Riccione. Un questionario statistico per le associazioni sportive

Riccione. Un questionario statistico per le associazioni sportive
Sport (foto di repertorio)

RICCIONE & SPORT. La galassia sportiva riccionese, secondo i dati di affiliazione messi a disposizione dal CONI, è composta da oltre 120 associazioni sportive piccole e grandi, dedicate alle più svariate discipline. Dalle più praticate: il calcio, il nuoto, il podismo, le varie specialità dell’atletica leggera, fino alla pratica subacquea, al soft-ball, al parkour, disciplina nata nelle metropoli francesi che consiste nel superare a corpo libero i dislivelli urbani. Gran parte del mondo sportivo riccionese, si sa, fa capo allo Polisportiva comunale, che “moloch” che vanta circa 8000 tesserati, gran parte dei quali provenienti dai comuni vicini. Ma c’è tutto un fermento associativo che sfugge da anni ad ogni rilievo o censimento.

IL QUESTIONARIO. Per mantenere un occhio attento su questo universo di macro e micro associazioni, spesso composte solo da poche decine di persone (nove è il numero minino di iscritti da dichiarare per registrarsi come associazione sportiva) l’Assessorato allo sport del Comune di Riccione ha lanciato nei giorni scorsi un’indagine statistica invitando tutte le associazioni sportive riccionesi a rispondere ad un semplicissimo questionario ad uso statistico. Quanti sono gli iscritti al 31 dicembre scorso, a quale fascia d’età appartengono (fino agli 11, dai 12 ai 18, dai 19 ai 60, over 61), quanti di questi residenti a Riccione.

La lettera, firmata dall’Assessore allo sport Maurizio Pruccoli e inviata lo scorso 9 gennaio, ha già avuto una prima risposta da parte di una ventina di associazioni. Manca però il grosso dei sodalizi, che verranno ora ricontattati e sollecitati telefonicamente ad uno ad uno, a partire da metà febbraio, dall’Ufficio Sport.

“Le Associazioni sportive che hanno rapporti più o meno continuativi con l’Amministrazione comunale – spiega l’Assessore allo sport Maurizio Pruccoli, sono un’ottantina – dai dati ufficiali desunti dal sito del CONI ne mancano all’appello circa 40. A volte si tratta di associazioni che nascono per un singolo evento, e non vengono più cancellate. Altre volte rimangono attive, ma sono composte da poche persone. Per potersi registrare bastano un presidente, uno statuto, e almeno nove iscritti. Il censimento dell’associazionismo ci serve per monitorare più da vicino e capire i bisogni anche questo universo sportivo che è fatto di dilettanti ma spesso è animato da grande passione e disinteresse.”

__________

Ti potrebbe interessare anche...