Emilia Romagna. Rimini: meno nascite. La popolazione cresce per fenomeno migratorio.

Emilia Romagna. Rimini: meno nascite. La popolazione cresce per fenomeno migratorio.
Persone (foto di repertorio)

RIMINI & POPOLAZIONE. E’ stato presentato il bilancio demografico della provincia di Rimini al primo gennaio 2012. L’elaborazione è a cura dell’Ufficio Statistica della provincia di Rimini.

POPOLAZIONE TOTALE. La popolazione residente al 1 gennaio 2012 è di 332.071 (48,3% maschi e 51,7% femmine) con una crescita rispetto all’anno precedente, di 2.827 unità (+0,9%).
L’incremento è dovuto alla sola componente migratoria dato che la componente naturale registra un segno negativo.
Il saldo naturale torna a segnare valori negativi dopo anni di ripresa. Il 2011 rispetto al 2010 ha visto registrare 230 nascite in meno e 59 decessi in più. Media giornaliera: 8,2 nascite e 8,3 decessi.
In calo sia le nascite italiane (-7%) che straniere (-6,6%).

COMUNI. Guardando i singoli comuni si può notare che Saludecio supera la soglia dei 3.000 abitanti e passa nella fascia demografica successiva. In calo la popolazione dei comuni nella fascia demografica sotto i 1.000 abitanti. In crescita, tranne Poggio Berni, i comuni nella fascia 3.001-5.000; in crescita, tranne Novafeltria, anche i comuni nella fascia 5.001-10.000. Risultano in decisa crescita tutti i comuni nelle fasce demografiche successive, cioè con una popolazione maggiore.

FAMIGLIE. Le famiglie residenti complessive sono 141.288 con un incremento di 1.894 (+1,4%) rispetto all’anno precedente. Tra i comuni con incremento superiore a quello medio provinciale spiccano in particolare San Clemente (+4,8%), Montecolombo (+4,5%), Saludecio (+3%) e Montescudo (+2,7%).

STRANIERI. La popolazione straniera residente in provincia ha raggiunto quota 34.900 con un incremento di 1.787
unità (+5,4%), rispetto all’anno precedente (44,9% maschi – 55,1 femmine – indice di mascolinità 0,81).
Il 75% dei cittadini stranieri residenti si concentra nei 5 comuni di costa (un 58% solo nei comuni di Rimini e Riccione). 4,4% nei territori dell’Alta Valmarecchia.
Sul totale dei Paesi Esteri rappresentati sul territorio provinciale: gli Albanesi, pur facendo registrare una riduzione del loro peso percentuale, restano ancora il gruppo più numeroso 23,7%, seguiti dai Rumeni 14,3%, Ucraini 11,3%, Marocchini 5,6% e Cinesi 5,8%.

GENERAZIONI. Si conferma il recupero della popolazione più giovane (0-14 anni) che si sta riportando ai valori registrati agli inizi degli anni ’90 del secolo scorso. Riprende, dopo un breve periodo di stazionarietà, la crescita del peso percentuale della popolazione senior (65 anni e oltre).
Complessivamente i senior (65 anni e oltre) rappresentano il 20,9% della popolazione residente complessiva, mentre gli anziani con 75 anni e oltre il 10,5% e gli 80 anni e oltre il 6,4%.

Tutti i dati e i grafici sono visibili nel documento di presentazione: Presentazione_Popolazione_112012-1

Ti potrebbe interessare anche...