Porte Aperte anche nei Comuni della Bassa Romagna per discutere dei nuovi ‘tranci comunali’.

Porte Aperte anche nei Comuni della Bassa Romagna per discutere dei nuovi ‘tranci comunali’.
Tagli. Immagine di repertorio.

BASSA ROMAGNA. Sabato 1 ottobre, dalle 9 alle 11, i Sindaci e gli amministratori saranno presenti presso i Comuni della Bassa Romagna per confrontarsi con i cittadini su ciò che fa il loro comune e che cosa non potrà più fare. La manovra economica incide sempre più pesantemente sui Comuni e non sempre è facile capire fino a che punto inciderà sui servizi e sulle attività quotidiane dei cittadini. Il Comune è l'ente più vicino ai cittadini, quello che conoscono meglio, quello a cui più spesso si rivolgono per attività e servizi essenziali. Se saranno tagliate ulteriormente le risorse in modo indiscriminato, come è stato fatto finora, saranno colpiti soprattutto i cittadini. Per questo motivo i Comuni dell'Unione della Bassa Romagna, aderiscono all'iniziativa SABATO IN COMUNE, promossa da Anci e Legautonomie Emilia-Romagna. I Sindaci e gli amministratori saranno presenti presso gli uffici dei Comuni per incontrare i cittadini, rispondere alle domande, informare e discutere degli effetti della manovra economica che toglie ai comuni invece di intervenire dove le risorse si sprecano realmente. Per ulteriori informazioni è possibile contattare gli Uffici per le relazioni con il pubblico dei comuni.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale