Amministrazione provinciale. Per il presidente Bulbi è ora tempo di bilanci.

2 agosto 2011 0 commenti
Amministrazione provinciale. Per il presidente Bulbi è ora tempo di bilanci.
Amministrazione provinciale. Per il presidente Bulbi è ora tempo di bilanci.

Prima parte di legislatura. Strade, scuole e ambiente: questi gli impegni svolti, ma cosa si propone per il futuro?

FORLI' &CESENA. A  due anni dall’inizio del secondo mandato del presidente Massimo Bulbi, la Provincia di Forlì-Cesena illustra i principali risultati conseguiti, il miglioramento dell’attività amministrativa dell’ente, le opere realizzate e i numeri dei servizi resi al territorio. 
INTERVENTI STRADALI E OPERE PUBBLICHE. Nel biennio 2009-2011 non sono cessati gli investimenti in opere pubbliche,  per la modernizzazione della rete stradale provinciale, circa mille chilometri di strade. Importanti punti critici per la circolazione sono stati risolti, come la messa in sicurezza della provinciale del Bidente, l’allungamento della Tangenziale Est di Forlì, le numerose rotonde realizzate, in particolare lungo la via Emilia tra Cesena e Savignano. Tutte le strade delle vallate hanno visto interventi significativi. Presto, infine, verrà realizzato il casello del Rubicone per un costo di 26 milioni di euro, di cui 8,7 milioni a carico della Provincia di Forlì-Cesena.
SCUOLE E TECNOPOLO. Non meno importanti sono gli investimenti che la Provincia di Forlì-Cesena sta operando per la messa in sicurezza, la ristrutturazione, ma anche la realizzazione di nuovi edifici scolastici.  Attraverso il DUP,  Documento unico di programmazione che distribuisce 100,2 milioni di euro, inoltre, la Provincia ha evidenziato la propria capacità di attrarre investimenti sul territorio. Da ricordare le risorse destinate al Tecnopolo, pari a 23,8 milioni di euro, di cui circa il 63% di contributo regionale. Attenzione è stata data al rapporto con il cittadino, l'impresa e gli altri comuni: sono 16.928 gli utenti nel 2010 della sola Residenza Provinciale, il sito internet conta 1.028.000 accessi mentre ai Centri per l'impiego (primo semestre 2011)  sono 23.997 gli accessi. Ma la Provincia supporta anche i comuni: ad esempio 23 su 30 si sono avvalsi del supporto provinciale per la pianificazione integrata del PSC.
AMBIENTE. L'impegno dell'Amministrazione in campo ambientale in questi anni si è indirizzato verso la realizzazione di un territorio autosufficiente per quanto riguarda la gestione dei rifiuti attraverso l'incremento  della raccolta differenziata, passata dal 25,6% nel 2005 al 48,4% di oggi.  
Una buona gestione del budget di 87 milioni del Piano di Sviluppo Rurale ha prodotto una premio di ulteriori 3 milioni di euro per il settore agricoltura in favore di sviluppo e investimenti.
La Provincia è stata presente nel difficile momento di crisi economica dando attuazione del “Patto per lo Sviluppo” provinciale e del “Patto per attraversare la crisi” regionale, con la gestione di 179  procedure per la richiesta degli ammortizzatori sociali mentre l'attività di formazione ha coinvolto altre 6.500 persone all'anno.
Sul versante della Protezione civile, la Provincia ha promosso il coordinamento del volontariato con oltre 600 persone attive.
POLITICHE SOCIALI. Grazie all’impegno della Provincia e al suo ruolo di coordinamento con gli altri enti, infine, si possono annoverare tra i risultati raggiunti la formazione del Liceo Musicale di Forlì-Cesena,  il coordinamento puntuale delle politiche sociosanitarie in favore del welfare locale, campagne per la sicurezza stradale, attività di supporto in campo turistico e promozione del territorio, cofinanziamenti a rassegne, festival e attività di alto profilo culturale.
Nell'immagine, Massimo Bulbi.

Articoli più letti