La Nave della pace per dire ‘no’ al nucleare, salpa dal Giappone

La Nave della pace per dire ‘no’ al nucleare, salpa dal Giappone
Peace Boat (foto di repertorio), Nave della pace per il No al nucleare



CROCIERA & PACE.
Oltre alla nave Concordia, oggi si parla anche di un’altra nave, in un contesto del tutto diverso (fortunatamente). Si tratta di una crociera che parte oggi e che è portatrice di un chiaro messaggio: no al nucleare. Si chiama la nave della pace.

NO AL NUCLEARE. Da Yokohama, in Giappone, salpa la Nave della Pace per dire al mondo il suo no al nucleare. A bordo un migliaio di passeggeri che solcheranno i mari per 80 giorni, toccando svariati parti del mondo, dall’India, all’Europa, all’America. A bordo anche alcuni sopravvissuti ai bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki durante la Seconda Guerra Mondiale, e loro discendenti.

PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE. La crociera prevede anche una visita a Chernobyl, per ricordare un altro tragico incidente nucleare. Durante la visita i passeggeri incontreranno i sopravvissuti dell’incidente alla centrale del 1986.
La “Peace Boat” è un’organizzazione non governativa nata in Giappone nel1983 per promuovere la pace e lo sviluppo sostenibile attraverso viaggi con grandi navi da crociera. Questa nave ha dunque un “carico” umano molto “particolare”, se non altro significativo, perchè porta tutto il peso della testimonianza. La testimonianza di chi ha vissuto l’incubo nucleare sulla propria pelle, la testimonianza che viene da un Paese, il Giappone, che ancora oggi con quell’incubo deve farci i conti. Una nave di pace che porta in giro per il mondo un messaggio di vita, di rispetto per l’essere umano e il pianeta Terra che lo accoglie.

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale