Cesena. Lavori al via: Foro Annonario, pista ciclabile di via Savio e rotonda di Diegaro

Cesena. Lavori al via: Foro Annonario, pista ciclabile di via Savio e rotonda di Diegaro
Lavori in corso (foto di repertorio)

CESENA & LAVORI. Previsto per oggi l’apertura di tre cantieri. Al vi ai lavori per Foro Annonario, pista ciclabile di via Savio e rotonda di Diegaro.

L’avvio pressoché contemporaneo di questi tre interventi, che complessivamente mettono in campo un impegno di circa 8 milioni e mezzo di euro, è casuale ma dà l’idea della forte accelerazione che stiamo creando di imprimere alla nostra azione amministrativa. – osservano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi -, pur in un periodo come questo, che ha visto ridursi sensibilmente la realizzazione di opere pubbliche. Si tratta di tre progetti molto diversi ma che contribuiranno, ciascuno per la propria parte, a migliorare la città. Sicuramente il più impegnativo è quello relativo al Foro Annonario, che andrà a cambiare la fisionomia di uno spazio molto frequentato e da tempo in attesa di riqualificazione: per vederne gli esiti dovremo aspettare la seconda metà del 2013. L’attesa sarà più breve per la rotonda sulla via Emilia, i cui lavori si concluderanno entro l’estate, mentre la ciclabile di via Savio sarà pronta alla fine dell’anno. Nel frattempo siamo consapevoli che i cantieri creeranno qualche disagio, di cui ci scusiamo fin da ora: chiediamo ai cesenati di avere pazienza, nella certezza che saranno ripagati dai vantaggi che deriveranno da questi interventi”.

Il Foro Annonario

Com’è noto, l’intervento che inizia lunedì va a riqualificare l’attuale struttura costruita all’inizio degli anni Sessanta al posto del vecchio Foro Annonario e viene realizzato, secondo le modalità del project financing, dal raggruppamento promotore (costituito Cons.coop, Banca di Cesena, Coop. Sviluppo Commercio e Turismo e Confartigianato di Cesena) che, oltre alle spese di progettazione e realizzazione, si farà carico anche della gestione della struttura (ottenendone in cambio i proventi) per i 38 anni di durata della concessione. Il progetto prevede il recupero degli spazi e dei volumi ricompresi nella sagoma esistente, aumentando la disponibilità di superfici commerciali da 3700 a 5500 mq, con l’inserimento di solai e ballatoi. Fra gli elementi caratterizzanti del progetto, un nuovo collegamento diretto con il Palazzo Comunale che dal Foro consentirà di raggiungere il cortile dell’Anagrafe. Il costo previsto per l’intervento è di circa 7 milioni di euro più Iva.

Lunedì 30 cominceranno i preparativi per l’allestimento del cantiere, con la recinzione delle aree interessate e l’installazione della segnaletica necessaria. Scatteranno anche alcune modifiche alla circolazione. In particolare, è prevista l’istituzione del senso unico nell’ultimo tratto di via Fattiboni, in direzione piazzetta Cesenati del 1377 (antistante l’Anagrafe). Contestualmente, per tutta la durata dei lavori è abrogata la zona a traffico limitata in via Malatesta Novello per consentire alle auto di rimettersi nella rete viaria. Sarà invece vietato il transito ai mezzi pesanti.

La pista ciclabile di via Savio

La nuova pista che collegherà rotonda Pasquale Rosati (vicino all’Istituto Agrario) a via Po, si svilupperà per una lunghezza complessiva di 1600 metri e correrà sulla banchina sinistra in direzione centro dalla rotonda a via Viareggio, per poi spostarsi sulla banchina destra. L’intervento comprende anche la realizzazione di una rotonda all’incrocio fra via Ancona e via Savio e una serie di attraversamenti pedonali protetti (2 nei pressi dell’istituto Agrario, prima e dopo via Batarra, 2 prima e dopo la Via Viareggio nei pressi della scuola di Villarco, 2 prima e dopo la Via della Valle e 1 sulla Via San Mauro all’altezza di Via Certaldo), individuati sulla base dell’indagine condotta nel quartiere per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola. I lavori, eseguiti dalla ditta Fabbri Costruzioni di San Leo, hanno un importo di 855mila euro, di cui 55mila finanziati dalla Regione.
La rotonda all’incrocio fra via Emilia e svincolo dell’E45 a Diegaro

La nuova rotonda, su cui confluiranno le tre strade che oggi formano l’incrocio, avrà un diametro esterno di 70 metri. Sarà costituita da una carreggiata di 9 metri di ampiezza e da un anello centrale sormontabile, in cubetti di porfido, largo 2,5 metri. Sul bordo esterno è prevista la realizzazione di un marciapiede asfaltato di 1,5 metri di ampiezza, mentre sul lato sud-est, verso la collina, correrà pista ciclabile larga 2,5 metri. Le corsie di immissione avranno una larghezza di 7 metri, mentre quelle di uscita saranno larghe 6 metri. L’importo complessivo stanziato per l’intervento è di 600mila euro.

INFO. Per consentire i lavori, da lunedì 30 fino al 2 marzo è istutito un senso unico alternato con movieri o semaforo nel tratto di innesto all’E45. E’ previsto anche un restringimento della carreggiata nel tratto fra il sovrappasso e l’innesto all’E45, con l’eliminazione della corsia di svolta a sinistra per l’immissione sulla superstrada in direzione Forlì-Cesena e della corsia di immissione sulla via Emilia per chi viene dallo svincolo in direzione Forlì.

Ti potrebbe interessare anche...