Consiglio comunale di lunedì 26 settembre. Verifica su Bilancio e attuazione dei Programmi.

Consiglio comunale di lunedì 26 settembre. Verifica su Bilancio e attuazione dei Programmi.
Isola dei platani, Bellaria. Immagine di repertorio.

BELLARIA IGEA MARINA. Nel Consiglio comunale di lunedì 26 settembre è stata approvata con 14 voti favorevoli e tre astenuti la RICOGNIZIONE DELLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI E SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO per il 2011 (punto 2 dell’o.d.g.). “Si tratta della verifica sugli equilibri di Bilancio e sull’attuazione dei programmi che il Comune è chiamato a redigire entro il 30 settembre"  ha spiegato nella sua relazione l’assessore al Bilancio Riccardo Magnani, che ha anche aggiunto:  “ Pure questa volta siamo stati chiari e puntuali, con una ricognizione positiva che conferma il permanere degli equilibri di Bilancio.”

La verifica degli equilibri di Bilancio si collega alla ratifica da parte del Consiglio comunale di una VARIAZIONE ALLA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA E AL BILANCIO PLURIENNALE 2011/2013 E AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 (punto 8 dell’o.d.g.), già ‘passata’ in Giunta lo scorso agosto. L’assemblea ha approvato una variazione netta di circa 59.000 euro “determinata principalmente da maggiori contributi sovracomunali giunti nelle casse dell’Ente rispetto a quelli previsti – come ha spiegato l’Assessore – . I 59.000 euro identificano la variazione netta contabile; la variazione nel suo compesso presenta però anche altri aspetti interessanti, come ad esempio il risparmio del 10 % ( – corrispondente a circa 22.000 euro) per il riscaldamento di alcune strutture pubbliche, senza diminuire il comfort delle persone ospitate: un dato in linea con le politiche di risparmio e sostenibilità energetica sposate fin da subito da quest’Amministrazione”, precisa oggi Magnani. “Altro aspetto importante, gli 80.000 euro in più che siamo riusciti a destinare per il finanziamento di interventi sulle strade comunali, chi si sommano ai 300.000 già stanziati in sede previsionale".

LA VERIFICA DEL PATTO DI STABILITA'. Magnani, tornando alla verifica degli equilibri, ha quindi spiegato che in essa vi è “una variazione totale di circa 291.440 euro determinata da maggiori entrate rispetto a quanto previsto: la voce principale è rappresentata dai trasferimenti dallo Stato all’Ente locale, superiori alle previsioni di quasi 200.000 euro, ed in seconda battuta dall’incidenza di maggiori dividendi ( – legati a partecipate quali Hera, Romagna Acque, Farmacia Comunale) per circa 45.000 euro”.
“Per la parte in uscita – ha proseguito l'amministratore –  la somma è stata destinata nella sua totalità al fondo di riserva comunale. Una misura cautelativa, con cui l’Amministrazione Comunale si è voluta tutelare rispetto all’eventuale rimborso da corrispondere a una società, relativamente a un pagamento INVIM”.
Questa sigla identifica un’imposta, l’Incremento sul Valore degli Immobili, soppressa nel 2002 e che nel caso di specie è risalente addirittura al 1984 e, in seguito a ricorso da parte del privato coinvolto, potrebbe tradursi in un rimborso a carico del Comune di Bellaria Igea Marina di oltre 300.000 euro.
“Anche in questo caso – ha puntualizzato l'Assessore –  abbiamo voluto agire in maniera previdente rispetto all’ennesima criticità riconducibile al passato. Sebbene siano ancora in atto le verifiche con gli organi competenti per accertare che i calcoli e le cifre addebitate siano corretti, l’Amministrazione ha comunque deciso di accantonare l’intera somma necessaria alla copertura di un eventuale esborso a carico dell’Ente”.
“Nel complesso, questa verifica fotografa il buono stato di salute dei nostri conti: sono positivi la salvaguardia dell’equilibrio di bilancio ed il rispetto del patto di stabilità. C’è da rilevare inoltre come quest’Amministrazione continui a seguire la strada della prudenza e della responsabilità. E’ emblematico che, proprio nel Consiglio in cui viene tristemente a galla il modus operandi del passato, vedi la spinosa questine dei debiti fuori bilancio, l’attuale Amministrazione si impegni per far fronte ad un ipotetico rimborso pur non sapendo ancora l’esito finale della questione INVIM. Confermiamo oggi – ha concluso  Riccardo Magnani – quella linea della trasparenza, della sobrietà e dell’oculatezza che già a fine 2010 ci ha permesso, in controtendenza rispetto a tanti Enti locali alle prese con bilanci difficili, di approvare con ampio anticipo il bilancio previsionale per questo 2011".

Ti potrebbe interessare anche...