Case per famiglie in difficoltà. Il progetto e il bando a Bellaria Igea Marina.

Case per famiglie in difficoltà. Il progetto e il bando a Bellaria Igea Marina.
Casa Bellaria

BELLARIA IGEA MARINA. Dopo l’approvazione in Consiglio Comunale delle linee di indirizzo da applicare, sono arrivate oggi la presentazione e l’introduzione ufficiale del Progetto “Casa Bellaria”, iniziativa ideata dal Comune di Bellaria Igea Marina finalizzata al reperimento e alla messa a disposizione di immobili ad uso abitativo per nuclei famigliari in temporanea difficoltà.

“Casa Bellaria” nasce dalla consapevolezza che quella abitativa sia una delle emergenze più stringenti in questo momento, ma che, allo stesso tempo, gli enti locali possano fare molto per sostenere le fasce maggiormente colpite dalla crisi, a partire dagli aspetti normativi e dalle politiche sociali perseguite dalle amministrazioni.

IL PROGETTO. Il progetto ha avuto nei mesi scorsi una fase preliminare atta a verificare una prima disponibilità da parte dei proprietari, ad esempio di appartamenti sfitti, a stipulare contratti di comodato o di locazione: a coloro che aderiscono si chiede di ridurre le proprie pretese in termini di affitto di almeno il 20-30 % sul prezzo di mercato; in cambio, il Comune si impegna a ‘garantire’ a più livelli, non da ultimo in caso di morosità da parte dei locatari, ponendosi come interlocutore tanto per chi mette a disposizione l’immobile quanto per i nuclei famigliari in difficoltà, e collaborando in questa iniziativa con Acer – Agenzia Casa Emilia Romagna, ente istituzionale da sempre in prima fila sul tema ‘casa’.

Alla presenza di Carlo Alberto Celli, Vice Presidente Acer Rimini, Franco Carboni, Direttore Generale Acer Rimini, Filippo Giorgetti, Assessore ai Servizi Sociali Comune di Bellaria Igea Marina e Ivan Cecchini, Dirigente settore Affari generali e Servizi Comune di Bellaria Igea Marina, l’appuntamento di oggi ha sancito anche la firma sulla convenzione tra il Comune e Acer – Agenzia Casa Emilia Romagna per la gestione degli immobili reperiti.

L’accordo, di durata quinquennale, prevede che il Comune di Bellaria Igea Marina, dietro apposito atto amministrativo, metta in contatto la proprietà dell’alloggio reperito mediante avviso pubblico e l’ACER Rimini, per la stipula del contratto di locazione sublocazione.

L’assegnazione degli alloggi così reperiti verrà disposta dal Comune stesso, il quale indicherà il tipo di contratto da applicare e la durata della locazione (3+2, 4+4, transitorio). Oltre alla consegna agli aventi diritto, l’Acer provvederà per convenzione a stipulare per conto del Comune i contratti di locazione, con la proprietà ed i sub-conduttori. Si occuperà inoltre della riscossione dei canoni con rendicontazione semestrale sui relativi incassi, senza nessuna responsabilità per l’esito delle azioni di recupero della morosità che l’Azienda medesima sarà comunque tenuta ad intraprendere nei confronti degli inquilini inadempienti nei modi stabiliti dalla legge.

Ad Acer, per nome e per conto del Comune, è delegata la sorveglianza generale, amministrativa e tecnica, nonché la manutenzione ordinaria e l’assicurazione degli immobili, mentre è interamente a carico del Comune la morosità accumulata dal subconduttore, per canoni di locazione, manutenzioni, spese legali, spese per ripristino alloggio al termine della locazione e per ogni altro onere di gestione dell’immobile.
Contestualmente alla conferenza stampa di presentazione, è stata annunciata anche la prossima pubblicazione dell’avviso pubblico destinato a coloro che siano interessati a fare domanda degli alloggi rientranti nel progetto “Casa Bellaria”.

IL BANDO. Il bando resterà aperto da giovedì 8 marzo a sabato 7 aprile, ed è riservato ai residenti nel Comune di Bellaria Igea Marina che non siano titolari del diritto di proprietà, di usufrutto o di abitazione su alcun immobile. L’”ultima parola” sull’assegnazione verrà affidata alla Commissione Affari Sociali, che terrà conto delle seguenti priorità:

- nuclei familiari con almeno due figli minorenni;
- nuclei familiari con almeno un figlio con handicap riconosciuto superiore al 46%;
- nuclei familiari con almeno un anziano con accompagnamento riconosciuto a carico;
- giovani coppie (coniugi, nubendi, conviventi more uxorio, i cui componenti la coppia abbiano un’età inferiore ai 35 anni);
- nuclei familiari di stranieri immigrati (rientranti in almeno una delle precedenti categorie) residenti da almeno cinque anni a Bellaria Igea Marina o da almeno dieci anni sul territorio regionale;
- valore ISEE del nucleo familiare compreso tra 7.000 e 20.000 euro.

Ti potrebbe interessare anche...