Ravenna Calcio. Si riparte dalla 'D'. Per i giovani, invece, trattative con la Triestina.

14 agosto 2011 0 commenti
Ravenna Calcio. Si riparte dalla 'D'. Per i giovani, invece, trattative con la Triestina.
Ravenna Calcio. Si riparte dalla 'D'. Per i giovani, invece, trattative con la Triestina.

Qualche scintilla fra Matteucci e Aletti, allo stadio Benelli. Molti delusi anche tra gli ultrà.

RAVENNA&RAVENNA CALCIO. Indiscrezioni confermate. Il Ravenna Calcio ripartirà dalla serie D. Queste le parole del sindaco Fabrizio Matteucci in un breve comunicato, in cui si agggiunge anche che la notizia è stata confermata dallo stesso patron giallorosso Sergio Aletti e dalla Figc. La notizia è stata accolta con un sospiro di sollievo dai tifosi dello storico club, dopo la bufera sul calcio scommesse e il successivo cambio di dirigenza, che ha visto l'ingresso di Aletti al posto dell’ex presidente Gianni Fabbri.
LA POSIZIONE DEGLI ULTRAS. Più dura la posizione degli ultras. Giovedì scorso si è svolto l’atteso dibattito allo stadio 'Benelli' al quale hanno preso parte Aletti e il sindaco Fabrizio Matteucci. Non sono mancati momenti di tensione, quando un gruppetto di tifosi ha contestato il presidente quando ha affermato, forse in via provocatoria, di iscrivere la squadra in Serie D e di consegnarla al sindaco dopo quattro giornate da capolista. Gli ultrà a quel punto hanno lasciato lo stadio con decisa delusione.
Posizioni contrastanti e qualche scintilla anche tra Matteucci e Aletti.  Il primo, tuttavia, ne risulta più forte, ribadendo ancora una volta  l’importanza del destino del Ravenna e la continuità del progetto: “Invito Aletti a continuare nella sua gestione. Sono stati investiti 1 milione   e ottocento mila euro per questa squadra. ”. Infine, che dire del settore giovanile? Il sindaco ha dichiarato che sono in corso delle trattative con la Triestina  per salvaguardare il settore.
Nell'immagine (di repertorio), fasi di dibattito Matteucci- Aletti.
 

Articoli più letti