Festival Ravenna 2011, tutto pronto per 60 eventi GREEN

Festival Ravenna 2011, tutto pronto per 60 eventi GREEN
green economy, immagine di repertorio

RAVENNA. Scalda i motori Ravenna2011, uno degli appuntamenti “green” più interessanti del panorama italiano che si svolgerà dal 28 al 30 settembre. Il Festival Ravenna 2011, evento a km zero giunto alla quarta edizione (si svolge all'interno di 10 Sale attrezzate, in Piazza del Popolo e nelle principali vie del Centro Storico), fa il punto sui temi della sostenibilità ambientale e sulle buone pratiche in tema rifiuti/acqua/energia.

TEMA 2011. Fare i conti con l’ambiente è il tema dell’edizione 2011, presentata in una conferenza stampa in municipio. I contenuti sono stati illustrati da Giovanni Montresori e Mario Sunseri, direttori della manifestazione, nonché da Silvia Cirelli, che ne cura la parte artistica.
Per il Comune, che collabora alla realizzazione del festival, sono intervenuti gli assessori all’Ambiente Guido Guerrieri e alle Attività produttive Massimo Cameliani. Il primo ha detto di apprezzare in particolare la formula dell’evento, che propone “momenti di approfondimento, ma anche di divulgazione e intrattenimento, coinvolgendo tutti i ravennati”. Si è detto inoltre soddisfatto del fatto che ne sia la cornice Ravenna, “dove c’è una politica ambientale caratterizzata da diverse eccellenze; ad esempio la nostra provincia è leader in Emilia Romagna per la produzione di fotovoltaico”. Il secondo ha sottolineato con soddisfazione come l’anteprima del festival coinciderà con la presentazione ufficiale, il 27 settembre alle 9 alla sala Cavalcoli della Camera di commercio, “del Tecnopolo, che si pone l’obiettivo di essere un importante ausilio per il mondo imprenditoriale nella ricerca sui settori di energia, ambiente e nautica”. Per la Provincia, che patrocina il festival, è intervenuta Mara Roncuzzi, assessore all’Ambiente, che ha evidenziato come questo festival sia “una bella occasione per far circolare saperi su un tema fondamentale come quello dell’ambiente” e ha ricordato come tre degli appuntamenti previsti serviranno per approfondire altrettanti progetti curati dalla Provincia stessa".

GREEN ECONOMY. Fare i conti con l’ambiente si diceva: sia in termini di responsabilità ed implicazioni etiche dell’azione antropica sul mondo naturale, sia nell’analisi numerica sulla cosiddetta “green economy”. Green economy i cui “green jobs” verranno discussi nel corso della conferenza di venerdì 30 settembre, moderata da Umberto Torelli (Corriere della Sera) e che vedrà la partecipazione di esperti di Università, Istituzioni di ricerca e Imprese, impreziosita dall’intervento di Marco Gisotti, autore insieme a Tessa Gelisio (volto noto della trasmissione Pianeta Mare di rete 4) proprio del libro “Guida ai green jobs”.

60 INIZIATIVE. 4 Conferenze (una sui Green Jobs – già menzionata, una sulle fonti rinnovabili con Alessandro Marangoni ed altri esperti del settore, e poi quella che detta il tema generale dell’evento – fare i conti con l’ambiente – condotta dal noto critico d’arte televisivo Philippe Daverio. Chiude la conferenza su ambiente ed economie locali).
18 Workshop (Incontri di approfondimento sviluppati in collaborazione con le principali reti esterne (associazioni di categoria, enti ed aziende).
14 Labmeeting (Formazione ed approfondimenti in corsi a numero chiuso).
12 Eventi Culturali (Ricerca, conoscenza, innovazione, arte e cultura intesi come terreno ideale dal quale far partire un nuovo modo di pensare, agire e di comunicare: innumerevoli le iniziative in programma, tra cui i laboratori di riciclo creativo in piazza, gli artisti di strada (Ecobusking dal Festival di Ferrara), le esposizioni di “public art”, le installazioni e la partnership con CinemAmbiente).
Labecamp (non-conferenza prevista per il 30 settembre, con la partecipazione di blogger, giornalisti, esperti ed appassionati di ecologia, tutti accomunati dalla voglia di praticare “conversazioni sostenibili”. Il labecamp sarà coordinato da Vittorio Pasteris – personaggio del giornalismo on line italiano – con la partecipazione di esperti di comunicazione ambientale come Andrea Vico – ex La Stampa e Tuttoscienze, attualmente giornalista scientifico e “divulgatore”- , Marco Fratoddi – direttore de La Nuova Ecologia, tra i media partner dell’evento – e tanti altri).
Web Interviste con i protagonisti del settore rifiuti, acqua, energia tra cui: Antonio Massarutto, Amedeo Levorato, Alessandro Marangoni, David Newman, Alexander Ron, Marco Mari, Esperto GBC Brasile, Rappresentanti Museo della Rumenta, Antonio Cavaliere, Andrea Cirelli, Daniele Fortini, Rino Mingotti, Andrea Succi.
International Web Conference on Energy and Environment sulle tematiche cruciali che riguardano i grandi problemi che ruotano attorno alla energia e all’ambiente. Le relazioni saranno tenute da esperti dell’Unione Europea e saranno trasmesse in streaming on line. Tra i temi trattati si citano la politica energetica dopo Fukushima, la pianificazione e la gestione sostenibile della fascia costiera, la sostenibilità delle attività turistiche ed i problemi dell’analfabetismo scientifico.

OBIETTIVI. Quattro gli obiettivi principali del Festival, riassunti sinteticamente nelle 4 “Ri”:
Ripensare strategie e responsabilità
Riprogettare soluzioni innovative, efficaci ed economiche
Riorganizzare con sistemi equi e trasparenti
Ripartire con azioni, investimenti e imprese sostenibili
Ravenna2011 mantiene un carattere strettamente OPEN, e si realizza grazie al contributo dei partner/sponsor, sia in termini di risorse economiche che di supporti operativi (comunicazione sul proprio canale, disponibilità di sale, personale, ecc.): un carattere sostanzialmente unico per un evento nazionale ed internazionale di questa portata.

LABELAB. Labelab, il laboratorio per la gestione dei rifiuti, dell’acqua, dell’energia, opera dal 2001 nel settore dei servizi pubblici locali, raggruppa 50 professionisti operanti a livello nazionale con esperienza decennale nel settore dei rifiuti, acqua, energia. Le principali iniziative di Labelab riguardano la realizzazione e gestione dei portali internet Rifiutilab, Acqualab ed Energialab. Il progetto è nato con l’obiettivo di offrire un contributo all’innovazione del settore della gestione dei rifiuti, dell’acqua e dell’energia attraverso la condivisione della conoscenza e la creazione di una rete di tecnici (progettisti, gestori, fornitori di attrezzature e di servizi, comunità scientifica) diffusa su tutto il territorio nazionale ed internazionale. Le raccolte ed elaborazioni di dati, la diffusione delle informazioni permetteranno infatti il confronto, al fine dell’innovazione, dei settori.
In coincidenza con la partecipazione italiana all’Expo 2010 di Shanghai dedicata al tema “Better City, better life”, Labelab con i suoi software per la gestione dei servizi ambientali è stata inclusa nell’iniziativa “Italia degli Innovatori”,dedicata alle eccellenze tecnologiche del nostro Paese.

1. Brochure – GuidaEvento

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale