Editoriale

Non solo sport. Ottavo titolo per Marquez, sesto per Hamilton. Rugby: Italia cancellata. San Siro: si fa?

Non solo sport. Ottavo titolo per Marquez, sesto per Hamilton. Rugby: Italia cancellata. San Siro: si fa?

A quelli del rugby ( che contano come il due di coppe) hanno cancellato la partita con la Nuova Zelanda. Tanto, non l'avrebbero vinta; mentre, agli ' All black's' non necessitavano punti per passare agli ottavi del Mondiale in Giappone. Sorpresi per il trattamento? Quando mai,sono anni che ci prendono a palate un po'dovunque. Moto, auto, calcio etc etc. Se ci lamentiamo diventiamo 'piagnoni', se subiamo facciamo la figura dei 'fessi'. Bella situazione, vero? Sta diventando sempre più interessante il nostro Campionato di calcio. Tutto da godere, sempre che la Beneamata e il Ciuccio non intendano darla di vinta anzitempo alla Signora. Forte. Molto forte. Al punto tale che se le ' circostanze', sì, quelle al rigo sopra, ( finalmente) gireranno a favore, potrebbe coronare la corsa alla terza Coppa dalle grandi orecchie. Qualcuno ventila che Cr7, vistosi non più protetto come quando faceva il Panda tra i Blancos, voglia mutar aria. Libero, ovviamente, di farlo. Il punto è: ma è sicuro di trovare al Mondo qualcosa di meglio della Signora, figlia dei re del Piemonte e d'Italia? Forse, Ibra, il grande Ibra, dall'altra parte dell'Oceano, potrebbe porgergli lumi adeguati. Milano, la grande Milano, ha sempre insegnato qualcosa all'Italia. Questa volta, invece, sembra tornata sui banchi di scuola. Gli prospettano un ' evento' ( dell'importo di circa 1,2 mld) che gli cambierebbe un tratto importante della città, con tanto nuovo stadio e annessa zona verde-commerciale ristrutturata, e che fa? Ciancischia, come in altre parti della Penisola ammaestrati. Soliti comitati, soliti piagnistei. Anche noi, potessimo, continueremmo a giocare nel vetusto San Siro per i secoli a venire. Il problema è, però, che il vetusto San Siro non solo perde calcinacci ma ( anche a volerlo rivestire di nuovo ) potrebbe continuare ad assolvere alle richieste di un moderno impianto sportivo di tal importanza? Speriamo quindi che tra i canali di Mediolanum torni a spirare il soffio del ' genius loci' che l'ha resa celebre a ammirevole. Oggi, infatti, una delle poche vive e vegete capitali della decadente Europa.
2 giorni ago 0 Continua...
 
Rimini. ‘Rimini Act’ nel segno di Federico Fellini: legge 41, dentro il progetto: Promozione territorio.

Rimini. ‘Rimini Act’ nel segno di Federico Fellini: legge 41, dentro il progetto: Promozione territorio.

Il progetto punta ad accrescere l’attrattività del centro storico, considerato Centro commerciale naturale, attraverso il coinvolgimento delle categorie economiche, dei comitati d’area e del tessuto imprenditoriale nel potenziamento dell’offerta di iniziative artistiche, culturali, enogastronomiche che si integrino con il processo di riqualificazione e di rilancio del centro storico. Un percorso che oltre ai già citati Teatro Galli e Museo Federico Fellini, ha portato alla riqualificazione dell’invaso del Ponte di Tiberio, all’Anello delle nuove piazze, al progetto del Museo d'arte moderna e contemporanea al Palazzo del Podestà e alla sala dell'Arengo. Obiettivo del Rimini Act è quindi di definire una strategia condivisa con gli stakeholder per la realizzazione di eventi culturali in particolare legati alla figura di Fellini, al centenario e alla prossima apertura del Museo: mostre, incontri, letture, spettacoli e interventi musicali che saranno coordinate con altre iniziative già collaudate come il Festival del mondo antico e la Rimini Shopping Night, con i grandi eventi come il Capodanno più lungo del mondo e più in generale con le iniziative legate alle festività e infine con eventi di carattere straordinario come l’Adunata nazionale Alpini prevista a maggio.
RIMINI. Ruota attorno a Federico Fellini e al Museo che sta per nascere che porta il suo nome una delle azioni principali contenute nel nuovo Rimini Act, il progetto di...
3 giorni ago 0 Continua...
  • Rimini. Diritto allo studio: 38 bimbi della ‘Casadei’ potranno mangiare a scuola e svolgere il tempo pieno.

    Rimini. Diritto allo studio: 38 bimbi della ‘Casadei’ potranno mangiare a scuola e svolgere il tempo pieno.

    Per ora, i bimbi mangeranno solo nella giornata di martedì, ma gli spazi sono attrezzati per un utilizzo anche maggiore. A inaugurare i nuovi spazi, questa mattina, è stato l’assessore ai servizi educativi Mattia Morolli che, insieme al dirigente scolastico Myriam Toccafondo e alle insegnanti ha poi pranzato con i più piccoli . Grazie ad un investimento di più di 46 mila euro, durante l’estate, è stato possibile realizzare i lavori che hanno riguardato la realizzazione di nuova sala mensa corredata di locale sporzionamento e del ridimensionamento del locale destinato ad aula informatica, in quelle stanze precedentemente occupate dalla casa del custode della scuola primaria Flavia Casadei, oltre alla realizzazione del collegamento interno dei locali con il resto del plesso scolastico.
    ott 08, 2019 0
  • Morciano di Romagna. ‘Blu Morciano.Teatri e persone’  26 ottobre 2019 – 14 marzo 2020.

    Morciano di Romagna. ‘Blu Morciano.Teatri e persone’ 26 ottobre 2019 – 14 marzo 2020.

    Teatro e persone, sette appuntamenti dal 26 ottobre 2019 al 14 marzo 2020 e la rassegna di teatro per scuole e famiglie Il nido di formica, 3 spettacoli e 5 matinée dal 17 novembre 2019 al 18 marzo 2020. Una proposta completa che si compone di una stagione teatrale vera e propria con volti di punta dello spettacolo e nomi emergenti, integrata dagli appuntamenti per i più piccoli. Spunti di contenuto e natura diversi ma accomunati da una visione: riunire persone attorno al mondo del teatro, inteso non solo come rappresentazione, ma come forma di dialogo e incontro e punto di partenza, crescita e sviluppo per tutta la famiglia e la scuola. Blu Morciano si radica nel territorio e lo fa colorandosi di una tonalità molto particolare di blu, che prende spunto dalle opere del massimo esponente della pittura futurista, Umberto Boccioni, morcianese di origine.
    ott 08, 2019 0
  • Rimini. Antico/Presente. Festival del mondo antico. Per il ‘Genio del fare’, con (tanti) mestieri e talenti.

    Rimini. Antico/Presente. Festival del mondo antico. Per il ‘Genio del fare’, con (tanti) mestieri e talenti.

    Il Festival propone tre giornate di incontri (11 – 13 ottobre) arricchite da un’anteprima nel week precedente (4 – 6 ottobre) che crea un trait d’union con l’edizione 2018 dedicata alle celebrazioni malatestiane: il primo incontro, venerdì 4 ottobre, è riservato infatti alla ricostruzione del volto di Sigismondo Pandolfo Malatesta.Nello spirito del Festival – leggere il passato per comprendere il presente e costruire con maggiore consapevolezza il futuro. Inoltre il Festival consente di illuminare aspetti meno noti o nascosti del patrimonio offrendone una lettura di volta in volta coerente con il tema dell’edizione. Un Festival non solo di parole e incontri ma anche di oggetti e luoghi che narrano le loro storie con linguaggi alla portata di tutti. Quale quello della rievocazione storica e dell’archeologia ricostruttiva cui attingono le proposte della Legio XIII Gemina-Rubico presente nelle tre giornate del Festival con incontri sul mestiere del legionario, sul tempo dell’otium per i Romani, e sulle macchine da guerra che vedrà la ricostruzione di un onagro per assedio, illustrata da uno dei massimi studiosi di storia militare, Giovanni Brizzi (domenica 13 ottobre Museo della Città, giardino Khaled al-Asaad ore 15.30).
    ott 02, 2019 0
San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

Si tratta di una tradizione che si è sviluppata dal secondo dopoguerra e che si è radicata nella cultura del lavoro locale, tanto da influenzarla. Questi gli elementi positivi che portano a considerare il distretto un bene da tutelare e sviluppare per l’interesse della collettività. Purtroppo, il mercato è ancora dominato dalla mera logica del prezzo, che è praticata dalla maggior parte dei competitori. Per uscirne è necessario mettere a valore la qualità del servizio e del prodotto che caratterizza le imprese del distretto. Inoltre, è necessario interrogarsi su quali potrebbero essere gli elementi di crescita e competitività. Insomma, come può evolversi il distretto per rimanere un’eccellenza? Come ne possono trarre beneficio le imprese che lo costituiscono? Quali sono le prerogative intangibili del distretto che lo rendono unico? Come può aprirsi ai clienti, e attorno a quali elementi le imprese possono identificarsi e dialogare tra loro? L’attività, che prevede quattro incontri il 5 novembre, il 19 novembre, il 4 dicembre e il 12 dicembre, sarà svolta presso la sede di CERCAL, partner strategico e punto di riferimento per la formazione nel settore, ed è rivolta a tutti gli imprenditori del distretto che desiderano confrontarsi.
San Mauro Pascoli, 9 ottobre 2019 – Il Distretto calzaturiero del Rubicone, con oltre 250 imprese attive e circa 3.800 occupati, rappresenta un pilastro dell’economia locale. Un’imprenditoria diffusa, composta in...
3 giorni ago 0 Continua...
  • Cesena. Gli scatti di Luca Bacciocchi nella mostra: ‘Dalla luna tutto torna’. Dentro il rapporto uomo-tempo.

    Cesena. Gli scatti di Luca Bacciocchi nella mostra: ‘Dalla luna tutto torna’. Dentro il rapporto uomo-tempo.

    La mostra si divide in tre serie di immagini fotografiche, per un totale di oltre 60 opere esposte. Nella prima serie di immagini, scattate in diverse località italiane e dedicata ai 'luoghi non più abitati', l’abitare viene inteso in senso stretto: l’uomo, nonostante la sua presenza fisica sia venuta meno, è riuscito a lasciare i segni tangibili del suo passaggio negli oggetti, nei muri e negli ambienti del suo vivere quotidiano, che continuano a modificarsi nel tempo come se avessero, essi stessi, una vita propria. Il secondo gruppo di immagini è frutto di un lavoro svolto in Francia, Polonia, Slovenia e Italia e fornisce una visione più introspettiva del rapporto uomo-tempo e del cammino per dare un senso alla propria storia. Qui, infatti, il passaggio dell’uomo è inteso come tracciato fisico in alcuni casi e passaggio mentale in altri: la serie comprende scatti fotografici che tentano di dare un’interpretazione di luoghi in apparenza sempre uguali a sé stessi - il mare, la spiaggia - ma in continuo divenire. La terza e ultima serie di immagini, più 'giovane' poiché realizzata più recentemente dall’artista, ha come oggetto l'indagine di un momento temporale ben definito: la notte, situazione nella quale è possibile osservare e porsi delle domande in modo unico. In questa serie di opere vengono raccontati alcuni luoghi considerati di passaggio (strade provinciali, stazioni di servizio, hotel), immortalati in una situazione notturna e misteriosa, che l’osservatore può interpretare secondo il proprio sentire più intimo.
    ott 10, 2019 0
  • Bagno di Romagna. Dalla Caccia al tesoro  al Festival letterario, dalle sagre al Festival del Fall Foliage.

    Bagno di Romagna. Dalla Caccia al tesoro al Festival letterario, dalle sagre al Festival del Fall Foliage.

    Domenica 6 ottobre Bagno di Romagna sarà tappa della 'Caccia ai tesori Bandiere arancioni' promossa dal Touring Club italiano, in contemporanea in 100 borghi in tutta Italia.Il weekend successivo, dall’11 al 13 ottobre, torna Fuori ConTesto, il festival letterario che porta in vallata alcuni dei più noti scrittori a livello nazionale: Corrado Augias, che riceverà il premio Manara Valgimigli venerdì 11 ottobre; Francesco Guccini, che presenterà il suo nuovo romanzo 'Tralummescuro' domenica 13 ottobre; Cristiano Cavina, che incontrerà i ragazzi delle scuole, Luciano Canfora, con il suo nuovo romanzo 'Il sovversivo', e tanti altri ospiti, come l’attore Roberto Citran, in un omaggio al regista Mazzacurati, Valerio Corzani, con un divertente spettacolo dal titolo 'Le galline pensierose', gli ECU in concerto ecc. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, previa prenotazione per Augias e Guccini.
    ott 01, 2019 0
  • Cesenate.Dal 1 ottobre in vigore l’orario invernale nelle stazioni ecologiche Hera. Fino al 31 marzo.

    Cesenate.Dal 1 ottobre in vigore l’orario invernale nelle stazioni ecologiche Hera. Fino al 31 marzo.

    Cosa sono e come funzionano le stazioni ecologiche (centri di raccolta)? Le stazioni ecologiche sono luoghi a disposizione di tutti i cittadini in cui vengono raccolti vari rifiuti urbani che, per tipologia o dimensione, non possono essere introdotti nei contenitori. I rifiuti vanno portati con mezzi propri e consegnati separati per tipologia. Il servizio è gratuito ed è rivolto ai cittadini e alle imprese di Cesena e comprensorio. Ogni stazione ecologica è presidiata da un operatore incaricato dell’accettazione, della gestione e dell’assistenza. In base al regolamento, il cliente prima dell’accesso è tenuto ad effettuare le operazioni di selezione, a ridurre convenientemente il volume dei propri rifiuti e a rispettare i quantitativi gestionali per singolo conferimento. L’operazione di pesatura sarà svolta prevalentemente dal personale di presidio, così come il collocamento dei Rifiuti urbani pericolosi all’interno degli appositi contenitori. Per ulteriori informazioni sulle stazioni ecologiche, sugli orari di apertura, sui materiali conferibili e più in generale sulle attività di 'raccolta differenziata', rivolgersi al Numero verde servizio Clienti 800 999 500 (gratuito da rete fissa e mobile, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18), oppure collegarsi al sito www.gruppohera.it.
    set 30, 2019 0
Forlì. Al palazzo Masini, la mostra fotografica itinerante ‘Lifelong playing: il gioco per tutta la vita’.

Forlì. Al palazzo Masini, la mostra fotografica itinerante ‘Lifelong playing: il gioco per tutta la vita’.

