Primo colpo di piccone per Casa Limentani.

Primo colpo di piccone per Casa Limentani.
Casa Limentani, Riccione. I lavori di demolizione

RICCIONE. Oggi, sabato 29 ottobre, sono iniziati i lavori di ristrutturazione della Casa di via Limentani n.15, l’immobile di proprietà comunale che l’Amministrazione comunale ha affidato in concessione all’Associazione Amici del Centro 21 e che ospiterà progetti di autonomia per persone con Sindrome di Down e problemi mentali.

I lavori sono inziati con la demolizione di parti del fabbricato. Presenti il Sindaco Massimo Pironi, gli Assessori Ilia Varo e Giuseppe Savoretti, il Presidente dell’Associazione Centro 21 Cristina Codicè, progettisti e tecnici comunali.

COSTI E FINANZIAMENTI DEL PROGETTO. Come si ricorderà, il progetto per la ristrutturazione di Casa Limentani è stato accolto dalla Regione Emilia Romagna (atto n.1355 del 14 settembre 2009) con l’assegnazione di un contributo in conto capitale pari al 31,35 delle spese, preventivate in sede di progetto in euro 564.800. Il contributo regionale ammonterà pertanto a euro 177.064.
Il Comune di Riccione ha previsto invece un contributo di euro 150.000, iscritto nel Piano triennale delle opere (Del. CC n.6 del 3 febbraio 2011). La somma mancante, pari a euro 237.736 verrà garantita dall’Associazione Amici del Centro 21 e coperta grazie a donazioni e iniziative di solidarietà cittadina.

La vicenda della ristrutturazione a fini sociali dell’immobile di via Limentani è stata oggetto di un percorso amministrativo complesso ma improntato a grande unanimità di intenti e collaborazione tra tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale. Numerose inoltre, le iniziative di solidarietà (Corsa dei Babbi Natale 2011, feste e iniziative di Famija Arciunesa e dei Circoli di Buon Vicinato, evento Aperol-MTV ecc.) che hanno già devoluto il proprio contributo alla realizzazione dell’opera.

Casa Limentani ospiterà una sala polivalente, per le attività giornaliere e i laboratori, quattro camere da letto, cucina e servizi. La progettazione e la direzione lavori sono affidate, e svolte a titolo gratuito, dall’architetto Donatella Fini dello Studio 84 di Tavullia e dallo Studio Associato Polistudio Aes Riccione, per la parte strutturale e impiantistica.

Si realizza un sogno – commenta il Sindaco Massimo Pironi. - Un sogno al quale ha contribuito tutta la città. La Casa di via Limentani sarà nuovo punto di riferimento per far crescere la qualità della vita anche per le famiglie dei ragazzi e delle persone che già devono affrontare tante difficoltà. In questo caso, un progetto di autonomia significa non solo un aiuto materiale, ma guardare al futuro, a quando le famiglie non riusciranno più a dare il loro sostegno. Questo, poi, è solo un punto di partenza. Ora occorre che tutta le città si stringa attorno a questo progetto e ci aiuti a portarlo a compimento con tante altre iniziative di solidarietà”.

Ti potrebbe interessare anche...