Incontro urgente in partenza dai binari di Cesena, Forlì e Faenza. Destinazione, Trenitalia.

Incontro urgente in partenza dai binari di Cesena, Forlì e Faenza. Destinazione, Trenitalia.
Trenitalia. Immagine di repertorio.

FORLI' -CESENA- FAENZA. Comuni e Provincia uniti per protestare contro la soppressione delle fermate di Cesena, Forlì e Faenza dell'Intercity 608.
Con una lettera inviata ai vertici nazionali e regionali di Trenitalia nella mattinata di martedì scorso  i sindaci Roberto Balzani (Forlì), il sindaco di Cesena e Giovanni Malpezzi (Faenza) e il presidente della Provincia di Forlì – Cesena Massimo Bulbi, hanno chiesto con urgenza un incontro alla Direzione generale di Roma e a quella di Bologna per affrontare il tema del servizio di trasporto ferroviario dedicato ai lavoratori pendolari e agli studenti della tratta Rimini – Bologna.Portiamo alla vostra attenzione” – si legge nella lettera – “a titolo esemplificativo l'ultimo evento in ordine temporale, la soppressione di fermata dell'Intercity 608 a Cesena, Forlì, Faenza dal 12 settembre 2011. Ancora una volta questa modifica riduce il numero di opzioni per i pendolari del territorio. Nelle svariate segnalazioni ricevute da parte dei cittadini, viene evidenziato che alle modifiche improvvise del servizio si aggiungono fattori peggiorativi, quali i costi sostenuti per l'acquisto di abbonamenti divenuti inutilizzabili a seguito della variazione, l'insufficienza dei posti sulle tratte esistenti utilizzate da pendolari e studenti, le problematiche relative a manutenzioni e pulizie delle carrozze”.

Ti potrebbe interessare anche...