Già in 270 per la maratona di New york. Addosso la Placentia Marathon

Già in 270 per la maratona di New york. Addosso la Placentia Marathon
La presentazione dell'iniziativa in Provincia

ITALIA-NY. Sono 270 gli atleti di tutta Italia e del Canton Ticino che quest’anno vestiranno la maglia della Placentia Marathon a New York, alla maratona più famosa del mondo, in calendario il prossimo 6 novembre. E’ il primo risultato ottenuto dalla partnership tra la Provincia, l’organizzazione della corsa piacentina (attesa per il 4 marzo 2012, già alcuni alberghi prenotati e ancora devono partire le iscrizioni), il colosso dell’abbigliamento sportivo Decathlon – che fornirà il materiale tecnico – e Ovunque Running, tour operator per sportivi e appassionati del mondo della corsa. La collaborazione è stata presentata in Provincia, alla presenza del presidente Massimo Trespidi e di: Antonio Silva per la Placentia Marathon, Massimo Rossi, responsabile marketing di Ovunque running e Paolo Serafini di Decathlon. 

CORSA E VALORI. Trespidi è al suo secondo appuntamento con la maratona della Grande Mela. Già l’anno scorso partì alla volta di New York alla testa del Placentia Marathon team, portando tutti i valori solidaristici e sportivi della manifestazione piacentina correndo i 42 chilometri tra il ponte di Verrazzano e Central Park. Ringraziando tutti i soggetti in campo, il presidente ha sottolineato la grande peculiarità della corsa piacentinache unisce all’aspetto agonistico una grande sensibilità benefica, sposando la causa di Unicef”. Aspetto, questo, che ha fatto dire a Trespidi di essere “orgoglioso” di portare negli Usa i valori della kermesse piacentina. Trespidi non ha nascosto anche le sue mire agonistiche. "L’obiettivo ha dichiarato – è abbattere il 3’23” ottenuto l’anno scorso (per Rossi di tratta di “un ottimo cronometro”). Per ora, nel gruppo dei 270, Trespidi è l’unico presidente di Provincia, ma c’è ancora tempo per iscriversi e l’obiettivo è superare largamente le 300 presenze.

NY. L’operazione messa a punto per l’appuntamento newyorkese tecnicamente si chiama “co-marketing”: aziende e associazioni insieme per un comune scopo, e comuni benefici. Le premesse per una buona riuscita dell’appuntamento ci sono tutte. “Abbiamo già ricevuto prenotazioni per la Placentia Marathon – spiega Silva –, a 15 giorni dall’apertura delle iscrizioni. Segno che le iniziative di promozione territoriale contestuali alla maratona che abbiamo avviato da cinque anni a questa parte hanno dato buoni frutti. La gente viene anche per l’attrattiva che esercita il territorio piacentino”. A New York sono attese 45mila presenze, come spiegato da Rossi, i 270 vestiranno la “divisa” Decathlon nelle “sgambate” organizzate nei giorni immediatamente precedenti allo sparo d’inizio maratona.
Tra Central Park e Manhattan sfilerà così il logo della Provincia affiancato da quelli della Placentia Marathon e dei due brand internazionali. Decathlon fornirà il materiale tecnico. “Ci sentiamo i più indicati – ha detto Serafini –. La nostra è un’unica missione in tutto il mondo: creare la voglia di far sport e renderla accessibile a tutti. E la maratona, da questo punto di vista, è lo sport più ‘democratico’ che ci sia”.
L’anno scorso sulle maglie era riportato l’indirizzo web della corsa piacentina e la scritta “I run for Unicef” (“Io corro per l’Unicef”). Sul sito, al termine dell’impresa statunitense, l’organizzazione pubblicò tutte le foto dei volti del Placentia Marathon team. Quest’anno intendiamo ripetere l’iniziativa – ha detto Silva –. E’ un modo per ringraziare, ad uno ad uno, tutti i componenti del nostro team”. 

Ti potrebbe interessare anche...