L’Anagrafe di Ravenna si fa in tre.

L’Anagrafe di Ravenna si fa in tre.
Sportello urp, Anagrafe. Ravenna. Immagine di repertorio

RAVENNA. L’Amministrazione comunale sta riorganizzando la rete degli sportelli anagrafici a servizio dei cittadini sul territorio comunale: ne verranno aperti tre nuovi in città e verrà trasferito l’Urp (ufficio relazioni con il pubblico) in viale Berlinguer nella sua nuova veste di Sportello Polifunzionale.

I tre nuovi sportelli anagrafici saranno collocati nelle sedi delle tre ex circoscrizioni: via Maggiore 120, via Berlinguer 11 e via Aquileia 13, dove verranno erogati – a partire dai primi mesi del 2012- i seguenti servizi: cambio di indirizzo nel Comune di residenza, autentiche di copia e di firma, rilascio e rinnovo Carte d’identità cartacea, e certificati anagrafici e di stato civile. Saranno aperti, oltre che al mattino, anche nei pomeriggi di martedì e giovedì quando l’Anagrafe centrale è chiusa.

Riusciremo così a dare un servizio più articolato ed efficiente sul territorio, e più di prossimità ai cittadini – commenta l’assessore ai servizi demografici e all’Urp Massimo Cameliani-. Si tratta – aggiunge – di un’operazione con molteplici vantaggi: limiterà gli spostamenti dei cittadini, garantirà servizi sempre più consoni alle esigenze dell’utenza, utilizzerà personale (quello delle ex Circoscrizioni) e uffici, coerentemente con le politiche di razionalizzazione e di risparmio delle risorse pubbliche”.
Nel quadro di questa riorganizzazione, si inserisce anche la scelta di trasferire l’Urp dalla centrale via Da Polenta (accessibile solo a piedi) all’edificio dell’Anagrafe centrale di via Berlinguer. “Una scelta – spiega Cameliani – che tiene conto della migliore accessibilità stradale, della dotazione di aree per la sosta, di trasporti pubblici, di spazi interni al palazzo più idonei a contenere una forte affluenza di persone – la media va dalle 300 alle 350 al giorno – nei confronti delle quali lo Sportello funzionale svolgerà al meglio il proprio ruolo – sia per posizione logistica che per offerta di servizi – essendo in grado di intercettare e rispondere a un maggior numero di richieste. E’ evidente – conclude Cameliani – come queste condizioni, che noi riteniamo ottimali, non possano essere paragonabili a quelle offerte dall’attuale sede di via Da Polenta, oggettivamente più svantaggiata come collocazione e insufficiente sotto il profilo della capienza”.


URP. L’Ufficio relazioni col pubblico infatti, nel corso del tempo, ha integrato le sue originarie attività di informazione e comunicazione con l’erogazione di un numero sempre maggiore di prestazioni che lo configurano sempre più come uno Sportello Polifunzionale a tutti gli effetti: dall’aiuto ai cittadini per il disbrigo di pratiche anagrafiche, all’accoglimento di domande per partecipare a bandi pubblici (iscrizione scuola asilo nido, scuola materna, voucher, contributo affitto fondo sociale, case popolari, ecc.). Inoltre, essendo la struttura contigua agli uffici dell’Anagrafe, continuerà a integrarne le prestazioni trasformandosi temporaneamente in sportello anagrafico aggiunto, e contribuire così a diminuire i tempi di attesa dovuti a particolari picchi di utenza.
Su tutta questa operazione l’Amministrazione comunale ha già attivato le procedure con i sindacati per gli aspetti relativi all’organizzazione interna dell’ente.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale