Torriana. Emergenza finita, ma ora serve denaro per ‘saldare’ i costi.

Torriana. Emergenza finita, ma ora serve denaro per ‘saldare’ i costi.
IMG_2988

 SINDACO DI TORRIANA &  DANNI EMERGENZA NEVE. Finita l’emergenza inizia ora il conteggio, desolante, delle spese sostenute per fronteggiare l’emergenza e di quelle che si renderanno necessarie alla copertura dei danni che stanno emergendo.

I RINGRAZIAMENTI. ” Per prima cosa – puntualizza il sindaco di Torriana, Valmarecchia - si desidera ringraziare tutti coloro che ci hanno sostenuto in questa fase di estrema emergenza: la regione Emilia Romagna, il presidente Errani, l’assessore Gazzolo, il direttore Egidi, la provincia di Rimini che ha gestito e coordinato l’unità di crisi, il presidente Vitali, l’assessore Galasso e tutti i dirigenti dei servizi Viabilità/Protezione civile, ing.Venturelli, ing.Vittori, ing. Pesaresi, la Prefettura, i Dipendenti comunali, le ditte incaricate dal Comune, che hanno svolto un lavoro straordinario e ininterrotto durante tutte le settimane di emergenza, per fronteggiare una situazione particolarmente difficile, mai vista sul nostro territorio. Un ringraziamento speciale anche: a tutti i volontari comunali, ai volontari e il responsabile della Protezione Civile, all’Unione dei Comuni della Valle del Marecchia, ai Vigili del Fuoco di Trento, per gli interventi effettuati sugli edifici pubblici, all’Esercito italiano; a tutti quei Cittadini che hanno collaborato con l’Amministrazione, con pazienza e spirito di solidarietà, anche nei confronti dei vicini; a tutti coloro che a vario titolo si sono adoperati per gestire al meglio questa emergenza, dimostratasi durissima, e che fortunatamente non ha prodotto danni gravi alle persone. Invece i danni al patrimonio si stanno evidenziando purtroppo importanti, in quanto hanno ceduto capannoni industriali e ad uso agricolo, così come svariati danni stanno emergendo a civili abitazioni e agli edifici pubblici. Non meno rilevanti sono quelli provocati alle vie di comunicazione e agli arredi urbani. Ora rimane la speranza che il Governo, la Regione e la Provincia comprendano il bisogno e l’estrema necessità di sostegno economico per far fronte a questa drammatica situazione”.

Ti potrebbe interessare anche...