Editoriale

Non solo sport. Pep, un ‘fantasma’  per la Signora? Mister Pallotta, ma che fa? L’omerica ode al Fausto.

Non solo sport. Pep, un ‘fantasma’ per la Signora? Mister Pallotta, ma che fa? L’omerica ode al Fausto.

Ad esempio, sempre alla Signora, attribuiscono il Sarri impegnato ( senza amore ricambiato ) nella perfida Albione, ventilando però, sotto banco, il 'fantasma Guardiola'.'Un fantasma - si legge Dentro la notizia della 'rosea' - si aggira per l'Europa e incombe sull'Italia. Agita la borsa, soffia sulle puntate dei bookmaker, alimenta furiosamente i social, dà corpo ai sogni di gran parte della gente che tifa Juve e che tiene aperti gli occhi sul dopo Allegri. Il fantasma ha il fisco affilato e la barca incolta del Pep... Qualcuno è sicuro d'averlo visto a Milano, con dirigenti Juve. In Porta Nuova, nel cuore di Brera che non c'entra col grande Gianni, antico maestro di giornalismo ... '. Nel contempo, si annuncia l'ok di Marquinos, 60 mln ( con addio a Pjanic, 80 mln). Per quel che riguarda la Beneamata, invece, non si vede l'ora di salutare l'alterno Perisic, 31 anni, per dar luogo a Lukaku, 26 anni, graditissimo al ' possibile' Conte Dracula, oramai dato per ' certo' sotto la Madonnina. Movimenti ci sono, come si vede, anche clamorosi, ma tutti da confermare. Come da ribadire sarebbe per le Milanesi la volontà o no di farsi uno stadio di proprietà. Unica strada certa per la risalita in Europa. Che può anche non passare dalle parti dell'Amministrazione milanese, visto che per questa basterebbe aggiustare i calcinacci che sempre più fragorosi cadono dal terzo anello dello stadio più prestigioso al Mondo ( 10 Champions, 16 finaliste e 36 Scudetti) piuttosto che agevolare un impianto come 'Dio comanda' proiettato su quanto resta di questo secolo. Al Milan sembrerebbero ai saluti i due ' belli', ex colonne portanti in campo del Diavolo, ovvero Leo e Maldo, per lasciar posto a tale Campos, 54 anni, al Lilla dal 2017, scopritore di talenti. Sì, di talenti, ma per far tornare grande la grande squadra milanese o per trovare ' bagge' utili a far cassa Altrove? Sia chiaro, l'eventuale nuovo arrivo, perchè sui Campos di cui si canta i fans potranno tranquillamente scatenarsi. Elliot o non Elliot volente.
34 minuti ago 0 Continua...
 
Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

La rete ciclopedonale della città di Rimini, che si sviluppa lungo oltre 100 chilometri, dà mille opportunità di scoperta per chi decide di lasciare l’auto a casa o in albergo. I percorsi ciclabili permettono a cittadini e turisti di vivere e conoscere la città in tutta comodità. Così la pedalata 'vista mare', lungo tutto il lungomare sud, permette di andare dal porto di Rimini fino al confine con Riccione sulla pista ciclabile, costeggiando gli stabilimenti balneari. Il percorso 'Anello Verde' dal mare (piazzale Kennedy) conduce al Palacongressi e al parco Giovanni Paolo II, che costeggia il suggestivo lago abitato da anatre e cigni, fino a raggiungere, attraverso l'argine del torrente Ausa, il polmone verde di Rimini, il ponte di Tiberio ed il caratteristico Borgo di S. Giuliano. Proprio dal bimillenario ponte di Tiberio, parte il percorso che si snoda lungo l'alveo del fiume Marecchia, che permette di attraversare, partendo dalla foce, lo splendido paesaggio fluviale della Valmarecchia che conduce fino a Novafeltria. Un percorso che unisce le bellezze naturalistiche a quelle storiche permettendo di ammirare gli antichi borghi come Verucchio, Torriana, Montebello e San Leo.
RIMINI. Per chi ama la bicicletta, Rimini è una meta obbligata: dalle strade quasi bagnate dal mare ai ripidi saliscendi delle colline, tra paesaggi incantevoli e memorie storiche, si rivela...
6 ore ago 0 Continua...
  • Rimini. Prima stagione del teatro ‘Galli’: 15 mila  per concerti e spettacoli e 10 mila visite guidate.

    Rimini. Prima stagione del teatro ‘Galli’: 15 mila per concerti e spettacoli e 10 mila visite guidate.

    Un bilancio che arriva a chiusura di una stagione inaugurale trascinata dall’entusiasmo e in previsione di un secondo anno di programmazione denso di appuntamenti e novità, che saranno anticipate sabato 1° giugno in occasione della presentazione al pubblico della 70esima edizione della Sagra musicale malatestiana, che si aprirà il 3 agosto con il concerto diretto dal maestro Riccardo Muti.Tornando ai numeri, sono state circa 15mila le presenze agli spettacoli e ai concerti (al netto dei vari eventi gratuiti) ospitati a teatro dal 28 ottobre, giorno dell’inaugurazione con la Cenerentola di Cecilia Bartoli, fino ad aprile scorso. Se il dato delle presenze è ottimo e in parte atteso, è invece sorprendente il numero delle persone che in questi mesi hanno partecipato alle tante visite guidate organizzate per approfondire la storia del Teatro e conoscere i dettagli della sua ricostruzione: da dicembre alla scorsa settimana sono stati contati circa 9.300 visitatori, tra gruppi di adulti e le scolaresche.
    mag 22, 2019 0
  • Rimini. Indice salute del Sole 24 Ore: 26° posto in Italia e sul podio con le province dove si vive di più.

    Rimini. Indice salute del Sole 24 Ore: 26° posto in Italia e sul podio con le province dove si vive di più.

    Sulle 107 province e unioni analizzate in tutta Italia, Rimini si colloca al 26° posto, seconda solo a Modena tra le province dell’Emilia Romagna. La classifica finale, come spiega il quotidiano economico, è il risultato della media dei punteggi ottenuti dai diversi territori nei singoli indicatori che, a loro volta, incarnano tre aspetti fondamentali della salute: performance demografiche registrate negli ultimi anni (ad esempio, l’incremento della speranza di vita alla nascita); fenomeni socio-sanitari (come la mortalità annua per tumore e per infarto e il consumo di farmaci); livelli di accesso ai servizi sanitari (dall'emigrazione ospedaliera alla disponibilità di posti letto e di medici). A Rimini si muore meno e si vive di più
    mag 20, 2019 0
  • Riccione. Città di tappa. Sono 120 i ‘ girini’ pronti a garantire la sicurezza per la crono del 19 maggio.

    Riccione. Città di tappa. Sono 120 i ‘ girini’ pronti a garantire la sicurezza per la crono del 19 maggio.

    Centoventi persone che hanno aderito all’invito dell’assessorato allo sport del comune di Riccione dando la disponibilità a titolo gratuito per presidiare gli incroci e i passaggi pedonali che si affacciano sul tragitto della nona tappa della corsa Rosa. I Girini provengono in gran parte dalle associazioni sportive di Riccione, dall’Associazione di protezione civile Arcione, dai centri di buon vicinato e dall’Associazione Nazionale Carabinieri e affiancheranno gli agenti di Polizia Municipale e le altre forze dell’ordine nei servizi a terra. Una parte di volontari, circa trenta, sarà invece a bordo delle auto che seguiranno i corridori per l’assistenza in caso di cambio ruote. I Girini, formati per l’occasione dal personale del Comando della Polizia Municipale, indosseranno la divisa di Riccione città di tappa, cappellino blu e t-shirt verde, così da essere immediatamente identificabili e riconoscibili.
    mag 16, 2019 0
S.Mauro Pascoli. Tutela degli animali. Nel futuro il cimitero, l’oasi felina e nuove aree per cani.

S.Mauro Pascoli. Tutela degli animali. Nel futuro il cimitero, l’oasi felina e nuove aree per cani.

L'auto, di proprietà comunale non più utile per i servizi dell'Ente, ma ancora funzionante, sarà utilizzata dai volontari per proseguire tutta l'azione di monitoraggio e intervento a San Mauro Pascoli e San Mauro Mare come già avviene da qualche anno a seguito della convenzione firmata con il Comune. 'Con la firma della convenzione i volontari Enpa sono intervenuti dal 2017 nel territorio monitorando le colonie feline, con le sterilizzazioni dei gatti randagi, in convenzione con il medico veterinario Morri e Greco, e soprattutto con interventi mirati al salvataggio degli animali incidentati e abbandonati nel nostro territorio – spiega il sindaco Luciana Garbuglia –. La donazione di un automezzo consentirà ai volontari di continuare nella loro azione puntuale di monitoraggio e assistenza. Un lavoro che sta già tra l'altro portando i primi risultati: se nel 2017 le sterilizzazioni effettuate sono state 41, nel 2018 sono calate a 17 gatti sterilizzati, diminuendo così il costo a carico della comunità. Inoltre tanti sono i salvataggi e i recuperi degli animali, cani e gatti, incidentati, così come tutte le azioni di sensibilizzazione alla cittadinanza sulla tutela degli animali attraverso convegni e banchetti informativi al mercato'.
SAN MAURO PASCOLI. Il comune di San Mauro Pascoli ha consegnato un automezzo ai volontari di Enpa Meldola, l’associazione che si occupa della salvaguardia e del soccorso degli animali nel...
1 giorno ago 0 Continua...
  • Borghi. Progetto: ‘L’antica pieve della Natività di Pietra dell’Uso. Ricerche e prospettive’. Mostra con plastico.

    Borghi. Progetto: ‘L’antica pieve della Natività di Pietra dell’Uso. Ricerche e prospettive’. Mostra con plastico.

    Il museo e biblioteca Renzi di San Giovanni in Galilea, quest’anno si consolida, coinvolgendo come di consueto il territorio tra le valli dell’Uso e del Rubicone e le sue eccellenze monumentali e paesaggistiche, con la realizzazione di un interessante progetto dal titolo 'L’antica Pieve della Natività di Pietra dell’Uso. Ricerche e prospettive'.Nella mostra, allestita con la collaborazione di Chiara Cesaretti di adArte Rimini e Loredana Chinni, sarà possibile ammirare disegni, grafici, planimetrie, sculture e un favoloso plastico ricostruttivo. Il progetto si inserisce nella programmazione dell’Istituto beni culturali della regione Emilia Romagna e vede il sostegno delle Amministrazioni comunali di Sogliano al Rubicone e Borghi, e la collaborazione del museo Leonardo da Vinci e la Romagna e adArte Rimini.
    mag 14, 2019 0
  • Cesena. Una serata per mettere k.o. gli sprechi alimentari  e il monologo di Roberto Mercadini.

    Cesena. Una serata per mettere k.o. gli sprechi alimentari e il monologo di Roberto Mercadini.

    Appuntamento martedì 14 maggio al museo dell’Ecologia (piazza Zangheri) per condividere esperienze di educazione al gusto accompagnati dagli esperti del settore, la serata si concluderà con il nuovo monologo di Roberto Mercadini. Dalle 19.30 partirà il laboratorio esperienziale di educazione al gusto e contro lo spreco del cibo 'WOW! Buono e sostenibile' in cui gruppi di adulti si confronteranno nell’ideazione e nella realizzazione di ricette a base di semplici materie prime locali che troveranno nelle mistery box. L’obiettivo sarà preparare piccole tapas gradevoli alla vista e al palato e che non dovranno presentare nessun tipo di scarto secondo la filosofia ‘rifiuti zero!’. A realizzare il laboratorio, aperto ad un massimo di 20 partecipanti, è la cooperativa Alimos di Cesena, con la partecipazione di un ristoratore locale aderente al progetto 'Qui zero spreco' e di un’azienda agricola impegnata nella vendita diretta dei prodotti freschi locali.
    mag 13, 2019 0
  • Cesena. Donata al ‘Bufalini’ una pastorizzatrice per Latte materno.Per tutti quei bambini nati prematuri.

    Cesena. Donata al ‘Bufalini’ una pastorizzatrice per Latte materno.Per tutti quei bambini nati prematuri.

    L’attrezzatura è stata donata con la collaborazione dell’associazione genitori Crescere a piccoli passi e andrà in dotazione alla Banca del latte materno donato dell’Azienda USL della Romagna che ha sede all’interno dell’Unità operativa di Terapia intensiva neonatale e pediatrica dell’ospedale cesenate, per consente la pastorizzazione il latte materno destinato ad alimentare i bambini nati prematuri, con un notevole beneficio in termini di qualità e sicurezza. Nel corso della cerimonia di consegna che si è svolta nel pomeriggio, il direttore del reparto di Terapia intensiva neonatale dottor Marcello Stella e la dott.ssa Elisabetta Montesi, responsabile aziendale del Fundraising, a nome dell’Azienda e dell’èquipe hanno ringraziato i donatori per la generosa elargizione, sottolineando l’utilità dell’allattamento al seno e l’importanza di donare il latte materno per aiutare e proteggere lo sviluppo fisico e neurologico dei bambini nati prima del termine della gravidanza fisiologica e che non possono essere allattati al seno. Presenti alla cerimonia di consegna, oltre al primario dott. Stella e alla coordinatrice infermieristica Paola Sama, la dottoressa Cristina Mazzotti dell’area dipartimentale Risorse strutturali e tecnologiche e il dottor Augusto Biasini, già primario della TiN Tip e storica colonna portante nella promozione dell’allattamento al seno, di cui la Banca del latte umano è una diretta conseguenza.
    mag 09, 2019 0
Ausl Forlì. Tecnica innovativa per il trattamento della patologia arteriosa ostruttiva periferica.

Ausl Forlì. Tecnica innovativa per il trattamento della patologia arteriosa ostruttiva periferica.

Ospedale 'Morgagni' Forlì. La tecnica applicata nel nosocomio forlivese è stata oggetto di una ricerca a pubblicata dal dott. Gabriele Testi, chirurgo vascolare, sulla prestigiosa rivista internazionale 'Journal of Endovascular Therapy'. Il lavoro 'Femoral Balloon-Oriented Puncture for True Lumen Reentry in the Common Femoral Artery After Subintimal Retrograde Recanalization of Superficial Femoral Artery Ostial Occlusion: The FORLEE Technique' è stato pubblicato online, sarà nell'edizione cartacea di agosto 2019 e suggella il grande impegno di divulgazione scientifica del team in questo settore che aveva già portato, nel 2018, ad una pubblicazione sull' 'European Journal of Vascular and Endovascular Surgery - Short Report', rivista della ESVS (European Society for Vascular Surgery), sempre riguardante aspetti tecnici nella rivascolarizzazione degli arti inferiori.
FORLI’. Una tecnica innovativa per il trattamento della patologia arteriosa ostruttiva periferica,  la ‘FORLEE tecnique‘, è stata messa a punto per la prima volta presso l’ospedale ‘Morgagni – Pierantoni’  di...
7 ore ago 0 Continua...
  • Asl Forlì. ‘Bisogna muovere il bene’: nuove attrezzature donate al Servizio psichiatrico di diagnosi e cura.

    Asl Forlì. ‘Bisogna muovere il bene’: nuove attrezzature donate al Servizio psichiatrico di diagnosi e cura.

    Il messaggio inviato dalla sig.ra Roberta Gardini , dopo aver donato al Servizio psichiatrico di diagnosi e cura (SPDC) dell'ospedale 'Morgagni - Pierantoni' di Forlì, diretto dal dottor Nazario Santolini, attrezzature indispensabili alla gestione clinico-organizzativa del reparto. Perchè è importante donare, ma più importante è creare una cultura di solidarietà e di cura del bene comune. In particolare, dalla generosità della signora Gardini, è giunto al SPDC di Forlì un presidio che, posto al polso dell'assistito, permette di 'registrare l'architettura delle fasi del sonno'. Il tracciato viene scaricato mediante un'apposita applicazione, consentendo così di modulare il percorso terapeutico assistenziale del paziente, rendendolo sempre più personalizzato.Il secondo strumento donato è invece un 'distruggidocumenti', che permetterà di ottemperare alle indicazioni del decreto sulla Privacy n.101/18, noto come GDPR.
    mag 20, 2019 0
  • Forlì. Nel weekend sboccia in centro  ‘Forlì in fiore’. Seconda edizione, sabato 18 e domenica 19 maggio.

    Forlì. Nel weekend sboccia in centro ‘Forlì in fiore’. Seconda edizione, sabato 18 e domenica 19 maggio.

    Piante e fiori sono ideali per la rigenerazione degli spazi urbani e per portare un tocco di natura e colore fra le pareti domestiche. Basta un davanzale o un terrazzino per cogliere i benefici derivanti dal gardening, un’attività che può essere esercitata a ogni età, riduce lo stress e favorisce il movimento, la vita all’aria aperta e l’ottimismo. Forlì in fiore quest’anno si svolgerà in piazza Ordelaffi, via delle Torri e giardini Orselli: protagonisti una trentina di vivai e generi affini, una quindicina di piccoli artigiani e altrettanti stand dedicati al benessere. Grazie a loro, il centro forlivese si trasformerà in uno splendido giardino con allestimenti temporanei creati dagli stessi espositori a cui ispirarsi per creare il proprio spazio verde. Forlì in fiore si propone di diventare un appuntamento consolidato per la città grazie ad un’offerta ricca e varia di piante, fiori, arbusti, perenni, erbe aromatiche, piante grasse, frutti antichi, bonsai, bulbi, vasi e terrecotte, insomma tutto il necessario per creare delle vere e proprie oasi domestiche. Altro ingrediente della mostra mercato è il mercatino d’artigianato a tema floreale, con manufatti di design in materiali naturali e riciclati, in perfetto stile green. Non mancheranno abbigliamento e accessori, prodotti biologici ed eco sostenibili, il tutto in linea con la filosofia della manifestazione.
    mag 15, 2019 0
  • Forlì. Alla fumettoteca ‘Calle’ la mostra ‘PoliticComics! Fumetto da Politica, Politica da fumetto’.

    Forlì. Alla fumettoteca ‘Calle’ la mostra ‘PoliticComics! Fumetto da Politica, Politica da fumetto’.

    Dal 16 al 31 maggio, in concomitanza con le Amministrativa, Mostra consultabile con oltre 30 testate che hanno fatto la storia, da Il Male a Mamma. Vi si trovano numeri del famigerato Il male, di cuore, tango e tanti altre testate che, di generazione in generazione, hanno fatto la storia di una politica fumettistica socio-culturale. Fumetto e politica, non è difficile spiegare come, in certe pubblicazioni, queste due cose entrino così in simbiosi, esaltandosi a vicenda, in un modo che se non lo si nota personalmente non vi è speranza di farlo diversamente comprendere. Senza ombra di dubbio, è anche un rapporto complicato che, evitando di perdersi in inutili categorie e definizioni, vede la proposta della Fumettoteca, senza pretese esaustive in relazione a tutta la produzione fumettistica italiana, nella ricerca di ricavare un panorama complessivo che abbia un senso compiuto e che renda l’idea di quanto veramente il fumetto abbia comunque avuto importanza per contribuire alla formazione politica dell’opinione pubblica. Uno specifico contributo allineato anche alle attuali elezioni con un occhio rivolto al passato e alle sue divertenti dissacrazioni, ironiche e autoironiche, della vita politica italiana. Per tutto il pubblico, fino ad esaurimento, fumetti in omaggio.
    mag 15, 2019 0
Faenza. Poste italiane: partito il nuovo modello di recapito ‘ Joint Delivery’. Due le reti operative.

Faenza. Poste italiane: partito il nuovo modello di recapito ‘ Joint Delivery’. Due le reti operative.

La nuova organizzazione è articolata su due reti di recapito distinte, seppur integrate: la prima, denominata 'Linea di Base', garantisce la consegna quotidiana di tutti i prodotti postali nella propria area di competenza; la seconda, chiamata 'Linea Business', è dedicata alla consegna dei pacchi e dei prodotti e-commerce in fasce orarie estese fino alle 19.45 e al sabato mattina. La flotta aziendale del centro di recapito di via Naviglio a Faenza è costituita da 8 motomezzi, 4 mezzi furgonati Fiorino, 27 autoveicoli Panda e 2 Free Duck (quadricicli elettrici). Sono 2.200 i km totali giornalieri percorsi nel territorio di competenza, 24.472 i civici serviti, che corrispondono a 40.191 famiglie e 5.594 fra uffici, aziende e attività commerciali. I volumi medi di corrispondenza gestiti quotidianamente riguardano 1.176 oggetti di posta registrata, 252 pacchi e 1.334 kg. di posta ordinaria. Con il 'Joint Delivery', grazie anche all’accordo sottoscritto con le Organizzazioni sindacali, Poste Italiane ha voluto rinnovare il servizio di consegna della corrispondenza per soddisfare al meglio i nuovi bisogni e le nuove abitudini degli italiani, in una fase caratterizzata da una costante diminuzione dei volumi di posta tradizionale e, parallelamente, da un significativo aumento delle spedizioni di pacchi, aumentati nel 2018 di circa il 27% rispetto al 2017.
Ravenna, 23 maggio 2019 – Dopo Ravenna, Cervia, Lugo e Massalombarda, è partito il nuovo servizio di recapito di Poste Italiane anche nel territorio comunale di Faenza, frazioni comprese: il...
2 minuti ago 0 Continua...
  • Bassa Romagna. Parte il bando per la richiesta di contributi alle famiglie per la frequenza ai Centri estivi.

    Bassa Romagna. Parte il bando per la richiesta di contributi alle famiglie per la frequenza ai Centri estivi.

    Il progetto prevede l’erogazione di un contributo economico settimanale fino a 84 euro, per un massimo di 4 settimane di partecipazione, quale abbattimento della retta per la frequenza dei centri estivi nel periodo giugno-settembre 2019. Fermo restando un contributo massimo erogabile pari a 336 euro, è prevista la possibilità di riconoscere il contributo per un numero superiore di settimane nel caso in cui il costo settimanale di frequenza del centro estivo sia inferiore a 84 euro. I destinatari sono i bambini e i ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni con un Isee fino a 28mila euro in cui entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie monoparentali) siano in una delle seguenti condizioni: occupati (ovvero lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati), lavoratori in cassa integrazione, in mobilità oppure disoccupati che partecipino alle misure di politica attiva del lavoro.
    mag 23, 2019 0
  • Lugo. Bike sharing, ecco le nuove bici pubbliche. Disponibili in quei punti in cui sono state posizionate.

    Lugo. Bike sharing, ecco le nuove bici pubbliche. Disponibili in quei punti in cui sono state posizionate.

    Le sedici bici, che rispetto alle precedenti sono dotate di cambio di velocità e quindi risultano molto più maneggevoli da condurre, rappresentano il primo tassello del più ampio progetto del comune di Lugo dedicato alla mobilità ciclabile condivisa. È infatti in corso una valutazione sull’inserimento di un’ulteriore formula di bike sharing, da integrare a questa di tipo tradizionale, con stazioni virtuali o flusso semi libero, dove cioè non sono presenti stazioni fisse di prelievo e restituzione bici, in modo da rispondere alle molteplici esigenze di spostamento dei possibili fruitori del servizio. Chi vorrà utilizzare una delle sedici biciclette per spostarsi comodamente in città può richiedere la chiave del lucchetto all’ufficio Comunico del comune di Lugo (ingresso da largo Rencini) al costo di 8 euro.Il progetto di totale riammodernamento delle postazioni di bike sharing è stato possibile nell’ambito de 'L’Unione fa...bene: mobilità sostenibile casa-scuola a piedi e in bici', finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare.
    mag 22, 2019 0
  • Faenza. Presentato  alla Molinella il 47° Passatore. Alla ‘Cento’ ben 3.300 iscritti: record di sempre!

    Faenza. Presentato alla Molinella il 47° Passatore. Alla ‘Cento’ ben 3.300 iscritti: record di sempre!

    La Cento, anche quest'anno denominata 'Le vie del Sangiovese', è promossa ed organizzata dall'associazione faentina 100 km del Passatore insieme all'omonima Società del Passatore, Uoei, Admo, CISOM della provincia di Ravenna, Csen e Cai, consorzio Vini di Romagna, ai comuni di Faenza, Firenze, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, e alle province di Ravenna e Firenze. La Cento 2019, già valevole quale campionato italiano Fidal 100 km su strada, assoluto e master, sarà ufficialmente anche campionato nazionale croato come accaduto nell’edizione 2015. Anche quest'anno Consorzio Vini di Romagna ha voluto abbinare lo slogan 'Le vie del Sangiovese' alla manifestazione, in omaggio alle strade percorse dai partecipanti durante il tracciato che lega la Toscana alla Romagna, terre dove viene coltivato il vitigno 'Sangiovese' e dal quale vengono ricavati vini d'alta qualità come il Chianti (in Toscana) e il Sangiovese (in Romagna). A meno di due settimane dalla partenza, prevista per sabato 25 maggio alle 15, da piazza del Duomo, a Firenze, risultano 3300 gli atleti attualmente iscritti (erano 3025 all’edizione 2018), stabilendo il record ogni epoca per quanto riguarda la Cento. Tra loro si contano 547 donne, 1250 esordienti, 432 toscani, 157 faentini, 560 emiliano romagnoli ed oltre 120 atleti provenienti da 28 nazioni straniere. Davvero numerosa, quest’anno, la presenza di runners croati, pronti a disputare la corsa in quanto campionato croato di specialità 100 km su strada. Iscritti anche 30 praticanti del nordic walking, disciplina che assegnerà l’ottavo titolo italiano Csen di specialità.
    mag 21, 2019 0
Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il  benessere naturale a portata di mano!

Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il benessere naturale a portata di mano!

Meraviglie naturali ma anche turistiche e culturali, quelle da scoprire nella nuova guida alle Terme dell'Emilia Romagna 2019-2020, insieme alla calorosa accoglienza emiliano-romagnola e alla squisita tradizione enogastronomica. Itinerari accomunati da un unico fil rouge: le benefiche acque termali dell’Emilia Romagna, acque terapeutiche che donano sollievo a piccoli e grandi disturbi, prevengono patologie e infondono relax grazie all'elevata concentrazione di preziosi elementi. All'interno dei differenti centri termali dislocati in tutta la regione, ci si può sottoporre a trattamenti terapeutici e riabilitativi, riconosciuti dal Servizio sanitario nazionale. Infatti le terapie con acqua termale vengono utilizzate per contrastare l'insorgere di patologie respiratorie, osteoarticolari e dermatologiche - sia in adulti che bambini - oltre che a favorire la riabilitazione e la riattivazione della circolazione. Sono 24 i centri termali che si possono visitare e in cui soggiornare in Emilia Romagna, in 19 località diverse, che si caratterizzano tutte per l’attenzione alla salute, al benessere e al relax. In un territorio dai tratti tipici squisitamente marcati, dove gustare prodotti della cucina autentica tradizionale e passeggiare attraverso borghi storici e bellezza paesaggistiche senza eguali, l’esperienza termale completa il quadro portando benessere a 360 gradi.
EMILIA ROMAGNA. Le ultime proposte di salute e benessere delle terme dell’Emilia Romagna per la stagione 2019-2020 sono ora disponibili nella nuova guida, realizzata da Coter – Consorzio del Circuito termale...
1 giorno ago 0 Continua...
  • Santarcangelo d/R. Quattro opere del Cagnacci tornate a casa. All’ osteria ‘ La Sangiovesa’.

    Santarcangelo d/R. Quattro opere del Cagnacci tornate a casa. All’ osteria ‘ La Sangiovesa’.

    Manlio Maggioli, noto imprenditore locale, ha riportato a Santarcangelo, città natale del Cagnacci, due piccoli ritratti, ‘San Bernardino’ e ‘Testa di ragazzo cieco’, e due quadri che hanno entrambi come soggetto la Madonna penitente. I quadri sono stati esposti ( almeno inizialmente) alla ‘Sangiovesa’, ristorante della famiglia Maggioli, nato da una intuizione di Tonino Guerra. Mentre le opere sono state presentate alla Rocca dal critico Vittorio Sgarbi. Che del Cagnacci possiede una preziosa tela, ‘Allegoria del tempo ( La vita umana)’, molto valutata. 'Preziosa, sì; e comunque - ha sottolineato il critico ferrarese - sono ( anche) questa e queste, tutte buone opere del pittore santarcangiolese, ognuna di esse significativa perché mostrano la sua evoluzione artistica. Ma ho consigliato a Maggioli di non fermarsi qui, di andare avanti con la sua collezione. L’ho invitato a comprare ( anche) qualche opera di Francesco Rustici ( noto come ‘Rustichino’), artista toscano che è stato tra i maestri del Cagnacci'.
    mag 20, 2019 0
  • Parma. Mostra: ‘La fortuna della Scapiliata di Leonardo’. Al complesso monumentale della Pilotta.

    Parma. Mostra: ‘La fortuna della Scapiliata di Leonardo’. Al complesso monumentale della Pilotta.

    Accanto a quelle di Leonardo, il pubblico vi potrà ammirare opere di altissimo livello di Gherardo Starnina, Bernardino Luini, Hans Holbein, Tintoretto, Giovanni Lanfranco..., tutte riunite intorno alla affascinante 'Scapiliata', patrimonio del Complesso monumentale della Pilotta di Parma. La mostra, organizzata dal Complesso monumentale della Pilotta e Fondazione Cariparma, rientra tra quelle ufficiali del Comitato nazionale per le Celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Nessuna cuffia, nessuna crocchia o velo intorno al volto, bellissimo ed intenso. Ma capelli liberi, lunghi, scarmigliati da un vento che irrompe violento in scena. Lei ha gli occhi rivolti in basso, pudica e quasi solenne. Ma, grazie alla sua chioma libera e selvaggia, appare intensamente seduttiva. La 'Scapiliata' di Leonardo è forza, libertà, femminilità. In questa tavoletta Leonardo dipinge esattamente ciò che lui stesso ha suggerito, a proposito della raffigurazione della chioma della figura femminile, nel Trattato sulla pittura: 'Fa tu adunque alle tue teste gli capegli scherzare insieme col finto vento intorno agli giovanili volti, e con diverse revolture graziosamente ornargli'. 'Qui Leonardo non realizza semplicemente una icona di bellezza femminile ma molto di più. Con uno sperimentalismo unico nel suo genere, riesce a riassumere la complessità divina della realtà', sottolineano i due curatori, il professor Pietro Marani e il direttore della Pilotta, Simone Verde.Mostra a cura di Pietro C. Marani e Simone Verde.Quattro le sezioni della rassegna.
    mag 15, 2019 0
  • Romagna. Continua il maltempo. Che colpisce diversi comuni della fascia costiera romagnola.

    Romagna. Continua il maltempo. Che colpisce diversi comuni della fascia costiera romagnola.

    Non cessa il maltempo. Con dispiegamento di forze da parte del Gruppo Hera per affrontare la situazione metereologica che sta colpendo diversi comuni della fascia costiera romagnola. La multiutility, in particolare, è intervenuta sulle spiagge potenziando le proprie squadre d’intervento che stanno lavorando, già dalla giornata di ieri, alle operazioni di accatastamento del materiale trasportato sulla spiaggia dal mare. Oltre 20 operatori, con 12 camion e 3 pale sono in attività nei comuni di Rimini, Riccione, Cattolica, Misano e Bellaria dove si prevede di raccogliere circa 4500 metri cubi di materiale prevalentemente ligneo. Il Gruppo Hera prevede di riportare la condizione delle spiagge alla normalità entro 10 giorni, salvo ulteriori variazioni del meteo che potrebbero incidere sullo svolgimento dei lavori.
    mag 15, 2019 0
Non solo sport. Il gambero ‘rossa’ e le ‘ frecce’ sempre più spavalde. Vola il Giro, si ferma la ‘nostra’ Signora.

Non solo sport. Il gambero ‘rossa’ e le ‘ frecce’ sempre più spavalde. Vola il Giro, si ferma la ‘nostra’ Signora.

