Ici sui beni commerciali della Chiesa. Mario Monti conquista l’Europa

Ici sui beni commerciali della Chiesa. Mario Monti conquista l’Europa
San Pietro (foto di repertorio). Arriva l'Ici sulla Chiesa, per la parte commerciale

ICI & CHIESA. Arriva l’Ici anche per la Chiesa. Per l’esenzione non basterà più avere all’interno dell’immobile una struttura religiosa che continuerà sì ad essere esente, ma tutto il resto, se è commerciale, verrà sottoposto ad Ici. La norma in questione vale circa 100 milioni di maggiori tributi e non trova l’opposizione della Conferenza Episcopale Italiana. La Cei accetta ma invita a tener conto del valore sociale del vasto mondo del no profit. Sul tema, molto dibattuto in questi ultimi mesi, lo scorso dicembre Bagnasco aveva espresso la sua disponibilità a chiarire e a fare alcune precisazioni, se necessarie. Ebbene, erano necessarie e ora le azioni sono state annunciate e tantissimi italiani si aspettano che vengano applicate. L’annuncio di questa norma è stato dato, con una lettera, da Monti al vice presidente della Commissione europea, Joaquin Almunia.
In attesa di conoscere nello specifico come verrà applicata, la norma avrà comunque impatto generale su tutti gli enti non commerciali, dalle Onlus alle associazioni no profit.

ESENZIONI. La nuova Ici sul mondo degli enti non commerciali segue alcune linee guida: verranno abrogate le norme che prevedono l’esenzione per i luoghi nei quali l’attività non commerciale non sia esclusiva ma solo prevalente; l’esenzione sarà limitata solamente a quella parte di attività di natura non commerciale; verrà introdotto un meccanismo di dichiarazione vincolata a direttive rigorose per individuare il rapporto proporzionale tra attività commerciali e non commerciali che si trovano all’interno dello stesso immobile.

MONTI A STRASBURGO. Intanto, Mario Monti è volato a Strasburgo e ha ‘conquistato’ l’Europa. Conquisterà anche gli italiani?L’Italia è ‘ufficialmente’ in recessione con il secondo calo trimestrale del Pil, ma nonostante questo Monti convince l’Europa i cui parlamentari si sono complimentati per le azioni messe in campo. ‘Supermario’ – come viene sempre più spesso chiamato – incassa i complimenti e assicura che non saranno necessarie manovre aggiuntive, anche grazie al fatto che la lotta all’evasione si sta rivelando alquanto ‘fruttuosa’. L’Italia di Monti non vuole più nè essere considerata, nè esserlo nei fatti, un peso per l’Europa, anzi vuole riconquistare un ruolo centrale. Non è il desiderio solo dell’Italia di Monti, ma anche – e soprattutto – dell’Italia degli italiani. Le proteste che ‘fioccano’ quotidianamente puntano il dito sul ‘come’ recuperare questo ruolo.

Ti potrebbe interessare anche...