Bulbi scrive ad ABC (Alfano, Bersani, Casini): servono pressing sulle banche e politiche per il territorio.

Bulbi scrive ad ABC (Alfano, Bersani, Casini): servono pressing sulle banche e politiche per il territorio.
Massimo Bulbi. Immagine di repertorio 2

FORLI’ – CESENA. Il Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Massimo Bulbi, ha scritto una lettera ai leader di PdL, PD e UDC “per sollecitare ulteriormente la vostra attenzione su alcune problematiche che sono certo già presenti nella vostra agenda ma che, viste dalla prospettiva di chi, come me, amministra un ente locale e cerca di affrontare quotidianamente le difficoltà che il suo territorio vive in questi tempi di forte crisi economica, occupazionale e sociale, acquistano una rilevanza del tutto particolare”.

Dopo aver apprezzato l’importanto dibattito che viene condotto in questi giorni per approdare ad una riforma del lavoro che sia la più equa ed efficace possibile, Bulbi ha chiesto ai leader dei tre partiti di promuovere ulteriori azioni verso il mondo del credito e verso la difesa del territorio. “In tanti abbiamo valutato positivamente la decisione di agevolare i clienti delle banche con l’abolizione delle commissioni sui conti correnti a partire dal massimo scoperto; un provvedimento che dovrebbe essere assolutamente difeso. Così pure, per far ripartire l’economia, dovrebbe aumentare il pressing sulle banche per facilitare la concessione del credito alle imprese e alle famiglie anche alla luce anche dei fondi messi a disposizione dalla BCE a tassi agevolati”.
Il Presidente della Provincia ha concluso chiedendo un nuovo piano nazionale di difesa del territorio e fondi aggiuntiviper gestire le emergenze: “con una frequenza sempre maggiore si verificano, ormai da anni, su tutto il territorio nazionale, eventi calamitosi che comportano pesantissimi dissesti idrogeologici, perdita di vite umane, danni ingentissimi al patrimonio artistico e naturale. Una grande strategia di messa in sicurezza del paese è, allora, un obiettivo ambizioso ma indifferibile che spetta alla politica di elaborare. Così come è assolutamente necessario individuare, al più presto, canali di finanziamento da destinare ai territori colpiti per riparare i danni e far ripartire l’economia. E’ questo il caso delle province di Forlì-Cesena, Rimini e Pesaro-Urbino che con le nevicate epocali del febbraio scorso, si trovano nell’impossibilità di far fronte alle centinaia di milioni di euro di danni che sono stati prodotti e vedono messa a rischio la possibilità di tante imprese di poter riprendere la loro attività con conseguente, ulteriore, disoccupazione per tanti lavoratori.

Ti potrebbe interessare anche...