Il Piano di spiaggia va: arriva il via libera della Soprintendenza per i beni architettonici di Ravenna.

Il Piano di spiaggia va: arriva il via libera della Soprintendenza per i beni architettonici di Ravenna.
Lungomare di Riccione. Immagine di repertorio 2

RICCIONE. L’anno si conclude all’insegna di una eccellente notizia per gli operatori di spiaggia e le prospettive di riqualificazione dell’arenile riccionese. Il lavoro portato avanti sulla Variante al Piano dell’arenile, già adottato nel maggio scorso, è stato coronato dal parere favorevole della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Ravenna.

Il Soprintendente Arch. Antonella Ranaldi, nello spirito di piena collaborazione e condivisione degli obiettivi indicati dall’Amministrazione comunale, ha infatti inviato ieri mattina il proprio parere di competenza, fornendo anche contributi diretti a migliorare alcuni aspetti contenuti nella variante medesima.

Con il parere favorevole della Soprintendenza diventa sempre più vicina la possibilità che i miglioramenti proposti, come il venir meno della necessità di rimuovere le piscine nei mesi invernali, il loro pressoché totale interramento e l’attuazione di modalità di gestione dell’arenile più efficienti e moderne, diventino presto realtà.

E’ un risultato straordinariamente importante – sottolinea il Sindaco Massimo Pironi – nel percorso di approvazione della Variante al Piano dell’arenile, atteso dagli operatori quale occasione di stimolo allo sviluppo dell’economia legata alla gestione del turismo balneare, pur nel rispetto del principio di salvaguardia ambientale e paesaggistica. L’innovazione della nostra offerta turistica balneare è la migliore risposta che Riccione possa dare in questi momenti di crisi economica. Il nostro auspicio è che il Piano di spiaggia, una volta approvato dal Consiglio comunale, possa essere di impulso a nuovi investimenti di riqualificazione del nostro arenile”.

IL PROSSIMO PASSO: L’INCONTRO CON GLI ALTRI ENTI. “Il prossimo passaggio importante – aggiunge l’Assessore all’urbanistica Maurizio Pruccoli - sarà la convocazione della conferenza dei servizi regionale che suggellerà l’acquisizione di tutti i pareri dei diversi Enti competenti e aprirà la strada per la definitiva approvazione della variante da parte del Consiglio Comunale. Speriamo che questo possa avvenire già entro la fine di febbraio”.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale