Dieci nuovi accademici

28 maggio 2009 0 commenti
Dieci nuovi accademici
Dieci nuovi accademici

A Savignano la Rubiconia Accademia dei Filopatridi ha dieci nuovi accademici, nominati in occasione dell’inaugurazione del 358° anno accademico il 14 dicembre scorso. Il prestigioso sodalizio culturale, fondato come Accademia degli Incolti nel 1651 e rifondato come Filopatridi nel 1801, nomina ogni anno nuovi accademici, scelti per cultura umanistica e scientifica e meriti sociali. Dieci i nuovi accademici corrispondenti: Giancarlo Biondini di Savignano, Andrea Amadori di Cesena e il generale Balduino Simone comandante del Caps di Cesena, Giulio Zamagni di Gatteo, Romano Ricciotti di Rimini, Giorgio Cantelli Forti di Bologna, Vincenzo Leardini di Riccione, Matteo Mattei Gentili e Annio Maria Matteini di Milano, Valeria Righini di Faenza. Ai nuovi soci dell’Accademia, che in totale sono diventati così 282, dopo la cerimonia di investitura ufficiale, sono stati consegnati diploma e medaglione con il collare recante lo stemma dell’Accademia. In passato la Filopatridi ha annoverato fra i propri soci accademici Giosuè Carducci nominato poi presidente perpetuo, Giovanni Pascoli, Alfredo Panzini, Marino Moretti e Aldo Spallicci. A tutt’oggi fra i membri dell’Accademia savignanese ci sono il senatore Giulio Andreotti, il professore Carlo Flamigni, il professore Bruno Gridelli di Savignano uno dei più importanti chirurghi dei trapianti di organi in campo pediatrico, l’astro-fisico Renzo Sancisi di fama mondiale, il cardinale Achille Silvestrini, il nunzio apostolico Pietro Sambi, l’ex direttore del QN e Resto del Carlino Giancarlo Mazzuca e il critico d’arte Vittorio Sgarbi. Presidente dell’Accademia dei Filopatridi dal 1989 è l’ex senatore e attuale sindaco di Sarsina Lorenzo Cappelli, vice presidente Arturo Menghi Sartorio di Rimini imprenditore della vigilanza in Romagna e segretario l’avvocato Giuseppe Lombardi di Savignano. (E.P)

Articoli più letti

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale