento l'assalto dei continenti poveri o in affanno alla leggiadra Europa; chiudiamoci gli occhi sul quel che si va ammassando sul fronte orientale, con quel tenero Putin più pericoloso del duro Breznev; ignoriamo inoltre quanti ( e quante) con foga da Erinni vorrebbero strappare le radici di storia e valori per annacquare un presente che più annacquato di così non potrebbe essere. Diritti, accoglimento, inclusione. Parole, belle, molto belle, peraltro note da due millenni ma che se realizzate con scarso senno ( magari temperandole con doveri, regole, radici) possono creare più danni che utile. E soprattutto decadenza, che non sembra ma c'è, per un ex grande Continente che decide ormai poco o nulla. Fin giungere al patetico d'una Global Britain o d'una Grandeur rintracciabili ormai solo sui libri di storia piuttosto che tra le note di cronaca dei nostri giorni.Dopo i botti del 2021 occorrerà un po' di pazienza per tornare ad ascoltarne altrettanti. Intanto però ci stiam rimettendo in moto, anche perchè in questo tempo di pandemia a ciclo infinito i tempi sembrano essersi accorciati. A breve speriam di intonare inni per le Olimpiadi della neve a Pechino; eppoi, più in là o più in qua, anche per i mondiali della pallavolo maschile e femminile, e per altro ancora, ma quanta roba c'è?, compreso quello spareggio marzolino che ci consentirebbe di andare ai Mondiali natalizi di calcio negli stadi sul Golfo. Più volte l'Italia ha gettato al vento la possibilità della Pentastella, che se non fosse stato ( anche solo) per quel calcione del Baggio sarebbe appuntata su una maglia azzurra piuttosto che verdeoro. Con un capitano di ventura come il Mancio da Jesi anche gli altri sanno che l'impresa è possibile. Il problema però è che in fatto di spareggi i nostri non sono proprio a loro agio. Le avventure impossibili ci esaltano, le cose da fare ad ogni costo ci deprimono. Sarà pertanto molto, molto, difficile superare dapprima la Macedonia, eppoi, prevedibilmente, il Portogallo. L'infortunio di Chiesa non ci voleva, ma non è manco un presagio di maldestra fortuna. Compagnie di ventura come quella allestita dal Mancio da Jesi, se restano salde attorno al loro comandante, dei La Motte di turno se ne sbattono assai. CAMPIONATO. Procede tra un Covid e l'altro, tra una Ausl e l'altra, tra un green pass e l'altro, il Campionato. Che ha superato la ventunesima giornata. Con i ganassa della Beneamata gioiosi e festanti, quasi quasi certi di doversi appuntare ( dopo la Signora) la doppia stella sul petto. Ad opporsi, per il momento, c'è ( soprattutto) il vecchio Diavolo, che di tornare ( senza farsi derubare) in Europa muore dalla voglia. In questa ci coglie il dovere di porgere il nostro cordoglio per la perdita improvvisa e prematura di Davide Sassoli, presidente della Commissione europea, persona mirabile, grande italiano, sincero europeo.
    gen 12, 2022 0
  • Cronaca dal divano. Sport: la travolgente cavalcata tricolore. Malagò: ‘ Oggi, secondi al Mondo!’.

    Cronaca dal divano. Sport: la travolgente cavalcata tricolore. Malagò: ‘ Oggi, secondi al Mondo!’.

