La Provincia visita la Casa Circondariale. Terzo istituto in Regione per ingressi

La Provincia visita la Casa Circondariale. Terzo istituto in Regione per ingressi
Casa circondariale, Rimini. Immagine di repertorio.

RIMINI&CASA CIRCONDARIALE. Il presidente della provincia di Rimini, Stefano Vitali, insieme al consigliere provinciale Lucilla Frisoni, l’avvocato Ivan Bagli della Fondazione Forense e il professore Carlo Fiorio (docente universitario ed esperto di diritto penitenziario) hanno visitato la Casa circondariale di Rimini, dove hanno anche incontrato la direttrice dott.ssa Maria Benassi. Se, per ruolo, la Casa circondariale dei Casetti non ospita un numero elevatissimo di detenuti, per numero di ingressi è il terzo istituto penitenziario in Emilia Romagna dopo Bologna e Modena, caratterizzato da un turn over altissimo, con necessità gestionali ed organizzative sempre più complesse ed articolate.

L'incontro è stato così l'occasione per approfondire nel concreto, da parte dell’Amministrazione provinciale, la conoscenza del contesto penitenziario, oltre che l’opportunità per un confronto sulle problematiche della Casa circondariale, come quelle del sovraffollamento, anche nella prospettiva di future iniziative comuni di collaborazione. Visto il grande impatto sul contesto locale di questo tipo di strutture si rende infatti necessario un forte lavoro di coordinamento e collaborazione tra le Amministrazioni Locali e quella Penitenziaria, che ponga al centro dell’attenzione non solo le dinamiche interne alle strutture penitenziarie ma, più in generale, quelle sociali e riabilitative che coinvolgono anche le strutture e i servizi territoriali.

"La visita  - ha  spiegato  il presidente della Provincia Stefano Vitali “ ci ha permesso di vedere e toccare in prima persona il grande impegno che il personale della Casa circondariale mette nel loro lavoro, in un contesto certamente non facile, peri migliorare le condizioni dei detenuti. A loro va il mio ringraziamento".

Ti potrebbe interessare anche...