Arte contemporanea, dove i confini sono porosi. Parte ‘Nuovo’ a Faenza.

Arte contemporanea, dove i confini sono porosi. Parte ‘Nuovo’ a Faenza.
Nuovo - logo

FAENZA & CULTURA. NUOVO: inaugurazione Venerdì 30 Marzo, ore 18.00, Palazzo Esposizioni di Faenza.
NUOVO è un evento culturale nato nel 2011 per dare spazio e visibilità ad artisti multidisciplinari e diverse realtà italiane impegnate sul contemporaneo. NUOVO è una modalità espositiva sviluppata con il sostegno e il patrocinio dellʼAssessorato alla Cultura del Comune di Faenza per catalizzare le molteplici energie attive sul territorio a cui, di volta in volta, è affidata la diretta progettazione dei contenuti culturali. Dopo la prima edizione curata da Andrea Magnani, ideatore del progetto e tra i fondatori del Do – Nucleo Culturale, la direzione artistica di NUOVO è questʼanno affidata a Marco Samorè, artista e responsabile di TESCO, associazione no profit costituita nel 2010 e rivolta alla ricerca contemporanea.

LE FORME DEL CONTEMPORANEO. Per questa seconda edizione Marco Samorè intende delineare attraverso precise scelte curatoriali la complessità che caratterizza lʼattuale sperimentazione creativa, selezionando alcuni tra i più interessanti protagonisti della scena culturale italiana che da tempo operano, in varia misura e riconosciuta qualità, a livello internazionale. In opposizione alla visione settoriale che vede i diversi ambiti culturali separati tra loro, NUOVO vuole essere un luogo dai confini porosi e recepenti, una zona dove poter praticare lʼesperienza dei differenti scenari estetici e stabilire rapporti di scambio tra le diverse discipline; coinvolgere attivamente il pubblico attraverso esposizioni, laboratori, tavole rotonde, momenti performativi e altri dʼincontro. NUOVO vuole essere campo sensibile in cui poter sperimentare il contemporaneo in tutte le sue forme.
Il programma di NUOVO, costruito in collaborazione con il DO – anima propulsiva della rassegna – prevede laboratori, conferenze, esposizioni di artisti, musicisti, designer e performer caratterizzati da uno approccio concettuale teso allʼattraversamento dei linguaggi estetici.

MOSTRE
La parte espositiva comprende i lavori degli artisti visivi Sergia Avveduti, Andrea Magnani e
Davide Savorani, lʼinstallazione sonora Apoptosi, di Giovanni Lami, Lara Marangoni e Rossano
Salvaterra (Miasma), i progetti realizzati dallʼAISI, Associazione italiana Studenti e Diplomati
ISIA, in occasione di A mne’arcord: Creative Workshop, e i risultati del laboratorio organizzato
con gli studenti del I anno del CdL Magistrale in Moda, Università di Bologna – ZoneModa
Rimini, sviluppato in collaborazione con Salima Arfoudi e i designer Giorgio Brato e Avant Toi.
Zenzerozelante, collettivo di food designer composto da Giulia Casadio, Chiara Zaccarelli e
Gabriele Berto, ogni sera alle 19.00 proporrà una personale ricerca progettuale sul cibo
sviluppata in collaborazione con Slow food di Faenza e Brisighella.

MUSICA
Durante tutte e tre le giornate, a partire dalle 19.30, Canedicoda, fashion designer, artista e
musicista, sonorizzerà la sua installazione ambientale con tre diversi progetti live: Ottaven,
Fantamatres (Giovanni Donadini e Sissy Biasin ) e Jooklo Duo. La serata di venerdì 30, dalle
22.00, vede i live-set di matrice elettronica dei performer Stargate (Burgerdreams Records) (I),
Dracula Lewis (Hundebiss Records) (I), Sewn Leather (Hundebiss Records) (USA), invece
sabato 31, alle ore 22.00, verrà presentato Taràssaco, progetto multimediale costituito da un
live-set musicale elettroacustico di Andrea Pedna, Federico Visi, Marco Giordano e Luigi
Pizzaleo. Dalle 23.00, live-set di elettronica con il progetto solista di Claudio Rocchetti (I) ed a
seguire Under Bass Nite, DJ set allʼinsegna di uno strenuo inseguimento della traccia dal ritmo
e dai bassi più destabilizzanti, con Bless+Ar|choke (I).

LABORATORI
La collaborazione tra NUOVO e lʼuniversità faentina ISIA, vede questʼanno lo sviluppo di un
laboratorio sulla grafica sperimentale che si svolgerà allʼinterno dei suoi spazi. Il workshop sarà
condotto da Alessandro Gori, graphic designer e fondatore del progetto nomade
Laboratorium.MMXII, un nucleo variabile di persone che sperimentano strategie e linguaggi
allʼinterno dei processi di comunicazione, ed è aperto a un massimo di 15 partecipanti. Altri
momenti rappresentativi e formativi saranno i laboratori organizzati dal DO, attraverso la
molteplicità delle sue declinazioni, tra cui: Ricette per un universo caldo, di Giovanni Delvecchio
e Anita Righi; Stupefatto, di Cristina Ghinassi e Valentina Paggio, e in parte saranno ideati e
sviluppati dallʼAISI, quali ad esempio: Serendipity di Mattia Fregola.

CONFERENZE / PRESENTAZIONI
Nodi centrali della rete di NUOVO sono poi le quattro piattaforme aperte alla discussione e alla
relazione con il pubblico previste per sabato e domenica. Si inizia sabato 31 alle 17.00, con una
tavola rotonda dedicata alle arti visive e al design di ultima generazione, e vedrà coinvolti Guido
Bartorelli (Università di Padova) e Guido Molinari (Accademia di Belle Arti di Venezia) insieme
agli artisti e ai designer presenti in mostra. Domenica 1 aprile, alle 11.30, è prevista invece la
presentazione di Fruit of the Forest – Art and Design Magazine, con Michela Arfiero e Giordano
Pozzi (fondatori), Alessandro Gori.Laboratorium (graphic designer), intervistati da Roberto
Ossani (direttore ISIA, Faenza), occasione per indagare le nuove strategie linguistiche
innescate dalla comunicazione interattiva; poi, alle 17.00, la tavola rotonda sui network culturali
proporrà una riflessione sulle attuali strategie di produzione, comunicazione e diffusione messe
in atto dai collettivi indipendenti: ospiti del dibattito saranno i responsabili dellʼassociazione DO
– Nucleo culturale di Faenza, dellʼorganizzazione no profit Oʼ di Milano e di XING, Bologna.
Tutte le conferenze si terranno nellʼaula magna dellʼISIA di Faenza, presso Palazzo Mazzolani,
c.so Mazzini 93.

MUSICA FUORI DAL PALAZZO.
NUOVO sarà accompagnato da tre appuntamenti musicali che si terranno al di fuori dagli spazi
di Palazzo esposizioni e vedranno coinvolti alcuni punti chiave della “geografia culturale” della
città: mercoledì 28 marzo anteprima al Clandestino con Child Abuse da New York e Staer dalla
Norvegia, che presentano i loro live in bilico tra sonorità noise ed impro/jazz; in apertura la
presentazione video di NUOVO realizzato da Francesco Mancin. Nel pomeriggio di Sabato 31
marzo, presso La Casa del Disco, showcase di Frei. Domenica 1 aprile, al MIC – Museo
Internazionale delle Ceramiche, concerto per chitarra di Gilbert Impérial.
NUOVO fa parte del progetto Faenza Contemporanea, presentato dalla città nellʼambito delle
“prove tecniche” a sostegno della candidatura di Ravenna e la Romagna a Capitale Europea
della Cultura nel 2019.

IL PROGRAMMA e LE CONFERENZE NUOVO_programma   NUOVO – schede conferenze

Operatori culturali coinvolti
+A!, A.I.S.I., Associazione “Amici della Ceramica e del Museo Internazionale in Faenza”, Casa
del Disco, Clandestino / Angusto, Compagnia IRIS, I.S.I.A. Faenza, Laboratorium.MMXII,
Miasma Associazione Culturale, M.I.C., Museo Carlo Zauli, Oʼ – Associazione no-profit, Rione
Bianco, Scuola di Musica G. Sarti, Slow food – Faenza e Brisighella, Università di
Bologna/ZoneModa Rimini, Xing – Network Culturale.
Con il patrocinio del Comune di Faenza
Con il sostegno di Banca di Romagna
In collaborazione con DO – Nucleo culturale, TESCO, I.S.I.A. Faenza
Media Partner Gagarin, Fruit of the Forest Art and Design Magazine
Luoghi >> Palazzo Esposizioni, corso Mazzini 92
ISIA – Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, corso Mazzini 93
Casa del Disco, corso Mazzini 38
Clandestino viale Baccarini 21
MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche, viale Baccarini 19
Info >> http://www.nuovo.tw
http://www.ildo.tvinfo@ildo.tv
http://tesco-faenza.blogspot.com/ – tesco.mailto@gmail.com – tel. 329 9857432

Ti potrebbe interessare anche...