Edilizia Residenziale Sociale. Secondo Bartolini la Regione favorisce l’Emilia

Edilizia Residenziale Sociale. Secondo Bartolini la Regione favorisce l’Emilia
Luca Bartolini (foto di repertorio)

EMILIA ROMAGNA & CASA. “E’ incredibile come la Regione continui a favorire l’Emilia a scapito della Romagna”. E’ l’immediata reazione avuta del consigliere regionale Luca Bartolini (Pdl) dopo aver letto l’elenco delle imprese finanziate nell’ambito del Programma di Edilizia Residenziale Sociale 2010 della Regione Emilia-Romagna.

BARTOLINI: UNO SBILANCIO VERSO L’EMILIA. “In passato avevo già denunciato uno sbilancio dei contributi verso l’Emilia, come nel caso dei finanziamenti per l’innovazione delle aziende, ma oggi il tutto si ripete con uno sbilancio senza precedenti per quanto riguarda la ripartizione dei fondi del bando Ers 2010, quello relativo al programma della Regione per la realizzazione di alloggi di edilizia convenzionata e agevolata”, sottolinea l’esponente regionale del Popolo della Libertà. “Il grosso dei finanziamenti è andato a otto cooperative emiliane, ovviamente tutte cooperative rosse aderenti alla Legacoop”, puntualizza Bartolini. “Il metro di valutazione delle commissione regionale appare discutibile, infatti i dieci punti attribuiti dalla commissione interna sono stati determinati, con il risultato di avere progetti non finanziati per meno di un punto. Non dimentichiamoci che se il grosso delle risorse arriva all’Emilia, vuol dire che gli interventi saranno praticamente tutti concentrati da Bologna a Piacenza: nell’elenco dei progetti messi a finanziamento, infatti, su quaranta interventi di edilizia sociale finanziati dalla Regione, 37 sono concentrati in Emilia e tre in Romagna, di cui due a Ravenna e uno a Modigliana. A Forlì, invece, nemmeno un appartamento. Ma quel che fa la differenza è il numero di alloggi finanziati: in Emilia sono ben 645 (il 94% del totale), in Romagna solo 40. Insomma, possiamo dire che la Romagna, ancora una volta, è stata dimenticata dalla Regione, che come al solito si è premurata bene di finanziare anche cooperative che sono in fortissima difficoltà e che forse non riusciranno nemmeno a portare a termine gli interventi che hanno presentato al bando”.
Non è la prima volta che il consigliere Bartolini, sul tema della casa, richiama la giunta Errani. “Anche in passato la Regione si era caratterizzata con una maggiore attenzione al territorio emiliano, come nel caso del bando per le abitazioni per le giovani coppie, in Romagna e nella provincia di Forlì-Cesena le offerte si contavano sulle dita di una mano, mentre in Emiliano erano decine e decine. Il modus operandi della giunta è quanto mai discutibile e mi meraviglio che la rete delle cooperative rosse romagnole se ne stia zitta e supina, così come gli amministratori pubblici romagnoli, che hanno sempre una gran paura di dire solamente una sillaba contro Errani. Ma ci troviamo davanti a un’ingiustizia bella e buona: la Romagna concorre a mantenere l’Emilia e quando ci sono delle risorse da distribuire viene sempre penalizzata e i finanziamenti si concentrano da Bologna in su”.

Ti potrebbe interessare anche...