'Lifelong playing: il gioco per tutta la vita' una mostra fotografica e una ricerca visiva sul 'gioco oggi' in 230 scatti, al Metamuseo girovago di palazzo Sassi Masini visitabile per tutto il mese con ingresso libero. I fotografi tank, da tutta la Romagna, hanno prodotto ben 230 immagini che affidate ad una commissione selezionatrice sono giunte ad una sintesi eloquente. Oggi sono esposti 35 scatti per rappresentare un tema emergente, intrigante, insidioso. Il professor Roberto Farnè nell’introduzione alla mostra sottolinea: 'L’idea comune che si ha del gioco è che si tratti di un’attività infantile che, col crescere dell’età, si 'degrada', perde importanza'.
FORLI’. Se è vero che si impara lungo tutto l’arco della vita (Lifelong learning) è altrettanto vero che si può giocare lungo tutto l’arco della vita (Lifelong playing). ‘Lifelong playing:...
5 giorni ago 0 Continua...
  • Forlì. Torna ‘ Griglie in festa’. Il 18-19-20 ottobre, una tre-giorni per gli amanti del barbecue.

    Forlì. Torna ‘ Griglie in festa’. Il 18-19-20 ottobre, una tre-giorni per gli amanti del barbecue.

    Per tre giorni le migliori macellerie si daranno appuntamento in piazza Cavour per un evento 'succulento', unico nel suo genere. Organizzata dall’Estragon Club di Bologna in collaborazione con Feel Forlì, anche quest’anno la manifestazione valorizzerà le eccellenze italiane e straniere delle carni pregiate. Otto gli stand presenti, che prepareranno prelibate carni tutte da gustare, cotte rigorosamente sulla brace. Presente anche uno stand dedicato a chi non ama la carne, con verdure e mozzarella alla griglia. Ad accompagnare Griglie in festa non mancheranno i vini del territorio, ottime birre artigianali e una favolosa colonna sonora con le selezioni musicali a cura dell'Estragon. Per gli amanti del barbecue, dunque, un festival del gusto da non perdere, che saprà deliziare tutti i sensi.
    ott 07, 2019 0
  • Forlì. Servizio civile in AiCs: 4 posti per promuovere lo sport femminile. Il bando e la scadenza al 10 ottobre.

    Forlì. Servizio civile in AiCs: 4 posti per promuovere lo sport femminile. Il bando e la scadenza al 10 ottobre.

    L’obiettivo del progetto di Servizio civile universale 'Sport in rosa' che, presentato da AiCS – Associazione italiana Cultura Sport, mette a disposizione per la sede di Forlì quattro posti per giovani volontari tra i 18 e i 28 anni. C’è tempo fino al 10 ottobre per iscriversi e il Servizio impegnerà i volontari a partire dal prossimo gennaio e per tutto il 2020, offrendo loro un compenso di 439,50 euro al mese. Chiusi i termini di iscrizione, i candidati verranno valutati da una commissione esaminatrice che sceglierà i volontari più motivati e dai curricula più affini alla tipologia di progetto offerto. I quattro volontari prescelti saranno impegnati nella sede del comitato di Forlì Cesena di AiCS (a Forlì, in via Spadolini 11) e, dopo un breve periodo di formazione nell’ambito della promozione sportiva, saranno messi al lavoro sul progetto 'Sport in rosa'.
    set 24, 2019 0
  • Forlimpopoli. La Mamanet-Mania, il nuovo sport per le donne. Promosso da ‘Edo’ un incontro pubblico.

    Forlimpopoli. La Mamanet-Mania, il nuovo sport per le donne. Promosso da ‘Edo’ un incontro pubblico.

    L’incontro si terrà venerdì 20 settembre, a partire dalle 20.15 al ristorante 'Edo' di via Mazzini, e saranno presenti i tecnici AiCS di MamaNet, oltre ai dirigenti del Club Juventinità e qualche atleta forlivese di MamaNet, pronte a portare la propria esperienza ad esempio. Forlì è infatti, sotto questo aspetto, un vero e proprio caso nazionale di promozione sportiva: qui il MamaNet ha attecchito più che altrove, attraverso la rete di comunicazione offerta dalle associazioni genitori delle scuole cittadine e i due tornei AiCS - lo 'School MamaNet' e il 'Trofeo di Natale' – ai quali ogni anno partecipano oltre 500 mamme del territorio. A metà tra pallavolo e palla rilanciata, MamaNet è pensato per mettere in rete le donne, non solo le mamme, e offrire loro spazi sportivi e di condivisione. I corsi sono promossi dall’ente di promozione sportiva AiCS a prezzi agevolati e rivolti a ogni tipo di donna, che sia atleta alle prime armi o sportiva di lungo corso.
    set 18, 2019 0
Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Questa edizione è dedicata all'Infinito di Giacomo Leopardi. Le Giornate FAI d’autunno sono promosse dai gruppi FAI Giovani, il risultato della forza delle nuove generazioni, simbolicamente incarnata in quel giovane che, duecento anni fa, a ventun anni, scrisse i versi immortali dell’Infinito: Giacomo Leopardi. Per questo l’edizione 2019 è dedicata a lui e alla sua poesia, con tre aperture speciali: l’Orto sul Colle dell’Infinito, Bene del FAI a Recanati (MC), luogo che ispirò l’idillio; il Parco vergiliano a Napoli dove le spoglie di Giacomo Leopardi sono state traslate nel 1939; infine, la chiesa di Sant’Onofrio al Gianicolo a Roma, con la tomba di Torquato Tasso che Leopardi considerava tra gli italiani più eloquenti. Ogni visita prevede un contributo facoltativo a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservati accessi prioritari. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre. In provincia di Ravenna sarà possibile seguire tre diversi itinerari di visita.
RAVENNA. Le Giornate FAI d’autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Un weekend unico, irripetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte...
2 giorni ago 0 Continua...
  • Lugo. Quattro seminari al Carmine. Dedicati a sviluppo e integrazione di attività socio assistenziali.

    Lugo. Quattro seminari al Carmine. Dedicati a sviluppo e integrazione di attività socio assistenziali.

    Il primo appuntamento è sabato 19 ottobre dalle 9. Dopo il saluto delle autorità, si parlerà di 'Conoscere il nostro territorio: i bisogni emersi e sommersi e le risposte della comunità' con padre Claudio Ciccillo, responsabile Ceis e rettore dell’Eremo di Cerbaiolo. Secondo incontro sabato 26 ottobre alle 10. Il bioeticista Gabriele Semprebon parlerà di 'Il mondo della disabilità: il vissuto, le forme della prossimità e le prospettive pastorali'. Sabato 9 novembre spazio dalle 10 all’incontro 'Le dinamiche di gruppo: lavorare insieme per servire meglio' con la pedagogista Giovanna Zama. Infine, sabato 16 novembre chiude il ciclo di seminari l’oncologo Luigi Montanari con l’incontro 'I confini della vita umana e della Medicina: l’assistenza e la comunicazione con il paziente e i famigliari'.
    ott 10, 2019 0
  • Ravennate. Valle della canna: aggiornamenti sull’episodio acuto di contaminazione da botulino tipo C.

    Ravennate. Valle della canna: aggiornamenti sull’episodio acuto di contaminazione da botulino tipo C.

    Dalla mattina di sabato 5 ottobre è stata fornita acqua in quantità pari a circa 65 mila metri cubi al giorno, e l'immissione proseguirà fino a domenica 13, portando il livello ad un massimo di 10/15 centimetri e oltre in tutta la valle. La situazione è in miglioramento e questo porta a ritenere che il picco della diffusione della contaminazione sembra ormai superato, ferma restando la necessità di attendere l’esito dei monitoraggi specifici previsti nei prossimi giorni. I dati raccolti venerdì 4 ottobre riportavano il recupero di circa 1600 volatili morti e circa 200 convalescenti (in massima parte salvati grazie alle operazioni di somministrazione di antibiotico ad ampio spettro e di soluzione fisiologica da parte di volontari); nella quasi totalità si tratta di anatidi di specie non protette, mentre sono risultati pochi gli esemplari di specie protette (una quindicina). Martedì 8 ottobre sono stati recuperati circa 500 volatili morti e 21 vivi (nelle medesime proporzioni). Per proseguire con il monitoraggio della situazione, in accordo con tutti gli enti, si è convenuto un sopralluogo congiunto venerdì 11 ottobre di Polizia provinciale, Carabinieri forestali, Ispra, Parco del Delta e tecnici comunali al fine di valutare se la fase di emergenza possa considerarsi conclusa.
    ott 09, 2019 0
  • Lugo. Aperitivo, cena e dolce. Con tante proposte dentro il nuovo e gustoso  ‘ Lugo in tavola festival’.

    Lugo. Aperitivo, cena e dolce. Con tante proposte dentro il nuovo e gustoso ‘ Lugo in tavola festival’.

    L’iniziativa organizzata dal Consorzio AnimaLugo torna infatti in città sabato 19 ottobre dalle 17 con una nuova formula che permetterà ai partecipanti di acquistare in prevendita i loro menù preferiti nei 14 locali coinvolti. L’iniziativa è stata presentata in conferenza stampa lunedì 7 ottobre nel Salone estense della Rocca di Lugo alla presenza del vicesindaco di Lugo con delega alla Promozione urbana Pasquale Montalti e del presidente del consorzio AnimaLugo Simone Baioni.Chi vorrà gustare i piatti e le stuzzicherie preparate da bar, ristoranti e pasticcerie lughesi potrà acquistare il menù sulla piattaforma di Vivaticket, scegliendo il numero di portate e l’orario in cui consumarle. Diverse le possibilità di scelta nella formula dell’edizione 2019.
    ott 07, 2019 0
Reggio Emilia. ‘Zavattini oltre i confini. Un protagonista della cultura’.Mostra al ‘da Mosto’.

Reggio Emilia. ‘Zavattini oltre i confini. Un protagonista della cultura’.Mostra al ‘da Mosto’.

Nell’esposizione di palazzo da Mosto, confluiranno materiali documentari e iconografici che raccontano tutte le attività e la rete di rapporti intessute da questa eclettica personalità: migliaia di carte originali, dattiloscritte e manoscritte, annotazioni autografe, insieme a fotografie, video, manifesti e libri. Arricchiscono la mostra alcuni dei suoi inseparabili oggetti, la macchina da scrivere, il basco, la borsa da viaggio, oltre ai 150 quadri provenienti dalla Pinacoteca di Brera di Milano, facenti parte della celebre collezione di 8X10 che Cesare Zavattini aveva raccolto nel corso degli incontri con alcuni tra i più importanti artisti del Novecento. Tra i tanti saranno in mostra Giacomo Balla, Antonio Ligabue, Alberto Burri, Enrico Baj, Renato Guttuso, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Fausto Melotti, Bruno Munari, Claudio Parmiggiani, Gillo Dorfles, Diego Rivera, David Alfaro Siqueiros, Mario Sironi, Alberto Magnelli e poi ancora Pietro Consagra, Roberto Crippa, Fortunato Depero, Filippo De Pisis, Gianni Dova, Michelangelo Pistoletto, Mimmo Rotella e tanti altri. Ultima sala del percorso espositivo sarà dedicata agli scatti inediti di uno dei maggiori fotografi italiani, Gianni Berengo Gardin, realizzate in occasione del lavoro che ripropone la 'Luzzara' di Cesare Zavattini nel libro fotografico 'Un Paese vent’anni dopo'.
REGGIO EMILIA. Il 13 ottobre 1969, giusto trent’anni anni fa, moriva Cesare Zavattini. Tre decenni paiono poter essere un giusto tempo per analizzare un personaggio così complesso, originale e appassionato...
2 giorni ago 0 Continua...
  • Rimini. ‘Rimini Act’ nel segno di Federico Fellini: legge 41, dentro il progetto: Promozione territorio.

    Rimini. ‘Rimini Act’ nel segno di Federico Fellini: legge 41, dentro il progetto: Promozione territorio.

    Il progetto punta ad accrescere l’attrattività del centro storico, considerato Centro commerciale naturale, attraverso il coinvolgimento delle categorie economiche, dei comitati d’area e del tessuto imprenditoriale nel potenziamento dell’offerta di iniziative artistiche, culturali, enogastronomiche che si integrino con il processo di riqualificazione e di rilancio del centro storico. Un percorso che oltre ai già citati Teatro Galli e Museo Federico Fellini, ha portato alla riqualificazione dell’invaso del Ponte di Tiberio, all’Anello delle nuove piazze, al progetto del Museo d'arte moderna e contemporanea al Palazzo del Podestà e alla sala dell'Arengo. Obiettivo del Rimini Act è quindi di definire una strategia condivisa con gli stakeholder per la realizzazione di eventi culturali in particolare legati alla figura di Fellini, al centenario e alla prossima apertura del Museo: mostre, incontri, letture, spettacoli e interventi musicali che saranno coordinate con altre iniziative già collaudate come il Festival del mondo antico e la Rimini Shopping Night, con i grandi eventi come il Capodanno più lungo del mondo e più in generale con le iniziative legate alle festività e infine con eventi di carattere straordinario come l’Adunata nazionale Alpini prevista a maggio.
    ott 10, 2019 0
  • Romagna. In cammino con il calice,  destinazione Santiago. L’originale viaggio di due romagnoli.

    Romagna. In cammino con il calice, destinazione Santiago. L’originale viaggio di due romagnoli.

    . E’ l’esperienza che stanno vivendo i romagnoli Simone Rosetti e Francesco Antonelli, che lo scorso 30 settembre hanno iniziato da Pamplona un originale cammino verso Santiago di Compostela. Il primo è imprenditore e sommelier degustatore di diverse attività di ristorazione (tra cui la Vineria del Popolo di Cesena, la Ca’ de Be’ di Bertinoro e l’Enoteca Pisacane di Cervia) sotto il marchio Romagna Gourmet, il secondo è una guida turistica e scrittore con all’attivo due libri di narrativa di viaggio sul tema vitivinicolo. Dal cammino che si concluderà il 15 ottobre nascerà una nuovo volume intitolato 'Con il calice in cammino – Destinazione Santiago'. La particolarità del viaggio verso Santiago dei due romagnoli è infatti quella di percorrere le tappe del cammino che toccano vigne, con particolare attenzione a quelle che lavorano in maniera naturale, biologica o comunque con il minor intervento possibile per poter unire all’esperienza spirituale un approfondimento in prima persona di vitigni e vini del nord della Spagna.
    ott 08, 2019 0
  • Rimini. Antico/Presente. Festival del mondo antico. Per il ‘Genio del fare’, con (tanti) mestieri e talenti.

    Rimini. Antico/Presente. Festival del mondo antico. Per il ‘Genio del fare’, con (tanti) mestieri e talenti.

    Il Festival propone tre giornate di incontri (11 – 13 ottobre) arricchite da un’anteprima nel week precedente (4 – 6 ottobre) che crea un trait d’union con l’edizione 2018 dedicata alle celebrazioni malatestiane: il primo incontro, venerdì 4 ottobre, è riservato infatti alla ricostruzione del volto di Sigismondo Pandolfo Malatesta.Nello spirito del Festival – leggere il passato per comprendere il presente e costruire con maggiore consapevolezza il futuro. Inoltre il Festival consente di illuminare aspetti meno noti o nascosti del patrimonio offrendone una lettura di volta in volta coerente con il tema dell’edizione. Un Festival non solo di parole e incontri ma anche di oggetti e luoghi che narrano le loro storie con linguaggi alla portata di tutti. Quale quello della rievocazione storica e dell’archeologia ricostruttiva cui attingono le proposte della Legio XIII Gemina-Rubico presente nelle tre giornate del Festival con incontri sul mestiere del legionario, sul tempo dell’otium per i Romani, e sulle macchine da guerra che vedrà la ricostruzione di un onagro per assedio, illustrata da uno dei massimi studiosi di storia militare, Giovanni Brizzi (domenica 13 ottobre Museo della Città, giardino Khaled al-Asaad ore 15.30).
    ott 02, 2019 0
Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Questa edizione è dedicata all'Infinito di Giacomo Leopardi. Le Giornate FAI d’autunno sono promosse dai gruppi FAI Giovani, il risultato della forza delle nuove generazioni, simbolicamente incarnata in quel giovane che, duecento anni fa, a ventun anni, scrisse i versi immortali dell’Infinito: Giacomo Leopardi. Per questo l’edizione 2019 è dedicata a lui e alla sua poesia, con tre aperture speciali: l’Orto sul Colle dell’Infinito, Bene del FAI a Recanati (MC), luogo che ispirò l’idillio; il Parco vergiliano a Napoli dove le spoglie di Giacomo Leopardi sono state traslate nel 1939; infine, la chiesa di Sant’Onofrio al Gianicolo a Roma, con la tomba di Torquato Tasso che Leopardi considerava tra gli italiani più eloquenti. Ogni visita prevede un contributo facoltativo a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservati accessi prioritari. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre. In provincia di Ravenna sarà possibile seguire tre diversi itinerari di visita.
RAVENNA. Le Giornate FAI d’autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Un weekend unico, irripetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte...
2 giorni ago 0 Continua...
  • Non solo sport. Moto: Marc, non più Vale ma Ago. Il Diavolo cambia: chiamato Pioli. San Siro: che si fa?

    Non solo sport. Moto: Marc, non più Vale ma Ago. Il Diavolo cambia: chiamato Pioli. San Siro: che si fa?

    E così il buon Giampaolo ha dovuto dire addio all'occasione delle occasioni. Sedere sulla panca del Diavolo, che ( però) di lui non era affatto convinto. Al punto che, pur dopo una (sofferta) vittoria, l'ha licenziato. Al suo posto il buon Pioli, già sulla panca dei cugini rivali, non proprio il sogno dei sogni per i rossoneri, che però da lui s'aspettano almeno di risalire la china verso la zona Coppe. E' fin troppo, infatti, causa i pastrocchi dell'ultimo Berlusca, che il Diavolo latita dai massimi consessi europei e mondiali. Lui che, per l'Equipe, è stato nomato ( grazie ai suoi Immortali) ' la squadra del secolo'. E se il derby d'Italia, decisamente il più bello degli ultimi anni, ha ristabilito le gerarchie in ambito Serie A, non è che tutto sia finito. Deciso. O quasi. Come in Francia. Come in Germania. Come in Premier. Viene infatti da ridere pensando a quanto impegno abbiano messo i nostri anglofili per convincerci ( giornalmente) che il massimo campionato di calcio d'Albione era il più ' tirato' , ' affascinate', ' inarrivabile', del Globo. Per poi scoprire che se il City lascia qualche altro punticino per strada, ai reeds di Liverpool, basterà attendere comodamente stravaccati sul un divano la primavera per andar poi a levare al cielo un altro Scudetto. Vogliam dire, che la Signora, al momento, poche rivali ha, soprattutto nel Belpaese, ma questo non significa che la Beneamata, magari sostenuta dalla beffarda Eupalla, più avanti, con altri venti, possa cambiare le carte in tavola. Ci sembra invece in ambasce il Ciuccio, che dopo la vittoria sui campioni d'Europa sembra sprofondato nelle bambocce. Tanto che qualcuno ventila l'addio anticipato del sor Carletto da Napoli. Che, francamente non ci apparirebbe una gran soluzione, nè per lui nè per DeL; come non sarebbe una gran soluzione quella di un 'altro ventilato ( clamoroso) addio anticipato, quello di Cr7, da Torino . Il nostro Albertone gliela canterebbe ' Ma dovei vai, se la banana non ce l'hai?'. Battute a parte, non ci sembra che in giro pel Pianeta ci sia ( nel complesso) qualcosa di meglio della Torino, delle terre terra sabaude dei re d'Italia. E mentre il Campionato sosta, rispunta la banda del Mancio. Di verde vestita. Quasi una bestemmia, che però ( promettono i nostri cervelloni al timone) risuonerà lungo valli e borghi per una notte sola. Inoltre con altri due successi ( Grecia, in casa; Liechtenstein, fuori) i nostri porterebbero a casa l'auspicata qualificazione per l'Europeo. Da vivere da ' guerrieri ' o da 'belle statuine' ? Restiamo infine in attesa per le decisioni sullo stadio ( nuovo o ristrutturato) di Milano. Che speriamo non si faccia prendere la mano dal voler rendere onore alle gloriose vestigia antiche piuttosto che provar a generare un ( altrettanto) prodigio.
    ott 08, 2019 0
  • Non solo sport. F1: ‘frecce’ sì, ma con la solita safety car. Conte vs Sarri, al Derby d’Italia. Un povero Diavolo.

    Non solo sport. F1: ‘frecce’ sì, ma con la solita safety car. Conte vs Sarri, al Derby d’Italia. Un povero Diavolo.

    Gp di Russia deciso, manco a dirlo, ancora una volta non sulla pista, ma dai fuori pista. Con l'entrata della safety car le ' frecce' ( fino ad allora) dietro alle 'rosse' sono potute rientrare davanti e vincere, comodamente, una gara che manco si sarebbero sognate di fare. Ci siamo abituati a queste sceneggiate che, per noi, giusto o no che sia, non fanno bene alla credibilità d'una disciplina che visti i rischi che presenta dovrebbe garantire il massimo della correttezza. Altro rammarico ci è piovuto addosso dal Mondiale di ciclismo svolto in Inghilterra. Alla fine della tenzone, durissima, lunga e bagnata, erano rimasti in tre, con il nostro Trentin candidato ( sulla carta) alla vittoria. E invece, sia pur con merito, è spuntato fuori dalle nuvole il danese che non t'aspetti che s'è portato a casa una maglia iridata ( per lui) davvero insperata. Chiudiamo il Mondiale di ciclo, con cinque medaglie: due ori, due argenti e un bronzo. Prima medagliuccia ( di bronzo) anche nei Mondiali di atletica di Doha: ad aggiudicarsela è stata nella marcia km 20 la Palmisano. Mondiali che hanno visto, per la prima volta, un nostro velocità in finale nei 100 metri piani. Si è trattato di quel ragazzone a modo chiamato Filippo, e che ( sia pure con un tempo non stratosferico) s'è tolto lo sfizio di arrivare settimo e non ottavo, ovvero ultimo. Per lui, ora, c'è la staffetta 4x100 m. Ha continuato, oltre l'infrasettimanale. Il nostro torneo che ( in attesa di nuovi stadi, San Siro in primis) ci piace ad ogni turno di più. Altri ritmi, altre giocate, non a schema prevedibile ma imprevedibile, come vuole l'arte di chi da queste parti s'è reso esperto in maneggi da rettangolo verde all'ombra dei tanti, agguerriti, infidi, campanili. Note dolenti, se non funebri, per il povero Diavolo battuto una volta di più ( 1-3 dalla Viola) e chiamato ad un'altra annata di inaudita sofferenza. C'è, in quel di Milanello, qualcosa che continua a non funzionare. Infatti non è bastato chiamare l'acuto Svone in aiuto all'inesperto Maldo, per mutare ( soprattutto) l'anima d'una squadra fatta di ( giovani) che in campioni non riescono proprio a trasmutare. .
    set 30, 2019 0
  • Non solo sport. Mondiale F1: parata di ‘rosse’. Moto Gp: solito Marc. Con il quarto turno di Campionato.

    Non solo sport. Mondiale F1: parata di ‘rosse’. Moto Gp: solito Marc. Con il quarto turno di Campionato.

    Eppoi, hanno il coraggio di volerla sverniciare, ogni tanto, quella prodigiosa macchinina 'rossa' che mito e non leggenda o favola è, come l'ippogrifo alato capace di sfidare il sole. Gli altri, infatti, transitano, lei resta. Magnifica. Unica. Che quando men te l'aspetti si rimescola alle sue ceneri e si rigenera. Più lucente e rossa che pria. In tanti cercano di indagarla, d'interrogarla, di imitarla, eppure lei sempre sfugge, riparando dove agli altri non pare, portandosi seco quel misterioso afflato vitale che soltanto il grande Drake deve avere avuto modo e tempo d'avvertire nell'atto della creazione. Nel lontano Oriente di Sandokan, ad essere favorite erano le ' frecce d'argento' di quel formidabile driver nero. Alle 'rosse' veniva riservato soltanto qualche parcella minima di pronostico. Tanto che perfino le Red Bull del venditore di bevande avrebbero dovuto asfaltarla, impietosamente, tra una stradina e l'altra d'un tortuoso percorso cittadino. Visioni da miscredenti. Perchè, alla prova della pista, la 'rossa', anzi le 'rosse', non hanno fatto altro che attingere alla loro attitudine a scrivere di storia e non (solo) di cronaca. E, alla fin della lunga tenzone, si sono presentate in parata sotto lo striscione del traguardo. Ora, non è che anche con questa impresa vadano a mettere a repentaglio un titolo mondiale da tempo assegnato, ma solo a riprendersi le luci della ribalta. Che non possono che essere le loro. Così diverse. Così affascinanti. Dal cuore infinito, donde custodiscono tanto i grandi come Schumi vincitore di tutto o del Niky che di rosso s'è vestito per l'ultimo viaggio; quanto chi ha vinto poco o nulla, ma che ( come l'immenso) Giles il suo ( commovente ) talento donato ha alla causa loro.Moto Gp: nulla di nuovo è apparso anche ad Aragon, pista di casa del ' mostro cataluno', che gli avversari ha manco fischiato, fin dai primi metri, per involarsi solitario verso l'ennesima vittoria, verso un altro titolo. Risultati e commenti del quarto turno di Campionato.
    set 23, 2019 0
 

Arte & Cultura

Ravenna. Conversazioni dantesche: ‘Tutto l’oro ch’è sotto la luna’. Pensieri su oro, ricchezza e denaro.

Ravenna. Conversazioni dantesche: ‘Tutto l’oro ch’è sotto la luna’. Pensieri su oro, ricchezza e denaro.

Dopo il grande apprezzamento per i primi appuntamenti dedicati alla cultura materiale al tempo di Dante e alla persistenza delle suggestioni dantesche sull’oro nel romanzo moderno, martedì 15 ottobre alle 17.30 alla sala Dantesca della Biblioteca Classense (via Baccarini 3) viene proposta una conversazione che entra nel vivo nelle questioni legate alle monete e alla loro circolazione. Luigi Canetti direttore del Dipartimento di Beni culturali dell’Università di Ravenna incrocia il proprio eclettico ambito di ricerca che dalla storia del Cristianesimo approda alle questioni complesse dell’antropologia, della sociologia e della storia economica, con Lucia Travaini dell’Università di Milano, grande conoscitrice di questioni numismatiche e legate alla circolazione del denaro. Due studiosi che intrecciano le accurate indagini sulla storia medievale al contesto in cui Dante si è trovato ad elaborare il proprio pensiero politico e sociale. Mezzo di scambio e misura del valore, basterebbero queste due definizioni, solo in apparenza ovvie, di cosa sia il denaro per evocare la straordinaria complessità teorica e la vastità di orizzonti storici e antropologici di questa sua funzione di 'equivalente generale'. Il denaro, soprattutto, è stato ed è ancora lo strumento di negoziazioni rituali e simboliche con il mondo invisibile (gli dèi, gli antenati, i santi, e soprattutto il futuro) nutrite dalla sua inquietante relazione con l’universo sacrificale: al punto che il cristianesimo, più di altre religioni, ha istituito il proprio dispositivo salvifico e la propria escatologia sulle metafore creditizie dello scambio e del riscatto dei peccati preparando il terreno alla modernità capitalistica e alla sua inesausta dimensione cultuale.
2 giorni ago 0 Continua...

Eventi

Reggio Emilia. ‘Zavattini oltre i confini. Un protagonista della cultura’.Mostra al ‘da Mosto’.

Reggio Emilia. ‘Zavattini oltre i confini. Un protagonista della cultura’.Mostra al ‘da Mosto’.

Nell’esposizione di palazzo da Mosto, confluiranno materiali documentari e iconografici che raccontano tutte le attività e la rete di rapporti intessute da questa eclettica personalità: migliaia di carte originali, dattiloscritte e manoscritte, annotazioni autografe, insieme a fotografie, video, manifesti e libri. Arricchiscono la mostra alcuni dei suoi inseparabili oggetti, la macchina da scrivere, il basco, la borsa da viaggio, oltre ai 150 quadri provenienti dalla Pinacoteca di Brera di Milano, facenti parte della celebre collezione di 8X10 che Cesare Zavattini aveva raccolto nel corso degli incontri con alcuni tra i più importanti artisti del Novecento. Tra i tanti saranno in mostra Giacomo Balla, Antonio Ligabue, Alberto Burri, Enrico Baj, Renato Guttuso, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Fausto Melotti, Bruno Munari, Claudio Parmiggiani, Gillo Dorfles, Diego Rivera, David Alfaro Siqueiros, Mario Sironi, Alberto Magnelli e poi ancora Pietro Consagra, Roberto Crippa, Fortunato Depero, Filippo De Pisis, Gianni Dova, Michelangelo Pistoletto, Mimmo Rotella e tanti altri. Ultima sala del percorso espositivo sarà dedicata agli scatti inediti di uno dei maggiori fotografi italiani, Gianni Berengo Gardin, realizzate in occasione del lavoro che ripropone la 'Luzzara' di Cesare Zavattini nel libro fotografico 'Un Paese vent’anni dopo'.
2 giorni ago 0 Continua...
 
San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

Giovani

San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

Si tratta di una tradizione che si è sviluppata dal secondo dopoguerra e che si è radicata nella cultura del lavoro locale, tanto da influenzarla. Questi gli elementi positivi che portano a considerare il distretto un bene da tutelare e sviluppare per l’interesse della collettività. Purtroppo, il mercato è ancora dominato dalla mera logica del prezzo, che è praticata dalla maggior parte dei competitori. Per uscirne è necessario mettere a valore la qualità del servizio e del prodotto che caratterizza le imprese del distretto. Inoltre, è necessario interrogarsi su quali potrebbero essere gli elementi di crescita e competitività. Insomma, come può evolversi il distretto per rimanere un’eccellenza? Come ne possono trarre beneficio le imprese che lo costituiscono? Quali sono le prerogative intangibili del distretto che lo rendono unico? Come può aprirsi ai clienti, e attorno a quali elementi le imprese possono identificarsi e dialogare tra loro? L’attività, che prevede quattro incontri il 5 novembre, il 19 novembre, il 4 dicembre e il 12 dicembre, sarà svolta presso la sede di CERCAL, partner strategico e punto di riferimento per la formazione nel settore, ed è rivolta a tutti gli imprenditori del distretto che desiderano confrontarsi.
Lugo. ‘Progetto benessere’, rivolto agli utenti del Centro e finalizzato ad un corretto stile di vita.

Sanità & Benessere

Lugo. ‘Progetto benessere’, rivolto agli utenti del Centro e finalizzato ad un corretto stile di vita.

Tra le novità del nuovo progetto c’è il coinvolgimento anche del Centro antidiabetico di Lugo. L’iniziativa si apre così anche ad altri servizi dell’Azienda sanitaria. I pazienti seguiti dai due Centri condividono infatti le problematiche dismetaboliche determinate anche da un non corretto stile di vita. Il progetto è stato presentato in conferenza stampa nella sala Baracca della Rocca di Lugo giovedì 10 ottobre. Per l’occasione sono intervenuti il vicesindaco di Lugo con delega allo Sport Pasquale Montalti, il responsabile Centro salute mentale di Lugo Pietro Nucera, il responsabile del Gruppo Benessere Giuseppe Fucci e Alberto Babini della palestra Wave-Fit Lugo.
San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

Economia

San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

Si tratta di una tradizione che si è sviluppata dal secondo dopoguerra e che si è radicata nella cultura del lavoro locale, tanto da influenzarla. Questi gli elementi positivi che portano a considerare il distretto un bene da tutelare e sviluppare per l’interesse della collettività. Purtroppo, il mercato è ancora dominato dalla mera logica del prezzo, che è praticata dalla maggior parte dei competitori. Per uscirne è necessario mettere a valore la qualità del servizio e del prodotto che caratterizza le imprese del distretto. Inoltre, è necessario interrogarsi su quali potrebbero essere gli elementi di crescita e competitività. Insomma, come può evolversi il distretto per rimanere un’eccellenza? Come ne possono trarre beneficio le imprese che lo costituiscono? Quali sono le prerogative intangibili del distretto che lo rendono unico? Come può aprirsi ai clienti, e attorno a quali elementi le imprese possono identificarsi e dialogare tra loro? L’attività, che prevede quattro incontri il 5 novembre, il 19 novembre, il 4 dicembre e il 12 dicembre, sarà svolta presso la sede di CERCAL, partner strategico e punto di riferimento per la formazione nel settore, ed è rivolta a tutti gli imprenditori del distretto che desiderano confrontarsi.
Lugo. Aperitivo, cena e dolce. Con tante proposte dentro il nuovo e gustoso  ‘ Lugo in tavola festival’.

Gusto & Cucina

Lugo. Aperitivo, cena e dolce. Con tante proposte dentro il nuovo e gustoso ‘ Lugo in tavola festival’.

L’iniziativa organizzata dal Consorzio AnimaLugo torna infatti in città sabato 19 ottobre dalle 17 con una nuova formula che permetterà ai partecipanti di acquistare in prevendita i loro menù preferiti nei 14 locali coinvolti. L’iniziativa è stata presentata in conferenza stampa lunedì 7 ottobre nel Salone estense della Rocca di Lugo alla presenza del vicesindaco di Lugo con delega alla Promozione urbana Pasquale Montalti e del presidente del consorzio AnimaLugo Simone Baioni.Chi vorrà gustare i piatti e le stuzzicherie preparate da bar, ristoranti e pasticcerie lughesi potrà acquistare il menù sulla piattaforma di Vivaticket, scegliendo il numero di portate e l’orario in cui consumarle. Diverse le possibilità di scelta nella formula dell’edizione 2019.
Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Moda & Bellezza

Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Questa edizione è dedicata all'Infinito di Giacomo Leopardi. Le Giornate FAI d’autunno sono promosse dai gruppi FAI Giovani, il risultato della forza delle nuove generazioni, simbolicamente incarnata in quel giovane che, duecento anni fa, a ventun anni, scrisse i versi immortali dell’Infinito: Giacomo Leopardi. Per questo l’edizione 2019 è dedicata a lui e alla sua poesia, con tre aperture speciali: l’Orto sul Colle dell’Infinito, Bene del FAI a Recanati (MC), luogo che ispirò l’idillio; il Parco vergiliano a Napoli dove le spoglie di Giacomo Leopardi sono state traslate nel 1939; infine, la chiesa di Sant’Onofrio al Gianicolo a Roma, con la tomba di Torquato Tasso che Leopardi considerava tra gli italiani più eloquenti. Ogni visita prevede un contributo facoltativo a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservati accessi prioritari. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre. In provincia di Ravenna sarà possibile seguire tre diversi itinerari di visita.
Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Turismo & Vacanze

Ravenna. Giornate d’autunno. Con raccolta fondi del FAI – Fondo ambiente italiano: ‘Ricordati di salvare l’Italia’.

Questa edizione è dedicata all'Infinito di Giacomo Leopardi. Le Giornate FAI d’autunno sono promosse dai gruppi FAI Giovani, il risultato della forza delle nuove generazioni, simbolicamente incarnata in quel giovane che, duecento anni fa, a ventun anni, scrisse i versi immortali dell’Infinito: Giacomo Leopardi. Per questo l’edizione 2019 è dedicata a lui e alla sua poesia, con tre aperture speciali: l’Orto sul Colle dell’Infinito, Bene del FAI a Recanati (MC), luogo che ispirò l’idillio; il Parco vergiliano a Napoli dove le spoglie di Giacomo Leopardi sono state traslate nel 1939; infine, la chiesa di Sant’Onofrio al Gianicolo a Roma, con la tomba di Torquato Tasso che Leopardi considerava tra gli italiani più eloquenti. Ogni visita prevede un contributo facoltativo a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservati accessi prioritari. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre. In provincia di Ravenna sarà possibile seguire tre diversi itinerari di visita.
Non solo sport. Ottavo titolo per Marquez, sesto per Hamilton. Rugby: Italia cancellata. San Siro: si fa?

Sport

Non solo sport. Ottavo titolo per Marquez, sesto per Hamilton. Rugby: Italia cancellata. San Siro: si fa?

