Il Made in Italy ad Amsterdam. Business e qualità al centro della tavola rotonda

Il Made in Italy ad Amsterdam. Business e qualità al centro della tavola rotonda
made-in-italy (foto di repertorio)

ITALIA-OLANDA. Il Made in Italy fa scuola. Nei giorni scorsi la Camera di Commercio Italo – olandese ha organizzato nel mese di novembre, ad Amsterdam, l’annuale evento “Italiaanse Zaken” (Affari Italiani), che rappresenta l’evento di maggior rilievo nelle relazioni economico-commerciali bilaterali tra Italia ed Olanda. Un centinaio i partecipanti, per la maggior parte provenienti dai Paesi Bassi, ma anche dall’Italia. Tema al centro delle discussioni di questa tornata è stato il “Made in Italy”, con particolare riferimento al comparto agro-alimentare.

IL MADE IN ITALY. La tavola rotonda è stata inaugurata dal saluto istituzionale dell’Ambasciatore d’Italia nei Paesi Bassi Franco Giordano e del Presidente della Camera di Commercio Italo-Olandese. I lavori sono quindi cominciati con l’intervento del dottor Oscar Farinetti che ha parlato della sua esperienza nel settore, alla luce del successo che sta riscuotendo Eataly, il concept store dell’agri-food a marchio italiano da lui fondato. Farinetti ha spiegato i principi ispiratori del progetto, oggi divenuto una realtà dinamica con nove punti vendita in Italia, Giappone e a New York. Dopo di lui ha esposto Antonio Ricciardi, dell’Università della Calabria, noto per i suoi contributi su Il Sole 24 Ore – Affari. Il Professor Ricciardi ha individuato il “Made in Italy” come marchio di punta del nostro Paese e ne ha messo in evidenza il ruolo di motore nell’economia italiana, indicando le molte nuove opportunità di business che apre nei diversi settori.
A seguire sono stati realizzati alcuni workshop di approfondimento sul concetto di “Made in Italy” e, in chiusura, è stato offerto un pranzo con prodotti italiani di alta qualità.

Ti potrebbe interessare anche...