Consorzio Bonifica Romagna Occidentale. Lugo: un parco nell’area ‘Brignani Vivo’.

Consorzio Bonifica Romagna Occidentale. Lugo: un parco nell’area ‘Brignani Vivo’.
Lugo parco

LUGO & PARCO. Si sta procedendo in questi giorni alla piantumazione degli alberi che andranno a costituire il parco pubblico nell’area della cassa di laminazione delle piene del canale “Brignani Vivo”, a Lugo. In totale verranno messi a dimora sessanta tra aceri campestri, farnie, olmi campestri, frassini, tigli, pioppi bianchi e altre piante autoctone, oltre a diversi cespugli.
I lavori relativi al primo lotto dell’opera idraulica, iniziati nell’ottobre 2010 sotto la direzione del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale e ora in via di ultimazione, hanno comportato un costo di un milione di euro, 800mila finanziati dal Ministero dell’Ambiente e 200mila dal Comune di Lugo.

LAVORI AL PARCO. Accanto alla sua funzione preminente di protezione della zona sud-ovest dell’abitato di Lugo da rischi idraulici, l’area della cassa di laminazione avrà anche quella di parco che, in assenza di condizioni di emergenza, potrà essere fruito da tutta la cittadinanza. È stato creato anche un laghetto permanente, che avrà la funzione di dissipare l’energia dell’acqua in fase di immissione nella cassa e migliorerà al contempo l’aspetto paesaggistico dell’area. Sono state inoltre realizzate opere di finitura quali pontili per l’accesso al lago, vialetti e staccionate per delimitare le aree accessibili soltanto agli addetti ai lavori. Nei prossimi giorni, poi, saranno collocati arredi da esterno per favorire la fruizione del parco e si procederà alla semina del prato.
Presso il parco si terrà un evento speciale in occasione della Settimana della Bonifica (12-20 maggio) per sottolineare l’importanza della collaborazione tra enti con finalità diverse, quali il Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale e il Comune di Lugo, nella realizzazione dell’importante opera idraulica.

Il primo lotto del progetto ora in fase di ultimazione consente di far fronte anche a eventi di pioggia particolarmente intensi, che si verificano in media una volta ogni 25 anni. Il bacino ad oggi realizzato è predisposto per svolgere la funzione di accumulo temporaneo degli esuberi di portata che, durante gli eventi di piena, in precedenza avevano più volte allagato l’area circostante.
L’opera idraulica si compone anche di un manufatto sfioratore e di un impianto idrovoro per lo svuotamento rapido della cassa una volta verificatosi l’evento di piena. Un impianto drenante appositamente predisposto garantirà inoltre, condizioni ideali per la sopravvivenza delle piante e del verde anche nelle zone più depresse (2 metri sotto il livello del piano campagna circostante).

Oltre ai lavori principali previsti dal primo lotto del progetto, grazie alle somme rese disponibili coi ribassi conseguiti in fase di gara sono stati eseguiti interventi per il miglioramento della funzionalità dell’opera, in particolare la deviazione di parte del canale Brignani, propedeutica all’allargamento della via Paurosa.

«La realizzazione della cassa del Brignani è il miglior esempio dell’utilità della collaborazione tra consorzi di bonifica ed enti locali – afferma il Presidente del Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale Alberto Asioli. – C’è stata, da sempre, piena unità di intenti tra Comune e Consorzio nell’individuare la soluzione di un annoso problema idraulico della zona sud-ovest dell’abitato di Lugo. La collaborazione tra i due enti ha così consentito di reperire le risorse per realizzare l’opera, anche se limitatamente a un primo stralcio. Il risultato è tanto più significativo se si considera la drammatica carenza di finanziamenti per nuove infrastrutture idrauliche, che sta caratterizzando questi ultimi tempi. Ora Lugo può fregiarsi di un’opera, che, oltre ad assicurare condizioni di maggiore sicurezza idraulica, va a migliorare la vivibilità complessiva della città, costituendo un angolo di pregio anche per la prossimità al Canale dei Mulini.»

Ti potrebbe interessare anche...