Ultimi preparativi per la Festa di San Michele. Nel centro storico, da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre.

Ultimi preparativi per la Festa di San Michele.  Nel centro storico, da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre.
Torta San Michele, bandierina Italia. Immagine di repertorio.

BAGNACAVALLO&FESTA DI SAN MICHELE. Ultimi preparativi per l’edizione 2011 della Festa di San Michele, che da giovedì 29 settembre (giorno del patrono della città) fino al 2 ottobre porterà a Bagnacavallo migliaia di visitatori, attirati dal ricco calendario di eventi culturali e ricreativi: spettacoli, concerti, mostre, visite guidate e luoghi dove gustare vini e piatti tipici. Partner ufficiale di questa edizione è Deco Industrie, realtà produttiva forte e innovativa del territorio bagnacavallese che festeggia il 60° anniversario della propria fondazione.
Giovedì 29 settembre l’inaugurazione della festa (ore 20) sarà affidata, dopo i saluti delle autorità, al regista Domenico Ciolfi, che con il suo spettacolo Tradimenti, tratto da Harold Pinter, darà vita a una commedia della memoria che ben si inserisce nel percorso artistico che la festa dedica al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Lo spettacolo teatrale, in programma alle 21.30 al Goldoni, dialogherà con le videoproiezioni curate sempre da Ciolfi in piazza della Libertà, dove suoni e immagini “vestiranno” i palazzi della principale piazza bagnacavallese per rendere omaggio agli elementi del mondo dell’arte, della cultura e della lingua che hanno contribuito a fare l’Italia.
Sempre giovedì 29 sono in programma Ripercorrendo l’Italia in piazza della Libertà (esibizione di ginnastica ritmica, ore 16), Il Piccolo Principe in Piazza Nuova (adattamento teatrale, ore 21.30) e uno spettacolo di musica d’autore con Enrico Farnedi accompagnato dall’ukulele nel chiostro del Museo Civico delle Cappuccine (ore 21.30). Si proseguirà poi nei giorni successivi con musica, improvvisazioni teatrali, danza, la sfilata degli acconciatori e appuntamenti dedicati ai più piccoli. Nelle giornate di sabato e domenica sarà presente in piazza una postazione di Radio Sonora, la radio web della Bassa Romagna. Nelle chiese della città, ogni sera dal 29 settembre al 2 ottobre, saranno proposti concerti di musica sacra con cori, canti polifonici e un concerto di campane.
CONNUBIO TRADIZIONI&ARTE. Si conferma poi il connubio fra la Festa di San Michele e l’arte, con le numerose mostre visitabili nei luoghi espositivi più belli della città: Carlo Zauli: Terra che rivive – Primari esplosi al convento di San Francesco; Enrico Lombardi: La pazienza dell’ombra alla chiesa del Suffragio; Francesco Bombardi: Silenti presenze nel chiostro del convento di San Francesco; Andrea Tampieri: Simmetrie in sala delle Colonne e palazzo Massari; Manuela Toni: I canti delle rovine a Palazzo Vecchio; San Francesco oltre il convento al Museo civico delle Cappuccine; Arte in Europa dal 29 settembre a palazzo Vecchio; L’Italia in comune. Il primo decennio di governo unitario nei territori dell’Unione dal 29 settembre nell’atrio del Palazzo comunale. Sabato 1 e domenica 2 ottobre tornerà anche la mostra-mercato di incisioni Carte in fiera, che giungerà all’undicesima edizione.
Venti saranno gli appunti d’arte disseminati nel centro storico della città, mentre saranno organizzate visite guidate per portare alla scoperta della chiesa di San Girolamo e del Teatro Goldoni, del Podere Pantaleone, del Giardino dei Semplici e del Castellaccio. Numerose saranno le animazioni, le esposizioni, i mercati e i mercatini lungo le strade della città.
L'ECCELLENZA ENOGASTRONOMICA. La Festa di San Michele è nota anche per l’eccellente gastronomia: dieci punti gastronomici consentiranno di gustare specialità di ogni tipo, dal tipico menu romagnolo ai piatti etnici, mentre il consorzio “Il Bagnacavallo” darà la possibilità di gustare i vini del territorio. Forni e pasticcerie prepareranno l’ormai celeberrima torta di San Michele, riconosciuta dalla Regione come prodotto tipico.L’organizzazione della festa è del comune di Bagnacavallo attraverso un apposito comitato, con il patrocinio della provincia di Ravenna e della regione Emilia Romagna. Come ogni anno va sottolineato l’impegno dei volontari, delle associazioni, delle imprese private e cooperative, degli operatori economici e sociali, delle parrocchie e del mondo religioso della città, che hanno collaborato per la realizzazione dell’evento.

GLI SPONSOR. Oltre a Deco Industrie, partner ufficiale dell’edizione 2011 della Festa di San Michele, sponsor principali della manifestazione sono: Credito Cooperativo Ravennate ed Imolese, Calzaturificio Emanuela e Iter.

Ti potrebbe interessare anche...