Sicurezza dei prodotti e tutela dei consumatori. C’è la campagna ‘Fatti la domanda giusta’.

Sicurezza dei prodotti e tutela dei consumatori. C’è la campagna ‘Fatti la domanda giusta’.
Campagna Fatti la domanda giusta. Sicurezza dei prodotti (immagine di repertorio)

COMMERCIO & SICUREZZA. Occhiali da sole, piccoli elettrodomestici, giocattoli, etichettatura: come tutelare i consumatori ed evitare sanzioni. Al via una campagna del Ministero dello Sviluppo Economico e di Unioncamere dedicata agli operatori economici.

FATTI LA DOMANDA GIUSTA. E’ partita la campagna “Fatti la domanda giusta” promossa dal Ministero per lo Sviluppo Economico e dall’Unione Camere di commercio italiane per sensibilizzare produttori, importatori e commercianti all’ingrosso e al dettaglio sull’importanza della sicurezza dei prodotti e della tutela dei consumatori.

Un obiettivo dell’iniziativa è aiutare gli operatori economici a saper riconoscere se i prodotti che immettono sul mercato rispettano i requisiti di sicurezza e siano, quindi, privi di pericoli per la salute e quali le sanzioni e i provvedimenti per le eventuali violazioni delle norme. Le Camere di Commercio si occupano di verificare la conformità alle norme di molti prodotti, quali: elettrici, giocattoli, DPI (come occhiali da sole, maschere da sci, occhiali da nuoto, ecc) e la presenza e la correttezza delle etichette dei prodotti tessili e calzaturieri, che devono contenere informazioni chiare e visibili sui materiali che li compongono. E’ importante che tutti gli operatori del mercato verifichino che la merce sia munita della marcatura CE.

Anche a Ravenna e provincia si procederà, già dalle prossime settimane, ad attuare una serie di visite presso le aziende, selezionate a campione, per controllare la conformità e l’etichettatura dei vari prodotti.

Nel sito Internet www.ra.camcom.it, alla sezione “Sanzioni e Vigilanza Sicurezza Prodotti”, sono disponibili tutte le informazioni. L’Ufficio Vigilanza e Controllo Sicurezza Prodotti è raggiungibile per chiarimenti, tramite mail all’indirizzo di posta elettronica upica@ra.camcom.it e telefonicamente al numero 0544 481488.

Ti potrebbe interessare anche...