Riccione, scompare a soli 43 anni Giuseppe Savoretti.

Riccione, scompare a soli 43 anni Giuseppe Savoretti.
Giuseppe Savoretti. Immagine di repertorio

RICCIONE. Dopo una lunga malattina si è spento oggi, all’età di 43 anni, l’assessore comunale Giuseppe Savoretti. Nato a Morciano di Romagna, era da tempo ammalato di tumore e da qualche giorno si trovava ricoverato all’ospedale “Infermi” di Rimini.
Impegnato da tempo in politica, nonostante la giovane età, il morcianese era già stato consigliere comunale. Nell’attuale amministrazione comunale di Riccione, aveva deleghe per Scuola, Promozione Politiche Sociali, Educative per l’Infanzia e Adolescenza, Famiglia e Casa, Buon Vicinato, Politiche Giovanili, Cooperazione Internazionale. Dall’ottobre 2010 era sposato con Milena.

Con questa lettera lo saluta il sindaco Pironi: “Caro Giuseppe,

il mio ruolo richiederebbe un altro protocollo, ma vorrei gestirmi come tu mi hai insegnato. Quella di oggi è stata una dura prova. Tu eri più bravo e più efficace. Eri capace di scherzare con la tua malattia. Ci sostenevi tutti. Ci spronavi ogni giorno con una ironia leggera. Sapevi guardare al futuro con una fiducia disarmante.
Ti sei affiancato a me, all’inizio della nostra campagna elettorale, dicendomi: sarò il tuo manovale, sono a tua disposizione. Da allora non hai mai mollato un solo giorno, neppure quando ti hanno diagnosticato questo terribile male. Sapevi e conoscevi tutto, ma non hai mai ceduto un istante. Hai proseguito il tuo percorso di vita, e preso per mano Milena. In una cerimonia toccante l’hai stretta a te. Anche qui ci hai stupito, perché lo hai fatto con lo stesso spirito. Volevi condividere la tua felicità, con tutti noi e con le persone a te care.
Ci sarebbero tanti fatti da ricordare, ne prendo uno in particolare: il rimpasto di giunta e la redistribuzione delle deleghe, quando hai accettato senza problemi il passaggio ad un impegno ancor più gravoso, con il solo accenno al timore di non esserne all’altezza. Mi mancheranno, Beppe, le tue telefonate all’ora dell’aperitivo, per richiamarmi ad un po’ di relax, e quelle chiamate in cui mi facevi il resoconto degli interventi fatti in città, degli incontri con i circoli del Buon Vicinato.
Per te avevo coniato l’assessorato alle piccole cose, perché eri vicino alla gente e sapevi farti carico dei problemi che ti venivano sottoposti. Anche in questo eri straordinario: una persona normale, di una umanità profonda, che sapeva il senso della parola responsabilità, un valore civico che di questi tempi è bene tenersi stretto.
Grazie Beppe, ancora una volta, di tutto quello che ci hai insegnato e di come hai servito la nostra città”.

Cordoglio anche dall’Amministrazione provinciale di Rimini: ” Una morte che ci addolora e ci tocca tutti profondamente, anche alla luce della giovane età di una persona fortemente appassionata verso l’impegno a servizio del bene comune. Alla sua famiglia e ai suoi cari va la nostra vicinanza in queste dolorose ore“.

A quello di Vitali, si aggiunge il cordoglio del Partito democratico della provincia di Rimini del segretario provinciale Emma Petitti, che “esprimono il più profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Giuseppe Savoretti. Nello stringersi attorno alla famiglia nel momento più difficile, ricordano le grandi doti che Giuseppe recava in sé e che ha saputo sempre profondere nel proprio lavoro di amministratore attento e capace, sinceramente vicino ai cittadini, positivo ed entusiasta“.

 

Ti potrebbe interessare anche...

Inserisci un commento

l'email non verrà visualizzata

opzionale