A noi tocca di vedere le vicende del gran ' circus' automobilistico dall'esterno, da sopra un divano, e quindi con conoscenza attenta ma non diretta di persone, fatti e cose. Abbiamo delle impressioni. Non da svolazzanti, visto che molti altri le condividono. Ebbene, a noi non fa altro che tornare alla mente quello straordinario uomo col ' maglioncino blu' che dopo la Fiat aveva riportato tra le aziende leader anche la ' rossa' di Maranello. Riportata in condizioni di competere e (perfino) sopravanzare le ' frecce d'argento'. Ma ora, che quella carismatica presenza non c'è più, in casa della 'rossa', sembra tutto riavvolgersi all'indietro. Agli anni della desolazione. Con un Binotto ( e sui ragazzi) confuso e senza più ' poteri magici' . Toto, ovviamente, con quel suo camice bianco sterilizzato, esulta. Concedendosi perfino il lusso d'un derby per il titolo circoscritto ai suoi due driver . A breve si correrà sulle impervie stradine di Montercarlo, circuito prestigioso ma ( soprattutto) per chi ha casa e residenza fiscale nel feudo dei genovesi Grimaldi. Ma questo conterà poco. Perchè quello è un circuito a sè stante. Forse ( particolarmente) appetibile al giovane Leclerc, che del principato è nativo. Ma ( poco) o nulla più, per valutare una stagione della 'rossa' che s'annuncia ( speriam d'essere smentiti) tra le peggiori mai fatte. Con Binotto non più Binotto. E con due driver non in grado d'affrontare perfino il redivivo Bottas. Seba ci sembra sazio, mentre Carletto deve ancora digerir pagnotte per metter all'angolo quel genio del Toto che ben sa ' alternare' i suoi due ' fenomeni' al volante. Di qualsiasi pista al mondo. Da rimarcare, come nota a margine, che in Spagna dopo le due Mercedes, s' è portato lo smanioso Vestappen con la RedBull: ci sovvengono però i brividi, nel pensare che non solo i soliti di Stoccarda ma anche altri in altre terre acquartierati potranno disporre ( nei prossimi Gp) della (pur) sempre mitica ' rossa'. Vediam. Uno sguardo al weekend.
LA CRONACA DAL DIVANO. Il Giro s’en  va frusciando da Bologna per le strade d’Italia,  con la sua prima maglia rosa vestita all’ombra del santuario di San Luca, mentre il...
10 giorni ago 0 Continua...
  • Non solo sport. Coppe: en plein Premier. Ma è vera gloria? Torna la F1 al Montmelò. Riparte il Giro.

    Non solo sport. Coppe: en plein Premier. Ma è vera gloria? Torna la F1 al Montmelò. Riparte il Giro.

    Guastar la festa non è bello. Anche perchè, oltre a risultare antipatici, si rischia di farsi mandare ' a quel paese'. Eppure quel Made in England stampigliato da quattro loro squadre sulle finali di Coppe europee di calcio, non ci convince più di tanto.Non è una questione di ranking Uefa che, a questo punto, volgerà nettamente a favore dei valorosi d'Albione. Togliendoci quella ( non remota) possibilità di affiancarli e superarli. E' una questione di trasparenza che nello sport, qualsiasi sport, non è solo forma ma sostanza. I ragazzi che s'affacciano sullo sport credono in quel che vedono ed 'ingannarli' non 'conviene' a nessuno. Di qua e aldilà dell'Alpe. Veniamo al sospetto, che non è una prova, ma solo un sospetto. Delle beghe con l'antidoping di Ramos lasciamo perdere. Rivolgiamo invece lo sguardo sui vari campi di gioco, dove le figlie calcistiche d'Albione hanno fatto sfracelli. Correndo a perdifiato. Fin oltre i tempi supplementari, come i 'reeds' con i ' lancieri', più giovani ma questo ( evidentemente) poco importa quando nella mischia si possono gettare energie prodigiose che rendono poca cosa perfino il ' genio della lampada del calcio di tutti i tempi', costretto ad assistere più che a partecipare. Trema San Siro, vetusto e glorioso. Ma oramai ai calcinacci. Speriamo solo che Milan sia Milan, quella che ' respira' moderna Europa e non troglodito Medioevo. Si riavvia il Giro, 102°, corsa meravigliosa, la più meravigliosa ( e difficile) del Mondo. Infatti si può vincere il Tour, o una Vuelta, ma se non si aggiunge al palmares anche il Giro, le porte dell' immortalità sportiva restano chiuse ( o quasi). Favorito è il nostro Nibali, ma non mancano altri ( autorevoli) pretendenti. Fognini è stato fermato da Thiem, ma il suo obiettivo resta Roma. Che per quel che riguarda il basket sembra aver ritrovato partner e budget per tornare in alto. Match ball Perugia. Con il terribile Leon, 25 anni, avverso al Civitanova, ( sabato 10) a gara -4. Da rammentare che sui nostri parquet gioca la meglio gioventù pallavolistica del Mondo.Torna in pista nel weekend anche la F1. Al Montemelò, quinta delle ventun gare in calendario. Con la 'rossa' obbligata ad interrompere le doppiette (finora) acquisite dalle ' frecce d'argento'. Più impegnate nel derby interno che contro la 'nostra'. Laddove la nostra speme è più quella di vertere sul giovane Leclerc che sul logoro Vettel.
    mag 10, 2019 0
  • Non solo sport. Moto3: Antonelli-Suzuki,’doppia’ per il Sic. Il 70° della scomparsa del Toro degli Immortali.

    Non solo sport. Moto3: Antonelli-Suzuki,’doppia’ per il Sic. Il 70° della scomparsa del Toro degli Immortali.

    In questo frangente assai emblematico, a due storie ci par d'obbligo riferirsi: quella del Grande Airone di Castellania ( scomparso il 2 gennaio 1960) e il Grande Toro ' distrutto' in un incidente aereo sul colle di Superga il 4 maggio di sett'anni fa. Del primo basta rifarsi alla penna d'Orio Vergani; del secondo alla lettura fatta a voce limpida dal suo giovane odierno capitano Andrea Bellotti della lapide in cui restano marchiati ad imperitura memoria giocatori, dirigenti, tecnici e componenti dell'equipaggio. Gli adolescenti, ai quali bisognerebbe rammentare più e più volte le radici sulle quale affondano i lori piedi in in un contesto tanto disperso, non impiegano tanto a cogliere nessi e valori e sottintesi. Anzi. Sono proprio loro che davanti a cotal passato possono (ri)assumere linfa vera, benefica e duratura per evitare di'disperdersi' tra i falsi miti, valori e maestri d'un epoca ( non soltanto) social. Venendo invece al weekend, ci spiace dire che se c'è uno che ( checchè ne dicano i suoi ammiratori) non esalta l'esaltante disciplina delle moto da corsa, quello è proprio il Marc Marquez, 26 anni, cataluno , passato dopo eremitica cavalcata in testa alla graduatoria di categoria prenotando l'ennesimo ( ottavo?) titolo mondiale. Dietro lui galleggia una picciol folla di talenti vecchi e nuovi, mentre quello che potrebbe metterlo davvero in riga parte ( quasi) sempre dalle retrovie nella ( sempre più) vana speranza di cogliere il suo decimo sigillo iridato. E tuttavia lo sport , questa volta, a Jerez, s'è arricchito di un'altra incredibile pagina: in Moto3, infatti, il rispettoso Antonelli del team di Paolo Simoncelli, coraggioso padre del sempre caro Sic, è riuscito nell'impresa di rammentare a tutti che proprio sulla bella pista spagnola il compianto campione italiano aveva aveva colto ( qualche anno fa) il suo primo lauro in Moto Gp. Dietro a lui il giovin Suzuki, compagno di squadra che del Sol Levante conserva di certo il taglio degli occhi ma non la loquela chiara e vivace con cadenze da ' motor valley machigiano-romagnola'. Balzando dalle moto al calcio, 35a giornata, dopo il 'crudele' 1-1 nel derby di Torino non si può non notare che la vittoria dell'Empoli ( 1-0 sulla Viola) complica di molto la lotta per la Champions e (soprattutto) per la salvezza. Tanto più che la banda Gasp sbancato l'Olimpico ( 1-3) sì è portata ( salvo errori) a 62 punti, uno dietro alla Beneamata e ( almeno) tre sul Milan ( che dovrà giocare lunedì sera contro quell'osso duro del Bologna del Sinisa). L'Empoli a 32 punti raschia infatti le terga di Udinese ( 0-0 con l'Inter ), ma anche di Genoa e perfino di Parma e Bologna. Al contempo la Spal, 0-4 al Chievo, s'è assicurata la permanenza in Serie A. Mentre il Frosinone è retrocesso in Serie B.
    mag 05, 2019 0
  • Non solo sport. ‘Rossa’, sì, ma di vergogna! Un ‘mucchio’ per la Champions. Diavolo, oramai fuori?

