Editoriale

Non solo sport. Calciomercato : germogliano le nostre  squadre. Carucce. Nell’attesa di nuovi stadi.

Non solo sport. Calciomercato : germogliano le nostre squadre. Carucce. Nell’attesa di nuovi stadi.

Di quelli del basket abbiamo giù avuto modo di chiederci se val la pena farli scomodare nei quattro continenti per vestirli di un azzurro che non ( sentono) e non meritano. Vedere l'azzurro fungere da ' sacco delle botte' di questo o quello non è giovevole ad alcuno. Se ne tornino pure i nostri fenomeni ai loro travagli usati, che noi passeremo il nostro tempo con altri sport più meritevoli. Furoreggia in calciomercato. Furoreggia a parole perchè di fatti ce ne stanno ben pochi. Intanto, nessuno vuole abbandonare la Signora, pochi sono entusiasti di vestire il rossonero che, chissà se si sa in giro, è un bicolore che figura tra gli immortali. Anche la Beneamata fatica a dare a Conte quel che vuole Conte. E' arrivato il gigante Lukaku, potrebbe arrivare ' meraviglia' Sanchez. E di Icardi e signora che si fa? Anche lui alla Continassa? Anche DeLa smanetta anche per non far fare un figura barbina al sor Carletto. la Roma, ancora incompleta, ingaggia giovani che, al momento, vanno. Il problema è se sapranno superare la boa di Natale. E comunque sia non ci preoccupiamo perchè sia quel che sia dall'ineffabile cilindro del nostro torneo qualcosa di buono ( e sorprendente) uscirà. Stian certi gli anglofili. Piuttosto continuiamo a battere il taso dei nuovi impianti. Perchè sentir dire che i corridori d'Albione incassano in soli di diritti tivù esteri venti volte noi, fa rabbia. Che di marketing siano afferrati lo sapiamo, che però ci diano tanta distanza non lo accettiamo affatto. Il nostro calcio, con i suoi campanili, i suoi tecnici e i suoi pedatori conta qualche punto di svantaggio ma anche qualche punto di vantaggio. Stanno( al momento) lavorando ai loro ( nuovi) stadi Bergamo, Padova e ( in parte) San Paolo. Stanno per presentare il progetto nuovo San Siro le milanesi; mentre continua a veleggiare in alto mare lo stadio della Roma.
4 giorni ago 0 Continua...
 
Mondaino. La disfida ‘Palio de lo daino’. La palma per la 13a volta a Elia ed Enrico, contrada Montebello.

Mondaino. La disfida ‘Palio de lo daino’. La palma per la 13a volta a Elia ed Enrico, contrada Montebello.

Trentaduesima edizione del Palio del daino. La sfida si è aperta con la disfida dei baliestrieri che ha visto vincitore del tiro con la balestra Fabrizio Ciotti detto Bartolo per la contrada Borgo. Il vincitore della sfida ha avuto il diritto di scelta sull’oca per la successiva corsa. La corsa de le oche è un concentrato di fortuna e destrezza che impegna un giocatore per contrada. Gli animali non sono addestrati e non conoscono il loro conduttore. Al momento del via le oche devono essere spinte lungo il percorso di via Roma per arrivare per prime al traguardo di piazza Maggiore, i conduttori però possono usare solo la loro voce e il battito delle mani e in nessun modo toccare l’animale. Qui il vincitore è stato Elia Tamburini della contrada Montebello. La vittoria nella corsa delle oche dà alla contrada vincitrice il privilegio di scegliere per prima le postazioni di gioco per il vero e proprio Giuocho de lo Palio, che consiste in una sorta di gioco dei 4 cantoni: le squadre sono composte da 2 giocatori per contrada, 8 in tutto, che si dispongono sulle postazioni disegnate su piazza Maggiore, una al centro del cerchio e sette sulla circonferenza. Il Palio è finito ma gli spettacoli sono continuati per tutta la serata nelle vie e per le piazze con giullari, musici, giocolieri e falconieri riscontrando un ottimo consenso da parte del pubblico. Il mercato, gli antichi mestieri e gli accampamenti militari, sapientemente ed accuratamente disposti nei vicoli del paese, hanno stupito i numerosi visitatori. E per sigillare in meraviglia gli oltre 5000 spettatori sono rimasti tutti con il naso all’insù per gustarsi il favoloso cielo mondainese incendiato dagli spumeggianti fuochi artifiziosi che hanno chiuso in modo spettacolare questi intensi quattro giorni di festa, nonostante le restrizioni dovute alla sicurezza.
MONDAINO. Si è chiusa  la trentaduesima edizione del Palio de lo daino. Il bel tempo ha sorriso all’ottima riuscita della festa e nonostante il giorno inaugurale di Ferragosto, che storicamente...
6 giorni ago 0 Continua...
  • Rimini. Sfrecciano col rosso, in piena notte. Ben 2.165 le infrazioni registrate dalle nuove telecamere.

    Rimini. Sfrecciano col rosso, in piena notte. Ben 2.165 le infrazioni registrate dalle nuove telecamere.

    Attualmente sono otto i sistemi di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche, presenti oltre che alle intersezioni di viale Principe Amedeo/via Matteucci/via Perseo e via Caduti di Marzabotto/via di Mezzo/via Jano Planco, anche su via Siracusa/via Tommaseo. Quest’anno è entrato in funzione il vista red sulle vie Beltramini – Sacramora – Morri a Viserba (199 le infrazioni registrate), mentre a inizio del mese è entrata in funzione la telecamera all’incrocio tra la Consolare Rimini-San Marino e via della Grotta Rossa, che in soli cinque giorni ha registrato 82 violazioni. Nonostante l’attività di controllo e repressione, il fenomeno ha ancora dimensioni preoccupanti. Le immagini riprese dalle telecamere dei sistemi di rilevamento automatico - con auto che passano con il rosso sfiorando le biciclette in transito o che sfrecciano in piena notte senza nemmeno rallentare testimoniano come spesso è solo il caso, una manciata di secondi, a fare la differenza e a non trasformare una scorrettezza in una tragedia. Il passaggio con il rosso rappresenta una tra le maggiori cause di incidenti, spesso con gravi conseguenze ai danni delle persone, ed è tra le infrazioni più gravi previste dal codice della strada, punita con una sanzione amministrativa di 163 euro e la decurtazione di 6 punti sulla patente (12 se i conducenti hanno conseguito la patente di guida da meno di tre anni).
    ago 19, 2019 0
  • Rimini.  Una capitale internazionale del Ferragosto, grazie ai top deejay,a mare di fuoco e alla cultura.

    Rimini. Una capitale internazionale del Ferragosto, grazie ai top deejay,a mare di fuoco e alla cultura.

    La spiaggia è stata il cuore pulsante del Ferragosto anche grazie a ‘Un mare di fuoco’, l’evento organizzato da Spiaggia Rimini Network e che ha coinvolto 20 stabilimenti balneari (dal 130 al 150) lungo 2 km con più di 15 punti intrattenimento tra fachiri, mangiafuochi, danzatori, incantatori e fuochi d’artificio. Oltre 25 mila le persone che hanno assistito alle decine di performance e alle 3 ore di musica live, coronati dagli immancabili fuochi d’artificio. Molto gradita dagli ospiti anche l’offerta culturale: nella sola giornata di mercoledì 14 agosto sono state 600 le presenze al Museo della Città e alla Domus del chirurgo, 800 le persone che hanno visitato il Teatro Galli e 300 i visitatori al Castel Sismondo dove fino al 25 agosto è allestita la mostra a cura di Luca Beatrice ‘Revolutions. L'arte del mondo nuovo - 30 anni dopo’. Come sempre apprezzatissima l’ormai tradizionale rassegna Tiberio CinePicnic, col maxischermo posizionato a due passi dal ponte bimillenario della città. Anche dopo Ferragosto Rimini non si ferma: dal Meeting per l’amicizia fra i popoli al via domenica, al secondo importante concerto della Sagra musicale malatestiana.
    ago 16, 2019 0
  • Rimini. A Ferragosto un tuffo nella cultura. Tante sono le iniziative offerte agli ospiti e ai cittadini.

    Rimini. A Ferragosto un tuffo nella cultura. Tante sono le iniziative offerte agli ospiti e ai cittadini.

    A iniziare da Castel Sismondo, la residenza fortezza di Sigismondo Pandolfo Malatesta, che ospita fino al 25 agosto la mostra Revolutions 1989-2019 'L’arte del mondo nuovo 30 anni dopo' curata dal critico d’arte Luca Beatrice. ll Museo della Città 'Luigi Tonini' con la Domus del chirurgo (via L.Tonini, 1 e piazza Ferrari), sono visitabili tutti i giorni, escluso lunedì, e anche a Ferragosto dalle 10 alle 19. Inoltre in occasione della Shopping night, mercoledì 14 agosto il Museo e la Domus rimangono aperti fino alle 23, con ingresso gratuito a partire dalle ore 19. Il Museo della Città, nel settecentesco Collegio dei Gesuiti, raccoglie l'eredità storico-artistica-archeologica di Rimini, in un percorso che comprende anche il vicino sito archeologico della Domus del chirurgo, nota a livello internazionale per il ritrovamento del più ricco corredo di strumenti chirurgici giunto a noi dall’antichità. La sede museale ospita in questo periodo alcune esposizioni temporanee. Il calendario della settimana di Ferragosto.
    ago 14, 2019 0
Cesenate. Redditi nell’Unione  Valle del Savio: dichiarati 1 mld  e 900 mln di euro, con  oltre 339 mln di Irpef.

Cesenate. Redditi nell’Unione Valle del Savio: dichiarati 1 mld e 900 mln di euro, con oltre 339 mln di Irpef.

ono questi i risultati dell’analisi delle dichiarazioni dei redditi presentate dai contribuenti dell’Unione per il 2017, messi a punto dall’Ufficio statistica associato dell’Unione Valle del Savio. Entrando nei dettagli, si osserva che il confronto dei periodi contributivi 2016 e 2017 dell’Unione mostra diversi scostamenti: il numero dei contribuenti totali sale di 862 unità mentre il numero dei contribuenti con redditi imponibili sale di 280 unità. Anche l’aumento del Reddito imponibile (su cui viene calcolata l’imposta) è più accentuato rispetto all’anno precedente: se nel 2016 si era registrato un aumento dell’1,23%, nel 2017 l’aumento è dell’1,50% (26 milioni e 315 mila euro) mentre l’imposta media per un ‘contribuente imponibile’ passa da 4.706 a 4.829 euro (un aumento del 2.61% - 6 milioni e 792mila euro). Seppur con importi medi diversi (si va dal valore minimo registrato a Cesena di 122 euro fino al massimo di 182 euro registrato a Bagno di Romagna) è in aumento l’addizionale media comunale in tutti i Comuni della vallata: secondo una media complessiva, da 127 euro del 2016 si passa a 130 del 2017, portando ad un aumento nell’ammontare, rispetto al 2016, pari a 167.960 euro (+2, 11%). Rimane invece stabile il reddito mediano 2017 rispetto al 2016: ammonta a 18.226 euro, metà dei contribuenti dichiara meno, metà dichiara più di quella cifra. In leggera flessione invece il reddito medio, che con una diminuzione dello 0.17%, si attesta a 21.399 euro (in Italia 20.670 euro in calo dell’1,3%). Secondo lo stesso studio emerge che il 75% circa dei contribuenti ha redditi medio-bassi (inferiori a 26.000 euro) e produce oltre il 48% dei redditi dell’Unione, mentre il 4,3% dei contribuenti ha redditi elevati (oltre 55 mila euro) e produce oltre il 20% della ricchezza dell’Unione.
CESENATE. È di 1 miliardo e 900 milioni di euro il reddito imponibile dichiarato ai fini Irpef nel 2017 dagli 89.943 contribuenti dell’Unione dei Comuni della Valle del Savio. Nello stesso...
9 giorni ago 0 Continua...
  • San Mauro Pascoli. Machiavelli assolto a larghissima maggioranza:  600 voti ( Viroli) contro 81 ( Galli).

    San Mauro Pascoli. Machiavelli assolto a larghissima maggioranza: 600 voti ( Viroli) contro 81 ( Galli).

    L’accusa. Ad aprire le arringhe è stato Galli, docente dell’università di Bologna, che ha subito messo le cose in chiaro: 'Accusare Machiavelli è un’impresa disperata. L’autore del Principe è stato il Galileo della politica, l’ha rivoluzionata. Eppure ci sono diversi capi di imputazione che gli possono essere rivolti. Il primo: Machiavelli ha fatto della politica un mito esistenziale onni-coinvolgente. La politica non può essere l’unica chiave per interpretare la vita sociale'.La difesa. Di parere opposto Maurizio Viroli docente a Princeton. 'Machiavelli è più difficile difenderlo che accusarlo vista la quantità di insinuazioni che sono state scritte sul suo conto'. Viroli prima di tutto contesta l’accusa della 'centralità' della politica nel suo pensiero: 'Non è sostenibile la tesi che Machiavelli metta al centro di tutto la politica, come soluzione onnicomprensiva dell’esistenza. Nel suo pensiero la dimensione della leggerezza della vita, del gioco, del sorriso, dello scherzo è molto forte. Così come è fuorviante l’accusa di utopismo, perché sa leggere la realtà come pochi'. E aggiunge: 'Machiavelli non solo capisce la politica ma vuole fare qualcosa di più, vuole ispirare (principi e cittadini) sui fini possibili: ispirare un redentore che possa liberare l’Italia; lottare contro la corruzione a Firenze; ispirare la rigenerazione morale di un popolo. Non è un caso che a lui si siano ispirati gli scrittori risorgimentali, così come grandi pensatori come Gobetti e Gramsci”. Il finale di Viroli è sull’oggi: 'Siamo noi che abbiamo bisogno di Machiavelli se vogliamo vedere rinascere il nostro Paese. Non mi resta che chiudere con le parole di Francesco De Sanctis: ‘Sia gloria a Machiavelli’'.
    ago 12, 2019 0
  • Cesena. Pedalare, che passione! Il successo di ‘Cambiamo marcia’. In quattro mesi, 150 mila chilometri.

    Cesena. Pedalare, che passione! Il successo di ‘Cambiamo marcia’. In quattro mesi, 150 mila chilometri.

    Da aprile a luglio 2019 (l’iniziativa ha preso il via il 1° aprile e si concluderà il 31 ottobre prossimo) l’insieme dei partecipanti (291 iscritti) ha percorso 150.000 chilometri contribuendo a un risparmio di 21,5 tonnellate di CO2 per non aver usato l’auto o la moto e ottenendo complessivamente incentivi economici pari a 21.549,03. Inoltre, alcuni utenti molto attivi hanno anche superato il limite massimo dei 50 euro al mese. Nonostante l’ondata di maltempo che ha interessato il Cesenate a maggio e superate le alte temperature di giugno e luglio tanti neo ciclisti hanno pedalato con continuità determinando numeri di chilometri percorsi molto importanti e significativi. ‘Cambiamo marcia’ è un bando che prevede incentivi economici chilometrici per chi risiede nei due comuni di Cesena e Cesenatico e decide di avvalersi della propria bici nel percorso casa-lavoro in sostituzione dell’automobile. La seconda edizione del progetto ha introdotto novità importanti, anche sulla base delle richieste e dei risultati del primo anno di attuazione del progetto. Quest'anno usufruiscono per la prima volta degli incentivi anche gli studenti maggiorenni o i genitori di studenti residenti a Cesenatico che hanno scelto la bicicletta per raggiungere la sede scolastica sita in città o nei Comuni limitrofi.
    ago 09, 2019 0
  • San Mauro Pascoli. Machiavelli alla sbarra al  Processo del 10 agosto. Di fronte: Galli (accusa) e  Viroli (difesa).

    San Mauro Pascoli. Machiavelli alla sbarra al Processo del 10 agosto. Di fronte: Galli (accusa) e Viroli (difesa).

    A emettere il verdetto sarà il pubblico della serata munito di paletta che stabilità l’innocenza o la colpevolezza di Niccolò Machiavelli. Lo farà nel tradizionale Processo del 10 agosto a San Mauro Pascoli (inizio ore 21 – ingresso libero) evento che vedrà quale imputato eccellente uno dei pensatori politici più brillanti della storia. A battagliare sull’autore de Il Principe sono una coppia di scienziati della politica. A guidare l’accusa il politologo dell’Università di Bologna Carlo Galli, la difesa è condotta da Maurizio Viroli dell’Università di Princeton negli Stati Uniti. Presidente del Tribunale Gianfranco Miro Gori, fondatore del Processo, presidente di Sammauroindustria. Lo scenario della serata è sempre la Torre di pascoliana memoria a San Mauro Pascoli, luogo dal forte carico simbolico: amministrata da Ruggero Pascoli, padre di Giovanni Pascoli, ucciso da ignoti proprio il 10 agosto del 1867. Nell’occasione dalle ore 20 sarà anche possibile visitare il Museo multimediale, aperto al pubblico fino alle ore 21.
    ago 08, 2019 0
Forlì. 75° anniversario dei Martiri di piazza Saffi. Uccisi a Ca’Cornio e appesi ai lampioni di piazza Saffi.

Forlì. 75° anniversario dei Martiri di piazza Saffi. Uccisi a Ca’Cornio e appesi ai lampioni di piazza Saffi.

Forlì ricorda l'estremo sacrificio dei partigiani Adriano Casadei, Silvio Corbari, Arturo Spazzoli, Iris Versari, catturati da nazisti e fascisti a Ca’ Cornio, nelle colline di Modigliana, e successivamente uccisi. I loro corpi senza vita furono appesi ai lampioni di piazza Saffi. Sempre nella mattinata di domenica 18 agosto la comunità forlivese rende omaggio al partigiano Tonino Spazzoli, ucciso il 19 agosto 1944 nei pressi di Coccolia, dopo essere stato torturato in carcere e costretto ad assistere alla macabra esposizione del cadavere del fratello e degli altri patrioti forlivesi in piazza Saffi. Dalle prime ore del 18 agosto, posizionate due corone commemorative ai lampioni di piazza Saffi che testimoniano l'attenzione e la riconoscenza della Città, così come avviene presso il cippo di Tonino Spazzoli lungo la via Ravegnana, a pochi chilometri da Coccolia. Sempre domenica 18 agosto alle ore 21.15, l’Amministrazione comunale organizza in piazzetta della Misura il 'Concerto sotto le stelle', della banda Città di Forlì. Alla presenza di Alessandra Ascari Raccagni, presidente del Consiglio comunale di Forlì. In caso di maltempo l’evento si svolge nel Salone comunale, piazza Saffi n.8, Forlì.
FORLI’. Domenica 18 agosto 2019, il comune di Forlì, ricorda l’estremo sacrificio dei partigiani Adriano Casadei, Silvio Corbari, Arturo Spazzoli, Iris Versari, catturati da nazisti e fascisti a Ca’ Cornio,...
9 giorni ago 0 Continua...
  • Forlì. Manutenzione straordinaria del parcheggio ‘LungaSosta’. Con il piano terra riaperto all’utenza.

    Forlì. Manutenzione straordinaria del parcheggio ‘LungaSosta’. Con il piano terra riaperto all’utenza.

    Eseguiti lavori di manutenzione straordinaria. In particolare i lavori, affidati a tecnici altamente specializzati ed avviati il 15 luglio 2019, hanno riguardato la pulitura e il trattamento ferox di tutte le lamiere di intradosso, la demolizione e la ricostruzione integrale di quattro 'moduli piani' e sei 'moduli rampa' eccessivamente ammalorati, l'installazione di strutture di rinforzo, la revisione generale dell'impianto, la verifica e la pulizia del sistema di smaltimento delle acque meteoriche e la manutenzione del tappeto d’usura. L'importo complessivo dell'opera è stato di 95 mila euro. Da evidenziare inoltre che sulle nuove rampe di servizio al piano sopraelevato è stato anche installato un sistema di riscaldamento antighiaccio che consentirà di migliorare la sicurezza e l’accessibilità del primo piano nel periodo invernale. Completate le lavorazioni in tre settimane, dopo aver provveduto anche al ripristino della segnaletica orizzontale, il piano terra è stato riaperto all’utenza. Per l’agibilità del piano superiore occorrerà attendere i tempi tecnici di indurimento del calcestruzzo delle nuove rampe di accesso e le successive attività di collaudo, con la riapertura prevista per la prima settimana di settembre 2019.
    ago 08, 2019 0
  • Forlì. L’International Cat Day  alla fumettoteca ‘Calle’, con tanti gatti fra vignette, strisce e tavole.

    Forlì. L’International Cat Day alla fumettoteca ‘Calle’, con tanti gatti fra vignette, strisce e tavole.

    A Forlì, giovedì 8 agosto, la fumettoteca Alessandro Callegati 'Calle' ospiterà con una apertura straordinaria dalle 14 alle 18 l'iniziativa per l’allestimento di una proposta espositiva consultabile realizzata con una miriade di gatti cartacei! Per tutti gli amanti dei gatti e/o dei fumetti, ecco 'International Cat Day', una giornata da dedicare agli amici felini, anche solamente leggendoli. Divertenti, scaltri, ruffiani, in eterna lotta col topo o col cane di turno, il gatto non manca mai, anche solo di passaggio, come ad esempio nelle copertine dove il titolo 'Gli occhi de gatto' è stato proposto innumerevoli volte, oppure, di cambio, 'Gli artigli del gatto'. La 'Giornata mondiale del gatto' in veste fumettistica mette sotto un'altra luce questi pelosi personaggi e, forse, proprio leggendone le storie con protagonisti i simpatici felini molti si sono ritrovati, di seguito, invitati ad averne uno reale. Fumetti vari in omaggio al pubblico.
    ago 06, 2019 0
  • Forlì. Ricordati Luigi Ridolfi aviatore e Tullo Morgagni giornalista, nel doppio centenario della scomparsa.

    Forlì. Ricordati Luigi Ridolfi aviatore e Tullo Morgagni giornalista, nel doppio centenario della scomparsa.

    Il pioniere del volo e l'affermato giornalista morirono infatti in un incidente aereo avvenuto il 2 agosto 1919 nei pressi di Verona e la loro memoria è stata mantenuta viva grazie all'intitolazione di importanti strutture cittadine: l'Aeroporto e lo Stadio. In occasione dell'anniversario, il Comune ha svolto il coordinamento delle cerimonie la prima delle quali è stata promossa dall'associazione Arma aeronautica in collaborazione con le associazioni combattentistiche. Il momento ha avuto luogo presso la tomba di Luigi Ridolfi al Cimitero monumentale di via Ravegnana. Insieme al vicesindaco Daniele Mezzacapo sono intervenuti anche il comandante del 2° GMA dell'Aeronautica militare italiana Luca Zorzan, Sandro Gasparrini manager di F.A. e la signora Annalisa Bonetti, discendete diretta della famiglia del pilota. Alle ore 10,30 una delegazione del mondo sportivo con rappresentanti del CONI e del Calcio Forlì ha deposto un mazzo di fiori alla epigrafe affissa in memoria di Tullo Morgagni all'ingresso principale dello Stadio in viale Roma.
    ago 02, 2019 0
Lugo. La ‘nuova’ Pro Loco pronta a ripartire. Dalla Festa del Volontariato all’arrivo della Befana. Gli eventi.

Lugo. La ‘nuova’ Pro Loco pronta a ripartire. Dalla Festa del Volontariato all’arrivo della Befana. Gli eventi.

Si comincia sabato 21 settembre con la Festa del Volontariato, organizzata dalla Consulta del Volontariato dei comuni della Bassa Romagna, in collaborazione con l’associazione Per gli altri – Centro di servizio per il Volontariato di Ravenna, per la quale i volontari della Pro Loco si occuperanno dell’allestimento e della preparazione del pranzo per un importante momento di aggregazione e unione all’interno della festa. La settimana dopo, sabato 28 settembre, torna l’appuntamento con la storia e l’omaggio a Francesco Baracca, con il viaggio a Nervesa della Battaglia, per visitare la città gemellata con Lugo dove il grande aviatore cittadino trovò la morte. Sarà l’occasione per rinsaldare il gemellaggio con la Pro Loco di Nervesa, attorno ad un tavolo in occasione della cena a quattro mani, che si terrà la sera del 27. Poi si arriva al 31 ottobre, e a quello che è il fiore all’occhiello dell’attività della Pro Loco di Lugo: la Notte di Halloween – La piligrena. “Vogliamo rendere questo appuntamento sempre più interessante e impattante – precisa Cavolini – e stiamo valutando alcune idee e alcune novità da concretizzare in quella occasione”. Si passa poi a dicembre alla magica atmosfera di Natale con 'Dona' i Mercatini di Natale. E infine, mercoledì 5 gennaio, tutti insieme, bambini, adulti e volontari della Pro Loco, in piazza e nelle vie del centro storico di Lugo ad aspettare l’arrivo della Befana.
LUGO. Dopo la pausa tecnica dovuta al rinnovo del consiglio direttivo, avvenuto l’1 agosto, la Pro Loco di Lugo, ora presieduta da Cristiano Cavolini, già vicepresidente, si è già rimessa...
6 giorni ago 0 Continua...
  • Faenza. Sagra del Buongustaio. Il ‘clou’ della festa con  lo spettacolo comico di Giacobazzi & Friends.

    Faenza. Sagra del Buongustaio. Il ‘clou’ della festa con lo spettacolo comico di Giacobazzi & Friends.

    Anche quest’anno, infatti, proseguirà l’iniziativa denominata 'Crisi fatti più in là… al Buongustaio spendi la metà', proposta con successo negli ultimi anni in collaborazione con diversi partner. Nello stand gastronomico ogni sera dalle 19 si potranno gustare ottimi primi della tradizione romagnola fatti a mano, grigliate di carne e freschi piatti estivi, ma anche meringhe, bavaresi e sorbetti, senza dimenticare il mitico 'piatto del buongustaio' con l’esclusivo 'pane ripieno' farcito con la carne di castrato. Dopo aver assaggiato i piatti del ristorante, gli amanti del ballo e della musica potranno recarsi all’area spettacoli per trascorrere una piacevole serata in compagnia di amici. Tutte le sere verrà proposto anche il piano bar, saranno presenti numerosi espositori e giostre per bambini (inoltre il 23 è in programma l’animazione per i più piccoli con 'Tatafata'). Immancabili i fuochi d’artificio e il 'pranzo del Buongustaio' nella domenica di festa. Sabato 17 agosto si terrà la grande apertura con l'orchestra del maestro Franco Bagutti Band. Domenica 18 musica e divertimento con Andrea Poltronieri e, a seguire, si balla fino a notte fonda con i Qluedo. Lunedì 19 agosto sarà il momento delle risate con lo spettacolo Giacobazzi & Friends, il 'clou' del Buongustaio di quest’anno. Al fianco di Giuseppe Giacobazzi ( alias Andrea Sasdelli) ci saranno Duilio Pizzocchi, Lorenzo Baglioni ed i Masa.
    ago 16, 2019 0
  • Bassa Romagna. Avanti con i controlli della Pm. Con numerosi sequestri, denunce e perquisizioni.

