Successo d’apertura per la Biennale RavennaMosaico alla Notte d’Oro. E gli eventi continuano.

Successo d’apertura per la Biennale RavennaMosaico alla Notte d’Oro. E gli eventi continuano.
Notte D'oro 43465.

RAVENNA. Dopo l’apertura tenuta a battesimo dalla grande affluenza di pubblico della Notte d’oro di sabato scorso, e da numerosi mosaicisti intervenuti dall’Italia che dall’estero – una cinquantina dalla Francia, una ventina dalla Grecia – la seconda edizione di RavennaMosaico, Festival Internazionale di Mosaico Contemporaneo, rilancia proponendo altri appuntamenti nei prossimi giorni.

IL 15. Sabato 15 alle 16.30 si inaugura la mostra “Il battistero Neoniano, uno sguardo attraverso il restauro”, al Museo Nazionale di Ravenna, abbinata alla presentazione del libro sul restauro dell’edificio. La mostra dedicata al Battistero Neoniano, un unicum nel panorama delle architetture tardoantiche, ripercorre le complesse e affascinanti vicende del monumento attraverso l’esposizione di cartoni pittorici, disegni e acquarelli per lo più inediti.

IL 19 E IL 21. Mercoledì 19 ottobre, ore 18, invece alla Sala D’Attorre si terrà l’incontro “Giuseppe Maestri. L’arte di una vita”, tributo al noto incisore scomparso lo scorso anno con la partecipazione di Ivano Marescotti e altri amici. Mentre il 21 ottobre, ore 18, inaugura la mostra dedicata allo scomparso artista “Giuseppe Maestri. Ravenna Senza Tempo. Le incisioni” alla Manica Lunga – Biblioteca Classense.

IL 13. All’interno della mostra Tamo saranno poi organizzati i seguenti eventi Histriodanza Off con l’esibizione di coreografie sitespecific. Primo appuntamento giovedì 13 ottobre, alle ore 19 con Marinella Freschi (hip-hop, contemporaneo) per il Centro Studi Danza Sperimentale “Lavori in Corso” di Ravenna (ingresso agli spettacoli e in mostra è di 3 euro). Mentre sabato 15 ottobre, alle ore 16, a Tamo si svolgerà il laboratorio didattico di mosaico intitolato “Mosaichiamo”, a cura di Lara – sezione didattica di RavennAntica. Ingresso gratuito per info tel.0544 213371.

ALTRI APPUNTAMENTI. Il Festival a cura di Comune di Ravenna e AIMC – Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei proseguirà fino al 20 novembre con esposizioni, convegni, laboratori, incontri, visite guidate. RavennaMosaico coinvolge tutta la città e le istituzioni culturali in un programma dedicato alla contemporaneità dell’arte musiva ed, inoltre, vuole offrire spunti di riflessione sulla candidatura di Ravenna a Capitale europea della cultura per il 2019.

Per il programma completo sul sito di RavennaMosaico.

NOTTE017.

OUIDAD BAKKALI. “Questa edizione di Ravennamosaico è partita sotto ottimi auspici – dichiara l’assessore alla cultura Ouidad Bakkali – a giudicare dalla grande presenza degli artisti italiani e stranieri, dal pubblico che ha scelto il persorso Mosaico in occasione della Notte d’oro e l’attenzione dei media nazionali e internazionali: da Sky a Repubblica.it, dai Viaggi sole24ore.it all’Herald Tribune (che pubblicherà un articolo di Roderick Conway Morris il 28 ottobre prossimo) al New York Times.it (il 24 ottobre).Ha dato ottimi frutti lo sforzo di coordinare i vari soggetti nel dare vita al ricco programma di iniziative di valore legate al mosaico contemporaneo che davvero fa di Ravenna la capitale mondiale del mosaico come hanno titolato alcune testate. Un ringraziamento a tutti i partner.”

MARINI. Maria Grazia Marini, dirigente servizio turismo e cultura, sottolinea: “Sono felice dell’atmosfera internazionale che si è respirata durante l’inaugurazione di RavennaMosaico. Molti degli artisti e dei loro amici arrivati dall’estero si sono complimentati per la sensazione di sentirsi, a Ravenna, come a casa. La Notte d’Oro mi ha felicemente colpita da pubblici diversi: infatti tutti hanno trovato il loro spazio e il divertimento adatto, dai giovani alle famiglie”. Marini continua: “Durante la Notte d’Oro si è visto come la città abbia voglia di riappropriarsi della notte. Il nostro sogno è quindi di tornare ad essere una capitale, una vera capitale della cultura come dimostrano queste iniziative che sono state accolte con grande entusiasmo dalla gente. Basta infatti creare un’occasione di incontro perché la gente accorra. Vorrei rivolgere un ringraziamento particolare a chi ha allestito le mostre”.

BERARDI. Anche Rosetta Berardi, Segretario Generale AIMC e socia fondatrice dell’associazione, ha evidenziato il clima di internazionalità: “Siamo particolarmente soddisfatti di questa seconda edizione del Festival del Mosaico Contemporaneo RavennaMosaico. Soddisfatti per tante ragioni ma soprattutto perché il Festival punta i riflettori sul mosaico, cifra che caratterizza Ravenna nel mondo e, nel contempo mette in luce l’Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei AIMC, nata a Ravenna nel 1980. Il festival contribuisce a valorizzare questa entità internazionale di complessa gestione, che porta a Ravenna mosaicisti da tutto il mondo. Ciò lo possiamo vedere nelle mostre Opere dal Mondo in San Domenico: ben 32 opere in mosaico che testimoniano le diverse processualità del fare arte con questa tecnica antichissima; nei chiostri Francescani Installazioni musive: 14 opere in cui il mosaico si concretizza in opere a “tutto tondo”, installate nello splendido spazio dei Chiostri dove il mosaico contemporaneo dialoga con la magica architettura circostante; nei Chiostri Oriani Architettura e Mosaico: 10 opere fotografiche nelle quali è visibile il rapporto mosaico/architettura; infine nei Chiostri della Biblioteca Classense, l’Associazione rende omaggio, con l’esposizione personale ad una socia fondatrice e figura di spicco nel mosaico contemporaneo, ormai famosa nel mondo: l’israeliana Ilana Shafir presente con 8 opere in mosaico nelle quali è ben visibile il suo modo straordinario di lavorare, libero da ogni schema”.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale