‘A passo d’uomo’. Un progetto collettivo per i giovani e la Valconca

‘A passo d’uomo’. Un progetto collettivo per i giovani e la Valconca
Valconca, foto di repertorio

RIMINI. Il progetto “A passo d’uomo” presentato dall’Unione Valconca, in partnership con la Provincia di Rimini e con 14 associazioni del territorio riminese, ha vinto il bando Anci 2011 per finanziare progetti ed attività a sostegno della Creatività Giovanile.

IL PROGETTO. 1° ad ex-equo nella graduatoria nazionale di merito – ha ottenuto un finanziamento di 30.000,00 euro a cui si aggiungeranno 20.000,00 degli enti locali (Comuni e Provincia) e dovrà realizzarsi tra la primavera e l’estate 2012. “A Passo d’uomo. Sentieri naturali e culturali in Valconca.” nasce come esito di un lungo processo di valorizzazione della valle, avviato dal 2006 con il “Progetto Conca”; un’azione sperimentale sviluppata ai sensi della Convenzione Europea del Paesaggio (Firenze, 2000) e promossa dalla Provincia di Rimini con il MiBAC, la Regione Emilia‐Romagna e i quattordici comuni della Valconca in rappresentanza dell’Associazione delle Autonomie Locali dell’Emilia‐Romagna.

A PASSO D’UOMO. Si rivolge in particolare alle associazioni giovanili e prevede di svolgere durante la primavera e l’estate 2012 attività di formazione professionale e di produzione artistica site‐specific con cui realizzare festival di arte e natura in Valconca. I percorsi formativi saranno strutturati attraverso laboratori di conoscenza diretta degli ambienti naturali e culturali del territorio attraverso laboratori e residenze artistiche finalizzate alla progettazione e alla messa in scena di nuove opere prodotte e suggerite dai paesaggi del luogo. Il progetto terminerà nel settembre 2012 con la messa in scena di un festival itinerante di 3 giorni. Durante il festival, i sentieri naturali e culturali della Valconca saranno percorsi “A PASSO D’UOMO” dagli spettatori, dotati di mappa ed accompagnati da guide esperte del territorio. Lungo i percorsi nel bosco e nei borghi storici, durante il cammino e alla conclusione delle passeggiate, saranno organizzati gli eventi, le installazioni e le performance.

Ruggero Gozzi, presidente dell’Unione Valconca, afferma a nome dei sindaci che “il progetto vuole mettere in valore le specificità locali (l’arte, la cultura e la natura) sostenendo e favorendo la creatività giovanile delle nuove generazioni. Vogliamo rafforzare l’identità della Valle del Conca quale laboratorio permanente tra arte e natura, in grado di promuovere sia lo scambio tra esperienze locali ed internazionali sia forme di turismo sostenibili ed originali”.

AUTORI. Il progetto – coordinato da Giovanni Bartolomeo dell’Unione Valconca – è stato scritto a quattro mani da Marialuisa Cipriani ed Elena Farnè di IntercityLAB di Rimini con Fabio Biondi dell’Arboreto-Teatro dimora di Mondaino e Francesca Airaudo della Compagnia del Serraglio di Riccione. Vi hanno aderito l’Associazione Malatempora di Montefiore Conca, l’Associazione Mucche in Transito di Morciano di Romagna, l’Associazione Giovani Insieme di Gemmano, l’Associazione Tassello Mancante di Riccione, l’Associazione Ora d’Aria di Santarcangelo, l’Associazione EffettoNotte di Misano Adriatico, l’Associazione WWF di Rimini, l’Associazione Giacche Verdi di Rimini, l’Associazione Cavalieri del Mare di Riccione, l’Associazione A.S.C.D. Valle del Conca di Porto Verde di Misano Adriatico e l’Associazione Tartufai delle Terre Superiori di Mondaino.

“Questo esito” – prosegue Vincenzo Mirra, assessore alla Pianificazione Territoriale della Provincia di Rimini – “è stato possibile grazie ad uno sforzo collettivo, sostenuto dalla provincia attraverso diversi servizi provinciali, quali la Pianificazione territoriale, la Cultura, il Turismo e le Politiche giovanili. L’aggiudicazione del finanziamento riconosce al progetto congiunto di Unione e Provincia la volontà di creare qualcosa di nuovo e in tal senso potrà divenire il luogo in cui elaborare e sperimentare un marchio di qualità del territorio incentrato sul binomio cultura-natura, che coinvolga oltre ai giovani e alle associazioni del territorio tutta la filiera produttiva turistica ed agro-alimentare locale, dalla ristorazione alle attività ricettive”.

Ti potrebbe interessare anche...