A quelli del rugby ( che contano come il due di coppe) hanno cancellato la partita con la Nuova Zelanda. Tanto, non l'avrebbero vinta; mentre, agli ' All black's' non necessitavano punti per passare agli ottavi del Mondiale in Giappone. Sorpresi per il trattamento? Quando mai,sono anni che ci prendono a palate un po'dovunque. Moto, auto, calcio etc etc. Se ci lamentiamo diventiamo 'piagnoni', se subiamo facciamo la figura dei 'fessi'. Bella situazione, vero? Sta diventando sempre più interessante il nostro Campionato di calcio. Tutto da godere, sempre che la Beneamata e il Ciuccio non intendano darla di vinta anzitempo alla Signora. Forte. Molto forte. Al punto tale che se le ' circostanze', sì, quelle al rigo sopra, ( finalmente) gireranno a favore, potrebbe coronare la corsa alla terza Coppa dalle grandi orecchie. Qualcuno ventila che Cr7, vistosi non più protetto come quando faceva il Panda tra i Blancos, voglia mutar aria. Libero, ovviamente, di farlo. Il punto è: ma è sicuro di trovare al Mondo qualcosa di meglio della Signora, figlia dei re del Piemonte e d'Italia? Forse, Ibra, il grande Ibra, dall'altra parte dell'Oceano, potrebbe porgergli lumi adeguati. Milano, la grande Milano, ha sempre insegnato qualcosa all'Italia. Questa volta, invece, sembra tornata sui banchi di scuola. Gli prospettano un ' evento' ( dell'importo di circa 1,2 mld) che gli cambierebbe un tratto importante della città, con tanto nuovo stadio e annessa zona verde-commerciale ristrutturata, e che fa? Ciancischia, come in altre parti della Penisola ammaestrati. Soliti comitati, soliti piagnistei. Anche noi, potessimo, continueremmo a giocare nel vetusto San Siro per i secoli a venire. Il problema è, però, che il vetusto San Siro non solo perde calcinacci ma ( anche a volerlo rivestire di nuovo ) potrebbe continuare ad assolvere alle richieste di un moderno impianto sportivo di tal importanza? Speriamo quindi che tra i canali di Mediolanum torni a spirare il soffio del ' genius loci' che l'ha resa celebre a ammirevole. Oggi, infatti, una delle poche vive e vegete capitali della decadente Europa.
Ravennate. Valle della canna: aggiornamenti sull’episodio acuto di contaminazione da botulino tipo C.

Ambiente & Animali

Ravennate. Valle della canna: aggiornamenti sull’episodio acuto di contaminazione da botulino tipo C.

Dalla mattina di sabato 5 ottobre è stata fornita acqua in quantità pari a circa 65 mila metri cubi al giorno, e l'immissione proseguirà fino a domenica 13, portando il livello ad un massimo di 10/15 centimetri e oltre in tutta la valle. La situazione è in miglioramento e questo porta a ritenere che il picco della diffusione della contaminazione sembra ormai superato, ferma restando la necessità di attendere l’esito dei monitoraggi specifici previsti nei prossimi giorni. I dati raccolti venerdì 4 ottobre riportavano il recupero di circa 1600 volatili morti e circa 200 convalescenti (in massima parte salvati grazie alle operazioni di somministrazione di antibiotico ad ampio spettro e di soluzione fisiologica da parte di volontari); nella quasi totalità si tratta di anatidi di specie non protette, mentre sono risultati pochi gli esemplari di specie protette (una quindicina). Martedì 8 ottobre sono stati recuperati circa 500 volatili morti e 21 vivi (nelle medesime proporzioni). Per proseguire con il monitoraggio della situazione, in accordo con tutti gli enti, si è convenuto un sopralluogo congiunto venerdì 11 ottobre di Polizia provinciale, Carabinieri forestali, Ispra, Parco del Delta e tecnici comunali al fine di valutare se la fase di emergenza possa considerarsi conclusa.
Forlì. Servizio civile in AiCs: 4 posti per promuovere lo sport femminile. Il bando e la scadenza al 10 ottobre.

Diritto

Forlì. Servizio civile in AiCs: 4 posti per promuovere lo sport femminile. Il bando e la scadenza al 10 ottobre.

L’obiettivo del progetto di Servizio civile universale 'Sport in rosa' che, presentato da AiCS – Associazione italiana Cultura Sport, mette a disposizione per la sede di Forlì quattro posti per giovani volontari tra i 18 e i 28 anni. C’è tempo fino al 10 ottobre per iscriversi e il Servizio impegnerà i volontari a partire dal prossimo gennaio e per tutto il 2020, offrendo loro un compenso di 439,50 euro al mese. Chiusi i termini di iscrizione, i candidati verranno valutati da una commissione esaminatrice che sceglierà i volontari più motivati e dai curricula più affini alla tipologia di progetto offerto. I quattro volontari prescelti saranno impegnati nella sede del comitato di Forlì Cesena di AiCS (a Forlì, in via Spadolini 11) e, dopo un breve periodo di formazione nell’ambito della promozione sportiva, saranno messi al lavoro sul progetto 'Sport in rosa'.
San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

Web & Tech

San Mauro Pascoli. Nuovi orizzonti per il distretto della calzatura del Rubicone. CNA ed ICE a confronto.

Si tratta di una tradizione che si è sviluppata dal secondo dopoguerra e che si è radicata nella cultura del lavoro locale, tanto da influenzarla. Questi gli elementi positivi che portano a considerare il distretto un bene da tutelare e sviluppare per l’interesse della collettività. Purtroppo, il mercato è ancora dominato dalla mera logica del prezzo, che è praticata dalla maggior parte dei competitori. Per uscirne è necessario mettere a valore la qualità del servizio e del prodotto che caratterizza le imprese del distretto. Inoltre, è necessario interrogarsi su quali potrebbero essere gli elementi di crescita e competitività. Insomma, come può evolversi il distretto per rimanere un’eccellenza? Come ne possono trarre beneficio le imprese che lo costituiscono? Quali sono le prerogative intangibili del distretto che lo rendono unico? Come può aprirsi ai clienti, e attorno a quali elementi le imprese possono identificarsi e dialogare tra loro? L’attività, che prevede quattro incontri il 5 novembre, il 19 novembre, il 4 dicembre e il 12 dicembre, sarà svolta presso la sede di CERCAL, partner strategico e punto di riferimento per la formazione nel settore, ed è rivolta a tutti gli imprenditori del distretto che desiderano confrontarsi.
Lugo. Quattro seminari al Carmine. Dedicati a sviluppo e integrazione di attività socio assistenziali.

Volontariato

Lugo. Quattro seminari al Carmine. Dedicati a sviluppo e integrazione di attività socio assistenziali.

Il primo appuntamento è sabato 19 ottobre dalle 9. Dopo il saluto delle autorità, si parlerà di 'Conoscere il nostro territorio: i bisogni emersi e sommersi e le risposte della comunità' con padre Claudio Ciccillo, responsabile Ceis e rettore dell’Eremo di Cerbaiolo. Secondo incontro sabato 26 ottobre alle 10. Il bioeticista Gabriele Semprebon parlerà di 'Il mondo della disabilità: il vissuto, le forme della prossimità e le prospettive pastorali'. Sabato 9 novembre spazio dalle 10 all’incontro 'Le dinamiche di gruppo: lavorare insieme per servire meglio' con la pedagogista Giovanna Zama. Infine, sabato 16 novembre chiude il ciclo di seminari l’oncologo Luigi Montanari con l’incontro 'I confini della vita umana e della Medicina: l’assistenza e la comunicazione con il paziente e i famigliari'.