    Bassa Romagna. Avanti con i controlli della Pm. Con numerosi sequestri, denunce e perquisizioni.

    Nello specifico, ad Alfonsine gli agenti hanno intercettato un veicolo che circolava senza assicurazione dal 2010 ed era già stato sottoposto a sequestro nel maggio scorso. L’autovettura, rintracciata nei pressi di un bar, era condotta da un cittadino italiano classe ‘62 che portava con sé un pugnale, un coltello, un’ascia e una riproduzione senza tappo rosso di una pistola Colt a Co2 caricata con pallini in pvc. Al momento del controllo il soggetto ha tentato di afferrare il pugnale che si trovava sul sedile anteriore ma è stato anticipato dai quattro agenti presenti, che sono riusciti a requisire tutte le armi e a toglierle dalle disponibilità del 57enne che, in seguito a documentati problemi di salute, ha comunicato di sentirsi male ed è stato sottoposto a cure da parte del 118 intervenuto sul posto. A Massa Lombarda, negli ultimi dieci giorni, in seguito ai controlli effettuati mediante il targaSystem, sono stati sottoposti a sequestro tre veicoli perché trovati a circolare senza assicurazione.
    ago 14, 2019 0
  • Ravenna. Lidi Nord, tre grandi eventi  alla scoperta dell’ambiente naturalistico delle valli e delle pinete.

    Ravenna. Lidi Nord, tre grandi eventi alla scoperta dell’ambiente naturalistico delle valli e delle pinete.

    Ride by night è una notturna in mountain bike, con partenza alla francese dalle 19 alle 19,30 dal bagno Romea Beach il 30 agosto. I percorsi, segnalati con attenzione, saranno due: uno pensato per i bambini, di 8 km, che costeggerà una parte della Piallassa Baiona alle spalle di Marina Romea; un altro di 23 km che si snoderà tra Marina Romea, la pineta San Vitale costeggiando il fiume Lamone e la Piallasa Baiona. Sarà un evento non competitivo caratterizzato da un’accoglienza curata dall’organizzazione Otw che non lascia nulla al caso.Ravenna cross triathlon, alla sua prima edizione e inserita nel calendario ufficiale Emilia Romagna Tri-Cup, si svolgerà il 1° settembre dal Romea Beach, con partenza alle 10. Ravenna Park Race è la novità 2019 di Ravenna Runners Club che organizza la maratona internazionale Ravenna città d’arte. Si tratta della Half Marathon, competitiva di 21,097 km, con partenza il 15 settembre alle 9 dal centro sportivo Stella Rossa, via Spallazzi 1 a Casal Borsetti, con passaggi a Marina Romea e Porto Corsini. Arrivo sempre a Casal Borsetti.
    ago 13, 2019 0
San Mauro Pascoli. Machiavelli assolto a larghissima maggioranza:  600 voti ( Viroli) contro 81 ( Galli).

San Mauro Pascoli. Machiavelli assolto a larghissima maggioranza: 600 voti ( Viroli) contro 81 ( Galli).

L’accusa. Ad aprire le arringhe è stato Galli, docente dell’università di Bologna, che ha subito messo le cose in chiaro: 'Accusare Machiavelli è un’impresa disperata. L’autore del Principe è stato il Galileo della politica, l’ha rivoluzionata. Eppure ci sono diversi capi di imputazione che gli possono essere rivolti. Il primo: Machiavelli ha fatto della politica un mito esistenziale onni-coinvolgente. La politica non può essere l’unica chiave per interpretare la vita sociale'.La difesa. Di parere opposto Maurizio Viroli docente a Princeton. 'Machiavelli è più difficile difenderlo che accusarlo vista la quantità di insinuazioni che sono state scritte sul suo conto'. Viroli prima di tutto contesta l’accusa della 'centralità' della politica nel suo pensiero: 'Non è sostenibile la tesi che Machiavelli metta al centro di tutto la politica, come soluzione onnicomprensiva dell’esistenza. Nel suo pensiero la dimensione della leggerezza della vita, del gioco, del sorriso, dello scherzo è molto forte. Così come è fuorviante l’accusa di utopismo, perché sa leggere la realtà come pochi'. E aggiunge: 'Machiavelli non solo capisce la politica ma vuole fare qualcosa di più, vuole ispirare (principi e cittadini) sui fini possibili: ispirare un redentore che possa liberare l’Italia; lottare contro la corruzione a Firenze; ispirare la rigenerazione morale di un popolo. Non è un caso che a lui si siano ispirati gli scrittori risorgimentali, così come grandi pensatori come Gobetti e Gramsci”. Il finale di Viroli è sull’oggi: 'Siamo noi che abbiamo bisogno di Machiavelli se vogliamo vedere rinascere il nostro Paese. Non mi resta che chiudere con le parole di Francesco De Sanctis: ‘Sia gloria a Machiavelli’'.
San Mauro Pascoli (11 agosto 2019) – John Milton l’avrà pure definito ‘figura del demonio’, fatto sta che in Romagna il pensiero è stato decisamente diverso. Perché il tribunale di...
13 giorni ago 0 Continua...
  • Rimini. Al Meeting 2019 ‘La Chimera’ di Mario Schifano. In mostra: ‘Now Now. Quando nasce un’opera d’arte’.

    Rimini. Al Meeting 2019 ‘La Chimera’ di Mario Schifano. In mostra: ‘Now Now. Quando nasce un’opera d’arte’.

    L’opera di Schifano, realizzata dal vivo davanti a un pubblico di 6 mila persone, il 16 maggio 1985 in piazza SS. Annunziata a Firenze, in occasione dell’inaugurazione dell’anno degli Etruschi, è la giusta introduzione per un percorso che vuole essere un affondo su un aspetto centrale dell’arte contemporanea, il fatto, cioè, che essa nasce ORA. Il visitatore della mostra ha la possibilità di vedere sette giovani artisti al lavoro, intenti a creare un’opera caratterizzata da un compimento finale, al termine della settimana, e da raggiungimenti intermedi, visibili giorno dopo giorno. I sette artisti, che usano tecniche e linguaggi molto diversi tra loro, trasferiscono in fiera il proprio studio, mettendosi a nudo, a disposizione dei visitatori, dei loro sguardi ma anche delle loro domande e osservazioni. Si tratta, a quanto ne sappiamo, di un esperimento mai tentato prima, almeno con questi numeri e intensità performativa, che va oltre il concetto di arte partecipata, superando il rischio del voyeurismo, o dell’effetto Grande fratello, grazie a una componente di interazione che non mancherà certamente, non solo grazie a momenti di dialogo con i visitatori, ma anche in conversazioni pubbliche giornaliere, cui è dedicata un’apposita area in mostra.
    ago 09, 2019 0
  • Milano.Tendenze e mode. Le ricette da spiaggia fra bon ton e gusto. Salumi e pane, il binomio vincente.

    Milano.Tendenze e mode. Le ricette da spiaggia fra bon ton e gusto. Salumi e pane, il binomio vincente.

    Una soluzione 'smart' in grado di fornire energia, nutrienti e sali minerali e quindi di reintegrare in seguito all’attività fisica e all’intensa sudorazione, viste le alte temperature e le numerose attività balneari. Diciamo addio ai pasti troppo impegnativi e optiamo per un pranzo fresco, asciutto e facile da consumare, come dei pratici panini. Basterà prepararli con anticipo e conservarli in una borsa termica riposta all’ombra così da evitare posate e piatti ed essere certi che il proprio pasto non si cospargerà di sabbia. Scongiureremo così anche lo sgradevole senso di pesantezza, la lenta digestione che impedisce il bagno in tempo brevi e gli sguardi dei vicini, spesso indispettiti da asciugamani imbanditi di vivande con odori forti e persistenti nell’aria. Un pratico panino con i salumi sarà un modo discreto e pratico di vivere gli spuntini in spiaggia, che soddisferà tutte le esigenze nutrizionali, non trascurando però gusto, galateo e fantasia culinaria. È importante infatti esercitare estro e creatività anche nella preparazione dei panini, veri e propri scrigni di eccellenze e prelibatezze stagionali, in cui gli affettati convivono con frutta e verdura, creando il giusto mix di proteine e vitamine, alleato numero uno per rimanere in forma e in forze. Fra un tuffo e una partita a beach volley, nulla di meglio per i più piccoli di una merenda rapida: che sia un tramezzino con prosciutto cotto e funghi, pane al sesamo con il Salame cacciatore italiano, cetriolo e pachino oppure l’intramontabile binomio rosetta e Mortadella Bologna IGP potrete essere certi di aver optato per la formula ideale e più equilibrata.
    ago 02, 2019 0
  • Rimini. Cimice asiatica, nuova piaga per l’agricoltura. Presenza in forte incremento in Romagna.

    Rimini. Cimice asiatica, nuova piaga per l’agricoltura. Presenza in forte incremento in Romagna.

    In Romagna, la cimice asiatica in alcuni areali ha provocato danni ingenti nelle drupacee colpendo il 25-30% dei frutti. I danni sul pero sono importanti e raggiungono in alcune aziende anche il 100% di frutti colpiti. Molto numerosa la presenza della cimice asiatica anche su melo e actinidia (kiwi), con diversi frutti danneggiati, tolti in parte con i diradamenti. I danni aumenteranno sicuramente con la maturazione dei frutti. A fronte delle pesanti ripercussioni che la presenza di questo insetto comporta sulle produzioni agricole, con conseguenze sulla loro disponibilità per i consumatori e sul reddito delle imprese, Cia-Agricoltori italiani Romagna ha coinvolto il livello regionale e nazionale dell’Organizzazione per mettere a segno un’azione più incisiva. Tale problematica non ha le caratteristiche per entrare nel Decreto emergenze e Cia-Agricoltori italiani sta cercando delle soluzioni per farvi fronte. Molta attenzione è dedicata anche alla discussione in corso sul nuovo Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (Pan). Il Piano italiano è già fra i più restrittivi.
    lug 26, 2019 0
Non solo sport. Calciomercato : germogliano le nostre  squadre. Carucce. Nell’attesa di nuovi stadi.

Non solo sport. Calciomercato : germogliano le nostre squadre. Carucce. Nell’attesa di nuovi stadi.

Di quelli del basket abbiamo giù avuto modo di chiederci se val la pena farli scomodare nei quattro continenti per vestirli di un azzurro che non ( sentono) e non meritano. Vedere l'azzurro fungere da ' sacco delle botte' di questo o quello non è giovevole ad alcuno. Se ne tornino pure i nostri fenomeni ai loro travagli usati, che noi passeremo il nostro tempo con altri sport più meritevoli. Furoreggia in calciomercato. Furoreggia a parole perchè di fatti ce ne stanno ben pochi. Intanto, nessuno vuole abbandonare la Signora, pochi sono entusiasti di vestire il rossonero che, chissà se si sa in giro, è un bicolore che figura tra gli immortali. Anche la Beneamata fatica a dare a Conte quel che vuole Conte. E' arrivato il gigante Lukaku, potrebbe arrivare ' meraviglia' Sanchez. E di Icardi e signora che si fa? Anche lui alla Continassa? Anche DeLa smanetta anche per non far fare un figura barbina al sor Carletto. la Roma, ancora incompleta, ingaggia giovani che, al momento, vanno. Il problema è se sapranno superare la boa di Natale. E comunque sia non ci preoccupiamo perchè sia quel che sia dall'ineffabile cilindro del nostro torneo qualcosa di buono ( e sorprendente) uscirà. Stian certi gli anglofili. Piuttosto continuiamo a battere il taso dei nuovi impianti. Perchè sentir dire che i corridori d'Albione incassano in soli di diritti tivù esteri venti volte noi, fa rabbia. Che di marketing siano afferrati lo sapiamo, che però ci diano tanta distanza non lo accettiamo affatto. Il nostro calcio, con i suoi campanili, i suoi tecnici e i suoi pedatori conta qualche punto di svantaggio ma anche qualche punto di vantaggio. Stanno( al momento) lavorando ai loro ( nuovi) stadi Bergamo, Padova e ( in parte) San Paolo. Stanno per presentare il progetto nuovo San Siro le milanesi; mentre continua a veleggiare in alto mare lo stadio della Roma.
LA CRONACA DAL DIVANO. Poco da dire. Di quelli del basket abbiamo giù avuto modo di chiederci se val la pena farli scomodare nei quattro continenti per vestirli di un...
4 giorni ago 0 Continua...
  • Non solo sport. Il ponte d’un genio per Genova e l’Italia. Preda d’orde d’incapaci, l’una appresso all’altra.

    Non solo sport. Il ponte d’un genio per Genova e l’Italia. Preda d’orde d’incapaci, l’una appresso all’altra.

    ' Studiavo a Milano, quando costruirono il ponte Morandi - ricorda Renzo Piano, l'architetto progettista del nuovo grandioso manufatto - che quando si scendeva a Genova era diventato un transito inevitabile. Una lunga passerella sul vuoto che odorava di mare. Senza mostrarti mai il mare, ma solo la sua luce'. La misteriosa Araba Fenice vuole che geni come Renzo Piano, senatore a vita, resti attaccato alla madre sua, la bella e sofferente Genova, un tempo regina del mare e scrigno finanziario dell'Europa, e ci riservi un progetto che per stile e originalità farà una volta di più stupire quanti ( non solo dalle nostre parti) hanno dato per scontato il tramonto del Belpaese. ' La Spagna - si legge sul Sole24Ore - aspetta da decenni riforme strutturali che dovrebbero rilanciare la competitività della sua economia... ( eppure) ha dimostrato di saper resistere alle lacune della politica ( da 100 giorni è senza un governo) fornendo stabilità anche senza un governo sorretto da una chiara maggioranza'. Infatti, roba da non credere, la sua economia cresce al ritmo più alto dell'Eurozona confermando, trimestre dopo trimestre, la sua forza. Nonostante il rallentamento globale, il Fmi prevede per la Spagna una cresciuta del Pil pari al 2,1% nel 2019 e dell'1,9% per il 2020. Con la creazione in due anni di 800 mila nuovi posti di lavoro e il tasso disoccupazione ( pochi anni fa tra i più alti in Europa) in calo al 14%. Da noi solo Emilia Romagna, Lombardia e Veneto possono dire altrettanto. E non basta. Risultati incoraggianti sta riportando anche il ' piccolo' Portogallo, che Moody's transita da 'stabili' a 'positivi', mantenendo il voto a 'Baa3' ( l'Italia, al momento, è ' Bbb' con prospettive negative) Non procediamo. Del resto che gioia c'è? La peggior classe dirigente del Pianeta, o quasi, non autorizza voli diversi. Basti vedere il kafkiano 'comportamento' sul famigerato debito pubblico, che nessuno ( dicasi nessuno) riesce a ridurre significativamente per toglierci ( finalmente) di dosso quella spada di Damocle che ci ' umilia' , 'impoverisce', 'impigrisce', ora dopo ora. In cotal amaro contesto la filosofia di Renzo Piano del ' pezzo per pezzo' che andrà ad applicarsi al nuovo viadotto di Genova, ci sembra null'altro che una ( straordinaria) ' testimonianza del Made in Italy ai suoi massimi livelli, perchè, come continuano a ripetere tutti gli attori ( quasi mille ai vari livelli di responsabilità) qui si gioca il riscatto dell' Italian pride: l'onorabilità di quanti si ostinano a contrastare l'ideologia del declino giocando la nobile carta del 'saper fare' di cui, nonostante tutto, l'Italia è ancora maestra'.
    ago 15, 2019 0
  • Non solo sport. Premier migliore della Serie A? Un po’ sì, un po’ no. Nell’attesa di ‘vedere’ nuovi stadi.

    Non solo sport. Premier migliore della Serie A? Un po’ sì, un po’ no. Nell’attesa di ‘vedere’ nuovi stadi.

