Gli auguri in tempo di crisi. Sobrietà e partecipazione

Gli auguri in tempo di crisi. Sobrietà e partecipazione
Saluti fine anno

SANTARCANGELO & AUGURI. I più sentiti auguri di un Natale sereno arrivano a tutti i cittadini di Santarcangelo dal sindaco Mauro Morri e dalla Giunta comunale. Nel corso del tradizionale saluto di fine anno il sindaco e la Giunta hanno anche conferito premi e riconoscimenti ai cittadini che si sono distinti per particolari meriti civici, scolastici, culturali e sportivi, oltre ai dipendenti comunali che nel 2011 hanno raggiunto l’età della pensione. Il saluto si è tenuto oggi nella sala consiliare “Maria Cristina Garattoni” alle ore 10,30.

TEMPO DI SOBRIETA’. Il sindaco Morri ha aperto il suo discorso ricordando il valore della sobrietà come punto di riferimento per l’operato dell’Amministrazione comunale, in una situazione di difficoltà economica che riguarda anche una città come Santarcangelo dove ancora si vive bene. Nel suo intervento il sindaco ha ribadito che il Bilancio 2012 in via di approvazione (il voto in consiglio è stato rinviato a dopo l’Epifania a causa del varo della manovra finanziaria in Parlamento) garantirà la tenuta dei servizi per le 8.400 famiglie e le 2.400 partite iva di Santarcangelo. Servizi che non sono stati ridotti bensì potenziati, con l’intento di preservare l’equità nei confronti di tutti i cittadini garantendo il sostegno a famiglie e imprese. Il sindaco ha ricordato anche un grande valore su cui Santarcangelo può contare: la partecipazione dei cittadini alla vita del paese. Il tessuto sociale di Santarcangelo, ha affermato il sindaco Morri, è fatto di relazioni sociali che si concretizzano in 150 associazioni sul territorio, una ricchezza inestimabile per la città. La partecipazione costante dei santarcangiolesi a eventi e decisioni sulla vita della comunità fa sì che nessuno resti indietro:

APERTURA E NON CHIUSURA. l’Amministrazione non è chiusa in sé stessa, ma partecipa alla pari dei cittadini alla vita di Santarcangelo. In chiusura del suo intervento, il sindaco Morri ha ribadito l’auspicio dello scorso anno, ricordando l’importanza di non chiudersi in sé stessi in una situazione di difficoltà come quella attuale. Apertura e dialogo sono nella natura di Santarcangelo, come dimostrano le numerose manifestazioni culturali e i successi sportivi che valicano i confini della Regione e non solo. Mantenere questa apertura sulla scorta dell’esempio, tra gli altri, di don Pasquale Tosi (missionario emigrato da Santarcangelo nel corso del XIX secolo) è la sfida che aspetta la città nel suo percorso verso il futuro. L’augurio del sindaco e della Giunta per un Natale sereno a tutta la città è stato accompagnato dall’annuncio che le stampe con le farfalle di Tonino Guerra, installate da alcuni giorni, decorano i portici del Palazzo comunale in omaggio al Maestro. In una lettera di vent’anni fa (visibile nel totem sotto il porticato), Tonino Guerra aveva infatti voluto spronare gli amministratori della città a non concentrarsi esclusivamente sulle necessità pratiche del governo cittadino, lasciando spazio anche per l’arte, la natura e la magia che le farfalle simboleggiano.

RICONOSCIMENTI. Il sindaco Morri ha quindi ringraziato e premiato i dipendenti comunali che nel corso del 2011 hanno raggiunto l’età della pensione: Grazia Nardi della Segreteria, Lorenzo Astolfi del Museo Etnografico, Loris Razzani e Loris Giorgi dei Servizi Finanziari e Maria Antonietta Nicolini della Biblioteca. Il conferimento dei riconoscimenti è proseguito con l’assegnazione delle Benemerenze. La prima è andata al cittadino di Santarcangelo Andrea Brancato, per l’onestà e il senso civico dimostrati il 1° dicembre scorso restituendo alla legittima proprietaria una busta contenente mille euro ritrovata in strada a Rimini. Pio Trebbi ha ricevuto la seconda Benemerenza, per il suo impegno sociale in favore degli anziani di Santarcangelo profuso attraverso la canzone e per il suo legame con il territorio. Le menzioni speciali per l’anno 2011 sono andate a Federico Bellancini, vincitore dei Campionati Italiani di Pugilato Youth 2011 nella categoria Pesi Medi con l’Associazione Vasco De Paoli di Santarcangelo e a Letizia e Ilaria Bronzetti per i meriti conseguiti a livello nazionale nella pratica sportiva della ginnastica ritmica con la Società Aurora di Fano (il riconoscimento è stato ritirato dal padre).

BORSE DI STUDIO. Nel momento successivo della premiazione il sindaco Morri ha consegnato le borse di studio in memoria di Caterina Gambuti alle tre vincitrici. Si sono aggiudicate il contributo Rosa Jaqueline Lara Goycochea (classe ‘93), studentessa all’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici “Luigi Einaudi” di Viserba, Ziska Bajramovska (classe ‘95) e Sara Bianchi (classe ‘94), studentesse dell’Istituto Tecnico Commerciale “Rino Molari” di Santarcangelo. Le tre ragazze hanno ottenuto un contributo da 500 euro ciascuna in quanto studentesse meritevoli delle scuole superiori con una media di almeno 8/10 nell’anno scolastico 2010/11. La premiazione è culminata con il conferimento della tessera di socio onorario della Pro Loco al pittore Giuseppe Boschetti e l’assegnazione dell’Arcangelo d’Oro alla stilista Liviana Conti. Il sindaco Morri e il presidente della Pro Loco Giuseppe Zangoli hanno omaggiato “Pino” Boschetti con le parole di Rino Salvi e con una targa di ringraziamento per l’arte del pittore che così bene ha saputo rappresentare la città: “Santarcangelo è fiera di essere ritratta da un artista del tuo spessore che mantiene alta la tradizione dei nostri pittori esprimendo al meglio il peso culturale e turistico della nostra città”. Infine la stilista Liviana Conti, che con il suo marchio ha raggiunto la notorietà internazionale, è stata invece premiata con l’Arcangelo d’Oro 2011. Un riconoscimento tributato alla stilista per i livelli d’eccellenza raggiunti nel campo della moda, per la sua capacità di rappresentare al meglio le potenzialità della fantasia e della creatività femminili come concreti fattori di successo individuale, sviluppo e di crescita collettiva e perché, pur non essendo nativa di Santarcangelo, Liviana Conti ha scelto la città come luogo in cui vivere e trasferire l’azienda, sottolineandone così le valenze economiche e commerciali.

Ti potrebbe interessare anche...