Lotta all’evasione fiscale. Un bollino blu per i commercianti onesti. Stop ai furbetti.

Lotta all’evasione fiscale. Un bollino blu per i commercianti onesti. Stop ai furbetti.
Evasione fiscale in Italia (foto di repertorio)

ITALIA & EVASIONE FISCALE. Se sei un bravo commerciante, ti meriti il bollino blu. Potrebbe essere riassunta così l’iniziativa che intende mettere in campo il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera. Ma cosa intendiamo per bravo commerciante? In questo caso il riferimento è al fisco: premiare chi non evade il fisco.
E’ attualmente allo studio un modo per premiare chi esercita il proprio business in modo virtuoso, che potrebbe consistere in un bollino blu, una targa, un attestato o qualsiasi altra cosa che attesti la correttezza fiscale dell’imprenditore, grande o piccolo che sia.

UN RICONOSCIMENTO. Una volta superato a pieni voti il controllo della Guardia di Finanza, il commerciante potrà dunque affiggere all’ingresso della propria attività questo prezioso riconoscimento. Per ricevere questo riconoscimento però non sarà sufficiente “fare i bravi” mentre le fiamme gialle sono presenti, ma bisognerà emettere regolari scontrini anche quando i controlli non sono in atto. Cosa che, a dir la verità, dovrebbe risultare “normale”, ma ben venga ogni incentivo che possa aumentare la regolarità che mai è stata la protagonista del commercio italiano.

CAMBIAMENTI. L’impressione è che l’Italia abbia voglia di cambiare: dopo una prima ondata di “terrore” quando iniziarono i primi blitz a Cortina, ora sembra che si stiano ingrossando le fila di chi è favorevole a questi controlli. Il “motto” secondo cui chi evade è furbo e chi paga le tasse è sciocco, si sta gradualmente sgonfiando, anche grazie alle cifre che il recupero fiscale sta raggiungendo. Cifre che portano un pò di ossigeno ad un’Italia che fa fatica ad uscire dalla crisi. Nel 2011, con la lotta all’evasione fiscale, sono stati recuperati oltre 12 miliardi di euro. 

Ti potrebbe interessare anche...