Emilia Romagna & Crisi editoria. Un nulla di fatto per ‘L’informazione’.

Emilia Romagna & Crisi editoria. Un nulla di fatto per ‘L’informazione’.
Libri, biblioteca. Immagine di repertorio. 2

EDITORIA EMILIA ROMAGNA. Segnalato un nulla di fatto per quanto riguarda la vertenza delle redazioni di Bologna, Modena e Reggio Emilia del quotidiano ‘L’informazione’, dopo il confronto, tenutosi  negli uffici di viale Aldo Moro al quale hanno preso parte proprietà, l’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli, provincia di Bologna, Fnsi, Aser, comitati di redazione delle testate coinvolte, i rappresentanti sindacali dei lavoratori non giornalisti. Tutto rimandato al 31 gennaio, giorno in cui si terrà l’assemblea dei soci in mattinata e, immediatamente a seguire, sarà convocato il tavolo crisi negli uffici regionali.

Forte preoccupazione per i 36 giornalisti interessati dalla crisi è stata espressa dall’assessore regionale alle Attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli, il quale ha anche sottolineato «il rammarico per l’indisponibilità della proprietà ad assicurare comunque l’uscita del quotidiano almeno sino a fine marzo, così come proposto dai giornalisti».

LE INIZIATIVE.  «Siamo di fronte ad una preoccupante situazione dell’editoria in Emilia Romagna, regione in cui sono presenti diverse situazioni di criticità, con conseguenze occupazionali che riguardano ormai indistintamente carta stampata, televisione, radio, new media e uffici stampa. Per questo confido nell’intervento dello Stato, auspicando che il 27 gennaio, quando si riunirà la Commissione del Dipartimento dell’editoria, vengano sbloccati i Fondi, prese decisioni rispetto alle pratiche sospese e soprattutto realizzate scelte di carattere politico che consentano, nel tempo, una certezza al mondo dell’editoria anche per le testate regionali e provinciali». Ha quindi sottolineato l’assessore regionale Gian Carlo Muzzarelli in una lettera al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Paolo Peluffo, che ha la delega alla Comunicazione, Editoria e Diritto d’autore.

Secondo i dati forniti dal sindacato dei giornalisti Aser (Associazione della stampa dell’Emilia Romagna), nel 2012 sono  oltre un centinaio in Emilia Romagna i posti di lavoro a rischio tra i professionisti contrattualizzati, cui si sommano i destini precari di decine di collaboratori.

Ti potrebbe interessare anche...