In mostra le sculture di Sergio Monari. A caccia dell’antico.

In mostra le sculture di Sergio Monari. A caccia dell’antico.
Lo scultore Monari

LUGO & SCULTURA. Inaugura sabato 10 dicembre, alle ore 17, nelle Pescherie della Rocca Estense la mostra di Sergio Monari Ierofanie, mostra promossa dall’assessorato alla cultura del comune di Lugo.

L’ARTISTA. Sergio Monari, scultore e pittore, dopo le prime mostre che risalgono alla fine degli anni ’70, ha esposto sia in Italia che all’estero nelle migliori gallerie e musei.
Docente dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, nel 2002 fonda, con altri artisti l’Associazione culturale C.etrA; apre nel suo casolare di Castelbolognese uno spazio espositivo e crea il Parco della Scultura, che ospita in maniera permanente venti opere.
Fra le sue mostre del 2011 ricordiamo la partecipazione alla Biennale di Venezia, Padiglione Italia, Reggio Emilia, a cura di Vittorio Sgarbi, e al Progetto scultura, Rocca Malatestiana, Rimini, a cura di Beatrice Buscaroli.
Le sculture degli anni 80 presentavano immagini conosciute, utensili che portano il segno di un lento modellamento inconscio, quasi che oggetti e gesti si plasmassero progressivamente, durante l’uso, come vuole l’ordinamento di una collettività i cui membri si conformano gli uni agli altri.

A CACCIA DELL’ANTICO. Nella materia sussiste il vincolo fra passato e presente, e nel presente, come ha scritto il critico d’arte Angelo Andreotti, Monari “scava la terra per trovare nuove tracce di antiche civiltà, … attraverso la materia si cala nel tempo e in una delle sue forme (la storia) per andare a cercare dove abbiamo iniziato a perderci, cosa è necessario tenere, e perciò continuare a indagare non tanto per raggiungere una quanto mai improbabile risposta che concluda, ma per ricordarci che ciò che troviamo sono appunto soltanto domande, e che queste domande trovano la propria risposta nel restare continuamente aperte.”

Orari apertura delle Pescherie: giovedì e venerdì 15.30-18.30; sabato e domenica 10-12 / 15.30-18.30. Chiusura anche Natale e 1° gennaio. Info: Ufficio Musei 0545 38561.
Catalogo della mostra: Edizioni Quaderni del Circolo degli Artisti, Faenza; 340 pagine
a cura di Lamberto Fabbri con testi di Angelo Andreotti, Giovanni Scardovi, Luca Cesari, Gian Ruggero Manzoni.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale