5 milioni per promuovere il turismo balneare dell’Emilia Romagna sui mercati esteri

5 milioni per promuovere il turismo balneare dell’Emilia Romagna sui mercati esteri
riviera romagnola (foto di repertorio)

EMILIA ROMAGNA & RISORSE TURISMO. Oltre 5 milioni di risorse regionali saranno investite nel 2012 per la promozione e la commercializzazione del turismo balneare dell’Emilia-Romagna sui mercati esteri.

Come già nel 2011, questa la cifra che la Regione destinerà per sostenere un settore che si conferma in crescita con il totale degli arrivi che ha fatto registrare nei cinque mesi di stagione un +4,4% e un aumento dei giorni di presenza del 2,3%. Oltre 4 milioni sono stati, infatti, i turisti arrivati da maggio a settembre 2011, con una permanenza media superiore ai 6 giorni (oltre 25 milioni e 400 mila i giorni di vacanza trascorsi in Emilia-Romagna).

BUONI NUMERI. Positivi soprattutto i numeri relativi ai turisti stranieri: oltre 851 mila gli arrivi (con una crescita del 7,62%), superiori ai 5 milioni e 771 mila le giornate di presenza (+4,71%).
Per quanto riguarda i turisti italiani, sono stati oltre 3 milioni gli arrivi (+57%) per oltre 19 milioni e 600 mila giornate di presenza (+1,62%).

I dati sono stati illustrati in Regione dall’assessore regionale a Turismo e commercio Maurizio Melucci, dalla presidente di Apt Liviana Zanetti e dal presidente dell’Unione di prodotto Costa Andrea Corsini. “Siamo soddisfatti”, ha sottolineato Melucci. “In sinergia tra pubblico e privato abbiamo lavorato per incrementare il turismo dell’estero, coordinando la nostra attività di promozione e commercializzazione, ottenendo risultati in crescita sia sui mercati più tradizionali sia su quelli emergenti e dati positivi anche dal punto di vista dei fatturati”.

GERMANIA PRIMA. Le cifre del 2011 confermano che il primo mercato del turismo balneare della Riviera è costituito dalla Germania con gli arrivi in crescita del 7,68% e le presenze del 5,89% rispetto al 2010, il che significa più di 213 mila turisti arrivati e oltre 1 milione e 600 mila presenze registrate.

In aumento anche i turisti da Svizzera (secondo Paese di provenienza con oltre 99 mila arrivi e quasi 677 mila presenze), Francia (al quarto posto con oltre 74 mila arrivi e più di 567 mila presenze) e Austria: tutti Paesi con una crescita delle presenze superiore al 5%.
Dalla Russia, terzo Paese di provenienza dei turisti, tra maggio e settembre sono arrivate oltre 114 mila persone (+34,48%) mentre la permanenza media ha superato i 651 mila giorni (+28,22%).

In crescita rispetto al 2010, soprattutto, i turisti da Venezuela (+54,18% gli arrivi e +108,94% le presenze); Slovenia (rispettivamente +13,22% e +37%); Australia (+13,2% e +36,23%); Malta (+38,61% e +30,83%); Canada (+29,46% e +28,52%); Israele (+2,12% e +23,36%) e Stati Uniti d’America (+18,65% e +17,25%). I 3171 fra alberghi e residenze turistiche della costa hanno registrato un aumento del 4,33% degli arrivi e del 2,96% delle presenze, mentre le strutture extra-alberghiere (come alloggi affittati dalle agenzie, campeggi, agriturismi e bed&breakfast) sono rimasti stabili.

turismo costa

Ti potrebbe interessare anche...