Tempo pieno. Il Comune mette una ‘toppa’ alla lacuna Gelmini

Tempo pieno. Il Comune mette una ‘toppa’ alla lacuna Gelmini
riforma_gelmini, ironica vignetta. Immagine di repertorio

SANTARCANGELO DI ROMAGNA. Per il secondo anno consecutivo l’Amministrazione comunale di Santarcangelo interviene direttamente per assicurare il tempo pieno alla scuola elementare Pascucci. Come si ricorderà, già lo scorso anno il tempo pieno ai 25 alunni della classe prima della sezione “A” che per la prima volta dopo diversi anni rischiavano di dover interrompere le lezioni alle 12,30 a causa della riduzione del numero di insegnanti, fu garantito dal Comune e dalla scuola nonché dalla disponibilità delle due maestre interessate.

TEMPO PIENO E NON SOLO.  Adesso, anche per l’anno scolastico 2011/2012, in accordo con il dirigente scolastico e le insegnanti coinvolte, il Tempo Pieno – due le classi a rischio, la prima e la seconda “A” – sarà assicurato dall’Amministrazione comunale che garantirà la presenza di educatori negli orari della mensa. Inoltre, saranno attivati progetti di collegamento con il territorio che si concretizzeranno attraverso laboratori condotti dal Museo Etnografico che vedranno impegnati gli alunni per l’intera durata dell’anno scolastico. In particolare, gli educatori del Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna sono chiamati a condurre un laboratorio di fiabe al termine del quale è prevista la realizzazione di un libro per bambini e un laboratorio/osservatorio sulla natura che prevede alcune visite al Museo di via Montevecchi.

Come amministrazione comunale – dichiara l’assessore all’Istruzione Monica Ricciinterveniamo anche quest’anno a fianco della Direzione didattica e delle insegnanti per garantire la qualità dell’educazione scolastica messa in discussione dalla Riforma Gelmini che ha ridotto la presenza del corpo docente”. “Assicurare il Tempo Pieno – aggiunge l’assessore Ricci – significa anche dare un sostegno concreto alle famiglie soprattutto in un periodo di grave difficoltà economica come quello che stiamo attraversando”.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale