Forlì. Lo spettacolo di Teresa Mannino al teatro Diego Fabbri

Forlì. Lo spettacolo di Teresa Mannino al teatro Diego Fabbri
Teresa Mannino

FORLI’ & TEATRO. In seguito al successo televisivo ottenuto all’interno del varietà Zelig, Teresa Mannino, la palermitana più famosa e amata del momento, presenta all’interno della rassegna Comico de Il Piccolo di Forlì il suo nuovo divertentissimo spettacolo. Terrybilmente divagante, scritto dalla stessa attrice e diretto da Marco Rampodi, andrà in scena sul palco del Teatro Diego Fabbri venerdì 20 gennaio alle ore 21.

TERESA MANNINO. Teresa racconta. Teresa sorride, Teresa graffia. Teresa ha la dolce consapevolezza del ‘fuori luogo’, della bimba siciliana che ama Heidi e che, a Palermo, viene chiamata ‘la milanese’! È costantemente in bilico fra mondi contrapposti: il Nord operoso e il Sud filosofico, l’universo operoso femminile e quello infantil-materialista maschile. Teresa è sempre altrove. Si trova in un luogo di cui fa parte ma fino a un certo punto, e per questo riesce a leggerne con partecipato distacco tutte le contraddizioni. Teresa affronta ‘l’altra metà del cielo’ con l’affettuosa consapevolezza di un allenatore calcistico pronto a cambiare l’uomo se il suo lavoro sulle fasce è debole. Teresa guarda i poveri maschietti con il sorriso ironico di chi non aggredisce ma comprende. Teresa racconta e si racconta: gli anni dell’infanzia, al centro di un’iperbolicamente sconfinata famiglia che ora che non vive più lì e che deve essere periodicamente visitata in infiniti pellegrinaggi al sapore di caffè; i tempi della scuola, quando non era vero che era intelligente ma non si applicava: era una capra… e in più non si applicava! La stessa filosofia di apprendimento è stata applicata anche crescendo, ad esempio a scuola guida, con la consapevolezza che tanto studiare il motore serve solo ai maschietti, per aprire il cofano e vantarsi con i loro simili. Teresa racconta e chiacchiera. Con la spontaneità di chi si trova su un palcoscenico ma conserva la stessa immediatezza che avrebbe in un salotto. Ovviamente non un salotto con pretese di mondanità, ma un salotto qualsiasi, in un pomeriggio qualsiasi, mentre in cucina la mamma sta preparando il tè, da accompagnare ovviamente con le paste, tanto lei problemi di linea non ne ha, e agli ospiti non potrebbe che consigliare: “futtitinne!”.

Come se gli spettatori non avessero prenotato un biglietto, ma avessero suonato il citofono per una visita improvvisata. Così, semplicemente.

INFORMAZIONI.
Biglietti: da 16 a 22 €.
Prevendita: da sabato 14 gennaio presso gli uffici del Teatro Il Piccolo dalle ore 9,30 alle ore 12.
La sera di spettacolo la biglietteria del Teatro Diego Fabbri aprirà alle ore 20.
Prevendite on line: www.accademiaperduta.it www.vivaticket.it
Info: 0543/64300 e www.accademiaperduta.it

Ti potrebbe interessare anche...