    Detto questo, però, non è che la tarda Serie A possa considerarsi men che l'agile Premier. Son belli loro, siam belli noi ( sia pure con qualche acciacco). Sennò, che c'è venuto a fare il plurimedagliato Cr7 in un agone come il nostro? E' rincoglionito o gli hanno detto che per ragionar di storia non c'è 'contesto ' più accreditato? Lui di storia deve intendersi, eccome, magari più e meglio del Messi da Recanati , accucciato da sempre e per sempre dentro una sola amorevole culla; o di quel genio maledetto del partenopeo Maradona, che per superare il magico Pelè s'era trasferito armi e bagagli da una grande di Spagna ad una media squadra del campionato italiano. Trasformandola d'incanto da Calimero a Cigno. E siamo belli perchè sono belli i nostri campanili che rendono infuocate e imprevedibili anche le diatribe più insignificanti. E i duelli più radicati. E i personaggi più impensati. Da noi il gioco non è una ( estenuante) cavalcata di 90/100 minuti dietro una palla, da noi il 'cencio' da strappare sotto la torre del Mangia è ben altra cosa. A volte esagerata. Ma che altrove manco immaginano. Soprattutto in Premier. E infatti mentre quando si guarda una partita loro si pensa sempre a cosa gli diano da manducare, da noi , invece, ci si scervella per immaginare qual diabolico artifizio frulli nella testa dell'uno o dell'altro dei contendenti. Perchè di ' punitio divina' si può essere sempre colpiti, quando men la si aspetta, anche per mano del più modesto in campo, tra un dettaglio e l'altro. Un articolo della 'rosea' sembra voler restituire ( giusto) valore e dignità al nostro (bistrattato) campionato. Che non ha bisogno di copiare da alcuno se non da se stesso. Ricco com'è di ' mille identità tattiche'. Che van da Sarri a Conte a Ancelotti, tre maestri del mondo del calcio ' tornati a percorrere i domestici tratturi, e che nessuno offre con la stessa ricchezza agonistica e studia con tante soluzioni. Dal calcio d'estate - sottolinea la 'rosea', che se non ci fosse bisognerebbe inventarla - arriva la conferma di una varietà tattica unica: i nostri otto top club, per esempio, usano sei sistemi diversi. Quando lo stesso sistema offre spesso interpretazioni divergenti. Ma con un comune denominatore: la voglia di ' far' gioco. Chi altri può offrire tanto? E se nessuno può, perchè ( arricchire) sempre l'orto del vicino e mai il nostro? Lo scorso anno squadre della Premier hanno fatto man bassa in Champions e in Uefa. Dopo anni. Forse per un altro ciclo ( l'ultimo successo inglese in Champions l'aveva ottenuto il Chelsea nel 2011/2012, bissando lo United del 2007/2008). Forse. C'è però da ammonire che, tra le tante altre cose, nelle 65 edizioni della Coppa dalla grandi orecchie fin qui disputate, per 27 volte in finale sono giunte squadre italiane. Praticamente un 45% ca, quasi a dire una edizione su due, percentuale che non avrebbe necessità di commento se non per ricordare a smemorati e incolti che ( in regime di libertà) si può celebrare chi, quando e come si vuole, senza però voler passare per cantori pindarici quando s'è null'altro che funzionari ( consapevoli o meno) di questo o quell' uffizio. O bacucchi, fateci quegli stadi, eppoi vedremo chi ( meglio) saprà riempire di stelle ( e di sogni) le sue maglie e chi no.
    ago 13, 2019 0
  • Non solo sport. Paride Dovi centra il ‘tallone’ di Achille Marc. In un duello epico. E tant’altro sul weekend.

    Non solo sport. Paride Dovi centra il ‘tallone’ di Achille Marc. In un duello epico. E tant’altro sul weekend.

    Vediamo lo sport di questo fine settimana. Qualche risultato baluginante lo offre il calcio, ma si tratta di esperienze in fieri. Nonostante ciò la Lupa ( ai saluti con Dzeko) può permettersi di battere ai rigori ( 2-2 nei regolamentari) nientemeno che i real inguaribili spendaccioni del Real Madrid. Il Toro, intanto, superati i preliminari, s'affetta ad incontrare il South per l'ingresso ai gironi Uefa. Non sarebbe male ( per il ranking) eliminare una inglese e iniziare l'Europa con sette squadre variamente distribuite. Nella moto, è da alcuni anni che abbiamo messo fine al predominio ( assoluto ) dei centauri spagnoli. Che restano competitivi, ci mancherebbe, ma ( sempre più costretti) a fare i conti con i nostri. Nella Moto 3, abbiamo colto l'ennesima doppietta ( per un nonnulla tripletta) con Fenati ( redivivo) e Arbolino ( in crescita). Qui Della Porta ha sopravanzato in graduatoria mondiale l'ispanico di turno, Canet, con 155 punti contro 154. Nella Mot0 2 solo la precipitosa scivolata di Marini poteva portarci via ( a due passi dal traguardo) se non un'altra doppietta certamente uomo o due sul podio. Nella Moto Gp, null'altro da segnalare che l'epica lectio magistralis inferta dal buon Dovi di Frampulla al ' mostro' cataluno. Durante la tenzone s'è avuto modo di vedere riaffacciarsi nelle prime posizioni l'eterno Maestro di Tavullia, giunto poi quarto, e di nuovo il migliore tra i piloti Yamaha. il redde rationem è rinviato in quel di Silverston, 25 agosto. Nel ciclismo, Viviani s'è aggiudicato il titolo all' Europeo in Olanda. Che s'assomma ad altri bei risultati ( in tutto 8 medaglie), come l'oro di Dainese negli Under 23 e della Cecchini nella Elite donne. Nel volley, dopo le ragazze, anche i ragazzi di Blengini battendo lo spauracchio Serbia ( 3-0) si sono ritagliati il pass per Tokio 2020. Altri bei risultati sono piovuti dagli Europei a squadre d' atletica, disciplina da noi data per morta e ora risorta, come ben s'addice nel paese d'adozione dell'Araba Fenice. I nostri si sono piazzati al quarto posto finale ( miglior risultato di sempre) distanziati di (appena) mezzo punto dalla Francia, terza. Un velo pietoso resta steso sul comportamento di quelli del rugby ( solo 20 minuti, contro l'Irlanda) e del basket ( che in cinque minuti dell'ultimo tempo si sono fatti fare ben 19 punti). Sappiamo che queste squadre sono ' rimediate' cercando l'apporto di chi azzurro non è più o non lo è mai stato. Stessero, tutti costoro, americani vecchi e nuovi, ricchi e poveri, a casa loro, ci farebbero un gran piacere. E anche un gran servigio, visto che quando occorre, qui, nel Belpaese, dove tutto accade, si risorge anche dalle proprie ceneri.
    ago 12, 2019 0
 

Arte & Cultura

Cattolica. Miti sotto le stelle. VII edizione di ‘ L’eroe che è dentro di noi’. Incontro il ‘Canto del mito’.

Cattolica. Miti sotto le stelle. VII edizione di ‘ L’eroe che è dentro di noi’. Incontro il ‘Canto del mito’.

Appuntamento per mercoledì 21 agosto, alle ore 21.00, presso la 'Piazza del tramonto' di Cattolica (zona Porto-Darsena). Dopo lo splendido debutto di questa settima edizione che ha visto un'enorme partecipazione di pubblico, procediamo nell'indagine dell'Archetipo dell'eroe attraverso una fulgida e significativa figura femminile: Atalanta. La nostra eroina, imbattibile corritrice e formidabile cacciatrice, ci permetterà di comprendere meglio alcune dinamiche fondamentali intorno all'eterno e inesauribile tema dell'AMORE, in particolare riguardo al rapporto tra Maschile e Femminile. Qui incontreremo le potenti dee Artemide e Afrodite nel loro conflitto e possibile integrazione. L'incontro, organizzato e promosso dal comune e dall'assessorato alla Cultura di Cattolica, sarà come sempre tenuto dal filosofo Loris Falconi, accompagnato dalle suggestive performance artistiche di Giulia Terenzi.
6 giorni ago 0 Continua...

Eventi

Mondaino. La disfida ‘Palio de lo daino’. La palma per la 13a volta a Elia ed Enrico, contrada Montebello.

Mondaino. La disfida ‘Palio de lo daino’. La palma per la 13a volta a Elia ed Enrico, contrada Montebello.

Trentaduesima edizione del Palio del daino. La sfida si è aperta con la disfida dei baliestrieri che ha visto vincitore del tiro con la balestra Fabrizio Ciotti detto Bartolo per la contrada Borgo. Il vincitore della sfida ha avuto il diritto di scelta sull’oca per la successiva corsa. La corsa de le oche è un concentrato di fortuna e destrezza che impegna un giocatore per contrada. Gli animali non sono addestrati e non conoscono il loro conduttore. Al momento del via le oche devono essere spinte lungo il percorso di via Roma per arrivare per prime al traguardo di piazza Maggiore, i conduttori però possono usare solo la loro voce e il battito delle mani e in nessun modo toccare l’animale. Qui il vincitore è stato Elia Tamburini della contrada Montebello. La vittoria nella corsa delle oche dà alla contrada vincitrice il privilegio di scegliere per prima le postazioni di gioco per il vero e proprio Giuocho de lo Palio, che consiste in una sorta di gioco dei 4 cantoni: le squadre sono composte da 2 giocatori per contrada, 8 in tutto, che si dispongono sulle postazioni disegnate su piazza Maggiore, una al centro del cerchio e sette sulla circonferenza. Il Palio è finito ma gli spettacoli sono continuati per tutta la serata nelle vie e per le piazze con giullari, musici, giocolieri e falconieri riscontrando un ottimo consenso da parte del pubblico. Il mercato, gli antichi mestieri e gli accampamenti militari, sapientemente ed accuratamente disposti nei vicoli del paese, hanno stupito i numerosi visitatori. E per sigillare in meraviglia gli oltre 5000 spettatori sono rimasti tutti con il naso all’insù per gustarsi il favoloso cielo mondainese incendiato dagli spumeggianti fuochi artifiziosi che hanno chiuso in modo spettacolare questi intensi quattro giorni di festa, nonostante le restrizioni dovute alla sicurezza.
6 giorni ago 0 Continua...
 
Rimini. Sfrecciano col rosso, in piena notte. Ben 2.165 le infrazioni registrate dalle nuove telecamere.

Giovani

Rimini. Sfrecciano col rosso, in piena notte. Ben 2.165 le infrazioni registrate dalle nuove telecamere.

Attualmente sono otto i sistemi di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche, presenti oltre che alle intersezioni di viale Principe Amedeo/via Matteucci/via Perseo e via Caduti di Marzabotto/via di Mezzo/via Jano Planco, anche su via Siracusa/via Tommaseo. Quest’anno è entrato in funzione il vista red sulle vie Beltramini – Sacramora – Morri a Viserba (199 le infrazioni registrate), mentre a inizio del mese è entrata in funzione la telecamera all’incrocio tra la Consolare Rimini-San Marino e via della Grotta Rossa, che in soli cinque giorni ha registrato 82 violazioni. Nonostante l’attività di controllo e repressione, il fenomeno ha ancora dimensioni preoccupanti. Le immagini riprese dalle telecamere dei sistemi di rilevamento automatico - con auto che passano con il rosso sfiorando le biciclette in transito o che sfrecciano in piena notte senza nemmeno rallentare testimoniano come spesso è solo il caso, una manciata di secondi, a fare la differenza e a non trasformare una scorrettezza in una tragedia. Il passaggio con il rosso rappresenta una tra le maggiori cause di incidenti, spesso con gravi conseguenze ai danni delle persone, ed è tra le infrazioni più gravi previste dal codice della strada, punita con una sanzione amministrativa di 163 euro e la decurtazione di 6 punti sulla patente (12 se i conducenti hanno conseguito la patente di guida da meno di tre anni).
Ravenna. Lidi Nord, tre grandi eventi  alla scoperta dell’ambiente naturalistico delle valli e delle pinete.

Sanità & Benessere

Ravenna. Lidi Nord, tre grandi eventi alla scoperta dell’ambiente naturalistico delle valli e delle pinete.

Ride by night è una notturna in mountain bike, con partenza alla francese dalle 19 alle 19,30 dal bagno Romea Beach il 30 agosto. I percorsi, segnalati con attenzione, saranno due: uno pensato per i bambini, di 8 km, che costeggerà una parte della Piallassa Baiona alle spalle di Marina Romea; un altro di 23 km che si snoderà tra Marina Romea, la pineta San Vitale costeggiando il fiume Lamone e la Piallasa Baiona. Sarà un evento non competitivo caratterizzato da un’accoglienza curata dall’organizzazione Otw che non lascia nulla al caso.Ravenna cross triathlon, alla sua prima edizione e inserita nel calendario ufficiale Emilia Romagna Tri-Cup, si svolgerà il 1° settembre dal Romea Beach, con partenza alle 10. Ravenna Park Race è la novità 2019 di Ravenna Runners Club che organizza la maratona internazionale Ravenna città d’arte. Si tratta della Half Marathon, competitiva di 21,097 km, con partenza il 15 settembre alle 9 dal centro sportivo Stella Rossa, via Spallazzi 1 a Casal Borsetti, con passaggi a Marina Romea e Porto Corsini. Arrivo sempre a Casal Borsetti.
Cesenate. Redditi nell’Unione  Valle del Savio: dichiarati 1 mld  e 900 mln di euro, con  oltre 339 mln di Irpef.

Economia

Cesenate. Redditi nell’Unione Valle del Savio: dichiarati 1 mld e 900 mln di euro, con oltre 339 mln di Irpef.

ono questi i risultati dell’analisi delle dichiarazioni dei redditi presentate dai contribuenti dell’Unione per il 2017, messi a punto dall’Ufficio statistica associato dell’Unione Valle del Savio. Entrando nei dettagli, si osserva che il confronto dei periodi contributivi 2016 e 2017 dell’Unione mostra diversi scostamenti: il numero dei contribuenti totali sale di 862 unità mentre il numero dei contribuenti con redditi imponibili sale di 280 unità. Anche l’aumento del Reddito imponibile (su cui viene calcolata l’imposta) è più accentuato rispetto all’anno precedente: se nel 2016 si era registrato un aumento dell’1,23%, nel 2017 l’aumento è dell’1,50% (26 milioni e 315 mila euro) mentre l’imposta media per un ‘contribuente imponibile’ passa da 4.706 a 4.829 euro (un aumento del 2.61% - 6 milioni e 792mila euro). Seppur con importi medi diversi (si va dal valore minimo registrato a Cesena di 122 euro fino al massimo di 182 euro registrato a Bagno di Romagna) è in aumento l’addizionale media comunale in tutti i Comuni della vallata: secondo una media complessiva, da 127 euro del 2016 si passa a 130 del 2017, portando ad un aumento nell’ammontare, rispetto al 2016, pari a 167.960 euro (+2, 11%). Rimane invece stabile il reddito mediano 2017 rispetto al 2016: ammonta a 18.226 euro, metà dei contribuenti dichiara meno, metà dichiara più di quella cifra. In leggera flessione invece il reddito medio, che con una diminuzione dello 0.17%, si attesta a 21.399 euro (in Italia 20.670 euro in calo dell’1,3%). Secondo lo stesso studio emerge che il 75% circa dei contribuenti ha redditi medio-bassi (inferiori a 26.000 euro) e produce oltre il 48% dei redditi dell’Unione, mentre il 4,3% dei contribuenti ha redditi elevati (oltre 55 mila euro) e produce oltre il 20% della ricchezza dell’Unione.
Mondaino. La disfida ‘Palio de lo daino’. La palma per la 13a volta a Elia ed Enrico, contrada Montebello.

Gusto & Cucina

Mondaino. La disfida ‘Palio de lo daino’. La palma per la 13a volta a Elia ed Enrico, contrada Montebello.

Trentaduesima edizione del Palio del daino. La sfida si è aperta con la disfida dei baliestrieri che ha visto vincitore del tiro con la balestra Fabrizio Ciotti detto Bartolo per la contrada Borgo. Il vincitore della sfida ha avuto il diritto di scelta sull’oca per la successiva corsa. La corsa de le oche è un concentrato di fortuna e destrezza che impegna un giocatore per contrada. Gli animali non sono addestrati e non conoscono il loro conduttore. Al momento del via le oche devono essere spinte lungo il percorso di via Roma per arrivare per prime al traguardo di piazza Maggiore, i conduttori però possono usare solo la loro voce e il battito delle mani e in nessun modo toccare l’animale. Qui il vincitore è stato Elia Tamburini della contrada Montebello. La vittoria nella corsa delle oche dà alla contrada vincitrice il privilegio di scegliere per prima le postazioni di gioco per il vero e proprio Giuocho de lo Palio, che consiste in una sorta di gioco dei 4 cantoni: le squadre sono composte da 2 giocatori per contrada, 8 in tutto, che si dispongono sulle postazioni disegnate su piazza Maggiore, una al centro del cerchio e sette sulla circonferenza. Il Palio è finito ma gli spettacoli sono continuati per tutta la serata nelle vie e per le piazze con giullari, musici, giocolieri e falconieri riscontrando un ottimo consenso da parte del pubblico. Il mercato, gli antichi mestieri e gli accampamenti militari, sapientemente ed accuratamente disposti nei vicoli del paese, hanno stupito i numerosi visitatori. E per sigillare in meraviglia gli oltre 5000 spettatori sono rimasti tutti con il naso all’insù per gustarsi il favoloso cielo mondainese incendiato dagli spumeggianti fuochi artifiziosi che hanno chiuso in modo spettacolare questi intensi quattro giorni di festa, nonostante le restrizioni dovute alla sicurezza.
Casola Valsenio. Parte la rassegna ‘ Armonie in Abbazia’. Tre incontri da non perdere per il mese di agosto.

Moda & Bellezza

Casola Valsenio. Parte la rassegna ‘ Armonie in Abbazia’. Tre incontri da non perdere per il mese di agosto.

d aprire la stagione concertistica saranno 'Le voci dei sax' di Daniele Faziani e Manuel Padula, con un programma che, spaziando da Mozart a Telemann, passando per Astor Piazzola e Nino Rota, racconta una storia basata sul suono dei loro due sassofoni. Domenica 11 agosto sarà la volta della soprano Ottavia Sisti, che, insieme all’organista Lucia Ragazzini, si esibirà in un concerto tutto al femminile, dal titolo 'Musica sacra in Abbazia'. Infine, domenica 25 agosto, 'Affetti sonori', con la soprano Annalisa Michelin, l’organista Carlo Capirossi e il flauto di Federica Tabanelli a concludere questo ciclo di concerti dedicati all’armonia e alla bellezza, dove l’incanto dell’Abbazia si sposa con la storia della musica.Tutti i concerti sono programmati presso l’Abbazia di Valsenio, con inizio alle ore 18.30. L’ingresso è a offerta libera.
Rimini.  Una capitale internazionale del Ferragosto, grazie ai top deejay,a mare di fuoco e alla cultura.

Turismo & Vacanze

Rimini. Una capitale internazionale del Ferragosto, grazie ai top deejay,a mare di fuoco e alla cultura.

La spiaggia è stata il cuore pulsante del Ferragosto anche grazie a ‘Un mare di fuoco’, l’evento organizzato da Spiaggia Rimini Network e che ha coinvolto 20 stabilimenti balneari (dal 130 al 150) lungo 2 km con più di 15 punti intrattenimento tra fachiri, mangiafuochi, danzatori, incantatori e fuochi d’artificio. Oltre 25 mila le persone che hanno assistito alle decine di performance e alle 3 ore di musica live, coronati dagli immancabili fuochi d’artificio. Molto gradita dagli ospiti anche l’offerta culturale: nella sola giornata di mercoledì 14 agosto sono state 600 le presenze al Museo della Città e alla Domus del chirurgo, 800 le persone che hanno visitato il Teatro Galli e 300 i visitatori al Castel Sismondo dove fino al 25 agosto è allestita la mostra a cura di Luca Beatrice ‘Revolutions. L'arte del mondo nuovo - 30 anni dopo’. Come sempre apprezzatissima l’ormai tradizionale rassegna Tiberio CinePicnic, col maxischermo posizionato a due passi dal ponte bimillenario della città. Anche dopo Ferragosto Rimini non si ferma: dal Meeting per l’amicizia fra i popoli al via domenica, al secondo importante concerto della Sagra musicale malatestiana.
Non solo sport. Calciomercato : germogliano le nostre  squadre. Carucce. Nell’attesa di nuovi stadi.

Sport

Non solo sport. Calciomercato : germogliano le nostre squadre. Carucce. Nell’attesa di nuovi stadi.

Di quelli del basket abbiamo giù avuto modo di chiederci se val la pena farli scomodare nei quattro continenti per vestirli di un azzurro che non ( sentono) e non meritano. Vedere l'azzurro fungere da ' sacco delle botte' di questo o quello non è giovevole ad alcuno. Se ne tornino pure i nostri fenomeni ai loro travagli usati, che noi passeremo il nostro tempo con altri sport più meritevoli. Furoreggia in calciomercato. Furoreggia a parole perchè di fatti ce ne stanno ben pochi. Intanto, nessuno vuole abbandonare la Signora, pochi sono entusiasti di vestire il rossonero che, chissà se si sa in giro, è un bicolore che figura tra gli immortali. Anche la Beneamata fatica a dare a Conte quel che vuole Conte. E' arrivato il gigante Lukaku, potrebbe arrivare ' meraviglia' Sanchez. E di Icardi e signora che si fa? Anche lui alla Continassa? Anche DeLa smanetta anche per non far fare un figura barbina al sor Carletto. la Roma, ancora incompleta, ingaggia giovani che, al momento, vanno. Il problema è se sapranno superare la boa di Natale. E comunque sia non ci preoccupiamo perchè sia quel che sia dall'ineffabile cilindro del nostro torneo qualcosa di buono ( e sorprendente) uscirà. Stian certi gli anglofili. Piuttosto continuiamo a battere il taso dei nuovi impianti. Perchè sentir dire che i corridori d'Albione incassano in soli di diritti tivù esteri venti volte noi, fa rabbia. Che di marketing siano afferrati lo sapiamo, che però ci diano tanta distanza non lo accettiamo affatto. Il nostro calcio, con i suoi campanili, i suoi tecnici e i suoi pedatori conta qualche punto di svantaggio ma anche qualche punto di vantaggio. Stanno( al momento) lavorando ai loro ( nuovi) stadi Bergamo, Padova e ( in parte) San Paolo. Stanno per presentare il progetto nuovo San Siro le milanesi; mentre continua a veleggiare in alto mare lo stadio della Roma.
Bellaria Igea Marina. Festa del mare, con ‘numeri’ strepitosi e ‘ ricavato’ in beneficienza alla Croce blu.

Ambiente & Animali

Bellaria Igea Marina. Festa del mare, con ‘numeri’ strepitosi e ‘ ricavato’ in beneficienza alla Croce blu.

Un porto strapieno fino all’inverosimile, con gli stand gastronomici assaltati e svuotati fino all’ultimo chicco di risotto, locali e ristoranti pieni ed il tutto allietato dalla simpatica musica romagnola degli Scariolanti fino al concerto dei Dear jack con Pierdaviede Carone e a seguire le Vibrazioni. Una domenica sera davvero speciale. Già alle ore 19,00 turisti e tanti residenti avevano formato code alle casse, bruciando in poco più di 2 ore 1500 primi piatti, 1000 porzioni tra cozze e vongole, 1300 porzioni di fritto, 950 porzioni tra spiedini e seppie con piselli, 1000 bomboloni e altro ancora. La Festa del mare ha come ogni anno un aspetto benefico: il ricavato, tolte le spese, sarà devoluto alla Croce Blu bellariese per l’acquisto di un mezzo dedicato ai malati terminali di tumore. Un ultimo aspetto non da poco: durante la festa sono stati utilizzati piatti e bicchieri biodegradabili, perché il mare va amato e rispettato.
Bassa Romagna. Avanti con i controlli della Pm. Con numerosi sequestri, denunce e perquisizioni.

Diritto

Bassa Romagna. Avanti con i controlli della Pm. Con numerosi sequestri, denunce e perquisizioni.

Nello specifico, ad Alfonsine gli agenti hanno intercettato un veicolo che circolava senza assicurazione dal 2010 ed era già stato sottoposto a sequestro nel maggio scorso. L’autovettura, rintracciata nei pressi di un bar, era condotta da un cittadino italiano classe ‘62 che portava con sé un pugnale, un coltello, un’ascia e una riproduzione senza tappo rosso di una pistola Colt a Co2 caricata con pallini in pvc. Al momento del controllo il soggetto ha tentato di afferrare il pugnale che si trovava sul sedile anteriore ma è stato anticipato dai quattro agenti presenti, che sono riusciti a requisire tutte le armi e a toglierle dalle disponibilità del 57enne che, in seguito a documentati problemi di salute, ha comunicato di sentirsi male ed è stato sottoposto a cure da parte del 118 intervenuto sul posto. A Massa Lombarda, negli ultimi dieci giorni, in seguito ai controlli effettuati mediante il targaSystem, sono stati sottoposti a sequestro tre veicoli perché trovati a circolare senza assicurazione.
Rimini. Sfrecciano col rosso, in piena notte. Ben 2.165 le infrazioni registrate dalle nuove telecamere.

Web & Tech

Rimini. Sfrecciano col rosso, in piena notte. Ben 2.165 le infrazioni registrate dalle nuove telecamere.

Attualmente sono otto i sistemi di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche, presenti oltre che alle intersezioni di viale Principe Amedeo/via Matteucci/via Perseo e via Caduti di Marzabotto/via di Mezzo/via Jano Planco, anche su via Siracusa/via Tommaseo. Quest’anno è entrato in funzione il vista red sulle vie Beltramini – Sacramora – Morri a Viserba (199 le infrazioni registrate), mentre a inizio del mese è entrata in funzione la telecamera all’incrocio tra la Consolare Rimini-San Marino e via della Grotta Rossa, che in soli cinque giorni ha registrato 82 violazioni. Nonostante l’attività di controllo e repressione, il fenomeno ha ancora dimensioni preoccupanti. Le immagini riprese dalle telecamere dei sistemi di rilevamento automatico - con auto che passano con il rosso sfiorando le biciclette in transito o che sfrecciano in piena notte senza nemmeno rallentare testimoniano come spesso è solo il caso, una manciata di secondi, a fare la differenza e a non trasformare una scorrettezza in una tragedia. Il passaggio con il rosso rappresenta una tra le maggiori cause di incidenti, spesso con gravi conseguenze ai danni delle persone, ed è tra le infrazioni più gravi previste dal codice della strada, punita con una sanzione amministrativa di 163 euro e la decurtazione di 6 punti sulla patente (12 se i conducenti hanno conseguito la patente di guida da meno di tre anni).
Bellaria Igea Marina. Festa del mare, con ‘numeri’ strepitosi e ‘ ricavato’ in beneficienza alla Croce blu.

Volontariato

Bellaria Igea Marina. Festa del mare, con ‘numeri’ strepitosi e ‘ ricavato’ in beneficienza alla Croce blu.

Un porto strapieno fino all’inverosimile, con gli stand gastronomici assaltati e svuotati fino all’ultimo chicco di risotto, locali e ristoranti pieni ed il tutto allietato dalla simpatica musica romagnola degli Scariolanti fino al concerto dei Dear jack con Pierdaviede Carone e a seguire le Vibrazioni. Una domenica sera davvero speciale. Già alle ore 19,00 turisti e tanti residenti avevano formato code alle casse, bruciando in poco più di 2 ore 1500 primi piatti, 1000 porzioni tra cozze e vongole, 1300 porzioni di fritto, 950 porzioni tra spiedini e seppie con piselli, 1000 bomboloni e altro ancora. La Festa del mare ha come ogni anno un aspetto benefico: il ricavato, tolte le spese, sarà devoluto alla Croce Blu bellariese per l’acquisto di un mezzo dedicato ai malati terminali di tumore. Un ultimo aspetto non da poco: durante la festa sono stati utilizzati piatti e bicchieri biodegradabili, perché il mare va amato e rispettato.