Associazione Il grifo.’ Solo il sindaco Gori non s’è accorto di quanto accade sul territorio’.

Associazione Il grifo.’ Solo il  sindaco Gori non s’è accorto di quanto accade sul territorio’.
Cantiere edile. Immagine di repertorio

IL GRIFO/ E LA NAVE VA? Riceviamo e pubblichiamo: “ A leggere le ultime notizie apparse sui quotidiani locali in queste ultime settimane a proposito degli sviluppi urbanistici che ha in programma la giunta Gori c’è di che riflettere. Da una parte il comandante Gori annuncia (venerdi 27 gennaio), per l’ennesima volta, che l’Accordo di Programma per realizzare il Centro culturale polivalente, quello del teatro è in corso di approvazione, con una piccola novità, il contributo finanziario di € 400.000 previsto per la realizzazione della rotatoria davanti al centro giovani viene dirottato (essendo la rotatoria già realizzata) per costruire il primo plesso della nuova scuola elementare.
Dall’altra, finalmente, la politica, almeno quella di parte avversa, comincia ad accorgersi che forse non è più tempo di nuove megalottizzazioni per realizzare improbabili teatri (dibattito in consiglio provinciale di lunedì 30 gennaio). Parafrasando la dolorosa (e vergognosa) vicenda del capitano Schettino, che mentre la nave affondava mandava rassicuranti messaggi come se non fosse successo nulla, solo il nostro sindaco Gori non si è ancora accorto di ciò che sta accadendo sul territorio. L’edilizia è ferma da oltre un anno, di appartamenti se ne costruiscono sempre meno perché non si vendono, le lottizzazioni avviate sono semivuote come le casse del Comune, una situazione che Grifo recentemente ha segnalato come preoccupante, e il Sindaco che fa?
Rilancia la megalottizzazione di via circonvallazione, almeno altri 300 appartamenti da immettere sul mercato, invece di avviare una pausa di riflessione sulla ricaduta,che tale ‘Accordo‘ avrà sul territorio e sulla casse comunali (siamo curiosi di conoscere con quali risorse il Comune finanzierà gli oltre € 600.000 che serviranno per il completamento della prima sezione della Scuola elementare, questa sì indispensabile ed urgente) ed in quale bilancio troverà le risorse per gestire il teatro, visto che è notizia recente che la gestione del teatro Petrella di Longiano per fare un paragone è stata data in appalto per un costo di € 140.000 (ed è il teatro Petrella!), o forse pensa, in prospettiva del Comune Unico, di far ricadere tale spesa sui tutti i cittadini dei tre Comuni? (in tale ipotesi sarebbe corretto che almeno i consigli comunali degli altri due comuni fossero interpellati sull’eventualità di sobbarcarsi tali spese per un teatro intercomunale, visto che ne funziona già uno a Savignano).
Ma il sindaco Gori, sordo a tutti gli appelli rivolti a ripensare il tutto, accelera le procedure per arrivare all’approvazione dell’Accordo di Programma entro ottobre, quando nella sua nuova veste di presidente dell’Unione dei Comuni, dovrebbe adottare il nuovo Piano strutturale intercomunale, che va a sostituire i Piani Regolatori Generali dei tre comuni, compreso quello di S. Mauro Pascoli nel quale, si presume, che tale iniziativa non avrebbe trovato spazio.. La tempestività e la velocità con cui la giunta Gori dovrebbe approvare questo Accordo di Programma, che regala un altro pezzo di territorio al costruttore, o speculatore di turno purtroppo mette una seria ipoteca su quello che sarà la futura programmazione urbanistica del territorio affidata al Piano strutturale intercomunale, considerato poi che il primo cittadino di San Mauro Pascoli è anche presidente dell’Unione dei Comuni, l’organo preposto a gestire questo processo unitario c’è di che riflettere. In questo siamo solidali con il sindaco di Gatteo quando afferma che per aderire al progetto del Comune Unico occorrerebbe ripensare al progetto, ma questo meriterebbe una ulteriore riflessione. San Mauro Pascoli Li 16 -03 2012; info@associazioneculturalegrifo.com Associazione culturale;www.associazioneculturalegrifo.com Grifo”.

Ti potrebbe interessare anche...