A Cesena da tutto il mondo per imparare le ultime novità sulle corde vocali.

A Cesena da tutto il mondo per imparare le ultime novità sulle corde vocali.
bocca aperta (foto di repertorio)

CESENA. Oltre 100 specialisti di Otorinolaringoiatria al convegno internazionale in programma il 3 e 4 aprile con interventi realizzati in diretta tv e il focus sull’innovativa tecnica della fonochirurgia fibroendoscopica.

Oltre cento specialisti della voce provenienti da tutto il mondo saranno all’Ospedale Bufalini di Cesena il 3 e 4 aprile per partecipare alla quinta edizione del Corso Internazionale di Laringostroboscopia e Fonochirurgia Fibroendoscopica. Appuntamento annuale organizzato dall’unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’Azienda Usl di Cesena, il corso presenterà le ultime tecniche endoscopiche per la diagnosi e il trattamento delle patologie delle corde vocali. Interverranno alla due giorni relatori d’eccezione provenienti dagli Stati Uniti (Michael Benninger e Tom Murry), dalla Spagna (Alfonso Borragan), dalla Francia (Jean Abitbol), dall’Austria (Gerhard Friedrich), dal Belgio (Marc Remacle), dal Giappone (Shigeru Hirano), dal Brasile (Domingos Tsuji), che si confronteranno con i migliori esperti italiani.

“La laringostroboscopia – spiega il dottor Massimo Magnani, direttore della Unità Operativa ORL  e presidente del corso – è un particolare tipo di endoscopia a fibre ottiche che, sfruttando l’”effetto stroboscopico” prodotto da particolari fonti luminose, permette di esaminare la vibrazione delle corde vocali alla “moviola”, individuando eventuali situazioni patologiche non altrimenti diagnosticabili ambulatorialmente, come le lesioni benigne intracordali (cisti, solcature congenite) o precancerose (displasie)”.

La laringostroboscopia è utilizzata da una particolare tecnica di endoscopia operativa, la fonochirurgia fibroendoscopica, durante interventi di asportazione di polipi delle corde vocali e di riabilitazione chirurgica della paralisi di una corda vocale, eseguiti in anestesia locale e in Day Hospital. Tale tecnica chirurgica è stata ideata da un team costituito da medici spagnoli (Santander) e italiani (Cesena e Verona). L’unità operativa di Otorinolaringoiatria di Cesena, composta da quattro foniatri e tre logopediste, effettua ogni anno circa 300 visite foniatriche, 500 laringostroboscopie, 300 sedute di rieducazione logopedica e 200 interventi di fonochirurgia, per pazienti provenienti dal territorio e da tutte le regioni d’Italia.

“Anche quest’anno – commentano con soddisfazione il dottor Andrea Ricci Maccarini ed il dottor Flavio Pieri dell’unità operativa Otorinolaringoiatria dell’Ausl di Cesena, direttori del corso insieme al dottor Giovanni De Rossi (Azienda ULSS 20 di Verona) e al professor Alfonso Borragan (Centro di Foniatria e Logopedia di Santander) – i cento posti disponibili per il corso nella sala convegni dell’ospedale Bufalini si sono velocemente esauriti a seguito delle numerose richieste arrivate da ospedali e centri europei e internazionali che mirano a poter sviluppare l’innovativa tecnica fibroendoscopica ideata dal team italo-spagnolo, in cui la “Scuola di Cesena” rappresenta un elemento trainante”.

Durante i due giorni verranno eseguiti esami endoscopici dal vivo ed interventi chirurgici in diretta con collegamento con la sala operatoria dell’Ospedale Bufalini.

Ti potrebbe interessare anche...