Tempo di bilanci. Un 2011 positivo per la Fanzinoteca d’Italia di Forlì

Tempo di bilanci. Un 2011 positivo per la Fanzinoteca d’Italia di Forlì
Fanzinotecario d'Italia

FORLI’ & FANZINOTECA. Tracciare un bilancio del primo anno di attività della Fanzinoteca d’Italia, con sede a Forlì, che nel 2011 ha visto proporre un ricco calendario di eventi, fatto di iniziative vissute con un raggio d’azione che si espande dal territorio comunale e provinciale, estendendosi oltre al nazionale fino ad arrivare all’estero. Questo un primo bilancio dell’anno trascorso, con tutti i protagonisti che, a vario titolo, hanno aderito, collaborano e sostenuto questo straordinario percorso, unico in Italia, ideato per dare visibilità ai tanti appassionati, fanzinari. Ha visto mettere in atto partecipazioni in molte città italiane, grazie alle presenze nel contesto di eventi come grandi e consolidate Manifestazioni dal Festival d’Europa a Firenze, all’evento giovanile Tendenze di Vicenza fino al Vintage presso la Fiera di Forlì, tanto per citarne alcuni, e poi ancora incontri di approfondimento grazie alla presenza dell’esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi in luoghi cittadini ma anche altrove, nel goriziano, nel bolognese, nel ravennate e altre zone, esposizioni mirate e mostre periodiche consultabili, oltre alla partecipazioni diretta ad eventi culturali di portata nazionale e molto altro.

QUALITA’ & QUANTITA’. Solo per rendere l’idea dell’operato svolto in poco più di 14 mesi, basti pensare che si sono promossi ed attivati ben oltre 30 eventi, di cui alcuni ancora in corso, tutti programmati e sostenuti dalla stessa Fanzinoteca. Da precisare che i progetti proposti sono stati fin qui ripagati da significativi successi di pubblico, con importanti ricadute per il territorio in termini d’immagine e cultura sociale. Le cifre di partecipazione, relativamente modeste se confrontate con le grandi città, sono enormi per il contesto forlivese, una città dove l’interesse delle amministrazioni locali è dunque tale che ha permesso di attivare la sede di una realtà socio-culturale unica in tutta la nazione e che, grazie ad essa, Forlì può per di più fregiarsi del titolo di “Capitale italiana delle fanzine”.

L’Italia è un Paese dallo straordinario patrimonio artistico e culturale ed è proprio in questo nostro nazionale patrimonio di cultura che si inseriscono gli oltre 5.000 pezzi dell’editoria fanzinara italiana, custoditi presso l’Archivio della Fanzinoteca d’Italia, pezzi che costituiscono l’unica importante raccolta di fanzine presenti in Italia. Per tale motivo i fruitori di questo servizio sono stati stimolati a visitare la Fanzinoteca con la presenza sia dei cittadini forlivesi, sia di persone provenienti da tutta Italia. A tale proposito ha spiegato l’esperto fanzinotecario, Gianluca Umiliacchi: “Più che il numero, di per sé alto, delle presenze realizzate in questo 2011, è per me sorprendente la richiesta, che viene dalle varie persone da tutta Italia ed oltre, segno non solo d’un esito felice dal punto di vista della proposta, ma anche d’una grande capacità da parte della Fanzinoteca d’Italia di far fronte agli oneri finanziari in vista di eventi socio-culturali”. Aggiungendo: “Quale responsabile fanzinotecario di una formidabile realtà pubblica, che ha nella Fanzinoteca l’unico elemento di massima visibilità, sono lieto che si sia sviluppato e prosegua un percorso mirato, tale da coinvolgere tutto il territorio nazionale nell’accogliere, esporre e valorizzare la produzione dell’editoria fanzinara”.

VALORE SOCIALE. Importante comprendere anche il valore sociale che questa attività svolge, come la disponibilità per supportare studi, ricerche e Tesi di Laurea, proprio quest’anno ricorre il Decennale della prima Tesi di Laurea realizzata in Italia e dedicata all’editoria fanzinara, oppure la partecipazione a seguire e dare spazio per l’inserimento di persone delle categorie protette, oltre ad altri contesti socialmente utili messi in atto. L’interesse che è in grado di generare la Fanzinoteca d’Italia, rende i cittadini protagonisti indiscussi e l’attenzione riscossa in questo primo anno di attività dimostra come la proposta sia un’iniziativa valida, interessante e dinamica al punto di rendere partecipe anche il pubblico. Le arti figurative hanno svolto e svolgono un ruolo fondamentale nella comunicazione dei valori sociali, non minore importanza in questo senso hanno i prodotti dell’editoria fanzinara. Copiosa è la produzione di fanzine, in tutto il mondo, e presso la sede sono ben rappresentate tutte le tipologie di questa “vera” passione del popolo. All’interno di questa struttura, la passione fanzinara nella sua ricerca di comunicazione e confronto sapientemente prende corpo e si mostra a tutti gli interessati come unità forte e compatta che è in grado di far emergere il valore socio-culturale effettivo della fanzine, un elemento chiave per la crescita personale, culturale e sociale. Polo e punto di riferimento nazionale l’attività prevede due aperture pubbliche pomeridiane del martedì e venerdì dalle 14.00 alle 18.00, con la presenza e il supporto da parte dell’esperto fanzinotecario. Per informazioni fanzinoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzinoteca.it

Ti potrebbe interessare anche...