Il Genio della foto è lughese e si chiama Alex Alvisi.

Il Genio della foto è lughese e si chiama Alex Alvisi.
Alex Alvisi, Lugo

LUGO. Alex Alvisi, lughese D.O.C. sedici anni e un grande talento.
Studente del liceo linguistico al “Trisi- Graziani”, ha ottenuto il gradino più alto del podio al concorso di fotografia indetto da National Geographic” con la foto intitolata “Ollie over a Human”.

Alex Alvisi, nel tempo libero, registra un programma su Radio Sonora con l’amica Federica, in arte Bamboocha, pure lei amante dello scatto. Fa anche parte della Consulta degli studenti ma, oggi come oggi, il suo principale obiettivo resta l’arte di immortalare un’immagine, con gusto e capacità artistiche, s’intende…

PASSIONE E DETERMINAZIONE. “Coltivo la passione della fotografia da oramai quattro anni- ha detto Alex- e sia nel 2010 che quest’anno, ho partecipato al prestigioso concorso; la prima volta non è andata male, tanto è vero che la giuria ha deciso di caricare la mia foto sul sito internet di National Geographic, selezionandola tra le tante pervenute. A quel punto ho deciso di non mollare e di ritentare. Sono, ovviamente, soddisfatto della mia decisione, visto il risultato, ovvero il primo posto assoluto tra migliaia di partecipanti da tutta Italia”.

IL RICONOSCIMENTO UFFICIALE. Grande soddisfazione per il giovanissimo lughese, quando ha saputo della vittoria e complimenti da parte del sindaco Raffaele Cortesi e dell’assessore alla cultura Marco Scardovi. Il primo cittadino, tra l’altro, ha già fatto sapere di volerlo ricevere, in Rocca, per complimentarsi personalmente.
La pubblicazione delle mie foto su sito e rivista mi hanno fatto grande piacere- ha commentato lo studente- creandomi nuovi stimoli per proseguire in questa attività; mi piacerebbe entrare, a pieno titolo, nel mondo della fotografia, specialmente quella giornalistica, oppure di moda. Per il momento sono esclusivamente sogni e sono consapevole di quanto possa essere lunga e dura, da percorrere, questa strada. Il mio carattere mi porta a mettermi in gioco e, per quanto riguarda la passione che attualmente coltivo, debbo ringraziare mia madre che mi ha spronato ad intraprendere questa attività, trasmettendomene la passione”.

Ti potrebbe interessare anche...