    ' Il est formidable, rien a faire' esclamò Raphael Geminiani dopo una delle tante incredibili imprese del Grande airone nato sulla collina di Castellania, per quel che ci riguarda il più grande e completo pedalatore che, nonostante la guerra, la prigionia, le dolorose vicessitudini personali e gli anni duri della ricostruzione, al pari di pochi altri personaggi sportivi planetari, resta l'esempio ineguagliato del nostro sport. Uno sport che, al pari di quell'Araba Fenice che da tempo deve avere messo il nido in qualche anfratto del Belpaese, risorge ( ogni volta ) quando men lo si aspetta. In questo ultimo biennio, infatti, segnato da una ( ineffabile) pandemia che sta inginocchiando il Pianeta nonostante l'apporto d'una scienza mai così tanto evoluta, lo sport italiano continua a sfornare performances che lasciano stupiti un po' tutti. L'inglese della staffetta olimpica 4x100 che sollevò l'infelice sospetto che i nostri non fossero nutriti da dieta mediterranea, non solo s'è visto, lui, sì, ingenuo manducatore di stoccafisso, ritirare l'argento, ma ha dovuto pure convenire che di qui in avanti non sarà improbabile vedere (proprio) un azzurro diventare l'uomo più veloce della Terra. Miracoli che, dove non c'è manco più un briciolo di fede, sono incomprensibili. E che qui, invece, nel Paese dell'uccello che risorge sulle proprie ceneri, possono diventare 'normali'. Incredibili a dirsi, eppure basta scorrere l'interminabile lista di trionfi azzurri 2020-2021, perfino in discipline come il polo femminile, la pesca sportiva e la discesa in apnea, per toccare con mano il trarsversal prodigio. CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A. Inter, campione d'inverno. Milan in ambasce, Napoli che stringe i denti e si salva come può, Mou Mou che travolge il Gasp, la Signora che si barcamena a pochi punti di distanza dal quarto posto, nell'attesa di un girone di ritorno che ( a star sentire il suo Max) dovrebbe spazzar via ogni nube foriera di tempesta. Ora si attende l'ultima partita 2021, per poi farsi da buoni fratelli quegli auguri di buon 2022 di cui s'ha tanto bisogno.
    dic 21, 2021 0
  • Non solo sport. F1: Max e Lewis si cambia. Horner affossa il tiranno Toto. Nevi: grossa valanga rosa.

    Non solo sport. F1: Max e Lewis si cambia. Horner affossa il tiranno Toto. Nevi: grossa valanga rosa.

    Il golpe è avvenuto, con successo e con un grosso sospiro di sollievo per tutto il mondo della F1; un golpe che ha ( finalmente) spodestato dal suo trono d'argento il tiranno Toto, che in questi ultimi anni, sorretto da schiere di legulei, ha fatto il buono e cattivo tempo attorno ad un team di cui ( si dice) che partecipi al 33%. Il tutto legalmente, è ovvio, e tra alto e basso sempre in sintonia con qualcosa e qualcuno che , da un lato, gli ha consentito di recar danno e beffa alla 'rossa' relegandola da regina ad ancella, e dall'altro, di calare nell'oblio un pò tutta la concorrenza. Quest'anno ha cercato di ripetere l'operazione con giovane irriverente tulipano 'pilotato' e 'protetto' da da un ravveduto e avveduto general manager. Che ha saputo far giuocare ai suoi tutte le carte del mazzo, fin all'ultima, insperata, ma vincente. E così il tulipano, altrimenti finora noto tra i fans di Maranello come ' sfascia rosse', s'è preso un titolo meritato, applaudito da tutti, riconosciuto anche dallo sportivissimo avversario, eppur tuttora sub judice per ricorsi e controricorsi ( e ti pareva) presentati da chi perdere non sa e non vuole. Sinceramente, in molti s'erano allontanati da una competizione indirizzata su un unico binario; senza lotta, scontata, arrogante, e con la 'rossa', che di questo sport è il sole e la luna, relegata ad un ruolo marginale, da non credere, dopo tutto quello che ha fatto e che può fare. A lei infatti gli dei hanno concesso di scrivere pagine leggendarie sulle corde di un aedo antico, e che mentre celebrano l'uno esaltano altro. Generosamente. Come in quella guerra sotto le mura di Ilio che pari ha posto tanto gli eroi che le difendevano quanto quelli che l'assalivano. A parte i ricorsi e controricorsi Mercedes, o del Toto che dir si voglia, il ragazzi figlio di pilota, nato e cresciuto tra i tulipani, è il nuovo campione del mondo di F1. Sembra di buon auspicio il terzo posto della 'rossa' condotta da un insperato e coraggioso Sainz. Sempre che non ci sia qualche leguleio che voglia ancor ' metter becco' a quanto a Maranello vanno ingegnandosi di fare come sua tradizione e sangue comandano. Detta anche così, sinteticamente, allora sì che potremmo avere un lotto di contendenti, nobili e meno nobili, grandi e piccoli, che potrebbe davvero tornare a scrivere altre leggendarie pagine di questo planetario agone sportivo. Torna in vetta la Beneamata che, nonostante i cinesi vicini e lontani, sa ancora farsi rispettare, Conte Dracula o non , quando scende in campo. Ora guida il gruppo con 40 punti, uno in più sul Diavolo del Pioli che, disponibilità a parte, continua a mostrar di saper fare più trenta che trentuno. Quasi quasi quanto la Dea del Gasp, questa volta ( però) vittoriosa ( a fatica) sul Verona del terribile Igor. Perde il Napoli senza più difesa e perde la Lazio senza più attenuanti. Dopo la mademoiselle Sofia che ha fatto man bassa per ben tre volte di seguito in Canada, nel Super G di S.Moritz è stata la volta di mademoiselle Brignone, 31 anni, ora con 17 vittorie in Coppa, una più della mitica Debora, davanti ad una valanga di azzurre, cinque nelle prime dieci.
    dic 13, 2021 0
 

Arte & Cultura

Ravenna. Grazie al Ministero della Cultura ’100 opere tornano a casa’. Ora tocca alla pala Rondinelli.

Ravenna. Grazie al Ministero della Cultura ’100 opere tornano a casa’. Ora tocca alla pala Rondinelli.

Grazie all’iniziativa del Ministero della Cultura '100 opere tornano a casa', che promuove e valorizza il patrimonio storico artistico e archeologico italiano conservato nei depositi dei luoghi d’arte statali, il Museo nazionale di Ravenna ospiterà a partire da giovedì 13 gennaio 2022 per un deposito a lungo termine, il dipinto di Nicolò Rondinelli 'San Giovanni Evangelista appare a Galla Placidia' (1497-1500) proveniente da Brera. La pala, realizzata per la basilica di San Giovanni Evangelista, celebra un miracolo legato alla consacrazione della chiesa, avvenuta all’epoca di Galla Placidia. L’episodio, raffigurato più volte in ambito ravennate, trova la più alta espressione per mano di Nicolò Rondinelli, formatosi a Venezia nella bottega di Giovanni Bellini. Le figure solenni e piene di grazia dell’augusta e dell’evangelista Giovanni, la raffinata quinta architettonica e la ricerca cromatica fanno dell’opera una dei più alti esiti della pittura romagnola tra Quattro e Cinquecento. L’opera su tavola, requisita al momento delle soppressioni napoleoniche e selezionata per la costituenda galleria braidense, torna in città dopo più di 200 anni.La tavola troverà collocazione al primo piano del complesso monastico di San Vitale, nelle sale prospicienti il 'grande dormitorio', un tempo destinate ad infermeria, foresteria e altri servizi.
3 giorni ago 0 Continua...

Eventi

Regione. Sana Slow Wine Fair: dedicata al vino buono, pulito e giusto. Un giro per il mondo.

Regione. Sana Slow Wine Fair: dedicata al vino buono, pulito e giusto. Un giro per il mondo.

Il numero degli aderenti è destinato a crescere: parliamo delle cantine partecipanti alla prima edizione di Sana Slow Wine Fair, la manifestazione internazionale dedicata al vino buono, pulito e giusto, organizzata da BolognaFiere, con la direzione artistica di Slow Food, la collaborazione di Società Excellence e la partecipazione di FederBio, in programma a Bologna dal 26 febbraio all’1 marzo 2022. Ci saranno produttori provenienti da ogni angolo d’Italia (e non è un modo di dire: ci sono davvero tutte le regioni e province autonome!) e centinaia di realtà estere. Hanno già detto sì cantine di Albania, Argentina, Armenia, Austria, Bosnia, Brasile, Bulgaria, Cile, Croazia, Francia, Germania, Macedonia, Montenegro, Olanda, Perù, Portogallo, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti e Sudafrica. Un giro del mondo a suon di grandi vini. Ma non grandi vini qualsiasi, bensì etichette (il catalogo ne conta già oltre 3700, qui le abbiamo elencate tutte, e il numero salirà fino a quota 5000) che rispondono a tre princìpi chiari, gli stessi che guidano la Slow Wine Coalition e che sono messi per iscritto nel Manifesto Slow Food per un vino buono, pulito e giusto: si tratta della sostenibilità ambientale, della tutela del paesaggio e del ruolo culturale e sociale che le aziende vitivinicole possono giocare nei territori dove operano.
3 giorni ago 0 Continua...
 
Cesena. Occupazione: 71 nuovi assunti negli ultimi sei mesi per il Comune  e l’Unione Valle Savio.

Giovani

Cesena. Occupazione: 71 nuovi assunti negli ultimi sei mesi per il Comune e l’Unione Valle Savio.

'Negli ultimi mesi – ha spiegato il Sindaco – abbiamo alzato ulteriormente l’asticella degli obiettivi che ci siamo prefissati, penso a questo proposito alle opportunità fornite dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e al reperimento di nuove risorse, e sono certo che i neoassunti, con le loro competenze, potranno contribuire al raggiungimento dei risultati auspicati. Lavorare per l’Amministrazione pubblica significa innanzitutto operare a favore della collettività, impegnandosi quotidianamente per il bene della Città e di tutti i Cittadini'.Sono 46 le donne e 25 gli uomini assunti dal 1° luglio 2021 al 1° febbraio 2022, con una media anagrafica di 34 anni. Nello specifico, sono 51 i neodipendenti del comune di Cesena e 20 dell’Unione dei comuni Valle Savio. I settori interessati dalle nuove assunzioni sono: Servizi al Cittadino e Innovazione tecnologica, Biblioteca Malatestiana e Cultura, Servizi sociali (Unione), Polizia locale, Lavori pubblici, Pianificazione strategica, Tutela ambiente e del territorio, Personale e Organizzazione, Servizi educativi, istruzione e sport, Sviluppo economico, Sportello unico delle attività produttive (Suap) (Unione), Progetti europei, Servizi amministrativi, partecipazione e patrimonio, Entrate tributarie e Servizi economico-finanziari, Stazione unica appaltante (Unione).
Riolo Terme. Politiche sociosanitarie e Casa della salute. Incontro tra Amministrazione, Ausl e Sindacati.

Sanità & Benessere

Riolo Terme. Politiche sociosanitarie e Casa della salute. Incontro tra Amministrazione, Ausl e Sindacati.

All’incontro, richiesto dai rappresentanti dei sindacati Spi Cgil , Fnp Cisl e Uil Pensionati di Riolo Terme e coordinato dall’Amministrazione comunale, erano presenti anche la dott.ssa Antonella Caranese, dirigente del settore Servizi alla comunità dell’Unione della Romagna Faentina e la dott.ssa Donatina Cilla, direttrice del distretto sanitario AUSL Faentino. Erano inoltre collegati in videoconferenza alcuni segretari provinciali dei sindacati. Nel corso dell’incontro sono state numerose le tematiche analizzate ed ognuna ha incontrato una forte condivisione di fondo tra tutti i partecipanti, nel mettere in campo azioni e strumenti che possano favorire una migliore fruizione ed il superamento di alcune criticità, legate alla difficile gestione della Casa della salute, accentuate dall’emergenza Covid-19. Sono emerse inoltre ipotesi e proposte di progetti che potranno far parte dei piani strategici di sviluppo dei prossimi anni, che vedranno una sempre più forte sinergia tra AUSL ed Enti locali nell’intercettare e dare risposte ai bisogni e alle necessità delle nostre comunità.
Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre il mld  a stagione.

Economia

Non solo sport. Calcio: un virus mortale? Le maxi provvigioni agli agenti. Già oltre il mld a stagione.

Anche nella sessione invernale di gennaio 2022 - richiama il Sole24Ore - nel calcio mercato tengono banco prestiti e operazioni low coast. Per dirla semplice: nonostante i danni causati dalla pandemia, con stadi aperti solo in pochi paesi al 100%, e introiti abbassati a livelli d'emergenza, c'è chi di tutto questo se ne sbatte altamente, molti giocatori e altrettanti agenti, che invece di ragionar come conviene altro non sanno che chiedere aumenti. Alcuni incredibili a dirsi. Tanto son fuor di senno, quasi spie insospettabili d'un mondo che, nel suo complesso, anche se cerca di non farlo vedere, sembra perdere ogni giorno di più la bussola. Ma soffermiamoci ancora su quanto documenta il prestigioso quotidiano economico. Sempre in breve: ' Le somme assegnate agli intermediari - si legge - dalla deregulation del 2014, sono schizzate in alto, accompagnandosi a 'fenomeni' sempre più patologici, dalle plusvalenze 'fittizie', ai cosiddetti 'parametri zero', che zavorrano e indeboliscono l'intero sistema. Basti pensare che , tra 2016 e 2020, è finita nelle tasche di procuratori ed agenti che hanno intermediato cessioni o acquisti di atleti professionisti, la somma di 2,5 mld di dollari, pari all'8% del valore complessivo dei trasferimenti realizzati nel quinquennio ( circa 31 mld dollari). Ogni anno, al netto della pandemia, si può stimare un giro d'affari nazionali e internazionali di 1 mld di dollari. Il peso eccessivo è evidente se si pensa al fenomeno dei 'parametri zero' e dei giocatori ' d'alta fascia' che portano volontariamente a scadenza il contratto per firmare con altri club, ottenendo ingaggi elevati grazie al fatto che chi acquista non deve pagare il costi del cartellino. Quel furbacchione dell'Insigne, ad esempio, ha firmato con il misconosciuto Toronto un contratto per oltre 10mln di dollari, senza che il club che l'ha cresciuto becchi un centesimo. Dicasi un centesimo. Stesso discorso si può fare per i due furbacchioni del Messi e del Gigio, trasferiti al Psg degli spendaccioni da svincolati. A questo punto che altro fare se non lasciare perdere l'elenco dei ' sombreri' calcistici, citando a mo' di chiusa anche il solo caso Vlahovic in procinto di 'liberarsi' dalla 'tutela' dell'infastidito Commisso a 'parametro zero' e nonostante che manchino due anni alla scadenza del contratto. Bravo il club viola che ha proposto un decalogo per riformare il sistema delle procure. Bravo, certo, e finalmente, ma ci sarà qualcuno all'Uefa ( e dintorni) che troverà voglia e tempo per ascoltarlo e mettere nero su bianco sul tema? Nel 2021 si sono svincolati a 'parametro zero' 5 mila giocatori. Considerato che il livello medio dei trasferimenti a titolo oneroso dal 2016 al 2021 è stato di poco superiore ai 300 mila euro, se ne può dedurre che nel solo 2021 la prassi dei 'parametri zero' ha sottratto alla ( agonizzante ) industria del calcio ( più o meno ) un miliardo. Caspita! I soliti antichi direbbero: cui prodest?
Regione. Sana Slow Wine Fair: dedicata al vino buono, pulito e giusto. Un giro per il mondo.

Gusto & Cucina

Regione. Sana Slow Wine Fair: dedicata al vino buono, pulito e giusto. Un giro per il mondo.

Il numero degli aderenti è destinato a crescere: parliamo delle cantine partecipanti alla prima edizione di Sana Slow Wine Fair, la manifestazione internazionale dedicata al vino buono, pulito e giusto, organizzata da BolognaFiere, con la direzione artistica di Slow Food, la collaborazione di Società Excellence e la partecipazione di FederBio, in programma a Bologna dal 26 febbraio all’1 marzo 2022. Ci saranno produttori provenienti da ogni angolo d’Italia (e non è un modo di dire: ci sono davvero tutte le regioni e province autonome!) e centinaia di realtà estere. Hanno già detto sì cantine di Albania, Argentina, Armenia, Austria, Bosnia, Brasile, Bulgaria, Cile, Croazia, Francia, Germania, Macedonia, Montenegro, Olanda, Perù, Portogallo, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti e Sudafrica. Un giro del mondo a suon di grandi vini. Ma non grandi vini qualsiasi, bensì etichette (il catalogo ne conta già oltre 3700, qui le abbiamo elencate tutte, e il numero salirà fino a quota 5000) che rispondono a tre princìpi chiari, gli stessi che guidano la Slow Wine Coalition e che sono messi per iscritto nel Manifesto Slow Food per un vino buono, pulito e giusto: si tratta della sostenibilità ambientale, della tutela del paesaggio e del ruolo culturale e sociale che le aziende vitivinicole possono giocare nei territori dove operano.
Ravenna. Grazie al Ministero della Cultura ’100 opere tornano a casa’. Ora tocca alla pala Rondinelli.

Moda & Bellezza

Ravenna. Grazie al Ministero della Cultura ’100 opere tornano a casa’. Ora tocca alla pala Rondinelli.

Grazie all’iniziativa del Ministero della Cultura '100 opere tornano a casa', che promuove e valorizza il patrimonio storico artistico e archeologico italiano conservato nei depositi dei luoghi d’arte statali, il Museo nazionale di Ravenna ospiterà a partire da giovedì 13 gennaio 2022 per un deposito a lungo termine, il dipinto di Nicolò Rondinelli 'San Giovanni Evangelista appare a Galla Placidia' (1497-1500) proveniente da Brera. La pala, realizzata per la basilica di San Giovanni Evangelista, celebra un miracolo legato alla consacrazione della chiesa, avvenuta all’epoca di Galla Placidia. L’episodio, raffigurato più volte in ambito ravennate, trova la più alta espressione per mano di Nicolò Rondinelli, formatosi a Venezia nella bottega di Giovanni Bellini. Le figure solenni e piene di grazia dell’augusta e dell’evangelista Giovanni, la raffinata quinta architettonica e la ricerca cromatica fanno dell’opera una dei più alti esiti della pittura romagnola tra Quattro e Cinquecento. L’opera su tavola, requisita al momento delle soppressioni napoleoniche e selezionata per la costituenda galleria braidense, torna in città dopo più di 200 anni.La tavola troverà collocazione al primo piano del complesso monastico di San Vitale, nelle sale prospicienti il 'grande dormitorio', un tempo destinate ad infermeria, foresteria e altri servizi.
Rimini. Tanto di molto. Prosa, opera, ‘Fellini e l’ombra’ al Cinemino, Tonino Guerra e il mito Francesca.

Turismo & Vacanze

Rimini. Tanto di molto. Prosa, opera, ‘Fellini e l’ombra’ al Cinemino, Tonino Guerra e il mito Francesca.

Dal 14 gennaio si alza il sipario sul secondo atto della stagione di prosa del teatro Galli con ‘Orgoglio e pregiudizio’ di Jane Austen, per la prima volta rappresentato a teatro in Italia, con la compagnia guidata da Arturo Cirillo, per proseguire poi con Silvio Orlando che calca le scene con lo spettacolo 'La vita davanti a sé' di Romain Gary. Da sabato 15 gennaio parte anche la prevendita biglietti per la Stagione d’opera 2022 del teatro Galli che presenta Manon Lescaut (11 e 13 febbraio) e Don Giovanni (11 e 13 novembre). A corollario delle celebrazioni della nascita del regista riminese (20 gennaio) torna la rassegna Fellini Open con una serie di iniziative a partire dal 17 gennaio come il documentario di Catherine McGilvray, presente alla serata al cinema Fulgor, 'Fellini e l'ombra' e le proiezioni dei film di Fellini al Cinemino nel palazzo del Fulgor. E poi ancora visite guidate nei luoghi identitari di Rimini, dal Fellini Museum, al Part, al teatro Galli e alla scoperta di una Rimini medioevale tra cavalieri templari, santi ed eretici. Da non perdere la mostra “Nel mondo di Tonino Guerra” che sarà visitabile fino al 23 gennaio nelle sale dell’Ala di Isotta di Castel Sismondo, a cura di Luca Cesari, e che testimonia il terzo tempo della vita e dell’arte del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra che per tanti anni lavorò al fianco di Federico Fellini. E 'La commedia immaginata' al Museo della Città, che, attraverso venti preziose Divine Commedie illustrate stampate dal XV secolo ai giorni nostri, selezionate tra le più di mille edizioni antiche e moderne dell’opera dantesca, propone l’evoluzione del mito di Francesca da Rimini, in una narrazione attraverso le immagini.
Cronaca dal divano. Sport: la travolgente cavalcata tricolore. Malagò: ‘ Oggi, secondi al Mondo!’.

Sport

Cronaca dal divano. Sport: la travolgente cavalcata tricolore. Malagò: ‘ Oggi, secondi al Mondo!’.

' Il est formidable, rien a faire' esclamò Raphael Geminiani dopo una delle tante incredibili imprese del Grande airone nato sulla collina di Castellania, per quel che ci riguarda il più grande e completo pedalatore che, nonostante la guerra, la prigionia, le dolorose vicessitudini personali e gli anni duri della ricostruzione, al pari di pochi altri personaggi sportivi planetari, resta l'esempio ineguagliato del nostro sport. Uno sport che, al pari di quell'Araba Fenice che da tempo deve avere messo il nido in qualche anfratto del Belpaese, risorge ( ogni volta ) quando men lo si aspetta. In questo ultimo biennio, infatti, segnato da una ( ineffabile) pandemia che sta inginocchiando il Pianeta nonostante l'apporto d'una scienza mai così tanto evoluta, lo sport italiano continua a sfornare performances che lasciano stupiti un po' tutti. L'inglese della staffetta olimpica 4x100 che sollevò l'infelice sospetto che i nostri non fossero nutriti da dieta mediterranea, non solo s'è visto, lui, sì, ingenuo manducatore di stoccafisso, ritirare l'argento, ma ha dovuto pure convenire che di qui in avanti non sarà improbabile vedere (proprio) un azzurro diventare l'uomo più veloce della Terra. Miracoli che, dove non c'è manco più un briciolo di fede, sono incomprensibili. E che qui, invece, nel Paese dell'uccello che risorge sulle proprie ceneri, possono diventare 'normali'. Incredibili a dirsi, eppure basta scorrere l'interminabile lista di trionfi azzurri 2020-2021, perfino in discipline come il polo femminile, la pesca sportiva e la discesa in apnea, per toccare con mano il trarsversal prodigio. CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A. Inter, campione d'inverno. Milan in ambasce, Napoli che stringe i denti e si salva come può, Mou Mou che travolge il Gasp, la Signora che si barcamena a pochi punti di distanza dal quarto posto, nell'attesa di un girone di ritorno che ( a star sentire il suo Max) dovrebbe spazzar via ogni nube foriera di tempesta. Ora si attende l'ultima partita 2021, per poi farsi da buoni fratelli quegli auguri di buon 2022 di cui s'ha tanto bisogno.
Valle del Rubicone. Sfalci in corso nel tratto di fiume compreso tra la SP10 e il cimitero di Fiumicino.

Ambiente & Animali

Valle del Rubicone. Sfalci in corso nel tratto di fiume compreso tra la SP10 e il cimitero di Fiumicino.

Sono giunti al termine i nuovi ulteriori lavori sulla sponda sinistra del fiume Rubicone, nel tratto tra la SP10 e il cimitero di Fiumicino. Si tratta di un intervento di sfalcio in carico alla ditta Autotrasporti Escavazioni Moretti Srl di Bagno di Romagna che arriva dopo che lo scorso 17 dicembre si è concluso il precedente corposo intervento di riprofilatura dell’alveo, ripristino sponde e regolarizzazione della sommità arginale sinistra nel tratto tra la via Galeazza e la SP10, sempre a cura della ditta Moretti. La nuova tranche di lavori si è resa possibile grazie a economie operate durante la prima fase dell’intervento, che unite al ribasso d’asta e alla voce imprevisti, sono pari a 12.000 euro. Il prossimo step di intervento sul fiume Rubicone sarà il ripristino della sponda in corrispondenza di alcune frane.
Bellaria Igea Marina. Contributi a sport, cultura, turismo e socio assistenza. Di seguito il bando.

Diritto

Bellaria Igea Marina. Contributi a sport, cultura, turismo e socio assistenza. Di seguito il bando.

Quello in pubblicazione, è il consueto bando 'onnicomprensivo' che interessa diversi àmbiti di contribuzione (cultura, sport e tempo libero, educazione, campo socio-assistenziale, turismo, ambiente e territorio), con l’obiettivo da parte dell’Ente comunale di promuovere la crescita della comunità di Bellaria Igea Marina in campo sociale, culturale, scientifico, educativo, sportivo, ricreativo, turistico, dello spettacolo, della protezione ambientale e di salvaguardia del patrimonio storico, culturale, artistico ed ambientale, nonché nel campo della difesa dei diritti dei cittadini, dell’integrazione civile e sociale dei soggetti deboli ed emarginati. Anche per l’anno appena iniziato, i destinatari dei contributi sono i soggetti del terzo settore espressamente impegnati in progetti di interesse pubblico: persone fisiche, persone giuridiche, associazioni, gruppi e comitati, con preferenza per i soggetti che svolgano la loro prevalente attività nel Comune di Bellaria Igea Marina e che presentino progetti o iniziative da realizzare a favore della popolazione residente.
Auls Romagna. Remotheart: un progetto di  telemedicina in epoca  Covid. Per i pazienti cardiologici.

Web & Tech

Auls Romagna. Remotheart: un progetto di telemedicina in epoca Covid. Per i pazienti cardiologici.

Una straordinaria collaborazione a sostegno della Sanità romagnola da parte di 16 Rotary club della Romagna che, unendo le forze, hanno reso possibile la assegnazione del Global Grant promosso dalla Rotary International Foundation, per un’erogazione complessiva di circa 78.000 euro. Remotheart è un progetto basato sul controllo 'a distanza', ovvero remoto, dei dispositivi cardiaci impiantabili di ultima generazione, che consentono di comunicare con un trasmettitore al domicilio del paziente, al fine di inviare dati di natura tecnica, parametri di funzionamento del dispositivo impiantato e informazioni di carattere clinico, relative ai parametri vitali del paziente. Le trasmissioni da remoto possono essere programmate, col solo scopo di validare il corretto funzionamento dell’impianto, oppure possono essere originate dalla rilevazione di parametri fuori dalla norma. Il numero di impianti di pacemaker e defibrillatori è significativamente aumentato nell’ultima decade, a causa delle nuove indicazioni emerse dai risultati dei grandi studi clinici. Molti pazienti portatori di dispositivo impiantabile sono anche affetti da scompenso cardiaco, una patologia invalidante e sempre più diffusa, che richiede un sistema di assistenza dedicato. Nella maggioranza di questi il dispositivo è in grado di raccogliere ed inviare segnali utili a monitorare lo stato clinico del paziente. L'idea è, in altri termini, quella di trasferire quanto registrato dai dispositivi in dotazione al paziente, ai server dell’azienda sanitaria, per selezionare le informazioni utili alla gestione clinica del paziente, infine rendendo disponibili i dati allo specialista dello scompenso cardiaco, che potrà visualizzarli all’interno dei gestionali aziendali.
Riolo Terme. Politiche sociosanitarie e Casa della salute. Incontro tra Amministrazione, Ausl e Sindacati.

Volontariato

Riolo Terme. Politiche sociosanitarie e Casa della salute. Incontro tra Amministrazione, Ausl e Sindacati.

All’incontro, richiesto dai rappresentanti dei sindacati Spi Cgil , Fnp Cisl e Uil Pensionati di Riolo Terme e coordinato dall’Amministrazione comunale, erano presenti anche la dott.ssa Antonella Caranese, dirigente del settore Servizi alla comunità dell’Unione della Romagna Faentina e la dott.ssa Donatina Cilla, direttrice del distretto sanitario AUSL Faentino. Erano inoltre collegati in videoconferenza alcuni segretari provinciali dei sindacati. Nel corso dell’incontro sono state numerose le tematiche analizzate ed ognuna ha incontrato una forte condivisione di fondo tra tutti i partecipanti, nel mettere in campo azioni e strumenti che possano favorire una migliore fruizione ed il superamento di alcune criticità, legate alla difficile gestione della Casa della salute, accentuate dall’emergenza Covid-19. Sono emerse inoltre ipotesi e proposte di progetti che potranno far parte dei piani strategici di sviluppo dei prossimi anni, che vedranno una sempre più forte sinergia tra AUSL ed Enti locali nell’intercettare e dare risposte ai bisogni e alle necessità delle nostre comunità.