Chi era San Valentino? La festa degli innamorati, tra storia e business

Chi era San Valentino? La festa degli innamorati, tra storia e business
bocca e rosa (foto di repertorio)

SAN VALENTINO & LOVE. Ci siamo, anche quest’anno è arrivato  San Valentino! Il 14 febbraio si celebra la festa degli innamorati. E’ una festa che non tutti festeggiano e non tutti amano, ma è pur sempre una festa, con il suo carico di “celebrazioni” e, immancabilmente, di business.

LA FESTA. La festa degli innamorati, prima di essere chiamata con il nome del santo, pare esistesse già. Troverebbe origine nei lupercalia romani, riti legati alla fertilità che venivano celebrati però il 15 febbraio. La tradizione di spedire biglietti d’amore (le “valentine”) risalirebbe addirittura al XV secolo, precisamente allo scritto che Carlo d’Orléans inviò alla moglie. Chiuso nella Torre di Londra, le mandò una lettera in cui la definiva “ma très doulce Valentinée”, cioè “mia dolcissima Valentina”.

IL SANTO. Ma facciamo un balzo alla origini: Chi era San Valentino e perchè è diventato il santo degli innamorati? Vescovo e martire cristiano (176-273) avrebbe compiuto miracoli “mirati” alle coppie e all’amore. Fece da paciere tra due innamorati che stavano litigando. Come? Facendo volare intorno a loro decine di coppie di piccioni. Da questo evento deriverebbe anche il termine molto usato “piccioncini”, con cui spesso si definiscono gli innamorati. Altri episodi riguarderebbero amanti salvati da persecuzioni familiari, dal “no” dei genitori agguerriti contro l’unione d’amore dei figli.

BUSINESS. E’ Nel XIX secolo che questa ricorrenza inizia a diventare business. Nell’Ottocento alcuni imprenditori statunitensi fabbricarono grandi quantità di biglietti ottenendo ottimi guadagni. Successo economico che diede il via alla commercializzazione della festa dell’amore! E ora, come si sa, oltre i biglietti da spedire alle “valentine contemporanee”, ce ne sono di cose in vendita nelle vetrine! dai cioccolatini a qualsiasi altra cosa, anche più costosa, a forma di cuore o comunque con qualche cuore incorporato.

SAN VALENTINO NEL MONDO
In Spagna sono gettonatissime le classiche e romantiche rose rosse. In Inghilterra o negli Stati Uniti sono molto usati i biglietti anonimi di chi decide di fare un dono senza rivelarsi. In Giappone la tradizione vuole che siano le ragazze a regalare una scatola di cioccolatini ai ragazzi, che siano fidanzati, amici, mariti o semplicemente colleghi. Chi riceve i cioccolatini, il mese successivo deve regalare cioccolato bianco. Gli olandesi puntano soprattutto sui cuori di liquirizia.

ITALIA. In Italia – almeno per quanto abbia potuto notare – non è solo l’uomo che fa un dono alla donna ma è una cosa reciproca, anzi, spesso avviene il contrario. In Italia, poi, ci siamo inventati un’altra cosa: la festa di San Faustino, la festa dei single. Il giorno dopo la festa degli innamorati, chi è solo si prende la sua rivincita! Il 15 febbraio è una sorta di “anti San valentino” , data spesso caratterizzata da eventi organizzati per far trovare l’anima gemella.

Ti potrebbe interessare anche...