Giustizia sempre più cara. No all’aumento del Contributo unificato.

Giustizia sempre più cara. No all’aumento del Contributo unificato.
La legge è uguale per tutti (foto di repertorio)

ITALIA & GIUSTIZIA. Una giustizia giusta dovrebbe essere il minimo per un Paese. Siamo tutti ancora d’accordo che la Legge è uguale per tutti? Uguale dovrebbe esserlo non solo durante i processi e le varie tipologie di azioni legali, ma anche, e soprattutto, nella possibilità di accedere al sistema giustizia. Se un cittadino non ha la possibilità finanziaria di percorrere un cammino legale, si può parlare di legge uguale per tutti?
Gli interventi spot di questo ultimo periodo non hanno migliorato il sistema Giustizia italiano. Ma c’è di più, ci sono stati dei peggioramenti che ci fanno viaggiare verso una giustizia sempre più cara.

GLI AUMENTI INTRODOTTI. Il Legislatore aveva già aumentato il Contributo unificato, la ‘Tassa sulla Giustizia’ che deve pagare chi promuove un giudizio. La novità è che il Governo ‘uscito’, mentre si congedava dal Paese, ha deciso di aumentarlo ancora. Infatti, nella Legge di Stabilità ci sono misure come:

- l’aumento del 50% del contributo per tutti i giudizi di appello;
- l’aumento del 100% per i processi dinanzi alla Corte di Cassazione;
- il pagamento integrale del contributo in caso di domanda riconvenzionale.

Dunque sorge spontanea una domanda che, ahimè, ha in sè già la risposta: Solo i più ricchi possono accedere alla giustizia? La situazione è grave e danneggia tutti. In primis i cittadini che potranno godere di un diritto fondamentale solo se se lo potranno permettere. Inoltre è alquanto possibile un calo degli investimenti stranieri, non attratti da una giustizia onerosa. Infine, come conseguenza, gli avvocati avranno meno lavoro a fronte di un calo dell’attività giudiziale.

Ritenendo che una vera ripresa del Paese si può ottenere solo con provvedimenti giusti. E ritenendo che queste azioni giuste non possano mancare dal settore Giustizia che anzi dovrebbe esserne il punto di partenza; Romagna Gazzette ‘sposa’  l’iniziativa di Leggioggi e invita tutti a firmare contro l’aumento del Contributo unificato. E’ sufficiente cliccare su questo indirizzo http://www.leggioggi.it/2011/07/15/fermiamo-laumento-contributo-unificato/
Tutte le firme raccolte verranno consegnate al Presidente della Repubblica, ai Presidenti delle Camere e al nuovo Governo.

Ti potrebbe interessare anche...