Suicidi in aumento a causa della crisi. In ginocchio imprenditori e lavoratori.

Suicidi in aumento a causa della crisi. In ginocchio imprenditori e lavoratori.
crisi, preoccupazione nel mondo del lavoro, aumentano i suicidi (foto di repertorio)

CRISI & SUICIDI. Molti non si stupiranno ma è ufficiale: sono aumentati i suicidi per motivi economici. La CGIA di Mestre comunica che tra il 2008 ed il 2010, i suicidi per motivi economici sono aumentati del 24,6%, e del 20% i tentativi di suicidio.

I NUMERI. I suicidi denunciati alle forze dell’ordine, per ragioni economiche, nel 2008 sono stati 150, mentre nel 2010 sono saliti a 187. I tentativi di suicidio sono saliti da 204 a 245. E stiamo parlando ‘solo’ dei dati che arrivano al 2010, quali saranno i numeri del 2011 e di questi primi mesi del 2012? La sensazione – probabilmente alimentata anche dai media – è che questo numero continui ad aumentare, e forse con percentuali ancora più preoccupanti.

ALLARME SOCIALE. Ormai è cosa quotidiana ricevere la triste notizia di un lavoratore o un imprenditore che si è tolto la vita a causa di difficoltà economiche. Anche ieri un imprenditore si è suicidato a Roma, non reggendo più il peso delle preoccupazioni legate alla situazione economica della propria ditta.
Nel frattempo la politica non trova un accordo sulla riforma del mercato del lavoro e le tasse aumentano o ne nascono di nuove, aumentando le difficoltà delle piccole e medie imprese di cui è costellata l’Italia. E’ aumentata l’Irpef regionale, è ritornata l’ICI sotto forma di Imu, l’Iva aumenta, per non parlare del costo della benzina, ormai insostenibile. Tutto questo pesa sugli imprenditori e sui lavoratori.

La CGIA si è attivata a livello nazionale e regionale, per dare vita ad un fondo di solidarietà col fine di evitare i suicidi tra i piccoli imprenditori.

Ti potrebbe interessare anche...