Riccione. Nuovo anno con tuffo in mare. Gli auguri del sindaco Pironi

Riccione. Nuovo anno con tuffo in mare. Gli auguri del sindaco Pironi
tuffo in mare a Riccione, il primo gennaio 2012

RICCIONE & ANNO NUOVO. Un tuffo in mare, un saluto di buon anno agli ospiti e al personale dell’ospedale e di Casa Pullè. Gli auguri scambiati anche con gli agenti della Polizia Municipale e con i Carabinieri. Un inizio anno da primo cittadino per Massimo Pironi.

TUFFO DI INIZIO ANNO. Una trentina di intrepidi nuotatori hanno scelto di cominciare il 2012 con un coraggioso tuffo in mare dalla spiaggia di piazzale Roma a Riccione. Si sono fatti largo tra due ali di folla da stadio – diverse centinaia gli spettatori che, grazie alla splendida giornata di sole hanno seguito l’evento – e si sono tuffati in mare per il tradizionale bagno di Capodanno. Tra loro, per la prima volta, anche alcuni stranieri: due turisti tedeschi, una coppia di bielorussi con un amico conterraneo, un tunisino neo-riccionese. Segno che anche il bagno di Capodanno segue l’onda della globalizzazione. Oppure che quando c’è da divertirsi e far baracca in compagnia, tutto il mondo si fa paese. Ad assistere al tuffo, e ad aiutare i nuotatori ad aprirsi un varco verso il mare attraverso la folla, anche il
Sindaco Massimo Pironi , che ha preferito però rimanere in cappotto. E ha atteso il gruppo al suo rientro, per un brindare – in modo irrituale, al limite dell’ammonizione – nella fontana di Tonino Guerra.

Nel suo giro mattutino, il Sindaco Pironi ha portato i suoi auguri di buon anno ai pazienti e al personale dell’Ospedale Ceccarini e agli anziani ospiti della Residenza Casa Pullè. Dopo il Brindisi in piazzale Roma con i nuotatori di Capodanno, iniziativa organizzata dal Circolo di Buon Vicinato di via Arezzo con la collaborazione della Croce Rossa Riccione e dei volontari del Gruppo di Protezione civile “Arcione”, il Sindaco Pironi ha poi fatto tappa alla Stazione Carabinieri, brindando con il Comandante Claudio Cacace e i militari in servizio, e successivamente, presso il Comando della Polizia Municipale. Riccione ha vissuto un San Silvestro di grande serenitá, con migliaia di persone in piazzale Roma, tantissimi giovani in viale Ceccarini, tanta voglia di divertirsi. Il pronto soccorso dell’Ospedale non segnala episodi o interventi di rilievo. Interventi di routine anche da parte del Comando Stazione Carabinieri.

Un’unica nota stonata, e dolorosa: nella notte, l’inqualificabile episodio di vandalismo gratuito ai danni della statua di Papa Giovanni XXIII nel parco delle Magnolie. La statua è stata letteralmente devastata a colpi di mazza o spranga. Il capo e le braccia della scultura sono state ridotte in frantumi. Impossibile che nessuno abbia visto e assistito allo scempio. Che a giudicare dai danni, non deve essere durato pochi istanti. Le indagini, giá in corso, non dovrebbero faticare a dare nomi e volti degli autori.

Ti potrebbe interessare anche...