Sindaco e vice sindaco in visita alle scuole tra lettere e poesie

Sindaco e vice sindaco in visita alle scuole tra lettere e poesie
i ragazzi delle medie di Duccio

RIMINI. “Ci è sembrato bello, ma anche doveroso da parte di un’Amministrazione comunale appena insediata come la nostra – ha detto il sindaco di Rimini Andrea Gnassi in visita questa mattina col vicesindaco e assessore all’Istruzione Gloria Lisi a tre scuole riminesi alla ripresa dell’attività scolastica – venirvi personalmente ad augurarvi un buon e proficuo anno scolastico”.
La visita alle tre scuole riminesi – simbolicamente scelte a rappresentanza di tutte le scuole riminesi – ha preso avvio dalla scuola media “Agostino di Duccio”, a Miramare.
Ai ragazzi che l’attendevano, e che gli hanno consegnato l’insieme dei lavori e delle proposte per la città realizzato lo scorso anno, il sindaco Gnassi ha voluto dire che “per noi oggi è importante. E’ importante per dirvi che “siamo qui”, che siete al centro delle nostre priorità e vogliamo che il Comune diventi sempre più la “casa comune” e quindi anche la vostra. Facciamo assieme perché questa nostra città sia sempre più a misura dei cittadini e quindi anche a misura vostra. Venite con le vostre idee a trovarmi. Nella piazza dove c’è la fontana “della pigna” in piazza Cavour. Sapete dov’è? Lì c’è il Comune. E’ casa vostra. Spesso le idee migliori non sono quelle dei grandi”.

UNA LETTERA AI PICCOLI STUDENTI. La visita alle scuole è stata anche l'occasione per consegnare direttamente ai piccoli e piccolissimi studenti la lettera dell’Amministrazione comunale che, a firma del vicesindaco Lisi, è stata distribuita a tutti i giovani studenti riminesi, alle loro famiglie, ai docenti e a tutto il personale scolastico.
Oggi inizierà il nuovo anno scolastico – si legge nella lettera – per tutti voi sarà l’inizio di una nuova avventura e per questo vi voglio comunicare il mio profondo e sincero in bocca al lupo.
La campanella suonerà per gli studenti di ogni ordine e grado, ma vorrei porgere un saluto particolare anche a tutti i genitori, certa che il supporto della famiglia sia indispensabile lungo tutto il cammino formativo dei bambini e dei ragazzi.
E’ auspicabile che la scuola possa diventare il luogo in cui i valori della cittadinanza attiva e responsabile riescano a realizzarsi e a condizionare positivamente la condotta di ogni ragazzo. Ringrazio tutti i docenti e il personale scolastico nella speranza che abbiano sempre a cuore l’educazione e la formazione degli alunni, sapendo valorizzare le capacità e le attitudini di ognuno.
Un saluto particolare ai bimbi che inizieranno la prima classe delle scuole Primarie. L’ingresso a scuola è un evento importantissimo carico di emozioni e di aspettative.
A voi tutti infine, vorrei ricordare che la risposta ai bisogni formativi ed educativi non deve essere solo di competenza della scuola, ma di tutti noi: famiglie, istituzioni, comunità civile e religiosa, associazioni di volontariato, cooperative sociali, enti di formazione e sindacati, occorre essere uniti per dare ai nostri figli un futuro migliore.

UNA POESIA PER IL SINDACO. Dopo Miramare, la visita di stamane è proseguita nella scuola primaria di San Salvatore, dove i bambini hanno voluto dedicare al sindaco, non prima di averlo accolto sulle note di un inno patriottico, una poesia in rima: “Tutti i bambini di San Salvatore, al Sig. Sindaco con tanto ardore, porgono un grande saluto, e un loro “grazie” per essere venuto, quassù in campagna a visitarci, e insieme a noi ad augurarci, che il nuovo anno sia lieto e sereno, brillante e allegro come l’arcobaleno!”.
Non poteva che essere l’Aquilotto la terza e ultima tappa della visita odierna, il nido d’infanzia che questa Amministrazione ha voluto fortemente, di fronte al rischio di chiusura, mantenere aperto e che oggi ospita 23 bambini.
 

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale