Donne del mondo in festa per il lavoro, contro la violenza e il razzismo.

Donne del mondo in festa per il lavoro, contro la violenza e il razzismo.
Festa della donna, multietnica (foto di repertorio)

RAVENNA & FESTA DELLA DONNA. Domani 8 marzo, in occasione della festa della donna sono previste le seguenti iniziative da parte di organizzazioni che a vario titolo si sono accreditate presso l’assessorato cultura e politiche di genere.
Dal mattino l’Udi si occuperà della distribuzione di mimose nel piazzale antistante San Domenico (via Cavour) e all’Esp, per tutta la giornata in piazza dell’Aquila, a partire dalle 9 di fronte al teatro Socjale di Piangipane; alle 17.30 alla Ca’ de ven presentazione dei dati dell’attività di di Linea Rosa; organizzata da “Città meticcia e dalla Casa delle culture alle 20 al centro Quake (via Eraclea 25) “Donne del mondo in festa per il lavoro, contro la violenza e il razzismo”, con cibi e bevande da cinque continenti, musica etno-disco e la partecipazione di associazioni di donne e di immigrati; alle 20.30 alla sala Corelli del teatro Alighieri “Concerto per la festa della donna” con musiche di Mozart, Schumann e Mahler; alle 20.45 al teatro parrocchiale Manzoni di San Pietro in Vincoli spettacolo dedicato ad Alda Merini “Nata il 21 a primavera”, con Francesca Mazzoni e la regia di Enrica Cavina e Francesca Mazzoni; alle 21 al teatro Rasi “Il sorriso di Elettra” – storie di donne in lotta contro la mafia, con Maria Antonietta Centoducati e Simona Boni.
Due mostre: l’8 marzo alle 17 all’Urban center (via Cavour 1) inaugurazione della mostra “Dietro il volto. L’universale mistero del velo”, con opere fotografiche dell’artista ravennate Rosetta Berardi (fino all’1 aprile); l’8 marzo alle 18 alla Manica Lunga della biblioteca Classense inaugurazione della mostra “Libriste. Dalla collezione di libri d’artista di Marco Carminati” (fino al 24 aprile).

Ti potrebbe interessare anche...