Monti ha giurato. Oggi in Parlamento e stasera la fiducia.

Monti ha giurato. Oggi in Parlamento e stasera la fiducia.
Monti e Napolitano

IL NUOVO GOVERNO. Il contagio avanza. L’Italia ha sostanzialmente ‘concesso’ il via libera al governo Monti ( mercoledì 16 , ore 17, giuramento al Quirinale e domani giovedì 17, ore 20,30, in Senato,  fiducia definitiva) che dalla Germania giungono prese di posizione molto contenute. Un portavoce della Merkel ha parlato “d’attendere i fatti, ovvero il programma e gli intedimenti”. La stessa Merkel avrebbe auspicato d’incontrare quanto prima Monti. Prudenza inevitabile in un frangente difficile, oppure la solita diffidenza verso l’Italia? La crisi non è però solo italiana. Il contagio ha ormai colpito l’intera Europa. Il differenziale tra Bond tedeschi ed altri sale, pericolosamente. Sotto attacco sono finiti Paesi tradizionalmente immuni. Come L’Austria, i Paesi Bassi e la Finlandia. Sotto attacco è pure la Francia. Tracotante ma traballante. Chi ne sta fuori è solo la Germania, ma per quanto? In questo senso si indirizzano le preoccupazioni dell’America di Obama. Mentre, all’Ue, il presidente Barroso grida “di fare presto, prima che sia troppo tardi”.

Che la crisi necessitasse d’un governo d’urgenza è indubbio. Forse anche per questo s’è verificato il ‘miracolo’ dell’appoggio, per vie diverse, tanto del Pdl quanto del Pd e partiti di centro. Il ‘largo’ consenso c’è, si tratta ora di tradurlo rapidamente in iniziative. Che per molti saranno ‘lacrime e sangue’, inutile nasconderlo. L’importante che ‘il ragno salti fuori dal buco’. Stima per Monti c’è in Europa e in America. E questo, salvo controindicazioni, è un buon viatico.
Ma qui comincia il bello. A sinistra le ‘critiche’  già divampano. “ E’ un governo di persone educate, che parlano quattro lingue, che non racconteranno mai barzellette, ma che sanno fare i propri interessi. Al loro cospetto Berlusconi è un dilettante allo sbaraglio” s’è sentito dire. Altri, inoltre, sottolineano che, questo, non è altro che un ‘governo del Presidente’. In attesa ( si fa per dire) della repubblica presidenziale?

 

Ti potrebbe interessare anche...