Emilia Romagna. Ravenna: Imu & detrazioni alloggi ‘coop’, servono chiarimenti.

Emilia Romagna. Ravenna: Imu & detrazioni alloggi ‘coop’, servono chiarimenti.
IMU (immagine di repertorio)

RAVENNA & IMPOSTE. In queste settimane i Comuni della provincia di Ravenna stanno portando avanti una difficile discussione sulle aliquote comunali di IMU, Irpef e altri tributi locali. Questo confronto, insieme alle associazioni sindacali e di categoria, tra cui le centrali cooperative, ha l’obiettivo di raggiungere difficili punti di equilibrio perché i sacrifici pesino in egual modo su tutti i settori e le tipologie di impresa e di cittadini.

LEGGE NON ESPLICITA. Questo confronto, purtroppo, non può incidere sugli assegnatari di alloggi delle cooperative a proprietà indivisa e mista (circa 40.000 famiglie in Italia), i quali non possono che appellarsi al Governo, poiché, nel passaggio da ICI a IMU hanno visto modificare la norma che prevedeva per loro e per i locatari degli alloggi di proprietà IACP, l’applicazione dell’ICI per abitazione principale e delle relative detrazioni. La legge 214/2011 infatti, nell’introdurre l’IMU, sebbene estenda il beneficio della detrazione anche agli alloggi locati dalle coop di abitanti e IACP (quindi riconosce implicitamente la natura di abitazione principale) , non è altrettanto esplicita nel riconoscere quale aliquota queste abitazioni debbano corrispondere: se abitazione principale o seconda casa. E’ quindi urgente e indispensabile un chiarimento. Risultano evidenti le pesanti conseguenze di un eventuale mancato riconoscimento di abitazione principale a questi alloggi assegnati a persone che, peraltro, sono quasi sempre economicamente deboli.

INIZIATIVE. Diverse iniziative sono state prese a riguardo: i soci delle cooperative hanno scritto una lettera al Presidente del Consiglio Monti per sottoporgli la loro difficile situazione e il 19 Marzo ci sarà una iniziativa organizzata dall’ACI a Milano per spiegare le ragioni delle cooperative di abitanti. Nel frattempo un gruppo di senatori (Ghedini e altri) ha presentato un emendamento all’art.56 in cui si chiarisce in maniera inequivocabile che l’applicazione dell’aliquota ridotta di prima casa, va estesa anche alle abitazioni locate dalle cooperative di abitanti a proprietà indivisa e mista e dagli IACP.

Le centrali cooperative e le cooperative di abitanti presenti in provincia di Ravenna si uniscono in questa richiesta di chiarimento che vada a vantaggio e tutela dei locatari di questi alloggi e invitano le istituzioni locali a farsi portatrici di questa istanza verso i livelli istituzionali superiori.

Ti potrebbe interessare anche...