    Non solo sport. ‘Rossa’, sì, ma di vergogna! Un ‘mucchio’ per la Champions. Diavolo, oramai fuori?

    La Signora pareggia ( 1-1) con la Beneamata, e festeggia il 600°gol del suo Ufo. Volano la Roma contro il Cagliari ( ormai salvo), la Lazio contro la Samp ( ormai sazia) mentre restano da vedere la Dea contro l'Udinese ( in pericolo retrocessione) e la Viola contro il Sassuolo ( bello e pacioso). Vola anche il Bologna del Sinisa, ormai in zona salvezza, mentre per l'Empoli si profilano ( si fa per dire) le fiamme dell'inferno. Un Sinisa ermetico, che ha saputo conquistare il cuore di Bologna la grassa, ma che non si sbottona sul suo futuro. Si vede che a roderlo è il tarlo dell'esperienza in altro campionato. Che ci può stare. Come ci può stare che, poi, ad esperienza svolta, si possa tornare in fretta in quel campionato tanto bistrattato ma che con qualche moderno stadio in più potrebbe tentare la risalita verso l'abituale vetta continentale. Riguardo ai ritorni, da segnalare quello del buon Sarri. Sempre appeso ad un filo. Non dovesse guadagnarsi il quarto posto Champions, potrebbe davvero ricevere il benservito dalla coppia di ex spendaccioni provenienti dalla steppa che riguardo a fair play poco o nulla hanno da imparare da chicchessia. Intanto, a margine, si fa per dire, qualcuno comunque figlio o figliastro della ( sbandierata) cultura inglese dello sport, sembra essersi ( più volte) avvicinato al nostro buon Sarri apostrofandolo ( più o meno) così: 'Italiano, di m... quando te ne vai? '. Una nota, infine, per le auto. Tornate in pista, per il quarto appuntamento annuale, a Baku, in Azerbaijgian. Diciamo che si sono viste due facce: una, durante le prove, e dominata dalla 'rossa' ( nonostante il botto contro muricciuolo del giovin Leclerc ); due, in gara, con le 'frecce d'argento' inarrivabili per tutti gli altri, e impegnate più in un derby interno che altro. Leclerc, a margine, rimpiange di non essersi fermato prima, con la muta d'argento alle spalle che gli divorava secondi metro dopo metro. Ce lo siam chiesti anche noi! Mah! Gestione da polli? Mentre il buon Seba ci è apparso ( a dirla intera) più un arrivato che un guerriero da battaglia. Vediamo, intanto che dire? Poco o nulla, se non riportare le dolorose e scontate parole del suo capoccia, Agnelli il presidente orfano Marchionne: 'La Mercedes è forte e fortunata. Ma noi ci siamo, forza Ferrari!'.
    apr 29, 2019 0
 

Arte & Cultura

L’Italia dei piccoli borghi. Fiumi, montagne, colline, cammini, laghi, grotte e sentieri dedicati ai Santi.

L’Italia dei piccoli borghi. Fiumi, montagne, colline, cammini, laghi, grotte e sentieri dedicati ai Santi.

Conosceremo l’Italia dietro casa – ha dichiarato Galli – con le meraviglie a pochi passi dalle nostre città. Saremo anche in luoghi di santi e poeti. In Emilia Romagna costeggeremo la Riserva naturale di Sasso Fratino oggi Patrimonio dell’Umanità con l’eremo dei Camaldoli. Nel Lazio all’interno del parco dei Monti Aurunci percorreremo l’anello piana di Sant’Onofrio andando alla scoperta dell’interazione tra Natura e Uomo nel corso dei secoli con i passi dello scrittore originario di Pico, Tommaso Landolfi, che in questi luoghi traeva ispirazione per le sue opere. Ed ancora nel Lazio c’è una foresta dedicata a Sant’Arcangelo. Ci entreremo seguendo il sentiero dei 'I Sette segreti della foresta di Sant’Arcangelo'. Si tratta di un percorso che svela passo dopo passo su comodi sentieri, luoghi, suoni, colori, animali, storie, curiosità ed emozioni che solo la natura incontaminata è in grado di regalare. In Liguria ad esempio visiteremo il Convento dei Domenicani dove sarà possibile ammirare le opere del Canavesio mentre a Triora c’è la chiesa di San Bernardino con altre opere del Canavesio. In Emilia Romagna abbiamo le campagne di San Martino un sentiero straordinario che a passo lento offrirà l’opportunità di visitare cappelle ed allo stesso tempo ammirare agro-paesaggi di pianura. Lungo le campagne di San Martino conosceremo le tradizioni del mondo agrario e vedremo come tali tradizioni si leghino indissolubilmente ai cicli stagionali della natura.
1 giorno ago 0 Continua...

Eventi

Rimini. Prima stagione del teatro ‘Galli’: 15 mila  per concerti e spettacoli e 10 mila visite guidate.

Rimini. Prima stagione del teatro ‘Galli’: 15 mila per concerti e spettacoli e 10 mila visite guidate.

Un bilancio che arriva a chiusura di una stagione inaugurale trascinata dall’entusiasmo e in previsione di un secondo anno di programmazione denso di appuntamenti e novità, che saranno anticipate sabato 1° giugno in occasione della presentazione al pubblico della 70esima edizione della Sagra musicale malatestiana, che si aprirà il 3 agosto con il concerto diretto dal maestro Riccardo Muti.Tornando ai numeri, sono state circa 15mila le presenze agli spettacoli e ai concerti (al netto dei vari eventi gratuiti) ospitati a teatro dal 28 ottobre, giorno dell’inaugurazione con la Cenerentola di Cecilia Bartoli, fino ad aprile scorso. Se il dato delle presenze è ottimo e in parte atteso, è invece sorprendente il numero delle persone che in questi mesi hanno partecipato alle tante visite guidate organizzate per approfondire la storia del Teatro e conoscere i dettagli della sua ricostruzione: da dicembre alla scorsa settimana sono stati contati circa 9.300 visitatori, tra gruppi di adulti e le scolaresche.
1 giorno ago 0 Continua...
 
Non solo sport. Pep, un ‘fantasma’  per la Signora? Mister Pallotta, ma che fa? L’omerica ode al Fausto.

Giovani

Non solo sport. Pep, un ‘fantasma’ per la Signora? Mister Pallotta, ma che fa? L’omerica ode al Fausto.

Ad esempio, sempre alla Signora, attribuiscono il Sarri impegnato ( senza amore ricambiato ) nella perfida Albione, ventilando però, sotto banco, il 'fantasma Guardiola'.'Un fantasma - si legge Dentro la notizia della 'rosea' - si aggira per l'Europa e incombe sull'Italia. Agita la borsa, soffia sulle puntate dei bookmaker, alimenta furiosamente i social, dà corpo ai sogni di gran parte della gente che tifa Juve e che tiene aperti gli occhi sul dopo Allegri. Il fantasma ha il fisco affilato e la barca incolta del Pep... Qualcuno è sicuro d'averlo visto a Milano, con dirigenti Juve. In Porta Nuova, nel cuore di Brera che non c'entra col grande Gianni, antico maestro di giornalismo ... '. Nel contempo, si annuncia l'ok di Marquinos, 60 mln ( con addio a Pjanic, 80 mln). Per quel che riguarda la Beneamata, invece, non si vede l'ora di salutare l'alterno Perisic, 31 anni, per dar luogo a Lukaku, 26 anni, graditissimo al ' possibile' Conte Dracula, oramai dato per ' certo' sotto la Madonnina. Movimenti ci sono, come si vede, anche clamorosi, ma tutti da confermare. Come da ribadire sarebbe per le Milanesi la volontà o no di farsi uno stadio di proprietà. Unica strada certa per la risalita in Europa. Che può anche non passare dalle parti dell'Amministrazione milanese, visto che per questa basterebbe aggiustare i calcinacci che sempre più fragorosi cadono dal terzo anello dello stadio più prestigioso al Mondo ( 10 Champions, 16 finaliste e 36 Scudetti) piuttosto che agevolare un impianto come 'Dio comanda' proiettato su quanto resta di questo secolo. Al Milan sembrerebbero ai saluti i due ' belli', ex colonne portanti in campo del Diavolo, ovvero Leo e Maldo, per lasciar posto a tale Campos, 54 anni, al Lilla dal 2017, scopritore di talenti. Sì, di talenti, ma per far tornare grande la grande squadra milanese o per trovare ' bagge' utili a far cassa Altrove? Sia chiaro, l'eventuale nuovo arrivo, perchè sui Campos di cui si canta i fans potranno tranquillamente scatenarsi. Elliot o non Elliot volente.
Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

Sanità & Benessere

Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

La rete ciclopedonale della città di Rimini, che si sviluppa lungo oltre 100 chilometri, dà mille opportunità di scoperta per chi decide di lasciare l’auto a casa o in albergo. I percorsi ciclabili permettono a cittadini e turisti di vivere e conoscere la città in tutta comodità. Così la pedalata 'vista mare', lungo tutto il lungomare sud, permette di andare dal porto di Rimini fino al confine con Riccione sulla pista ciclabile, costeggiando gli stabilimenti balneari. Il percorso 'Anello Verde' dal mare (piazzale Kennedy) conduce al Palacongressi e al parco Giovanni Paolo II, che costeggia il suggestivo lago abitato da anatre e cigni, fino a raggiungere, attraverso l'argine del torrente Ausa, il polmone verde di Rimini, il ponte di Tiberio ed il caratteristico Borgo di S. Giuliano. Proprio dal bimillenario ponte di Tiberio, parte il percorso che si snoda lungo l'alveo del fiume Marecchia, che permette di attraversare, partendo dalla foce, lo splendido paesaggio fluviale della Valmarecchia che conduce fino a Novafeltria. Un percorso che unisce le bellezze naturalistiche a quelle storiche permettendo di ammirare gli antichi borghi come Verucchio, Torriana, Montebello e San Leo.
Faenza. Poste italiane: partito il nuovo modello di recapito ‘ Joint Delivery’. Due le reti operative.

Economia

Faenza. Poste italiane: partito il nuovo modello di recapito ‘ Joint Delivery’. Due le reti operative.

La nuova organizzazione è articolata su due reti di recapito distinte, seppur integrate: la prima, denominata 'Linea di Base', garantisce la consegna quotidiana di tutti i prodotti postali nella propria area di competenza; la seconda, chiamata 'Linea Business', è dedicata alla consegna dei pacchi e dei prodotti e-commerce in fasce orarie estese fino alle 19.45 e al sabato mattina. La flotta aziendale del centro di recapito di via Naviglio a Faenza è costituita da 8 motomezzi, 4 mezzi furgonati Fiorino, 27 autoveicoli Panda e 2 Free Duck (quadricicli elettrici). Sono 2.200 i km totali giornalieri percorsi nel territorio di competenza, 24.472 i civici serviti, che corrispondono a 40.191 famiglie e 5.594 fra uffici, aziende e attività commerciali. I volumi medi di corrispondenza gestiti quotidianamente riguardano 1.176 oggetti di posta registrata, 252 pacchi e 1.334 kg. di posta ordinaria. Con il 'Joint Delivery', grazie anche all’accordo sottoscritto con le Organizzazioni sindacali, Poste Italiane ha voluto rinnovare il servizio di consegna della corrispondenza per soddisfare al meglio i nuovi bisogni e le nuove abitudini degli italiani, in una fase caratterizzata da una costante diminuzione dei volumi di posta tradizionale e, parallelamente, da un significativo aumento delle spedizioni di pacchi, aumentati nel 2018 di circa il 27% rispetto al 2017.
Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il  benessere naturale a portata di mano!

Gusto & Cucina

Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il benessere naturale a portata di mano!

Meraviglie naturali ma anche turistiche e culturali, quelle da scoprire nella nuova guida alle Terme dell'Emilia Romagna 2019-2020, insieme alla calorosa accoglienza emiliano-romagnola e alla squisita tradizione enogastronomica. Itinerari accomunati da un unico fil rouge: le benefiche acque termali dell’Emilia Romagna, acque terapeutiche che donano sollievo a piccoli e grandi disturbi, prevengono patologie e infondono relax grazie all'elevata concentrazione di preziosi elementi. All'interno dei differenti centri termali dislocati in tutta la regione, ci si può sottoporre a trattamenti terapeutici e riabilitativi, riconosciuti dal Servizio sanitario nazionale. Infatti le terapie con acqua termale vengono utilizzate per contrastare l'insorgere di patologie respiratorie, osteoarticolari e dermatologiche - sia in adulti che bambini - oltre che a favorire la riabilitazione e la riattivazione della circolazione. Sono 24 i centri termali che si possono visitare e in cui soggiornare in Emilia Romagna, in 19 località diverse, che si caratterizzano tutte per l’attenzione alla salute, al benessere e al relax. In un territorio dai tratti tipici squisitamente marcati, dove gustare prodotti della cucina autentica tradizionale e passeggiare attraverso borghi storici e bellezza paesaggistiche senza eguali, l’esperienza termale completa il quadro portando benessere a 360 gradi.
Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il  benessere naturale a portata di mano!

Moda & Bellezza

Emilia Romagna. Nuova guida ‘Terme e benessere’: il benessere naturale a portata di mano!

Meraviglie naturali ma anche turistiche e culturali, quelle da scoprire nella nuova guida alle Terme dell'Emilia Romagna 2019-2020, insieme alla calorosa accoglienza emiliano-romagnola e alla squisita tradizione enogastronomica. Itinerari accomunati da un unico fil rouge: le benefiche acque termali dell’Emilia Romagna, acque terapeutiche che donano sollievo a piccoli e grandi disturbi, prevengono patologie e infondono relax grazie all'elevata concentrazione di preziosi elementi. All'interno dei differenti centri termali dislocati in tutta la regione, ci si può sottoporre a trattamenti terapeutici e riabilitativi, riconosciuti dal Servizio sanitario nazionale. Infatti le terapie con acqua termale vengono utilizzate per contrastare l'insorgere di patologie respiratorie, osteoarticolari e dermatologiche - sia in adulti che bambini - oltre che a favorire la riabilitazione e la riattivazione della circolazione. Sono 24 i centri termali che si possono visitare e in cui soggiornare in Emilia Romagna, in 19 località diverse, che si caratterizzano tutte per l’attenzione alla salute, al benessere e al relax. In un territorio dai tratti tipici squisitamente marcati, dove gustare prodotti della cucina autentica tradizionale e passeggiare attraverso borghi storici e bellezza paesaggistiche senza eguali, l’esperienza termale completa il quadro portando benessere a 360 gradi.
L’Italia dei piccoli borghi. Fiumi, montagne, colline, cammini, laghi, grotte e sentieri dedicati ai Santi.

Turismo & Vacanze

L’Italia dei piccoli borghi. Fiumi, montagne, colline, cammini, laghi, grotte e sentieri dedicati ai Santi.

Conosceremo l’Italia dietro casa – ha dichiarato Galli – con le meraviglie a pochi passi dalle nostre città. Saremo anche in luoghi di santi e poeti. In Emilia Romagna costeggeremo la Riserva naturale di Sasso Fratino oggi Patrimonio dell’Umanità con l’eremo dei Camaldoli. Nel Lazio all’interno del parco dei Monti Aurunci percorreremo l’anello piana di Sant’Onofrio andando alla scoperta dell’interazione tra Natura e Uomo nel corso dei secoli con i passi dello scrittore originario di Pico, Tommaso Landolfi, che in questi luoghi traeva ispirazione per le sue opere. Ed ancora nel Lazio c’è una foresta dedicata a Sant’Arcangelo. Ci entreremo seguendo il sentiero dei 'I Sette segreti della foresta di Sant’Arcangelo'. Si tratta di un percorso che svela passo dopo passo su comodi sentieri, luoghi, suoni, colori, animali, storie, curiosità ed emozioni che solo la natura incontaminata è in grado di regalare. In Liguria ad esempio visiteremo il Convento dei Domenicani dove sarà possibile ammirare le opere del Canavesio mentre a Triora c’è la chiesa di San Bernardino con altre opere del Canavesio. In Emilia Romagna abbiamo le campagne di San Martino un sentiero straordinario che a passo lento offrirà l’opportunità di visitare cappelle ed allo stesso tempo ammirare agro-paesaggi di pianura. Lungo le campagne di San Martino conosceremo le tradizioni del mondo agrario e vedremo come tali tradizioni si leghino indissolubilmente ai cicli stagionali della natura.
Non solo sport. Pep, un ‘fantasma’  per la Signora? Mister Pallotta, ma che fa? L’omerica ode al Fausto.

Sport

Non solo sport. Pep, un ‘fantasma’ per la Signora? Mister Pallotta, ma che fa? L’omerica ode al Fausto.

Ad esempio, sempre alla Signora, attribuiscono il Sarri impegnato ( senza amore ricambiato ) nella perfida Albione, ventilando però, sotto banco, il 'fantasma Guardiola'.'Un fantasma - si legge Dentro la notizia della 'rosea' - si aggira per l'Europa e incombe sull'Italia. Agita la borsa, soffia sulle puntate dei bookmaker, alimenta furiosamente i social, dà corpo ai sogni di gran parte della gente che tifa Juve e che tiene aperti gli occhi sul dopo Allegri. Il fantasma ha il fisco affilato e la barca incolta del Pep... Qualcuno è sicuro d'averlo visto a Milano, con dirigenti Juve. In Porta Nuova, nel cuore di Brera che non c'entra col grande Gianni, antico maestro di giornalismo ... '. Nel contempo, si annuncia l'ok di Marquinos, 60 mln ( con addio a Pjanic, 80 mln). Per quel che riguarda la Beneamata, invece, non si vede l'ora di salutare l'alterno Perisic, 31 anni, per dar luogo a Lukaku, 26 anni, graditissimo al ' possibile' Conte Dracula, oramai dato per ' certo' sotto la Madonnina. Movimenti ci sono, come si vede, anche clamorosi, ma tutti da confermare. Come da ribadire sarebbe per le Milanesi la volontà o no di farsi uno stadio di proprietà. Unica strada certa per la risalita in Europa. Che può anche non passare dalle parti dell'Amministrazione milanese, visto che per questa basterebbe aggiustare i calcinacci che sempre più fragorosi cadono dal terzo anello dello stadio più prestigioso al Mondo ( 10 Champions, 16 finaliste e 36 Scudetti) piuttosto che agevolare un impianto come 'Dio comanda' proiettato su quanto resta di questo secolo. Al Milan sembrerebbero ai saluti i due ' belli', ex colonne portanti in campo del Diavolo, ovvero Leo e Maldo, per lasciar posto a tale Campos, 54 anni, al Lilla dal 2017, scopritore di talenti. Sì, di talenti, ma per far tornare grande la grande squadra milanese o per trovare ' bagge' utili a far cassa Altrove? Sia chiaro, l'eventuale nuovo arrivo, perchè sui Campos di cui si canta i fans potranno tranquillamente scatenarsi. Elliot o non Elliot volente.
Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

Ambiente & Animali

Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

La rete ciclopedonale della città di Rimini, che si sviluppa lungo oltre 100 chilometri, dà mille opportunità di scoperta per chi decide di lasciare l’auto a casa o in albergo. I percorsi ciclabili permettono a cittadini e turisti di vivere e conoscere la città in tutta comodità. Così la pedalata 'vista mare', lungo tutto il lungomare sud, permette di andare dal porto di Rimini fino al confine con Riccione sulla pista ciclabile, costeggiando gli stabilimenti balneari. Il percorso 'Anello Verde' dal mare (piazzale Kennedy) conduce al Palacongressi e al parco Giovanni Paolo II, che costeggia il suggestivo lago abitato da anatre e cigni, fino a raggiungere, attraverso l'argine del torrente Ausa, il polmone verde di Rimini, il ponte di Tiberio ed il caratteristico Borgo di S. Giuliano. Proprio dal bimillenario ponte di Tiberio, parte il percorso che si snoda lungo l'alveo del fiume Marecchia, che permette di attraversare, partendo dalla foce, lo splendido paesaggio fluviale della Valmarecchia che conduce fino a Novafeltria. Un percorso che unisce le bellezze naturalistiche a quelle storiche permettendo di ammirare gli antichi borghi come Verucchio, Torriana, Montebello e San Leo.
Bassa Romagna. Parte il bando per la richiesta di contributi alle famiglie per la frequenza ai Centri estivi.

Diritto

Bassa Romagna. Parte il bando per la richiesta di contributi alle famiglie per la frequenza ai Centri estivi.

Il progetto prevede l’erogazione di un contributo economico settimanale fino a 84 euro, per un massimo di 4 settimane di partecipazione, quale abbattimento della retta per la frequenza dei centri estivi nel periodo giugno-settembre 2019. Fermo restando un contributo massimo erogabile pari a 336 euro, è prevista la possibilità di riconoscere il contributo per un numero superiore di settimane nel caso in cui il costo settimanale di frequenza del centro estivo sia inferiore a 84 euro. I destinatari sono i bambini e i ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni con un Isee fino a 28mila euro in cui entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie monoparentali) siano in una delle seguenti condizioni: occupati (ovvero lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati), lavoratori in cassa integrazione, in mobilità oppure disoccupati che partecipino alle misure di politica attiva del lavoro.
Faenza. Poste italiane: partito il nuovo modello di recapito ‘ Joint Delivery’. Due le reti operative.

Web & Tech

Faenza. Poste italiane: partito il nuovo modello di recapito ‘ Joint Delivery’. Due le reti operative.

La nuova organizzazione è articolata su due reti di recapito distinte, seppur integrate: la prima, denominata 'Linea di Base', garantisce la consegna quotidiana di tutti i prodotti postali nella propria area di competenza; la seconda, chiamata 'Linea Business', è dedicata alla consegna dei pacchi e dei prodotti e-commerce in fasce orarie estese fino alle 19.45 e al sabato mattina. La flotta aziendale del centro di recapito di via Naviglio a Faenza è costituita da 8 motomezzi, 4 mezzi furgonati Fiorino, 27 autoveicoli Panda e 2 Free Duck (quadricicli elettrici). Sono 2.200 i km totali giornalieri percorsi nel territorio di competenza, 24.472 i civici serviti, che corrispondono a 40.191 famiglie e 5.594 fra uffici, aziende e attività commerciali. I volumi medi di corrispondenza gestiti quotidianamente riguardano 1.176 oggetti di posta registrata, 252 pacchi e 1.334 kg. di posta ordinaria. Con il 'Joint Delivery', grazie anche all’accordo sottoscritto con le Organizzazioni sindacali, Poste Italiane ha voluto rinnovare il servizio di consegna della corrispondenza per soddisfare al meglio i nuovi bisogni e le nuove abitudini degli italiani, in una fase caratterizzata da una costante diminuzione dei volumi di posta tradizionale e, parallelamente, da un significativo aumento delle spedizioni di pacchi, aumentati nel 2018 di circa il 27% rispetto al 2017.
Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

Volontariato

Rimini. Mille idee in bici, per scoprire la città. Con i tanti eventi organizzati per i bike lover.

La rete ciclopedonale della città di Rimini, che si sviluppa lungo oltre 100 chilometri, dà mille opportunità di scoperta per chi decide di lasciare l’auto a casa o in albergo. I percorsi ciclabili permettono a cittadini e turisti di vivere e conoscere la città in tutta comodità. Così la pedalata 'vista mare', lungo tutto il lungomare sud, permette di andare dal porto di Rimini fino al confine con Riccione sulla pista ciclabile, costeggiando gli stabilimenti balneari. Il percorso 'Anello Verde' dal mare (piazzale Kennedy) conduce al Palacongressi e al parco Giovanni Paolo II, che costeggia il suggestivo lago abitato da anatre e cigni, fino a raggiungere, attraverso l'argine del torrente Ausa, il polmone verde di Rimini, il ponte di Tiberio ed il caratteristico Borgo di S. Giuliano. Proprio dal bimillenario ponte di Tiberio, parte il percorso che si snoda lungo l'alveo del fiume Marecchia, che permette di attraversare, partendo dalla foce, lo splendido paesaggio fluviale della Valmarecchia che conduce fino a Novafeltria. Un percorso che unisce le bellezze naturalistiche a quelle storiche permettendo di ammirare gli antichi borghi come Verucchio, Torriana, Montebello e San Leo.