Quali procedure per il direttore generale? I sei Comuni dell’Asp Valle del Savio vogliono dire la loro.

Quali procedure per il direttore generale? I sei Comuni dell’Asp Valle del Savio vogliono dire la loro.
Azienda-pubblica-di-servizi-alla-persona. Immagine di repertorio.

ASP CESENA VALLE SAVIO. Un problema non solo gestionale. Lo apprendiamo da un comunicato delle  amministrazioni dei comuni di Cesena, Montiano, Mercato Saraceno, Sarsina, Bagno di Romagna, Verghereto, soci dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Cesena-Valle Savio, che hanno deciso di farsi sentire  in merito alle procedure per la scelta del nuovo direttore dell’Asp. " In merito alle procedure in corso – si legge in una nota – per la nomina del nuovo direttore di ASP Cesena-Valle Savio, crediamo utile ripercorrere, seppur velocemente, gli impegni fino ad oggi assunti e condivisi con il territorio, relativamente al ruolo di questa azienda e alle sue prospettive di consolidamento e crescita. Nel rispetto della normativa regionale che ha portato all’accorpamento delle IPAB e alla costituzione delle ASP, si ribadisce il ruolo strategico e privilegiato per la gestione dei servizi socio-sanitari ed educativi sempre attribuito dai comuni soci alla ASP locale ma anche l’obiettivo, affidato agli attuali Amministratori dell’azienda, di mantenere bilanci in attivo e una solida situazione patrimoniale, così come di attivare la programmazione in una ottica di flessibilità, efficienza ed economicità dei servizi gestiti. Pur valutando molto positivamente la solidità della nostra ASP, derivata in buona parte dagli assetti delle IPAB precedenti, ben sapendo che questo, in particolare, distingue positivamente la nostra azienda nel panorama regionale, comprendiamo perfettamente come la situazione economica e finanziaria attuale sia tale da richiedere per forza anche a tutti gli enti gestori dei servizi socio-sanitari, ASP in testa, una grande capacità di innovazione organizzativa e gestionale.

Sia per quanto attiene all’obiettivo dei comuni soci di mantenere la coesione sociale ed il sistema di servizi attuali, senza tagli e ridimensionamenti che graverebbero sui cittadini più deboli, sia per quanto attiene al consolidamento dei livelli occupazionali.
E del tutto evidente, dunque, che, come previsto dalla normativa vigente, si conviene sull’importanza del ruolo dei Direttore generale e sulla necessità che le competenze ad esso riferite siano ampie ed acquisite, come richiesto dalla procedura di selezione recentemente attivata dalla ASP locale a seguito delle dimissioni del Dirigente che ricopriva tale ruolo. In un momento in cui i tagli nazionali incidono tanto profondamente sulla tenuta dei servizi locali per anziani, bambini e famiglie, è anche attraverso gestioni oculate e capaci che possiamo mantenere quanto esiste. Gestioni che derivano da programmazioni politicamente attente ma anche da quelle elevate capacità professionali e quelle diffuse conoscenze manageriali che sono alla base della procedura in corso per l’individuazione del nuovo Direttore generale di ASP Cesena-Valle Savio".

Ti potrebbe interessare anche...